giovedì 26 luglio 2012

Recensione: Questo è solo l'inizio di Gina Blaxill

Buongiorno carissimi, iniziamo questo giovedì parlando di un libro che ho finito di leggere qualche giorno fa. Un libro che non mi aveva completamente convinto, ma che ho finito in pochissimo tempo e di cui sono felice di poterne parlare ora.
Questo è solo l'inizio è il romanzo d'esordio dell'autrice inglese Gina Blaxill, è stato pubblicato dalla Piemme Freeway il 3 luglio di quest'anno al prezzo di 15,00 euro. E' un libro autoconclusivo che mischia mistero, thriller leggero, ma soprattutto realismo.

Trama:
Jonathan e Rosalind non si sono mai visti, ma una sera si trovano per caso online e cominciano a parlarsi in chat. Jono ha 16 anni, vive a Norfolk e soffre per la lontananza di Freya, la sua ragazza, che frequenta una scuola di musica a Londra, dove i suoi genitori gli hanno impedito di andare.
Ros, invece, ha 14 anni, vive a Londra, ha una famiglia poco presente e una migliore amica che vuole trascinarla a uscire con un gruppo di ragazzi artistoidi un po' troppo strani per i suoi gusti.
Jono e Ros cominciano a sentirsi tutti i giorni, tra chat, email e sms. Quando all'improvviso, mentre il loro rapporto virtuale diventa sempre più profondo, Freya sparisce, ultima di una serie di ragazze scomparse a Londra, e Jono diventa l'indiziato numero uno…

Il mio pensiero:
Questo libro mi è stato spedito gentilmente da Giulia di Piemme Freeway, all’inizio non ero completamente convinta di questa lettura, ma poi qualcosa è scattato in me e la voglia di ributtarmi nel genere thriller (che ultimamente ho abbandonato) ha avuto il sopravvento e il libro di Gina Blaxill mi sembrava il modo migliore per riprendere.

Questo è solo l’inizio racconta di Jono (Jonathan) e Rosalind (Ros) due ragazzi adolescenti che vivono in due città diverse, ma che per pura coincidenza un giorno si ritrovano a chattare insieme. Si trovano subito a raccontarsi i loro problemi, a chiedere e ricevere consigli e si instaura così un rapporto che va oltre ci schermi; il rapporto con una persona con cui non si ha paura di parlare e con cui si trovano tante cose in comune, poco importa se ci sono anni di differenza fra i due.
Le loro vite scorrono parallele, con le giornate di scuola i problemi con gli amici (e non amici), quando si “incontrano” alla sera e alla mattina si concedono le loro chiacchierate liberatorie in chat.
Le cose cambiano quando Freya (la fidanzata di lui) e Jono litigano e il loro rapporto si conclude in malo modo. Pochi giorni dopo Jono torna a trovare Freya ma non la trova più, così parte la sua corsa alla ricerca di lei e questa corsa include anche Ros quando lui chiede il suo aiuto.
I due ragazzi si spingeranno troppo oltre, ficcando il naso dove non dovrebbero e così si mettono nei casini. La polizia li interroga, Jono è sospettato e le misteriose sparizioni di due ragazze in quel di Londra mettono tutti in allarme.

Ovviamente non ho raccontato tutto, altrimenti non ci sarebbe più gusto, ma ho cercato di fare un piccolo riassunto della storia fino ad un certo punto.
Il libro si legge piacevolmente, senza intoppi, scorre che è una meraviglia. Le pagine non sono molte, ma è un libro leggero. Un po’ di thriller leggero tiene il lettore appiccicato alle pagine, il ritmo diventa più incalzante nel momento in ci Freya scompare, ma anche prima di questo evento la narrazione non è mai noiosa. Ci sono piccoli avvenimenti che tengono sempre il lettore con gli occhi puntati, incuriosito dalle evoluzioni che posso prendere questi avvenimenti e dalle reazioni dei protagonisti.

Questo non è un libro pieno d’amore e di dolcezza, è un libro che parla di amori adolescenziali che finiscono e all’inizio sembra che cada il mondo addosso, ma poi quando il cuore torna a battere normalmente le cose sembrano migliori di prima, si trova una nuova dimensione e si sta meglio. Si ritrova se stessi e spesso ci si ritrova migliorati. Ecco cosa abbiamo in questo libro, amori non corrisposti, amori finiti, amori iniziati… Il tutto però ha un finale semplice e tranquillo. L’amicizia prima di tutto, che risolve tanti dolori e tanti mali.
Il rapporto fra Ros e Jono è simpatico e sono sicura che nella nostra era dei social network molti ragazzi si ritroveranno nelle loro chattate, nell’indecisione, nella libertà di poter dire qualche piccola bugia, nel sentirsi libero di parlare liberamente, col pensiero che mai si incontrerà questa persona. Poi più si conosce e più le cose cambiano e il desiderio di avere contatti reali diventa sempre più forte.
Uno dei punti forti di questo romanzo è che l’autrice è riuscita a parlare degli adolescenti e adolescenza in modo molto naturale e soprattutto molto realistico, una cosa rara di questi tempi negli young adult, non c’è niente di inventato o assurdo. Sono solo Jono e Ros, due adolescenti alle prese con la loro vita, le loro scelte, con un aggiunta problematica in più. Ecco perchè questo libro risulta moderno, un thriller leggero, ma contemporaneo. Un thriller a cui si può avvicinare chiunque.

I capitoli finali sono pieni di colpi di scena, ma non si ha l’impressione che l’autrice abbia corso per concludere il libro, anzi… Tutti i tasselli trovano il loro giusto posto e il finale è piacevole per ognuno dei personaggi e di conseguenza anche per noi lettori.
Consiglio il libro a chi ha voglia di una lettura leggera, ma capace di incuriosire fino all’ultima riga, a chi ama le storie semplici, ma con un tocco di thriller e mistero. Ma soprattutto a chi ha voglia di leggere due vite reali, senza troppi fronzoli.

Le cover a confronto, come sempre. Quella originale la trovo un po’ troppo semplice, anche se trasmette quel giusto senso di mistero e suspance, ma quel bianco di sfondo con il titolo in fucsia mi causano qualche problema, non mi piace molto. Mentre la cover italiana la trovo più equilibrata. I due ragazzi e la città di Londra come punto di incontro, ma anche qui con i colori non ci siamo, quel giallo del titolo proprio non mi piace, stona, forse ci voleva qualcosa di più tenue. Mentre la traduzione del titolo (quasi mai letterale) mi piace, anche se preferisco il titolo originale.

5 commenti:

  1. Il libro è già nella mia lista dei desideri. complimenti per la recensione

    RispondiElimina
  2. Che bella la tua recensione. ^-^
    Il libro l'ho letto anch'io e ci troviamo d'accordo su molte cose, è un libro davvero molto carino e realistico, che sa descrivere il mondo degli adolescenti senza inventare nulla!

    RispondiElimina
  3. L'ho letto ma l'ho trovato fin troppo tiepido e semplicistico... non so, quando riuscirò ad organizzare mentalmente la recensione saprò dire di più! diciamo che per ora non arriva a 3 stelline

    RispondiElimina
  4. mi è piaciuto molto,perchè non l'ho mai trovato noioso e le tematiche affrontate,oltre alla storia, sono interessanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci, lo hai letto anche tu. Che bello, sono felice ti sia piaciuto. Purtroppo ho letto molti pareri negativi, ma sono decisamente contenta di aver letto un libro del genere. E' leggero, ma interessante e mai noioso, almeno secondo me. :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥