sabato 29 dicembre 2012

Recensione: "La seconda vita di Mrs Kincaid" di Catherine Robertson

Eccomi di nuovo con voi... Credo di aver già ripetuto un bel po' di volte che in questo periodo le mie letture vanno a rilento, infatti per un libro che di solito leggo in un paio di giorni, in questo periodo ce ne metto il doppio. Ma anche le scorpacciate natalizie e gli impegni delle feste non mi tirano via tutto il tempo che ho a disposizione per il mio passatempo preferito.
Poco fa ho finito di leggere "La seconda vita di Mrs Kincaid", romanzo d'esordio dell'autrice neozelandese Catherine Robertson, pubblicato in Italia da Corbaccio, il 31 ottobre 2012, al prezzo di 9,90 euro.

Trama:
Nessuno sa cosa sia il lieto fine più della romanziera Darrell Kincaid. Ne ha scritti ben otto per i suoi appassionati lettori. Ma ora, con il libro numero nove, si è incagliata, al momento di scoprire il definitivo colpo di scena ha avuto una rivelazione: non è la fine quella che conta, ma quello che viene dopo... Con la morte di Tom Darrell non ha perso solo il marito, ma anche il suo «e vissero per sempre felici e contenti». La vita che si aspettava è svanita in un attimo. Darrell si trova di fronte a una scelta: continuare a stare in Nuova Zelanda e vivere una vita «a metà», oppure trasferirsi altrove e ricominciare tutto daccapo. Opta per Londra, la metropoli meno romantica al mondo (così non può rimanere delusa), e parte alla ricerca della seconda chance che la vita le deve...







Il mio pensiero:
Le persone che mi conoscono sanno che i romanzi rosa e romantici non sono il mio pane quotidiano, li apprezzo (non tutti), ma non ne sono mai attratta particolarmente e quando finisco di leggerli non mi rimane mai molto dentro al cuore. Sono letture leggere e piacevoli che faccio per distrarmi e alleggerire un po' le mie giornate, ma niente di più... Di solito...
Infatti quando ho visto "La seconda vita di Mrs Kincaid" sono rimasta subito affascinata dalla copertina, la trama mi ispirava anche se sicuramente non era particolarmente originale, ma una volta iniziata la lettura, sono rimasta incatata dalla storia e dallo stile dell'autrice.
E' vero, non è un libro originale, ma ha tutte le carte in tavola per far appassionare il lettore.
Il romanzo racconta la storia di uomini attraenti fisicamente, o intellettualmente, o tutti e due insieme; racconta la storia di donne appagate sentimentalmente, o economicamente, o tutti e due insieme; racconta di un piccolo bar gestito da due italiani, un bar accogliente in cui i clienti vengono serviti con amore; racconta le storie che si intrecciano di tanti uomini e donne; e poi racconta di lei, Darrell Kincaid, la protagonista. Una giovane donna scrittrice di romanzi rosa, a cui è morto il tanto amato marito in modo inaspettato. Così Darrell si ritrova smarrita, non riesce più a trovare la strada per scrivere, ma soprattutto quella per vivere.
E' sola, la sua migliore amica è lontana, i suoi genitori sono chiusi in loro stessi con una vita fatta solo di scelte sicure, un fratello che non vede praticamente mai e che ha più del doppio dei suoi anni; Darrell decide di trasferirsi di lasciare l'esotica e soleggiata Nuova Zelanda e dirigersi nella piovosa e "scura" Londra.
Ma di certo non basta cambiare città o nazione per iniziare una nuova vita, Darrell è piena di paura, ha bisogno di contornarsi di persone, ma non riesce a far altro che osservarle. Quando prova ad immaginare come sarebbe parlare con qualcuno, ecco che mille scenari di fantasia si affacciano nella sua mente e lei perde il coraggio.
La cosa che colpisce più di tutte del personaggio è l'estremo bisogno che ha di avere contatto fisico, ma anche intelletuale. Ha bisogno di avere vicino persone con cui parlare, persone che le tengano compagnia, persone che la coccolino e la facciano sentire bene; altrimenti il baratro nero della morte del marito la inghiottirà di nuovo e non riuscirà più ad uscirne.
Ma Darrell non è solo paura e solitudine, è una donna simpatica, intelligente, leale, molto dolce ed altruista; e tutte queste caratteristiche si scoprono mano a mano che il libro viene letto.

Ok, credo di essermi dilungata abbastanza sulla descrizione della storia e soprattutto della protagonista, ma sapete, di solito non riesco mai ad affezionarmi particolarmente alle protagoniste di questi romanzi, mentre con Darrell è stato amore a prima vista. 
Grazie allo stile dell'autrice fresco e molto descrittivo, sono riuscita ad apprezzare la protagonista, ero in sintonia con lei e mi è rimasta nel cuore. Infatti riusciamo a conoscere ogni angolo della sua mente e del suo cuore, dagli angoli più oscuri a quelli illuminati di luce e credo che amare la protagonista di un romanzo sia il motivo migliore per leggerlo, il motivo per cui si riesce ad entrare nella storia e ci si culla amabilmente.
Come ho detto, l'autrice ha uno stile molto semplice, fresco e descrittivo. Vi ricordo che è un romanzo d'esordio e sono rimasta piacevolmente colpita dalla capacità di far entrare il lettore nel vivo della storia, ma soprattutto nel vivo della protagonista, è Darrell che ci accompagna sempre alla scoperta della sua nuova casa, dei suoi nuovi amici, degli amori, delle delusioni, delle prove di coraggio, nello scoprire persone che non sono fatte per noi, anche se ci danno un'ora di pace e allegria, nello scoprire che esistono persone serie, che parlano poco, ma che che sono in grado di trasmettere molto più di quanto si possa immaginare.
Abbiamo in lieto fine, che ho apprezzato molto, la protagonista (e anche gli altri personaggi) hanno bisogno di tranquillità, di felicità e di amore... Ed è grazie a tutti gli intrecci che avvengono nella storia che possono contare tutti sul loro lieto fine.

Concludendo, posso dirvi con il cuore in mano, che questo è un libro con cui le donne si dovrebbero coccolare almeno una volta nella vita; perché è molto romantico, semplice e leggero, ma è pieno di sentimenti e di amore, è un romanzo alla scoperta della felicità di una donna, che non sempre è così facile raggiungere.
Un libro da leggere con una bella tazza di cioccolata calda, un piumone di quelli pesanti a proteggerci, una luce leggera ad illuminare le pagine e perdersi nella dolcezza di questo romanzo.
Ho scoperto sul sito dell'autrice che ha scritto un secondo libro, di cui la protagonista è Michelle, la migliore amica di Darrell che iniziamo a conoscere ne "La seconda vita di Mrs Kincaid", chissà che la Corbaccio non pubblichi anche la seconda fatica di quest'autrice, io sarei davvero felice di poter conoscere meglio un personaggio che mi ha incuriosito moltissimo, ma che non ho potuto conoscere come avrei voluto.

E veniamo a cover e titolo, come sempre xD
Sul titolo non c'è molto da dire, perché è rimasto praticamente invariato. Vi ho messo tre copertine, quella che trovate di fianco alla trama è la copertina italiana, con questo bar che ho trovato subito molto caloroso, quasi famigliare, questi colori caldi, la torta e l'ordine. Mi è piaciuta subito.
La seconda è la copertina originale, anche questa mi piace molto, trasmette subito molta dolcezza e calore, mi piace moltissimo il font che hanno usato per il titolo. L'ultima è la copertina tedesca, assolutamente particolare, quasi "infantile", è piena di elementi, di colori caldi e devo ammettere che mi piace. Ma come potete vedere c'è un elemento che ricorre (in modo differente) in tutte e tre le cover ed è il caffé, infatti nel libro è proprio grazie ad un bar che i vari personaggi si incontrano ed iniziano a "rivivere" la loro vita.
Bene, io ho concluso. Mi aspetto di leggere qualche vostro commento, potreste dirmi cosa ne pensate del libro e della recensione e lasciarmi i vostri pareri sulle varie cover che vi ho presentato.

***
Questa recensione partecipa alla Hogwart Reading Challenge

4 commenti:

  1. mi è sempre piaciuto.. speravo di riceverlo per Natale ma nada XD magari lo scambierò :)
    bella recensione brava

    RispondiElimina
  2. Lo voglio!
    Grazie por la recensione :)

    RispondiElimina
  3. Lucrezia, per fortuna ha un prezzo ridotto e molto abbordabile, dunque potresti farci un pensierino comunque :)

    Ginger, grazie a te per essere passata e per aver espresso il tuo desiderio :)

    RispondiElimina
  4. Letto e anche io me ne sono innamorata! Me l'aveva regalato la mia migliore amica e direi che è stato un regalo più che azzeccato! La storia è molto bella così come lo è lo stile in cui è scritto. A me sono piaciuti molto gli intrecci tra i vari personaggi, il fatto che non fosse subito amore a prima vista col primo personaggio maschile della storia ma che ci fosse una storia dietro, il vivere la vita e il rapportarsi con gli altri.
    La consiglio caldamente anche io come lettura e, ovviamente, ottima recensione, complimenti!!! (:

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥