venerdì 8 febbraio 2013

Recensione: "Odyssea" di Amabile Giusti

Buongiorno buongiorno a tutti voi. Come state? Qui sono giorni che il sole ha deciso di accompagnarmi e posso dire che lo saluto ogni mattina con un gran sorrisone :)
Mi ci voleva un po' di tiepido calore, e finalmente tutta la neve si è sciolta... Spero che questo sole non decida di lasciarci troppo presto, perché potrei rincorrerlo e ammanettarlo vicino a casa mia xD

Dopo un paio di scleri che ci stanno sempre, direi che posso iniziare a parlarvi del vero motivo per cui sono qui oggi :)
Ho finito di leggere l'altra sera "Odyssea" di Amabile Giusti, dovrebbe essere il primo libro di una nuova saga, ma non vi so dire come si chiami la saga, di quanti libri è composta o quando verrà pubblicato il prossimo volume. Il romanzo è stato pubblicato da Baldini Castoldi Dalai Editore, il 22 gennaio 2013, al prezzo di 15,90 euro.

Trama:
Se potesse, Odyssea sedici anni e nessuna bellezza, chiederebbe molte cose a sua madre. Ad esempio perché da anni sono costrette a vivere come fuggiasche, senza una meta, una casa stabile e, soprattutto, senza un padre. Finché una tiepida notte d'estate, attraversando un varco incantato nascosto nel bosco, sua madre la riporta a Wizzieville, dove è nata, e lei scopre di appartenere a una cerchia di persone speciali, dotate di rari poteri.
Incredula, Odyssea si immergerà in un mondo intriso di magia, dove ogni esperienza - per lei che è sempre vissuta lontano da tutti e da tutti - ha il sapore della prima volta, ma si accorgerà presto, suo malgrado, che dietro la facciata idilliaca e fatata di Wizzieville brulica il Male. Un nemico sanguinario - lo stesso che ha ucciso suo padre dodici anni prima - perseguita la sua famiglia da generazioni ed è tornato sotto mentite spoglie per attuare il suo crudele disegno.
Mentre la paura di non essere in grado di gestire i propri poteri arriverà a farle rimpiangere la vita fuori di lì - senza amicizie, né legami, né radici - e a temere per l'incolumità di chi ama, terribili, inconffesabili incubi la assaliranno come artigli di un doloroso passato.
Come se non bastasse, l'amore la coglie di sorpresa. Il misterioso e impavido Jacko, un giovanotto di poche parole che, a differenza di tutti gli altri, la tratta senza solennità e cerimonie, entra nella sua vita e devasta il suo cuore inesperto. Ma come mai tutti lo temono e lo disapprovano? Può fidarsi di lui?
Minacciata da un'oscura condanna, Odyssea dovrà crescere e trovare in sé la forza di difendersi. Non può concedersi errori. Il nemico è in agguato. Potrebbe essere ovunque, potrebbe essere chiunque.
Il mio pensiero:
Mi sono avvicinata a questo libro per due motivi, prima di tutto la trama e la copertina hanno attirato la mia completa attenzione, in secondo luogo ho sentito parlare benissimo di Amabile Giusti, grazie al suo libro "Cuore nero" e così ho detto: "Perché no, voglio conoscere quest'autrice e capire se saprà emozionarmi e appassionarmi".... E beh, ci è riuscita alla grande.
Ho amato moltissimo "Odyssea", le sensazioni che mi ha trasmesso e la passione che mi ha preso trasportandomi facilmente fra le pagine di questo libro.
Odyssea è una ragazza di sedici anni che ha vissuto la sua vita (fino a questo momento) in balia di valige da disfare e fare, in balia di viaggi insieme alla madre verso mete sconosciute, per sfuggire a qualcosa di cui non era a conoscenza. Senza amici, senza una scuola da frequentare, senza parenti (a parte la sua chiusa e isterica madre), senza la possibilità di crescere come qualsiasi adolescente.
Fino a quando Odyssea si ritrova in un mondo fantastico, pieno di colori, di piante sconosciute, di animali strani, di persone vestite in modo strambo, dalle maniere ancora più strambe. Un mondo in cui con una parola puoi aprire qualsiasi porta, in cui i vestiti ti si modellano addosso, in cui i libri si sfogliano da soli, in cui la tavola si sparecchia da sola... Un mondo popolato esclusivamente da maghi e streghe, un mondo fatto di magia palpabile in ogni strada, in ogni casa, in qualsiasi punto di Wizzieville, così si chiama il posto incantato.
Superato lo sconcerto e lo stupore iniziale, Odyssea trova una famiglia, una casa, degli amici, l'amore... tutte cose che nel "mondo reale" non possedeva ma desiderava ardentemente, Ma gli amici e la famiglia (soprattutto l'amore) oltre a gioie immense, comportano anche responsabilità e problemi e Odyssea ne viene quasi sopraffatta.
Si ritrova ad affrontare un mondo nuovo, persone sconosciute, sentimenti che per lei erano inesistenti fino a quel momento, e come ogni altra adolescente è impaurita e allo stesso tempo attratta da tutte queste novità.
Ha vissuto sedici anni della sua vita senza sapere che è una strega, senza conoscere i suoi poteri che sbocceranno piano piano, la faranno impazzire nei momenti meno opportuni e l'aiuteranno nei momenti migliori.
Ma Wizzieville non è solo magia buona e persone cordiali, a Wizzieville si nasconde il male che porta il nome di Squartavene, un mago potentissimo deciso a sterminare tutte quelle persone che non appoggiano la magia nera e fra queste persone c'è proprio Odyssea e tutti i suoi parenti e amici, tutti sono in pericolo.
Ho cercato di raccontarvi a grandi linee (forse mi sono dilungata un po' troppo) la storia di "Odyssea". Un libro che mi ha catapultato in un mondo piacevolmente magico, un mondo sorprendente che mi faceva sorridere per le sue stranezze, ma che riusciva a farmi stare a bocca aperta per minuti e minuti. Un libro che mi ha catapultato in una storia non solo fatta di magia e di colori, ma fatta anche di sentimenti veri, di realtà adolescenziali, con i suoi problemi, i dubbi e i ragionamenti che si celano dietro ad una "semplice" sedicenne. Ed infine mi ha catapultato in una storia oscura, terrificante, ricca di particolari macabri, con morte, paura e terrore.
Potete benissimo capire che "Odyssea" è un perfetto equilibrio fra tutti questi elementi. L'autrice è riuscita a costruire un mondo splendido, surreale, ma anche raccapricciante e reale. Il lettore passeggia fra le stradine colorate e magiche di Wizzieville, ma in testa ha i dubbi e le paure della protagonista, passeggia fra queste stradine, ma ad un certo punto si trova di fronte bestie orrende, urli spaventosi e morte.
Ho amato "Odyssea" soprattutto per questo equilibrio, per questa capacità dell'autrice di raccontare fatti fantastici e reali nello stesso tempo, di farti battere il cuore per amore, ma anche per la paura di morire.
  
Lo stile dell'autrice è scorrevole, fluido, ti trasporta grazie ad un lessico ampio, ad una narrazione ben strutturata. Dalla caratterizzazione ben riuscita dei personaggi, alle ambientazioni così ricche di particolari, tutto sfiora la perfezione in questo libro. L'autrice gioca con i colori e le sue tonalità, mette a proprio agio il lettore con le parole e i sentimenti. Emoziona chi legge grazie alla capacità di mettere su carta i pensieri della protagonista, ma anche quello che la protagonista vede e percepisce intorno a sé.
Il lettore si sente avvolto teneramente in questa aura magica che ci tiene compagnia per tutto il libro, ma la magia non traspare solo dalle parole, ma anche dalle emozioni che si riesce a vivere.

Anche questa volta recensire è complicato, perchè dentro di me avrei mille pensieri da riportare sul blog, ma è complicato metterli a tacere e riordinarli, posso solo dire che "Odyssea" vale la pena di essere letto, perché trasporta il lettore in questo mondo magico e lo strappa dalla quotidianità noiosa. Una volta aperto questo libro, comparirà davanti a voi un mondo nuovo e la voglia di chiudere il libro non vi sfiorerà mai la mente, se non per i bisogni primari (dormire e mangiare). La storia si divora con il bisogno di scoprire cosa succederà ai personaggi, con la speranza che l'amore che prova la protagonista sia ricambiato, sperando di trovare un po' di dolcezza, un po' di tenerezza; sperando che la magia nera non abbia il sopravvento, che qualcuno sia così forte e coraggioso da combatterla; sperando che i sotterfugi di certi personaggi siano scoperti e messi sotto gli occhi di tutti; sperando che i "cattivi" abbiano un posto d'onore fra le risate di scherno dei cittadini di Wizzieville e che chi si merita un po' di rispetto lo riceva senza remore.
Concludo sperando che sentiremo parlare presto di un seguito per questo libro, perché non posso sopportare di rimanere con tutte queste domande in testa, non posso sopportare che la mia amata protagonista non abbia almeno un minimo di lieto fine, non posso sopportare che Odyssea, quella ragazzina di sedici anni che mi ha rubato il cuore, non possa trovare un po' di pura felicità, un po' di comprensione, un po' di amore. Si merita in continuo e spero lo avrà.
Andate in libreria a comprare "Odyssea" è un consiglio spassionato da una lettrice che lo ha amato e divorato.
La gufo giuria ha espresso il suo voto:
 E vi assicuro che un mezzo punto in più ci sta tutto.
Ed ora è il vostro turno, vorrei sapere cosa ne pensate della recensione. Mi piacerebbe scoprire chi di voi lo ha letto, o magari lo sta leggendo proprio in questo momento, vi è piaciuto questo libro?
Avete intenzione di comprarlo o farvelo regalare? Insomma, esprimete tuuuuuutto quello che vi passa per la mente a proposito di "Odyssea" e della mia recensione :)

29 commenti:

  1. Ciao, io l'ho letto la settimana scorsa, e mi è piaciuto davvero tanto, tanto!
    Mi sono affezionata ai personaggi, e sono rimasta incantata dalla cittadina di Wizzieville.
    E' un libro che consiglierei a tutti, non vedo l'ora anche io di leggere il seguito! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lenah, grazie del tuo commento e scusami se non ho risposto :(
      Io spero davvero che il seguito uscirà presto, perché non so quanto potrò stare lontana da Wizzieville *_*

      Elimina
  2. Ora sono ancora più curiosa di leggerlo, avevo già amato lo stile di Amabile Giusti in "Cuore Nero" quindi non vedo l'ora di lasciarmi coinvolgere di nuovo dal suo mondo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, tutti mi hanno parlato bene di "Cuore Nero" ed io ho fatto al contrario di quasi ognuno di voi. Prima ho letto "Odyssea" ed ora, appena avrò tempo e soldi, mi comprerò "Cuore Nero" e mi godrò di nuovo il bellissimo stile dell'autrice :)

      Elimina
  3. WOW che recensione intensa! Il libro mi aspetta sul Kindle quindi spero di poterlo leggere molto presto . Già il fatto della città magica mi intriga e non poco.. io adoro la magia! Mi hai fatto proprio venir voglia di leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zia, grazie :)
      Aaaaah questo Kindle, ormai ti trovi proprio bene tu, vero? Io non lo sopporto :/
      Ho letto in giro che si avvicina al mondo di HP, io non avendo letto la saga non posso dirlo. Ma l'autrice è ben contenta di essere paragonata alla Rowling e alla sua tanto famosa saga :)

      Elimina
  4. Dalla descrizione sembra ispirato a Harry Potter e da come ne parli sembra bellissimo quindi lo leggerò sicuramente, grazie del consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micht, come ho scritto sopra a Monica, non sei il primo che lo dice, anche chi lo ha letto ha detto di questa ispirazione, ma non credo ci sia niente di copiato. Amabile ha preso ispirazione, è vero, ma ha creato un mondo tutto suo e davvero splendido. Spero ti piacerà quando lo leggerai :)

      Elimina
  5. Bellissima recensione Ale! Come hai detto anche tu sono rimasta molto colpita dalla copertina... e dopo questo giudizio così positivo penso proprio che leggerò il libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jerry, è vero... La copertina fa subito un bellissimo lavoro iniziale nella convinzione del lettore, ma poi si rimane ancora più affascinati, te lo assicuro :)

      Elimina
  6. L'ho appena portato a casa!! Sembra veramente bello!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eliza, davvero? Arrivo in ritardo con la risposta al commento, dunque forse lo hai già letto :)

      Elimina
  7. L'ho ordinato, dovrebbe arrivarmi la prossima settimana ormai. Non vedo l'ora di leggerlo!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy, ti è arrivato? Spero proprio di sì e spero tu abbia già iniziato ad abbandonarti al mondo di Wizzieville *_*

      Elimina
  8. Non vedo l'ora di leggerlo, anche per me sarà un modo per conoscere l'autrice :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, credo sia un gran bel modo di conoscere Amabile. Tutti ne hanno parlato benissimo con "Cuore Nero", ed ora credo abbia convinto ancora di più tutti i lettori italiani che di talento ne ha e anche da vendere :)

      Elimina
  9. L'ho iniziato ieri e mi sta piacendo moltissimo...speriamo pubblichino presto i seguiti *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, spero li pubblichino e spero succeda presto.... Se ho notizie vi aggiorno sicuramente *_*

      Elimina
  10. fantastica recensione, veramente! anche a me questo libro mi ha colpito dalla copertina e dalla trama malgrado io non abbia letto nessun libro di questa autrice (terribile sbaglio, lo so) ma, visto che sono una "figlia mantenuta" e mio padre non trova bene che io legga così tanto, non ho i soldini per comprarlo. spero di leggerlo presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jessica, forse non è un argomento da affrontare qui, ma cosa vuol dire che tuo padre non trova bene che leggi così tanto? Cavolo, cosa c'è di meglio della lettura di un bel libro, che riesce ad aprire mente e cuore? :)

      Elimina
  11. Ho il libro in wish-list da un po' e sono indecisa sul da farsi: corrompere qualcuno o mettere mano ai risparmi? Mi sa che alla fine non resisterò. Se già speri per il seguito, vuol dire che promette bene... devo metterci le mani (e gli occhi) sopra! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amaranth cara, ti consiglio di mettere mano ai risparmi perché ne vale la pena, come hai detto tu, spero assolutamente in un seguito e anche veloce :)

      Elimina
  12. Oddio che bella recensione Alessia :)
    Mi hai proprio convinto a leggerlo, cioè ero già predisposta, ma grazie alla tua recensione mi sono convinta completamente, deve essere davvero bello e, uscendo da quella brutta antipatica (amorevolmente xD) che è la Clare, devo distrarmi in qualche modo fino a giugno! xD
    Lo metto in wishlist e controllo se c'è in biblioteca ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia, grazie tesoro :)
      Sei riuscita a comprarlo o a fartelo regalare? Sicuramente "Odyssea" è una splendida distrazione e il mondo di Wizzieville riuscirà a farti staccare la spina completamente, da ogni cosa *_*

      Elimina
  13. Bellissima recensione!! :D Questo libro mi incuriosisce moltissimo! Spero di poterlo leggere presto!
    Un saluto!
    PS: Anch'io ho un blog che parla di libri! Ti lascio il link: http://libri-ehr.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ehr, spero lo potrai leggero presto perché merita.

      Elimina
  14. Bella la recensione! ti ha colpito davvero la storia!
    Ho letto in giro che l'intera storia si svolgerà su sette libri, direi che l'autrice deve avere parecchio da dire e aver strutturato bene questo mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra, questo particolare dei sette libri mi mancava... Dici davvero? Cappero, allora ce ne sarebbe proprio tanto da leggere. Personalmente non ho letto niente a riguardo e credo sia troppo presto per sapere quanti libri comporranno questa saga, ma rimane il fatto che voglio il seguito in modo celere xD

      Elimina
  15. Anche io ho letto che la saga sarà di 7 libri, se non ricordo male la Giusti li ha già scritti deve solo revisionarli un pò. Nonostante ciò però non si sa niente sulle prossime date di uscita. Spero che, come sempre in Italia, non aspettino un anno per pubblicare il secondo. Ho letto le prime 40 pagine di"Odyssea" e non mi hanno entusiasmato molto, troppe perifrasi; poi qualche sera dopo ho deciso di continuare a leggerlo e l'ho terminato in una notte!!! La trama ma anche lo stile sembrava perfezionarsi man mano che proseguivo nella lettura. Certo il mattino dopo a scuola alla prima ora non ero attiva al 100% però almeno avevo soddisfatto la mia curiosità ed era stata ben ripagata!!!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥