domenica 12 agosto 2012

Recensione: La collezionista di voci di Kimberly Derting

Buongiornoooooo, ecco la mia ultima recensione prima della settimana di ferie.
"La collezionista di voci" è il romanzo d'esordio dell'americana Kimberly Derting, il primo volume della serie young adult "The body finder", sta avendo un enorme successo in tutto il mondo, per fortuna qui in Italia possiamo leggerla grazie alla Mondadori, nella collana Chrysalide, in cui è già stato pubblicato anche il secondo volume della serie "Ancora un respiro".
"La collezionista di voci" è stato pubblicato il 7 giugno 2011 al prezzo di 17,00 euro.

Trama:
Violet custodisce un dono insieme terribile e prezioso, un potere da cui proteggere se stessa.
Washington. Pioggia. All'inizio sono animali del bosco, le creature di cui Violet si trova ad annusare l'agonia, posando piccole croci in un cimitero improvvisato. Voci. Echi. Impalpabili scie odorose di sangue, che è costretta a classificare in una macabra collezione. Solo l'amico Jay conosce il suo segreto. A otto anni Violet trova sepolto sotto un'umida coltre di foglie il cadavere di una ragazza. A sedici un'altra voce la chiama e comprende che anche il predatore reca su di sé le impronte di morte della preda. Violet si scopre l'unica persona al mondo in grado di identificare il serial killer che ha l'hobby di massacrare giovani sconosciute. Poi amiche. Infine compagne di scuola. Cerchi concentrici in cui la morte si manifesta e, come in un'orribile danza, si fa vicina. Forse solo Jay e il suo amore possono aiutarla...
Un potente paranormal thriller che alterna la prospettiva delle vittime e quella del carnefice: una caccia in cui la preda diventa predatore. E viceversa.

Il mio pensiero:
Ho avuto modo di conoscere questo libro poco tempo fa. Sono rimasta affascinata indubbiamente dalla copertina, a mio parere bellissima; la trama riassume una storia originale, che nel mare di young adult "fotocopia", risulta essere una perla rara. Ecco come mi sono avvicinata a "La collezionista di voci". 
Un tocco di paranormale, thriller mozzafiato e una storia d'amore passionale... Ecco il mix micidiale per questo libro.
La Derting è riuscita a mettere questi elementi nel suo libro, non risultando mai banale, al contrario ha costruito una storia particolare e originale, che si legge tutta in un fiato con il desiderio di abbandonarsi fra quelle pagine, con la voglia di scoprire sempre di più.

Violet è la protagonista ed ha il particolare, e alle volte pericoloso, dono di sentire i morti. Li percepisce grazie a echi che la raggiungono sottoforma di sapori, rumori o colori. Come la vittima, anche l'assassino ha un'impronta, sempre uguale a quella della sua vittima. Ecco come si ritrova una ragazza adolescente a collaborare con la polizia, per riuscire a scovare due assassini seriali che si muovono nella loro piccola cittadina.
Ma Violet non è sola, ha sempre al suo fianco Jay, il migliore amico dell'infanzia, quella persona che sa tutto di lei, la capisce, la conforta e la sostiene; insieme ai genitori e a gli zii, Violet riesce ad affrontare questo suo particolare dono, cercando di non farsi mai sopraffare da esso.

I protagonisti, Violet e Jay, sono assolutamente i meglio descritti, quelli che conosciamo meglio e quelli che ci accompagnano per tutta la storia. Ho apprezzato molto i loro caratteri e come la Derting ce li fa scoprire piano piano, senza voler affrettare le cose. Lasciatemi dire che la loro storia d'amore mi ha fatto ribollire e perdere qualche battito cardiaco. E' passione e desiderio allo stato puro, ma è anche fiducia e amore incontrollabile, vitale. Una storia d'amore che ci mette un po' a sbocciare, ma quando lo fa, lo fa in grande stile, con fuochi d'artificio e brividi lungo la schiena.
Altri personaggi che spero potrò conoscere meglio sono gli zii di Violet, così giovanili e "fuori dal comune" e le amiche. Chelsea, Jules e Claire; completamente diverse l'una dall'altra, ma tutte importanti a modo loro per la storia e soprattutto per Violet.
Un'altro punto a favore sono i piccoli capitoli raccontati dal punto di vista del killer. Intensi, senza fronzoli e molto forti. Ci troviamo anche a capire cosa prova questa persona, come caccia le sue prede, come le sceglie e perchè lo fa. Davvero interessante, perchè fa rabbrividire e fa entrare nell'azione calda del thriller.

Il romanzo è fresco, scorrevole, mai banale, mai noioso. Si continua a leggere senza sentire il peso della storia, anzi, si ha la voglia di continuarlo per conoscere meglio Violet, per sapere cosa succederà, se riuscirà nei suoi intenti e soprattutto se potrà vivere un po' di tranquillità nonostante il suo dono.

Con un finale mozzafiato, adrenalina pura, la Derting ha completato l'opera. Nonostante "La collezionista di voci" faccia parte di una serie, questo libro può ritenersi autoconclusivo, perchè la storia nasce, viene raccontata, ma termina alla fine del libro. Non rimangono domande in sospeso, ma posso dirvi che una volta che conoscete Violet e l'apprezzate è difficile allontanarsi da lei e dal suo dono.
E' una protagonista che nonostante il suo dono la sentiamo reale, perchè non si sente eroina. E' semplicemente un'adolescente che vive la sua vita, con i suoi obiettivi e la forza che mette nel raggiungerli è di insegnamento e di spunto a tantissimi di noi. Fa le sue scelte, ma ammette i suoi errori e ne subisce le conseguenze senza piagnucolare troppo su se stessa.

Ecco la forza di questo libro, il lampo di genio. Una storia bilanciata e originale, una protagonista simile a noi, ma con quel tocco in più. Un'amore passionale con un protagonista maschile da non sottovalutare e che farà perdere la testa a molte di noi. La suspance, i colpi di scena che non fanno mai tirare il fiato al lettore. Un'ambientazione affascinante e misteriosa, sapientemente descritta e inserita nei punti giusti nella narrazione.
Lo consiglio a tutti voi, a chi ama gli young adult, a chi ama le storie d'amore, a chi ama il thriller e il paranormale. A chi ama buttarsi a capofitto nei libri ed innamorarsene.

Cover time :) Le due cover a confronto. Devo dire che questa volta la scelta è molto molto difficile. Le copertine mi piacciono tantissimo tutte e due, sia per i colori che per i soggetti. Stessa cosa vale per i titoli, evocativi e misteriosi al punto giusto.
E il vostro turno, voglio tanti commenti con i vostri pareri, consigli ecc ecc

2 commenti:

  1. Alessiucciaaaaaa mi ricordavo che avevi fatto un'ottima recensione di questo libro e indovina un po'? L'ho preso su Libraccio a metà prezzo e oggi mi dovrebbe arrivare! Non vedo l'ora di iniziarlo!!!

    RispondiElimina
  2. Aaaaaaaaaah, lo hai preso? Che bello. Ti piacerà. E' proprio un bel libro scritto bene. *___*

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥