sabato 17 novembre 2012

Recensione: Vanish - La traditrice di Sophie Jordan

Buongiorno, è tornato il freddo, ieri notte qui ci sono stati 3 gradi e stamattina avevo la macchina ghiacciata :(
Avrei voglia solo di buttarmi sul divano con una bella coperta calda, una musica dolce in sottofondo e un buon libro in cui buttarmi dentro.
Ma ahimé la vita va avanti anche con il freddo e il lavoro e tutto il resto portano via troppo tempo.
Ma oggi ho voglia di parlarvi della mia ultima lettura conclusa, un libro da cui mi aspettavo tanto e che non ha deluso le mie aspettative.

Sto parlando di Vanish, di Sophie Jordan, secondo volume della trilogia che parla della figura mitologica dei Draghi, iniziato con il primo libro "Firelight" (QUI trovate la mia recensione). Il libro è stato pubblicato dalla Piemme nella collana Freeway, il 23 ottobre di quest'anno, al prezzo di 16,50 euro.

LA TRILOGIA:
- Firelight (pubblicato in Italia il 3 gennaio 2012)
- Vanish (pubblicato in Italia il 23 ottobre 2012)
- Hidden (inedito in Italia - pubblicato in America l'11 settembre 2012)
- Breathless (inedito in Italia - sarà pubblicato il 4 dicembre 2012 in America SOLO IN FORMATO DIGITALE) è un racconto collegato a Firelight, ma si pone l'obiettivo di rendere più interessante la storia di Az (migliore amica di Jacinda), ci dà modo di conoscerla meglio.

Trama:
Jacinda ha tradito il suo clan draki per amore di un cacciatore. Ha rivelato la sua natura trasformandosi in drago proprio davanti agli avversari di sempre, uomini capaci di ogni malvagità. Era l'unica cosa da fare per salvare la vita a Will, il suo amore, il suo nemico. Senza l'intervento di Cassian, il principe ereditario, Jacida sarebbe finita peggio che morta, e di fronte a un gesto simile, nessuna ragazza può restare indifferente. Il compromesso è stato abbandonare Will e tornare a vivere nel clan, ma non più come futura regina. Nessuno parla a una traditrice, nessuno vuole avere a che fare con lei, nessuno la capisce. Nemmeno la sorella gemella, perdutamente innamorata di Cassian. Tutto si complica quando Will supera le barriere protettive del clan per ritrovare Jacinda e, senza saperlo, si porta dietro la sua famiglia. Tutti cacciatori, dal primo all'ultimo. Il secondo capitolo di una trilogia YA dedicata a creature misteriose ed affascinanti.

Il mio pensiero: (spoiler per chi non ha letto il primo libro della trilogia)
Non ho letto molto tempo fa "Firelight", il primo volume della trilogia, ma non vedevo l'ora di continuare la storia. Di scoprire cosa sarebbe successo a Jacinda e a tutti gli altri personaggi.
Per fortuna non ho dovuto aspettare molto e nonostante la lista enorme di libri in attesa di essere letti, ho messi davanti a tutti "Vanish", ho provato a resistere, ma non ce l'ho fatta. Dovevo leggerlo.
Il libro riprende esattamente dal punto in cui eravamo rimasti. Jacinda si manifesta in forma di drago davanti al gruppo di Cacciatori, lo fa per salvare Will, il ragazzo che le ha rubato il cuore; un ragazzo diverso da tutti gli altri che nasconde tanti segreti quanti ne nasconde lei, lui è un Cacciatore, ma ha salvato la vita di Jacinda e il loro affetto è cresciuto sempre più. La ragazza torna al suo clan insieme al principe Cassian, a sua sorella e sua madre.
Il libro inizia subito con un ritmo serrato e ci troviamo di fronte ad una novità inaspettata (almeno da parte mia) quasi subito e questo ha contribuito a farmi tuffare a capofitto nella lettura.
Se la Jordan con il primo libro mi aveva ammaliata, con questo mi ha completamente conquistata.
Il suo stile è molto semplice e scorrevolissimo, questo è un libro che si può benissimo leggere in poche ore. Ma semplice non è sinonimo di spazzatura, anzi. Credo che l'autrice sia riuscita a creare un mondo di fantasia molto interessante, con personaggi che attirano il lettore; le ambientazioni in questo libro sono descritte ancora meglio, in quanto finalmente conosciamo meglio il mondo dei draki. Infatti nel primo volume la figura del draki era presente, ma molte cose (soprattutto della vita nel clan) erano rimaste un mistero. Con "Vanish" questi misteri vengono risolti e ci ritroviamo dentro alla vita del clan, completamente. Possiamo conoscere alcuni membri come Nidia, l'eclissatrice, quella che grazie alla sua dote riesce a tenere al sicuro tutti i membri dai Cacciatori; oppure conosciamo meglio il perfido Severin, padre di Cassian e Re del clan; e si fa strada un nuovo personaggio, se i primi che ho citato li avevamo intravisti nel primo libro, per Corbin è tutta una novità, un draki disposto a fare tutto quello che è in suo potere per ottenere quello che vuole, non si fa scrupoli, anche di andare contro un membro della sua famiglia. E' un personaggio che nonostante sia molto meschino e quasi antipatico, mi ha subito attirato. Perché in questo modo l'autrice butta nella storia un elemento di disturbo in più, oltre ai Cacciatori c'è qualcun'altro che disturba la vita di Jacinda e questo qualcun'altro è proprio Corbin. Non lo conosciamo nei minimi dettagli, ma sono certa che nel volume conclusivo della trilogia sentiremo di nuovo parlare di lui.
Dunque le descrizioni della ambientazioni e della vita del clan sono molto interessanti e approfondite, e stessa cosa vale per le descrizioni fisiche dei draki, quando si trasformano e da umani diventano "bestie", sembra quasi di avere davanti agli occhi dei disegni dettagliati. La Jordan è stata molto abile a creare questa storia e la sua abilità la ritrovo ancora per come sta portando avanti la storia dei draki.

Jacinda, che nel primo libro avevo amato, in "Vanish" ogni tanto mi fa venire il nervoso, la trovo a tratti insicura e sempre in cerca di un appoggio, che sia esso Cassian o Will. Si lascia andare troppo facilmente e troppo facilmente vorrebbe tornare sui suoi passi. Per fortuna verso la fine, con le sue scelte torna ad essere uno dei miei personaggi preferiti.
Il contrario è successo con il personaggio di Tamra (sorella di Jacinda), se nel primo libro mi è risultata odiosa, in "Vanish" le cose sono decisamente migliorate, l'ho trovata inserita meglio in tutto il contesto e finalmente ho percepito (e non solo letto) il legame forte che la unisce a Jacinda. E le sue scelte, il suo modo di porsi mi è sembrato molto più adatto e maturo, insomma è un personaggio che sta crescendo e la cosa mi piace.
Per quanto riguarda Cassian, purtroppo non riesco a farmelo piacere molto. Sarà perché sono di parte, ma nonostante i suoi sentimenti vengano messi decisamente a nudo, continuo ad avere delle riserve su di lui e sinceramente non ne capisco bene il motivo, credo che sia una cosa a pelle, proprio come quando incontri una persona che ti sta sulle scatole solo guardandola. Devo però aggiungere una cosa che ho apprezzato, il suo attaccamento verso Jacinda è molto forte ed è sempre stato dalla sua parte, nonostante tutto. E' forse uno dei legami più forti della storia.
Will, il mio amato Will in questo libro è poco presente (lo è molto di più nei pensieri di Jacinda), ma lui mi ha rubato un pezzo di cuore in "Firelight" e in questo libro mi è mancato un po', non ho cambiato idea su di lui, anzi ho rafforzato la mia passione verso questo personaggio.
Beh, dopo tutto questo papiro posso affermare con decisione che la miglior scoperta e il personaggio che più mi ha intrigato in questo romanzo è il tenebroso e insolente Corbin. Non vedo l'ora di conoscerlo meglio.
Molti punti in più anche a Tamra che spero si faccia valere sempre più con l'ultimo libro della trilogia.

Il finale... Beh, è davvero un finale super aperto, ci ritroviamo in una situazione di vitale importanza e l'autrice sembra che la interrompa, come se fossimo davanti ad una puntata di un telefilm, peccato che per un telefilm di solito bisogna aspettare sette giorni, qui se va bene dovremo aspettare un anno per capire e riprendere in mano tutta la storia.
Concludendo, sono molto felice di avere iniziato questa trilogia e posso dire con gioia che mi sono davvero affezionata ai personaggi (credo si possa capire dalla recensione xD) e spero che la Piemme non ci farà aspettare un'eternità, perché ho bisogno di scoprire come andrà avanti la storia e ho voglia di "incontrare" di nuovo i personaggi.
Consiglio il libro a tutti gli appassionati di young adult, ma se cercate una lettura impegnativa e "profonda" non leggete questo libro. Aspettate che sia il momento giusto, altrimenti ho paura che non potrete apprezzarlo.

Per il titolo e la cover non possiamo fare confronti in quanto la grandiosa Piemme Freeway ha mantenuto la cover e il titolo identici, aggiungendo un piccolo sottotitolo: "La traditrice" che ci sta decisamente bene.
E così ho deciso di mettervi la copertina di "Hidden" l'ultimo romanzo della trilogia, troviamo di nuovo Jacinda in copertina, ma non so, in confronto alla prima "Firelight", la trovo diversa, mi sembra cresciuta, più sensuale e sicura di sé. (E questo lo penso solo guardando la copertina xD).
Inoltre, come ultima immagine vi ho messo la cover di "Breathless" la storia che racconta le vicessitudini di Az (ho accennato a questo libro prima di iniziare la recensione).
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate sia della mia recensione, che del libro, che delle copertine :)


Mentre vagavo sul sito dell'autrice (QUI), a parte aver scoperto che ha scritto un sacco di altri libri, ma non credo facciano per me; ho scoperto invece che ha firmato con HarperTeen per pubblicare altri libri, da quel poco che sono riuscita a capire, mi pare si tratterà di una nuova serie, ma sarà più sul genere distopico, sempre young adult. Staremo a vedere se ci saranno sviluppi presto, in teoria dovrebbe iniziare a pubblicare il primo libro di questa nuova serie nel 2014, dunque c'è tempo. Sono però molto curiosa, dopo questi libri credo seguirò attentamente la Jordan :)

Credo di essermi dilungata davvero un po' troppo su questo libro e con le chiacchiere. Spero di non avervi annoiato, aspetto i vostri commenti per capire cosa ne pensate di Vanish se lo avete letto, mentre se invece non conoscevate la storia, vi consiglio vivamente di leggere la mia recensione di "Firelight" (ho lasciato il link all'inizio del post), perché è davvero intrigante, una storia leggera e carina che occuperà piacevolmente qualche vostra ora :)
***
Questa recensione partecipa alla  Hogwart Reading Challenge

8 commenti:

  1. olè l'hai letto ^^
    è vero anche a me certe volte Jacinda mi ha fatto venire voglia di strangolarla stile Homer e Bart XD

    RispondiElimina
  2. Vale, sì finalmente l'ho letto. Dimmi, tu cosa ne pensi del personaggio di Corbin? Me curiosa xD

    RispondiElimina
  3. Si a me sinceramente il libro è piaciuto molto e non vedo l'ora che esca l'ultimo capitolo... sapete quando esce in Italia??? comunque bella recensione.

    RispondiElimina
  4. Ciao Giorgia, purtroppo non si sa ancora quando uscirà l'ultimo capitolo della trilogia, ma non credo tarderà molto, anche se Vanish è uscito da poco...

    RispondiElimina
  5. ciao cosa mi consiglieresti di libri come questa serie???
    e se mi fai un favore non solo per me ma ha tutte le fan di questa serie potresti fare la recensione di breathless<3
    perfavore TVTBBBB................

    RispondiElimina
  6. CMQ è UNA TRILOGIA FANTASTICA LO LETTA TUTTA è STUPENDAA

    RispondiElimina
  7. ciao stupenda la recensione la adoro!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥