lunedì 1 ottobre 2012

Recensione: Un amore di cupcake di Donna Kauffman

Buongiorno e buon inizio settimana. Spero abbiate passato bene il weekend e che siate riusciti a rilassarvi.
Io ho lavorato e non mi sono riposata, ma è sempre così per me. Ho anche avuto poco tempo per leggere, ma oggi voglio parlarvi di un libro che ho finito di leggere qualche giorno fa, mi era stato inviato gentilmente da Elena dell'ufficio stampa della Tre60.
"Un amore di cupcake" di Donna Kauffman è stato pubblicato in Italia dalla Tre60, il 13 settembre di quest'anno, al prezzo di 9,90 euro.

Trama:
La trentenne Leilani Trusdale non ce la fa più: i ritmi frenetici, le pressioni costanti e il carattere burbero dello chef Baxter Dunne, che ormai dedica più tempo alla sua trasmissione televisiva che alla cucina, sono ormai diventati insostenibili. Insomma, è giunto il momento di darci un taglio. Così, dopo oltre quattro anni di duro lavoro e poche soddisfazioni come executive chef del ristorante «Gâteau» di New York, Leilani decide di tornare nella città natale della bisnonna materna dove vive suo padre, sulla piccola isola di Sugarberry, per realizzare il sogno che coltiva sin da ragazzina: aprire una pasticceria di cupcake, un luogo caldo e magico dove poter creare irresistibili dolcetti da decorare con golose glasse. E le cose sembrano andare subito per il verso giusto, anche grazie all’aiuto degli amici di sempre, del padre e dell’intera comunità di Sugarberry, tutti convinti che il suo talento e la sua passione possano finalmente trovare un degno riconoscimento. Quando però viene a sapere che Baxter ha intenzione di girare la prossima serie del suo show proprio a Sugarberry, Leilani inizia ad agitarsi, ad emozionarsi… perché, in fondo al cuore, sa che il suo scontroso ex-capo è proprio l’ingrediente «magico» che le manca per essere felice. Prima però sarà necessario superare la dura scorza di Baxter e mettere a nudo il suo lato dolce, nascosto eppure irresistibile, come un cupcake...

Il mio pensiero:
Non ho mai letto libri in cui i "protagonisti" fossero questi deliziosi dolcetti, i cupcake. Sono di moda in questo periodo, ma la mia prima esperienza è stata proprio con questo romanzo.
Un amore di cupcake si presenta come un romanzo dolce e leggero. La tipica lettura piacevole, ma che non ha grandi pretese.
Gli argomenti trattati non sono certamente originali. Un amore che sembra impossibile, una scelta per cambiare la vita, alcuni amici fidati e le difficoltà che provengono dal cambiamento.
Insomma, niente di innovativo o particolarmente attraente, a meno che non si sia amanti del genere.
Non avevo aspettative altissime per questo romanzo, l'ho voluto pensando fosse una lettura leggera, ma piacevole e le mie aspettative non sono state deluse.
L'autrice ha uno stile indubbiamente scorrevole e tranquillo. 
I due protagonisti (Lani e Baxter) sono ben caratterizzati, ma non posso dire per altri personaggi che sono comunque importanti per lo svolgimento della storia. Infatti a parte i due sopra citati, gli altri sono appena accennati. Ci sono Charlotte (la migliore amica di Lani), Dre (giovanissima aiutante nella pasticceria di Lani) e Alva (una vecchietta super sprint che ama il puro gossip),  sono i personaggi che più mi hanno interessato nel romanzo, ma che purtroppo non ho potuto conoscere a fondo. Anche le ambientazioni sono descritte, ma non in modo particolareggiato.
Insomma, tutta la storia si basa sullo svolgimento dei fatti fra Lani e Baxter e non si esce quasi mai da questi binari.
Non ho apprezzato molto i dialoghi/pensieri personali e mentali (sia di Lani che di Baxter) in quanto li ho trovati abbastanza ripetitivi, dopo un paio di questi pensieri il quadro "psicologico" dei due era chiaro e non sentivo la necessità di continuare a leggere praticamente le stesse cose durante tutta la narrazione.
Ho apprezzato, invece, che non siano state inserite ricette di dolci direttamente nella storia, ma alla fine troviamo le ricette di Lani messe in pratica dall'autrice, questa è una cosa che ho apprezzato molto. Infatti credo che se fossero state inserite durante la storia, avrebbero interrotto un po' troppo bruscamente la narrazione fluida del romanzo.

E' un romanzo ben scritto, ma di certo non è una lettura importante o che possa scatenare mille emozioni. E' leggero, piacevole, quasi una "lettura estiva", ma le mie sensazioni si sono fermate lì. Non mi rimarrà molto di questo romanzo, perché purtroppo l'ho trovato troppo semplice, ripetitivo e poco originale.

Ovviamente lo consiglio a tutti gli amanti del genere, ma anche a chi si vuole concedere un po' di dolcezza (senza drammaticità), a chi cerca una lettura veloce e leggera.
Infine andando a curiosare sul sito dell'autrice ho scoperto che "Un amore di cupcake" è il primo romanzo di una serie (strano vero?) per ora composta da quattro libri, di cui l'ultimo uscirà in America verso metà del 2013. Chissà se anche in Italia continueranno a pubblicare questi romanzi.

Cover e titoli a confronto. La cover originale è dolcissima e amo la varietà di dolcetti che è stata messa in copertina anche il colore è molto bello. Anche quella italiana mi piace, e trovo l'immagine di copertina più evocativa rispetto a quella originale, la trovo più adatta. I colori sono accesi anche se di meno rispetto a quella originale.
I titoli, non mi è piaciuta molto la scelta di mettere la parola "cupcake" nel titolo italiano, un modo per attirare lettori; mentre trovo migliore il titolo originale che lascia parlare anche l'immagine di copertina.

Aspetto i vostri commenti, alcuni di voi attendevano questa mia recensione e spero di non avervi deluso.

***
Con questa recensione partecipo a Hogwart Reading Challenge

6 commenti:

  1. anche io ho avuto il presentimento si trattasse di una storia molto sempliciotta, però ti dirò.. a volte ho bisogno proprio di libri del genere che non siano troppo impegnativi per staccare un pò il cervello :) magari stasera lo inizierò :D

    RispondiElimina
  2. Una bella recensione! Anche secondo me (premetto di non averlo letto), questo libro è di parte: per un pubblico che ama questo genere di testi e/o vuole distendersi leggendo un libro poco impegnativo.

    RispondiElimina
  3. Bella recensione, molto dettagliata :)
    Non ho mai letto libri del genere e non penso lo farò, però se vuoi qualcosa di simile, ma di più frizzante e originale, ti consiglio i libri della Allen se non li hai ancora letti ^^

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la recensione!
    IO ho letto questo libro sotto l'ombrellone.

    RispondiElimina
  5. Si, una lettura leggera ogni tanto non fa mai male :)

    RispondiElimina
  6. Come dite voi, le letture leggere ogni tanto ci vogliono. Fanno staccare un po' il cervello, fanno rilassare. Alcune sono così orrende che non si possono nemmeno leggere, ma il libro della Kauffman non fa parte di questi. E' un libro piacevole, forse non sono riuscita ad apprezzarlo completamente perché, magari, non era il momento giusto per una lettura del genere :)

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥