giovedì 7 giugno 2012

Recensione: Borgo Propizio di Loredana Limone

Buonasera, sono qui per parlarvi di un libro che ho finito di leggere poche ore fa, ma che rimarrà nei miei pensieri per molto tempo. E' riuscito a farmi vivere tante emozioni e quando grazie ad un libro riusciamo a vivere, non c'è niente da fare... rimarrà sempre dentro di noi.
Vi parlo di Borgo Propizio, di Loredana Limone scrittrice esordiente napoletana. Ha scritto libri per bambini e gastronomici, ma questo è il suo primo romanzo e diciamo pure che ha esordito alla grande.
Ringrazio Guanda per aver pubblicato il libro e per avermelo gentilmente inviato.

Trama:
Tutte le fiabe cominciano con C’era una volta… ma questa è diversa, questa comincia con “C’è una volta…”, al presente, sì, perché c’è la volta in cui si decide di cambiare tutto. E ricominciare.
Tutto ruota attorno a una latteria, che la giovane Belinda vuole aprire nel centro di un delizioso paesino medievale. Certo, il paesino più che delizioso sembra sonnolento, a causa di una giunta comunale poco attiva; certo, nel negozio che Belinda sta ristrutturando si dice aleggi la presenza di un fantasma. Ma la ragazza vuol cambiar vita a tutti i costi, per superare il divorzio dei suoi, per riprendersi da una delusione amorosa, per rompere con tanti legami. La circonda una folla di personaggi divertenti e scombinati, sinceri e misteriosi... come la vita.
Un libro autentico, sincero, divertente. Una voce nuova che ci farà amare questa simpatica Armata Brancaleone del ventesimo secolo perché presenta la vita nella sua semplice complessità, quasi a dirci: osa essere te stesso… e non sarà poi così dura.

Il mio pensiero:
Sono venuta a conoscenza di questo libro grazie alla mia amica blogger Sonia, che tramite le sue recensioni consiglia sempre libri splendidi. Come ha detto anche lei, di certo questo libro non attira per la grafica, ma per fortuna la lettura della trama e della sua recensione mi hanno completamente convinto a dover averlo fra le mani e davanti agli occhi.
A primo impatto si potrebbe pensare che esista un protagonista, che potrebbe essere Belinda, oppure Mariolina, ma in realtà fin dalle prime pagine ci si rende conto che il vero protagonista è proprio Borgo Propizio, il piccolo paese in cui si svolge tutta la storia e in cui tutti i personaggi si incontrano e scontrano.

Ogni capitolo, anzi, ogni pagina ha diversi punti di vista ed in questo modo riusciamo a scoprire tanti lati dei personaggi; dei loro problemi, del loro passato, presente e futuro.
Ci si ritrova di fronte ad una storia semplice, vite quotidiane che si intrecciano, sogni realizzabili, amori, amicizie, famiglia, delusioni, segreti... insomma tutte cose che ognuno di noi vive nella propria vita. Borgo Propizio parla di realtà, di quella realtà che si consuma nei piccoli paesi di provincia, un po' chiusi e chiacchieroni, ma che infondono tanta calma e ti fanno sentire sempre in una grande famiglia. Ma anche la realtà che ognuno di noi vive in ogni piccolo particolare che la Limone riesce a raccontare.

L'autrice con la sua scrittura fluida e semplice ha donato a questa storia tanta simpatia ed ironia, riesce ad insinuarsi nel cuore di ognuno di noi, proprio perchè ci sentiamo in alcuni attimi un po' Mariolina, colpita dall'amore come un fulmine e alla scoperta della sua passionalità, ci sentiamo un po' Marietta che si sente sola e gelosa della sorella, con la paura di perderla che si fa strada dentro di lei.
Ci sentiamo un po' Belinda, giovane e piena di vitalità, piena di voglia di vivere e cambiare, di realizzare i propri sogni anche se agli occhi di alcuni sembrano troppo semplici e proprio per questo scansati come la peste.
Ci sentiamo un po' Cesare e Claudia, con i loro problemi, due vite che vorrebbero intrecciare ma che purtroppo non riescono, con la loro voglia di ricominciare come due adolescenti.
Ci sentiamo un po' Ruggero, uomo oppresso dai genitori, con tanta voglia di trovare la donna della sua vita che possa accontentare anche i "puzzolenti" mamma e papà, con la sua comicità è il personaggio che più ci strappa sorrisi.
Ci sentiamo un po' zia Letizia, nonostante la vecchiaia piena di voglia di conoscere e scoprire, sempre pronta ad aiutare con le sue massime, con le sue "domande non domande"; fedelissima alle nipoti, dona loro aiuto in ogni attimo.
Ci sentiamo un po' Ornella, abbandonata e violata. Una donna che si rimette in gioco, che riscopre l'amicizia e la voglia di vivere.
Ed infine ci sentiamo un po' Borgo Propizio, il cuore pulsante della storia.

Loredana Limone è riuscita a trasportarmi con impeto in una fiaba reale, con sogni reali e sentimenti reali. Una storia che è riuscita a farmi sorridere, ma anche a strapparmi qualche lacrima grazie proprio alla semplicità con cui viene raccontata.

Bellissime inoltre le pagine finali, dedicate alla spiegazione di ogni personaggio, del suo futuro prossimo, ed ovviamente dedicate al protagonista, Borgo Propizio che ci parla proprio come fosse vivo.

Un libro da leggere e amare, un libro che consiglio a chiunque abbia voglia di sognare con realismo, che ha voglia di ritrovare la forza e il sorriso di fronte alle sfide quotidiane. Un libro che ti dà la forza di proseguire per la tua strada a testa alta e con un bel sorriso stampato in faccia.

9 commenti:

  1. Sono contenta che ti sia piaciuto e spero che la tua recensione possa convincere qualche lettore a leggerlo e così via, in un infinito passaparola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo davvero Sonia. Sarebbe meraviglioso che questo libro venisse acquistato e letto da milioni di persone *-*

      Elimina
  2. ho sentito parlare solo bene di questo libro...deve meritare davvero!!
    complimenti per la recensione che hai scritto: dettagliata e molto sentita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fra. Questo libro è meraviglioso davvero... Ecco perchè un giorno spero di poter leggere anche la tua recensione :*

      Elimina
  3. Bellissima recensione, complimenti!
    Come mi pare di averti già scritto in un altro post in cui parlavi/presentavi questo libro, mi incuriosisce molto, e penso proprio che lo acquisterò (grazie a te) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo, sono felice di averti fatto conoscere un libro (per di più NOSTRANO) che potrebbe piacerti e appassionarti, spero di poter leggere presto la tua recensione a questa meravigliosa storia.
      Grazie di passare sempre di qui :)

      Elimina
    2. Figurati, è un piacere!

      Elimina
  4. Complimenti per il blog e per le belle recensioni che seguo assiduamente.
    Scritto con tono leggero e delicato, ma al contempo ironico e intelligente, anche a me BORGO PROPIZIO è piaciuto moltissimo. Il linguaggio, all'apparenza semplice, in realtà contiene molte delle raffinatezze di un buon romanziere. E' divertente, si legge con il sorriso sulle labbra e regala buonumore, quanto mai necessario al giorno d’oggi.
    La storia – in un borgo medievale decaduto si aprirà una latteria - appare molto ben concepita, è narrata con uno stile personale e supportata da scelte linguistiche interessanti. I numerosi personaggi, le cui storie si intrecciano in un divertente crescendo, vengono tratteggiati con accortezza ed emergono gradualmente con le loro sfaccettature emotive, accompagnando mano nella mano il lettore dentro la trama: sono esseri umani completi a cui giocoforza ci si affeziona immediatamente, e questo è un vero pregio. L’intreccio, pur essendo molto articolato non risulta pesante, al contrario la struttura, così come la successione dei singoli capitoli, pare molto ben curata ed efficace. In sintesi Borgo Propizio è una storia di provincia cui non manca la poesia e l’incanto che soltanto la mano di un autore capace può dare, facendole raggiungere un livello più alto sia di valori che di significati.
    Lo consiglio vivamente!
    Hadrian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hadrian, ti ringrazio di vero cuore per il tuo commento così dettagliato, una vera e propria mini recensione. Grazie anche per i complimenti al blog.
      Sono felice che "Borgo Propizio" trasmetta tutto questo anche ad altre persone. E' un libro che vale la pena leggere, che tiene impegnato un po' del nostro tempo in modo simpatico, ironico, ma decisamente interessante, con grandi spunti di riflessione. Grazie ancora del commento Hadrian :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥