sabato 4 agosto 2012

Recensione: Primal Spirit-Immortal di E.J. Allibis

Buongiorno, buon sabato e buon weekend.
Ed eccomi con un'altra recensione di un libro concluso l'altro giorno.
Devo ringraziare la DeAgostini per avermi mandato questo libro.
Il primo di una serie urban fantasy della misteriosa autrice o autore (non si sa) E.J. Allibis, già nota per il fantasy "Unika, la fiamma della vita" e il suo seguito "Unika, l'ultima porta".
Questa volta Allibis ci trasporta in un mondo fatto di Spiriti primordiali degli animali, adolescenti, musica e scelte... tante scelte.
Primal Spirit, Immortal è stato pubblicato dalla DeAgostini il 7 giugno di quest'anno all'economico prezzo di 9,90 euro.

Trama:
Angel, un’irrequieta ragazza della campagna del Somerset. Fesh e Angus, due giovani musicisti della scena londinese. Lei vuole fuggire dal recinto che imbriglia i suoi diciassette anni e loro sperano di volare sulle ali della musica. Cosa li lega? Nulla, in apparenza. Ma una catena di delitti inspiegabili, eseguiti con inaudita ferocia, traccia un filo invisibile e conduce tutti a Primal Spirit, famosa Talent Factory fondata da un’enigmatica rockstar. Il velo di calma surreale che avvolge la scuola per giovani talenti presto viene squarciato da un destino inarrestabile. I ragazzi scoprono il terribile segreto che si cela dentro le mura di Primal Spirit e si ritrovano catapultati in una partita antica e drammatica. In bilico tra la vita e la morte, Angel, Fesh e Angus sono costretti a misurarsi con scelte ineludibili. L’ambizione distrugge un’amicizia e la diversità fa nascere un amore impossibile. Una realtà crudele, animata da sensazioni forti, vere che si consumano sotto l’occhio attento di un passato eterno.

Il mio pensiero:
Ho iniziato a leggere questo libro incuriosita dalla copertina (che trovo meravigliosa) e dalla trama così misteriosa e affascinante, sapevo che c'era un tocco di urban fantasy e dalla trama si capisce che si sconfina anche un po' nel thriller e così mi sono buttata.

L'inizio del libro è stato un po' troppo caotico per me, capitoli corti con cambi continui di narrazione ed una quantità incredibile di personaggi che mi sono trovata "di fronte" senza in realtà capire bene di chi parlassimo. Il libro è pieno zeppo di descrizioni, spesso inutili, si leggono di situazioni che vengono portate troppo per le lunghe da queste descrizioni nei minimi particolari. E così scorre metà del libro, infatti ho avuto la sensazione di non andare da nessuna parte, mi sembrava che la narrazione fosse un po' troppo statica. Cioè, di avvenimenti ce ne sono tanti, ma appunto a causa di queste descrizioni logorroiche, mi sono trovata spesso a chiudere il libro per la noia.

Conosciamo subito Fesh e Angus (i due protagonisti, anche se ha maggior spazio il primo), due ragazzi adolescenti con la passione in comune per la musica.  I due ragazzi suonano nei club e si fanno apprezzare da un vasto gruppo di persone, quando un giorno Angus propone a Fesh di allargare i loro orizzonti, di volare verso nuove mete più ambiziose; e così decidono di entrare in un nuovo club, il più in voga di Londra. Lì sperano di incontrare Needle, una famosa e misteriosa rockstar che ha fondato Primal Spirit, una talent factory (o almeno così credono tutti). Il loro obiettivo va a segno e in men che non si dica decidono di frequentare Primal Spirit. Inizia la loro avventura al suo interno con Fesh pieno di dubbi e sensazioni strane e Angus preso da questa scelta, sembra trovare subito il giusto collocamento a Primal Spirit. Le cose peggiorano quando vengono commessi terribili delitti che sembrano condurre tutti a Primal Spirit.

Il libro è soprattutto incentrato sulla libertà, sul coraggio di compiere scelte per ottenere quello che si vuole nella vita. E sono soprattutto i discorsi che si tengono fra i due amici e dopo quelli fatti dai tutor di Primal Spirit ha smuovere qualcosa in me.
Questo libro è ricco di significato, la libertà si può ottenere solo se siamo orgogliosi di noi stessi e se riusciamo a fregarcene dei giudizi altrui, perchè in fondo siamo noi stessi a crearci una gabbia che non ci permette di volare lontano. 
Il significato del coraggio nelle proprie scelte, quando due adolescenti decidono (alla cieca) di cambiare completamente la loro vita, solo per raggiungere i loro obiettivi.
Il significato dell'amicizia, quell'amicizia forte e indissolubile (così credono i ragazzi) che si crea fra Fesh e Angus. Un'amicizia trasportata dalle passioni in comune, dagli obiettivi in comune e dal futuro che si spera di avere.
Il significato dell'amore, l'amore passionale e folle, l'amore che sembra trasportarti lontano e che ti cambia. L'amore forte, quando due anime si fondono fino a diventare una sola.
Tutto questo è condito da una colonna sonora pazzesca, per tutte le pagine del libro troverete citazioni di canzoni, cantanti e musiche. Per fortuna alla fine del libro abbiamo uno schema che riassume tutte le apparizioni musicali, uno schema che ho trovato utile e piacevole. Uno schema che mi ha portato su youtube e mi ha fatto apprezzare ancora di più i momenti in cui erano inseriti quei brani.

Capire cos'è Primal Spirit e quale creature lo popolano è difficile, vengono dati solo piccoli indizi fino a più di metà libro, quando alla fine le carte vengono scoperte e ci troviamo di fronte all'originalità dell'autore; gli Spiriti Primordiali, quando ho compreso di cosa si stesse parlando mi si sono illuminati gli occhi. Come dico sempre trovare originalità negli urban fantasy ultimamente è difficile, ma questo libro ci è riuscito, con un'idea brillante che spero verrà portata avanti nel migliore dei modi con i prossimi libri.

E' difficile per me dare una valutazione a questo libro, perchè nonostante la noia portata dalle descrizioni interminabili, tutto il resto è buono. Lo stile, l'idea, i dialoghi, i personaggi (che se all'inizio sembrano tanti, poi vengono appronfonditi i più importanti), le emozioni che vengono trasmesse dal racconto di questi due adolescenti, e per concludere... Il finale, che ho adorato, che mi lascia ben sperare ad un continuo ancora più interessante e coinvolgente. Forse l'autore avrebbe potuto lasciare più spazio alla "Primal Spirit reale" che a quella piena di dubbi e descrizioni, ma nonostante questo sono contenta di questa lettura e non aspetto altro che il seguito. In cui sicuramente verranno approfonditi certi aspetti, verranno data risposte e in cui scopriremo cosa succederà a Fesh.

Lo consiglio a chi ama gli urban fantasy, a chi non si fa fermare da un po' di noia, perchè vi assicuro che è una lettura che merita di essere conclusa. E' sicuamente più adatto ad un pubblico giovanile, ma io a 26 anni l'ho apprezzato e mi ha lasciato una belle esperienza. Ed infine ricordatevi l'originalità, la musica, l'amore, la libertà, l'amicizia, il coraggio... Sono sicura che saranno tutti aspetti che vi faranno apprezzare questo libro fino in fondo.

6 commenti:

  1. Bella recensione e il libro era già nella mia lista dei desideri prima o poi lo prenderò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo Micht.... Speriamo che anche in questo caso il prossimo capitolo della Saga esca presto....

      Elimina
  2. non amo molto il fantasy, ho letto qualcosa della Gray e non mi aveva entusiasmata, anche se è bravina :) ottima recensione però, l'hai scritta molto bene e invogli sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai letto qualcosa della Gray... Di quale Gray? Non ho capito, scusami :)

      Comunque questo libro non è un vero e proprio fantasy. Grazie per i complimenti :)

      Elimina
  3. Inserito in wishlist, mi hai fatto venir voglia di leggerlo:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci, ma davvero? Sono troppo felice quando riesco ad invogliarvi a leggere i libri che recensisco *-*

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥