giovedì 21 febbraio 2013

Recensione: "Alice in Zombieland" di Gena Showalter

Buonasera amici lettori (anche se ormai potrei dire buonanotte), come è andata la vostra giornata?
La mia decisamente in modo pessimo, qui nevica un sacco da stamattina ed io oggi pomeriggio sono tornata a casa a piedi da lavorare, con il risultato di piedi viola praticamente congelati... E poi cavolo, il freddo fa consumare un sacco di energie, infatti sono a pezzi....

Chiudiamo questo angolo di realtà e tuffiamoci insieme in un altro mondo. Il mondo che ha creato Gena Showalter con il suo "Alice in Zombieland", pubblicato da Harlequin Mondadori, il 23 gennaio 2013, per ora è disponibile solo in ebook (speriamo decidano per il cartaceo), al prezzo di 6,99 euro. E' il primo volume di "The White Rabbit Chronicles", il secondo volume è previsto in America per settembre 2013.

Trama:
Non avrò pace finché non avrò rispedito nella tomba tutti i morti che camminano. Per sempre. Se qualcuno mi avesse detto che la mia vita sarebbe cambiata in un momento, sarei scoppiata a ridere. E invece è proprio quello che è accaduto. Un attimo, un secondo, il tempo di un respiro, e tutto ciò che amavo è sparito. Mi chiamo Alice Bell, e la notte del mio sedicesimo compleanno ho perso la madre che adoravo, la mia sorellina e il padre che non ho mai capito finché non è stato troppo tardi. Quella notte ho scoperto che lui aveva ragione: i mostri esistono veramente. Gli zombie mi hanno portato via tutto. E adesso non mi resta che la vendetta...
Per realizzare i suoi propositi, Alice dovrà imparare a combattere contro i non-morti e fidarsi del peg- giore dei cattivi ragazzi della scuola, Cole Holland. Ma lui nasconde dei segreti. E quei segreti potrebbero rivelarsi persino più pericolosi degli zombie.

Il mio pensiero:
Vorrei iniziare dicendovi che ho adorato questo romanzo, che l'ho amato e che non avrei più voluto smettere di leggerlo... Peccato che sia finito troppo presto...
Questa è la mia prima esperienza con i romanzi di Gena Showalter, so che è famosissima per i suoi libri adult, e con "Alice in Zombieland" si è cimentata anche nello young adult... e cavoli ragazzi, ci è riuscita alla grande!

Questo libro è colmo di azione, passione, ironia, sarcasmo e tantissime altre emozioni hanno gravitato intorno a me durante la lettura.
Mi sono trovata spesso a sorridere, o a rattristarmi; altre volte avrei voluto prendere alcuni personaggi e strangolarli con le mie mani, altre volte ancora avrei voluto prendere Cole (lo amo, cercate di capirmi) e sbatterlo contro un muro per riempirlo di baci, e ancora quante volte avrei voluto avvicinarmi a Ali per guardarla negli occhi e capire ancora meglio i suoi pensieri; ed infine avrei voluto tanto poter stare accanto a Kat per bearmi della sua presenza magnetica.
Insomma, come potete capire questo romanzo mi ha completamente rapita, mi ha trasportata nel mondo creato dall'autrice, fra i suoi personaggi e le sue ambientazioni; sentivo di essere in totale sintonia con l'intera storia. Ed è stato così facile e naturale appassionarmi a questo libro, che ne sono rimasta quasi sconvolta.
Era da tanto che non mi sembrava di sentirmi quasi parte integrante di un romanzo, mi mancava da impazzire questa sensazione e finalmente sono riuscita a riviverla grazie alla Showalter, è stato incredibile e di certo questo libro verrà custodito gelosamente nella mia libreria, per poterlo sfogliare quando mi pare e piace e rivivere certi momenti.
Mi sono innamorata dello stile dell'autrice, è fresco, scorrevole, elettrizzante, passionale, ironico, colorato e potrei continuare ancora e ancora; il lettore viene attirato come da una calamita e non riesce mai a staccarsi, non si prova mai noia, ma solo voglia di continuare e non lasciare più il mondo creato dall'autrice. E' riuscita ad equilibrare passione e azione, sovrannaturale e adolescenza, ironia e realtà cruda. Le descrizioni sono così piene di dettagli che al lettore non può sfuggire niente, ma allo stesso tempo i segreti vengono gestiti bene e rimangono misteriosi fino a quando non è la stessa autrice a decidere cosa rivelare.

La bellezza di questo romanzo - e del rapporto che ho avuto con esso - è la completa naturalezza con cui viene narrato e con cui si svolgono i fatti, la naturalezza che il lettore prova leggendolo; il lettore non si sente mai oppresso da troppi indizi o dettagli, non si sente mai lasciato allo sbaraglio per effetto contrario; il lettore viene magistralmente guidato nella storia, come se fosse accompagnato per mano dalla stessa autrice.
Per non parlare poi dei personaggi e di come vengono approfonditi, ognuno dei personaggi importanti ha il proprio spazio (a parte i due protagonisti) in modo che chi legge possa capire e apprendere sfaccettature di ognuno di loro. Un grandissimo punto a favore dell'autrice, almeno secondo me, è che appena si pensa che si venga a formare il tipico triangolo amoroso, ecco che tutto viene stravolto e al posto di un triangolo amoroso ci ritroviamo battaglie, intrighi, misteri, zombie, ring per combattere, spade, balestre..... e anche in questo caso potrei continuare all'infinito.

Questo romanzo è forte nella sua espressione, perché anche se non è completamente originale, l'autrice avvolge il lettore con la storia di Alice e degli altri ragazzi; lo avvolge e lo culla e quando meno se lo aspetta lo morde e lo fa impazzire, poi lo prende lo abbraccia e lo bacia e di nuovo lo scaraventa contro un albero facendogli ballare il cervello.... Forse non riesco a spiegarmi, ma capitemi è realmente difficile.
Posso e voglio ammettere che non avrei mollato il libro, nemmeno se fosse caduta una bomba, ogni pagina che giravo richiamava le altre, ogni frase che leggevo mi faceva volare veloce verso quelle seguenti, fino a quando sono arrivata alla fine e mi sono messa le mani nei capelli perché non potevo più continuare a leggere le forze e i dubbi di Alice, non potevo più crogiolarmi fra le braccia e i baci di Cole, non potevo più scherzare e apprezzare fino allo sfinimento Kat, e infine non potevo più inseguire e uccidere gli zombie.
Capite quanto mi ha preso questo romanzo? Spero proprio di sì.

"Alice in Zombieland" è un libro che non concede distrazioni, perché tiene attaccati i lettori alle proprie pagine dall'inizio alla fine; la Showalter ha creato un mondo variegato in cui non solo i protagonisti sono importanti, ma ogni personaggio rende onore alla storia, ogni personaggio fa scaturire emozioni nel lettore, così come ogni azione compiuta.

Non mi resta che consigliarvelo fino allo sfinimento e non mi resta che andare alla ricerca di altri romanzi di quest'autrice che tanto mi ha fatto innamorare, ho scoperto un nuovo "amore a prima vista" e si chiama Gena Showalter.

Anche questa volta ho deciso di abbellire la recensione con immagini, il confronto con la cover originale era praticamente nullo, perché le cover sono quasi identiche.... Per fortuna :)
Spero apprezzerete la recensione, ma anche le foto scelte.

La gufo giuria ha espresso il suo voto:

Ok, ho riletto la recensione e forse è un po' caotica, ma non riuscivo a fare niente di meglio. Questo libro mi ha davvero colpito e sapete che quando un libro mi piace troppo, faccio sempre fatica a parlarne.
Spero comunque di avervi fatto venire voglia di leggerlo, così posso sclerare anche con voi su Cole, Ali, Kat e tutti gli altri.

29 commenti:

  1. wow..che recensione entusiastica, mi viene voglia di prenderlo subito. E dire che dal titolo non e l'aspettavo..lo leggerò al più presto!!!adoro i gufetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, per chi non è molto appassionato di zombie, sicuramente il titolo non attira, ma posso assicurarti che è meraviglioso.

      I gufetti li adoro anch'io *___*

      Elimina
  2. che bella recensione piena di entusiasmo, mi hai fatto venire una voglia matta di leggere questo libro, sembra che sia rimasta l'unica che ancora non l'ha fatto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, pensa che a me non convinceva per niente la mia recensione, dunque sono felicissima di essere riuscita a trasmetterti il mio entusiasmo.
      Non penso tu sia l'unica che non lo ha ancora letto e con il prezzo (forse un po' troppo alto) dell'ebook, posso capire chi tentenna di fronte a questo acquisto.

      Elimina
  3. Bé, che dire??? Quasi quasi mi hai fatta innamorare di questo libro senza ancora averlo letto ^_^ Ma cerco di mantenere le aspettative basse perché non si sa mai... non amo gli zombie e non voglio restare delusa ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monia *___* Beh se mi dici così io piango di felicità... Davvero???
      In effetti l'elemento zombie è molto presente nel libro e certe scene e descrizioni possono sembrare raccapriccianti, soprattutto per chi non ama il genere... Ma posso assicurarti che la narrazione e la trama rendono questa esperienza di lettura meravigliosa.

      Elimina
  4. Mi fai quasi venire voglia di rileggerlo LOL sei incredibile :P
    Anche a me è piaciuto tantissimo :') non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di suo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha Deni, davvero? Beh rileggilo... Io sicuramente quando avrò voglia lo riprenderò in mano e le sbirciatine saranno frequenti *__*
      Io spero anche che decidano di fare uscire il cartaceo di questo libro, credo farebbe un gran successo anche così e probabilmente i lettori sarebbero più contenti.
      E poi spero che la Harlequin decida di pubblicare anche il seguito (anche se deve ancora uscire anche in America).
      Per quanto riguarda leggere qualcos'altro di suo, io mi sono già messa avanti e mi sono fatta mandare dalla Leggereditore il primo volume della saga "Alien Huntress" *_*

      Elimina
  5. Come hai letto dalla mia recensione, ne sono rimasta entusiasta come te. Il seguito è previsto per settembre 2013 in America quindi chissà quando arriverà da noi! Uff!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, manca ancora tantissimo per il seguito in America, figuriamoci quanto dovremo aspettare noi... E soprattutto si decideranno a farlo uscire in cartaceo? -.-

      Elimina
  6. Bellissima recensione e concordo in pieno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, è un piacere leggere questo commento da parte tua *_*

      Elimina
  7. Io adoro Gena Showalter, l'ho imparata ad amare tramite i romanzi della collana Bluenocturne e Alice in zombieland non potevo non prenderlo ^^ non vedo l'ora di leggerlo, so di per certo che sarà bellissimo e la tua recensione mi ha fatto venir voglia ancora di più di prenderlo in mano... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Debora, io non ho mai letto niente della collana "Bluenocturne" e dunque non ho la più pallida idea di come siano i libri dell'autrice pubblicati, non so nemmeno di cosa parlino, ma di certo dopo aver letto "Un oscuro risveglio" vedrò di provare a leggere qualcos'altro *_*

      Elimina
  8. Non avrei scommesso un centesimo su questo libro, già il titolo mi fa storcere il naso, e pensare che quello originale è così carino...ad ogni modo i tuoi cinque gufi sono sempre d'ispirazione per me, e se uscirà in cartaceo lo comprerò di sicuro, per adesso sto combattendo la mia campagnia solitaria e personale di resistenza agli e-book perciò mi sa che dovrò attendere.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *e pensare che quello originale è così carino...* di cosa parli Luna? xD
      Sai benissimo che mi fa piacerissimo che i miei gufi ti facciano da riferimento, spero sempre di non sbagliare e di non suggerirti male, perché mi sentirei un po' in colpa :)
      Io spero assolutamente che si decideranno a fare questo benedetto cartaceo, perché credo che molte lettrici rimarrebbero deluse....

      Elimina
  9. Mi piacciono le protagoniste forti e determinate. Amo poi quelle che hanno il coraggio di ribellarsi alle ingiustizie e appagare la loro sete di vendetta (motivo per cui ho sempre stimato Crimilde de "I Nibelunghi" U-U). Quindi credo proprio che mi piacerebbe anche Alice ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te lo consiglio assolutamente, a me la protagonista è piaciuta moltissimo... Ha alcune debolezze tipiche dell'adolescenza e anche dubbi, ma sicuramente è forte e determinata e molto molto ironica e simpatica, sono praticamente certa che ti piacerà :)

      Elimina
  10. DEVO. ASSOLUTAMENTE. LEGGERLO. IL. PRIMA. POSSIBILE. OK sì potrei sembrare pazza, ma non lo sono.. è che faccio il filo, letteralmente, a questo libro da così tanto tempo e dev'essere mio al più presto.
    Che bella recensione, come al solito, riesci a rendere alla perfezione i sentimenti che hai provato ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, non lo hai ancora letto??? Corri, corriiiiiii leggiloooooooooooo, ti piacerà tantissimooooooooooo *_*
      Grazie per i complimenti alla recensione, sei sempre un amore.

      Elimina
  11. ciao
    già preso. Sarà il prossimo eboock che leggerò.

    RispondiElimina
  12. Finalment ho ordinato questo libro!! Ho letto l'incipit e mi ha incuriosita moltissimo, spero con tutto il cuore che mi piaccia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frannie, secondo me ti piacerà da impazzire *___*

      Elimina
  13. di questo libro ho preso l'ebook, devo leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora spero ti piacerà Robby :)
      Poi in questi giorni se ricordo bene è uscito anche in versione cartacea nelle edicole :)

      Elimina
  14. Sono sempre un pò in ritardo con le nuove uscite (quasi un anno ma particolari sssh) hahahaha
    Ho letto varie recensioni sul web e con la tua mi sono decisa e cercherò di farmelo regalare per il compleanno hahahahaha

    Sempre tanti complimenti per le tue stupende recensioni! Sarebbe bellissimo imparare a scrivere come te ! ^^

    RispondiElimina
  15. Ciao a tutti,sono appassionata di libri fin da quando ero cosi piccola che non sapevo neanche leggere,ma sono anche molto molto paurosa,dico soltanto che ho visto "Annabelle" al cinema e ho dormito per un anno intero sul divano per la paura di entrare in camera. Ho letto la recenzione e vorrei leggere questo libro,una paurosa come me può farlo anche se ci sono zombie?

    RispondiElimina
  16. Ciao a tutti,sono appassionata di libri fin da quando ero cosi piccola che non sapevo neanche leggere,ma sono anche molto molto paurosa,dico soltanto che ho visto "Annabelle" al cinema e ho dormito per un anno intero sul divano per la paura di entrare in camera. Ho letto la recenzione e vorrei leggere questo libro,una paurosa come me può farlo anche se ci sono zombie?

    RispondiElimina
  17. Davvero una bellissima recensione. Io amo tutto ciò che riguarda "Alice in Wonderland" ero molto emozionata all'idea di leggere una storia nuova dedicata alla mia amatissima Alice e "Alice in zombieland" mi ha lasciato con il fiato sospeso!

    Se ti va di scambiare l'iscrizione dei nostri blog, ti lascio l'indirizzo del mio - booksinwonderlands.blogspot.it

    Grazie mille

    A presto

    Valentina

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥