martedì 12 marzo 2013

Recensione: "5" di Ursula Poznanski

Eccomi con voi per parlarvi della mia ultima lettura portata a termine. Dopo la seconda "puntata" della mia iniziativa per il compleanno del blog, spero di attirare la vostra attenzione anche con questa recensione.

"5", primo romanzo thriller di Ursula Poznanski è stato pubblicato da Corbaccio, il 10 gennaio di quest'anno, al prezzo di 16,40 euro.

Trama:
Una donna giace morta su un prato nei dintorni di Salisburgo. Precipitata da un dirupo, le mani legate, vestita ma senza scarpe. Sulle piante dei piedi ci sono dei numeri tatuati. Sono coordinate geografiche, che rimandano a un luogo dove è nascosto un macabro reperto: una scatola contenente una mano mozzata, avvolta nella pellicola trasparente, e un foglietto con nuove coordinate e un indovinello la cui soluzione porta all’identificazione di una persona. Ma quando finalmente i due investigatori della polizia salisburghese, Beatrice Kaspary e Florin Wenninger, riescono a identificare la persona misteriosa, questa scompare… E la catena di omicidi non sembra destinata a interrompersi. In una perversa caccia al tesoro tramite GPS, un feroce assassino sta portando i due poliziotti salisburghesi da un cadavere a un altro, da un orrore a un altro. Gli omicidi si susseguono a ritmo sempre più serrato, senza nessun apparente legame tra loro, e i due poliziotti cercano disperatamente di scoprire le carte dell’assassino prima che attraverso i suoi indovinelli completi il suo terribile puzzle di morte…


Il mio pensiero:
Questo libro dal momento della sua uscita nelle librerie mi ha subito incuriosito e attirato molto. E' sempre rimasto sul mobile di casa mia, mi osservava e io osservavo lui, e molte volte l'ho messo da parte per dare la precedenza ad altre letture.
Ma l'altro giorno, quando l'ho preso in mano per iniziare a leggerlo, avevo bisogno proprio di un bel thriller, avevo bisogno di sentirmi coinvolta nelle indagini, sentirmi parte dei "buoni" e dare la caccia ai "cattivi". Quando sentite il bisogno estremo di leggere un certo tipo di libro, e questo libro vi capita fra le mani, potete evitare di leggerlo? Assolutamente no, e così ho fatto con 5 di Ursula Ponznanski.

Un titolo cortissimo, che subito smuove la curiosità del lettore, nella mente subito iniziano a formularsi le domande che poi permetteranno al lettore di aprire il libro e "divorarlo".
Ho messo la parola "divorare" fra virgolette, proprio perché è uno di quei libri a cui bisogna dedicare tempo e attenzione. La narrazione è molto fluida, ma gli eventi si concatenano fra di loro, rivelando dettagli, ma nascondendone altri e il lettore deve prestare attenzione e non tralasciare niente durante la lettura.
La reazione che ho avuto con questo romanzo è stata come quella che ho quando guardo un bel telefilm thriller, ad ogni puntata la curiosità e il bisogno di sapere cresce. Ecco con questo romanzo alla fine di ogni capitolo, oppure ogni volta che ero costretta a fermare la lettura, dentro di me esplodeva la curiosità, l'assoluto bisogno di sapere come si sarebbero svolti i fatti e come sarebbe andata avanti la storia.
Ha catturato completamente la mia attenzione, tant'è che mi sono trovata spesso a pormi domande (al di fuori del momento di lettura) e a cercare avidamente risposte nella mia mente.

Mi sono sentita completamente trasportata dai protagonisti e dallo svolgersi degli eventi. Lo stile dell'autrice è accattivante, scorrevole e ricchissimo di dettagli; con una narrazione scattante e dinamica, con dei cambi di ritmo studiati a pennello. Grazie a questo stile oltre che nelle indagini, il lettore si sente preso anche da quei piccoli dettagli sulla vita privata della protagonista. Beatrice infatti non appare solo come un'ispettore di polizia, appare come una donna dedita al lavoro, ma con un passato che urla dentro di lei, una donna che è anche madre e che deve vedersela con un ex marito assillante. Una donna che deve riuscire a conciliare un lavoro spossante e impegnativo, con la sua vita da madre single con due bambini. L'autrice riesce a dare il giusto spessore anche ai sentimenti della protagonista, rendendola così umana e reale e facendo in modo che il lettore si affezioni a lei in modo così tanto umano da arrivare a sconvolgere.
Questo dettaglio che ho apprezzato moltissimo, infatti capita spesso che quando leggo un romanzo thriller, la mia attenzione sia completamente presa dalle indagini e dalla ricerca del colpevole, dando importanza quasi esclusivamente ai dettagli legati ad esso, credo sia la prima volta in cui mi trovo completamente in sintonia con la protagonista e in cui sono presa dalle sue emozioni e sensazioni, proprio come se fosse accanto a me.

Oltre a questo, devo dirvi che questo libro è straziante, pieno di dolore, di sensi di colpa, di rabbia e di morte, ma non solo fisica, anche psicologica. Quando sono arrivata al punto in cui ho scoperto cosa era successo al "cattivo" e cosa aveva fatto scatenare la sua furia, vi giuro che il mio cuore si è strappato in mille pezzi da quanto era straziante e vivido il racconto creato dall'autrice e così il lettore si ritrova confuso, perché la sua mente continua a credere che quella persona sia colpevole di morte, mentre il cuore vorrebbe prendere quel "cattivo" abbracciarlo e asciugare il suo dolore.
Bellissimo e degno di nota anche il finale, io l'ho trovato inaspettato e ben costruito, senza tralasciare niente e senza lasciare nulla al caso. Un finale giusto, ben strutturato; molto spesso mi trovo a leggere finali veloci e quasi strascicati, ma non è il caso di questo romanzo, in cui l'autrice pone fine a tutta la storia donando al lettore tutti gli elementi possibili per comprendere come si sono conclusi gli avvicendamenti.

Non ho altro da aggiungere, consiglio il libro assolutamente. Se siete appassionati di thriller, troverete "5" quasi perfetto, studiato nei minimi dettagli e in grado di emozionare nel profondo e soprattutto di tenervi incollati fino all'ultima parola, senza darvi mai la possibilità di rilassarvi o provare noia, mai. E' molto ingegnoso e originale, e trovare originalità nel genere thriller non è da tutti i giorni. Purtroppo per chi non ha molto a che fare con questo genere, non credo che potrebbe apprezzare questo romanzo, sicuramente la storia merita moltissimo, ma i dettagli molto crudi e la storia così particolare sicuramente non è per tutti i lettori.

La gufo giuria ha espresso il suo voto:

Ragazzi, ecco qui! Sapete che mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di questa recensione e del libro. So che molti di voi non sono grandi amanti del thriller, ma confido in quelli che hanno il thriller nelle vene, oppure in quelli che hanno voglia di osare e lasciarsi tentare da questa bellissima lettura :)

9 commenti:

  1. u.u da leggere..adoro il genere..da segnare!grazie per aver condiviso

    RispondiElimina
  2. Mi piace il genere ma non ne vado matta comunque questo libro mi ha attirata fin da subito...ci farò un pensierino.

    RispondiElimina
  3. Che bella recensioneeee! *-* Io amo il genere thriller e questo libro mi ispira tantissimo! Devo assolutamente leggerlo! :D
    A presto!

    RispondiElimina
  4. Bella recensione lo metto della mia lista dei desideri!

    RispondiElimina
  5. Mi sembrava di aver commentato o sto perdendo la testa?!
    Comunque questo libro mi ha sempre attirata, non è un genere che amo alla follia ma ogni tanto mi ci fiondo...è una cosa che va a periodi. Penso quasi sicuramente che lo leggerò, mi hai incuriosita ;)

    RispondiElimina

  6. proprio il mio genere, non vedo l'ora di comprarlo!

    RispondiElimina
  7. messo in lista!! complimenti per la recensione!!

    RispondiElimina
  8. E' passato circa un anno da quando ho messo le mani su questo libro e non mi sono mai pentita di averlo letto. E dire che non è proprio il mio genere!
    Bellissima recensione per un bellissimo libro.
    Peccato che in Italia non sia ancora arrivato Blinde Vogel... Mi sa che prima o poi dovrò ripiegare su un corso di tedesco. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanto mi piace leggere commenti a miei post vecchi *___*
      Sono felice di sapere che ti è venuta voglia di commentare la mia recensione. Ti ringrazio per i complimenti :)
      Sai che mi è capitata una cosa simile poco tempo fa con un altro libro e un altro genere di cui ho sempre letto pochissimo. Ho iniziato a leggere questo libro praticamente senza saperne niente e me ne sono perdutamente innamorata :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥