martedì 19 marzo 2013

Recensione: "Se la pioggia va in vacanza" di Elisa Vagnarelli e Patrizia Fumanti

Buongiorno miei cari lettori, come state? Io sono contentissima del successo ottenuto da "Una settimana di regali", ma sinceramente non vedo l'ora di concludere, perché ci ho speso molto tempo e anche se non sembra tante energie.
Inoltre dopo la brutta sorpresa che il meteo mi ha fatto ieri, sento ancora di più il bisogno delle ferie. Finalmente la prima settimana di aprile mi godrò un po' di relax, che spero non verrà turbato da niente e da nessuno :)

Oggi però voglio parlarvi della mia ultima lettura, un libro diverso da solito, una favola per bambini, ma che ho trovato attualissima e adatta anche ad un'adulta come me.
"Se la pioggia va in vacanza" è stato scritto da Patrizia Fumanti e Elisa Vagnarelli, zia e nipote, edito da Media Video, pubblicato nel 2011, al prezzo di 12,00 €

Trama:
Cosa sarebbe del mondo, senza acqua? Il ragionamento che ha poi portato a questa storia, è nato proprio così, in un giorno d'estate, con il caldo insopportabile che impediva di alzare anche solo il dito mignolo di una mano. Chiedersi che cosa succederebbe, se il bene più vitale, quello che troppo spesso diamo per scontato, ci venisse a mancare all'improvviso!!! Una favola, per raccontare la verità in modo garbato, indulgendo al sorriso e toccando sottilmente la sensibilità del lettore di ogni età. Il ricavato di quest'opera è stato destinato a chi la mancanza d'acqua la soffre davvero, ovvero le popolazioni dello Stato africano del Burkina Faso, uno dei più poveri del pianeta.

Il mio pensiero:
Prima di tutto voglio ringraziare l'autrice per avermi dato la possibilità di leggere il suo libro, e voglio anche scusarmi per averci messo così tanto. Spero comunque che la mia recensione sarà cosa gradita.
Ma passiamo a parlare del libro vero e proprio. "Se la pioggia va in vacanza" è un libro illustrato, una favola.
Una favola con lo scopo di raccontare un problema grave e che spesso non sfiora minimamente la nostra mente, perché siamo certi della presenza di un'elemento fondamentale, l'acqua. Ecco questo libro affronta in modo simpatico, dolce e gentile il problema della mancanza dell'acqua.
Come faremmo se un giorno venissimo a scoprire che non potremmo più usufruire di questo elemento come facciamo ora, ma ci ritrovassimo a dover centellinare ogni scorta per riuscire a sopravvivere? Credo sarebbe una catastrofe per tutti noi, dopo un attimo di sconforto e depressione, cosa faremmo? Io credo cercheremmo un modo per avere la quantità di acqua che ci serve, forse proveremmo a cercarla nei dintorni, forse troveremmo il modo per risparmiarne il più possibile e godere anche dei più piccoli e miseri acquazzoni.
Ecco questo libro, attraverso un gruppo di amici animali, ci fa capire come sarebbe tremendo e terrificante ritrovarsi un giorno sapendo che non avremo più acqua. Questo gruppo simpatico di animaletti si rimbocca le maniche e cerca in tutti i modi di far vivere il loro orto, la loro casa; vuole trovare con tutte le proprie forze un modo di sopravvivere e si aggrappa anche alla più minuscola gocciolina d'acqua.
Ma oltre a questo, questa piccola favola è un grande insegnamento di vita. Ci mette di fronte ad un forte senso dell'amicizia, al rispetto e all'altruismo più totale; ci fa capire che è meglio non arrendersi mai e lottare anche con i denti per qualcosa di così vitale importanza.

E' un libricino di circa 130 pagine, è una lettura molto veloce, io ci ho messo un paio d'ore (forse qualcosa di più), per il semplice fatto che volevo "assaporare" ogni pagina, spesso mi soffermavo ad ammirare le bellissime illustrazioni create da Luciana Fumaria. Disegni che si sposano alla perfezione con la storia, sono semplici, d'effetto, pieni di colori e molto simpatici.
Lo stile delle due autrici è molto semplice (ovviamente), ma ricco di particolari, simpatico, scorrevole, allegro, ma senza tralasciare l'importanza da dare a tutta la storia.

E' stata una piacevolissima lettura, che dietro di sé nasconde un nobilissimo intento. Infatti grazie alla vendita di questo libro, insieme all'associazione "L'impegno", stanno cercando di raccogliere fondi per il gravissimo e drammatico problema presente in Burkina Faso, un paese dell'Africa. In Burkina Faso manca l'acqua potabile, questo libro vuole essere un modo per iniziare a risolvere questo problema.
Credo che spendere 12 euro per una storia così profonda, gentile e simpatica, sia una spesa minima e affrontabile. E dopo aver scoperto che nobile intento si cela dietro "Se la pioggia va in vacanza", quei 12 euro diventeranno così semplici da spendere che non ve ne accorgerete neanche.

Vorrei concludere consigliando questa favola proprio a tutti. Potreste leggerlo da soli mentre sorseggiate una tazza di cioccolata; oppure potreste regalarlo a vostro figlio; o ancora potreste mettervi comodi in poltrona, prendere in braccio vostro figlio e leggerla insieme; il tempo volerà e non vi accorgerete nemmeno di essere arrivati in fondo. E ci tengo a ricordarvi le belle illustrazioni presenti, io ho voluto fare qualche foto perché mi sono piaciute proprio tanto, ho deciso di metterle tutte insieme alla fine della recensione.
E credo che presto anche Vera (mia figlia) leggerà questo bel libro, già è rimasta affascinata dalle immagini e sono sicura che anche la storia le piacerà e involontariamente la farà riflettere su tante cose.

La gufo giuria ha espresso il suo voto:

Ecco le foto che ho fatto al libro grazie all'aiuto di mia figlia, che lo teneva aperto :) Se volete guardarle meglio, se ci cliccate sopra le vedrete ad una grandezza molto migliore. 


Come avete letto, questa è stata una recensione un po' diversa, di un libro diverso da solito. Ho voluto condividere con voi i miei pensieri perché credo vada data un po' di attenzione a questa favola così bella e ben scritta.
So che non siete abituati a questo tipo di libri, almeno non nel mio blog, ma ogni tanto è bello cambiare e farsi cullare da concetti e storie più semplici, ma pur sempre con la capacità di emozionare e appassionare.

6 commenti:

  1. mi piace mi piace questo tuo blog assiduamente se ti va passa anche da me un bacione ely

    RispondiElimina
  2. Ma che bellissimi disegni!!! Complimenti per la recensione

    RispondiElimina
  3. Ciao Alessia! Che dire... sono rimasta senza parole! Ti ringrazio tantissimo... spero davvero che Vera possa apprezzare presto il racconto!!! Un abbraccio grande ad entrambe e grazie ancora di tutto! A presto. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, grazie per essere passata di qui. E' emozionante sapere che l'autrice stessa è venuta a leggere il mio pensiero. E non sei tu che devi ringraziarmi, ma il contrario :)

      Vera è molto attirata dalle illustrazioni, anche oggi ha preso in mano il libro e lo ha sfogliato, ma ora come ora è alle prese con le prime pagine del primo libro di Harry Potter, sta ancora cercando di capire se può essere una lettura piacevole per lei oppure no, ma sicuramente "Se la pioggia va in vacanza" lo leggerà con piacere :)

      Grazie ancora di cuore!

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥