mercoledì 8 agosto 2012

Speciale: Italian do it Better #1

Salve follower, oggi voglio parlarvi di due autrici italiane che mi hanno contattato per farmi leggere e recensire i loro libri. Così ne approfitto per farvi un bel post in cui vi presento i loro libri, le recensioni arriveranno più tardi.
Prima di iniziare voglio ringraziare col cuore Maria Antonietta Usardi che mi ha proposto di leggere il suo secondo romanzo "Morire dal ridere" e Maria Elena Gattuso, che mi ha proposto di partecipare alla catena di lettura per il suo romanzo d'esordio "Il ragazzo del destino". Due romanzi completamente diversi, ma che spero potrammo emozionarmi e trasmettermi tanto. Mi ispirano tutti e due in egual modo, dunque posso affermare che non vedo l'ora di poterli leggere.

Titolo: Morire dal ridere
Autore: Maria Antonietta Usardi
Editore: 0111 Edizioni
Data di uscita: 27 aprile 2012
Prezzo: 13,50 €
Pagine: 120

Trama:
Milano. La famiglia di Vincent e Amelia gestisce da molti anni a Chinatown un negozio per suicidi e nella vita non sembra vedere altro che dolore e sofferenza.
Un giorno di ottobre piomba nella pace domestica il nipote, il piccolo Robespierre, amante della vita, che con tutto il candore dell'infanzia si propone un'attenta e scrupolosa opera di ottimistico sabotaggio ai danni dell'attività degli zii.
Una storia a sfondo macabro, ma anche divertente e ironica, sulla vita, sulla morte e sui sentimenti. 

Titolo: Il ragazzo del destino
Autore: Maria Elena Gattuso
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Data di uscita: 1 ottobre 2011
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 336

Trama:
Il Destino, un insieme di eventi inevitabili e non solo. Nelle sue molteplici forme diviene umano possessore di corpi quasi assenti. Attorno ad esso, la vita di Rebecca, dolce e pensierosa, mossa da una inavvertita voglia di cambiamento. Tra i due un patto. Quest'ultima la parola chiave che lega immaginazione e calamità ad un breve arco di tempo: sette giorni alla protagonista per poter sconfiggere il fato. In lei, una domanda catartica, l'attrazione per le cosiddette coincidenze e un susseguirsi di prove che rendono instabile e lacunoso il suo cammino di trasformazione. Tra le pagine, l'Amore, inteso come cuore pulsante che recita realtà e desideri, lontano da spiegabili eventi e vicino a tipiche suggestioni giovanili. Eppure, il fulcro del romanzo resta la volontà. Ciò che muove il mondo è il non arrendersi anche quando scompare un ultimo spiraglio.

Bene, dopo avervi presentato questi due romanzi vorrei sapere cosa ne pensate, se vi ispirano, oppure se li conoscevate già. Insomma ditemi la vostra, sono contenta quando commentate e interagite :)

1 commento:

  1. Conoscevo "Il ragazzo del destino" dato che partecipo anche io alla catena di lettura (sono davvero incuriosita da questo libro, spero di poterlo leggere presto!), mentre dell'altro non avevo mai sentito parlare :D

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥