mercoledì 3 aprile 2013

Recensione: "Hybrid" di Kat Zhang

Ragazzi, sono pronta per parlarvi dell'ultima lettura che ho concluso. Di solito riesco a scrivere le recensioni subito dopo aver finito di leggere un libro, faccio così perché ad aspettare ho paura di dimenticarmi i concetti e i pensieri che vorrei esprimere... E' circa una settimana però che non riesco a mantenere questa "tabella di marcia" e così scrivo le recensioni dei libri che leggo a distanza di qualche giorno.
So che molti blogger riescono a far passare addirittura delle settimane prima di scrivere una recensione, ma io purtroppo non ho questa capacità, ho sempre così tanti pensieri che mi frullano in testa, che ad aspettare ho paura che mi sfugga via qualcosa, ed ormai sono così abituata a parlare con voi delle mie letture che mi dispiacerebbe (e non poco) non riuscire a scrivere una recensione per mancanza di tempo o perché non riesco mi ad esprimere nel modo giusto i miei pensieri.
Finora riesco a mantenere questo ritmo, spero riuscirò sempre e spero che non avrò mai problemi a parlare delle mie letture :)
Dite che ho chiacchierato abbastanza? Io direi di sì, passiamo alla presentazione del libro in questione e poi alla mia recensione :)

Oggi vi parlo di "Hybrid" libro d'esordio della giovanissima Kat Zhang, primo volume della trilogia "Hybrid Chronicles", è stato pubblicato in Italia dalla Giunti nella collana Y, il 6 marzo 2013, al prezzo di 14,50 euro.

Trama:
Non dovrei più esistere ma sono ancora qui.
In un mondo alternativo, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l'anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell'infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un'aberrazione da correggere.
Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l'altra parte di sé: come due vere sorelle, si amano, si proteggono, ma possono anche diventare gelose l'una dell'altra.
Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l'esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto. 





Il mio pensiero:
Potrei dire che questo è un po' il libro del momento, un sacco di blogger lo hanno recensito e un sacco di loro hanno espresso pareri molto positivi. 
Ormai ho letto qualche libro di genere distopico, non sono più una novellina, e devo ammettere che è un genere che mi piace moltissimo e non mi stanca mai. Hybrid non fa differenza, mi è piaciuto, mi ha intrigato e mi ha appassionato, ma andiamo con ordine :)

Hybrid racconta la storia di ragazzi con una doppia anima, in un singolo corpo vivono due personalità, due anime appunto. Loro sono ibridi e vengono temuti dalla popolazione delle Americhe. Vivono in questo luogo che credono isolato dal resto del mondo. Questo posto dove con guerre avvenute anni prima, gli abitanti sono riusciti a rendere le Americhe libere dagli ibridi. Infatti il corpo con due anime deve stabilizzarsi entro una certa età, altrimenti questi ragazzi vengono presi e rinchiusi. Si crede che siano pericolosi e la gente ha paura di loro. Ma le cose non sono mai come sembrano e la protagonista Addie/Eva, dopo essere stata rinchiusa in un istituto, insieme ad altri ibridi, verrà a scoprire una marea di cose di cui non era a conoscenza, di cui nessuno è a conoscenza.
Quando nella trama ho letto questa particolarità della doppia anima, ho avuto un leggero sentore di paura, per il semplice fatto che non sapevo come l'autrice sarebbe riuscita a mantenere una buona narrazione senza incasinare la mente del lettore, non volevo ritrovarmi a leggere un romanzo caotico e senza un filo di narrazione equilibrato... ma questo lo pensavo prima di iniziare a leggere il romanzo.

Dopo un po' di smarrimento nelle prime pagine del romanzo, in cui non riuscivo ad avere ben chiaro il tempo e il luogo in cui si svolgeva la storia, mi sono fatta prendere dai protagonisti e dagli avvenimenti, ho seguito con stupore ed estremo coinvolgimento Addie/Eva e i suoi amici. Più leggevo e più mi rendevo conto che l'autrice aveva la capacità di rendere la lettura semplice e fluida, nonostante avessimo a che fare con il doppio dei personaggi presenti, per il semplice fatto che per ogni corpo (o quasi ogni corpo) che incontravamo, avevamo a che fare con due persone differenti.
E' stato molto interessante leggere, comprendere e scoprire piano piano le differenze fra le due anime della protagonista. Addie ed Eva vivono nello stesso corpo, ma sono completamente diverse. E' stato molto coinvolgente leggere del loro rapporto così forte e intenso, del loro modo di comunicare e aiutarsi a vicenda, del modo in cui una sente tutte le emozioni dell'altra (e viceversa) a meno che non siano loro stesse che vogliono chiudersi nel loro mondo, innalzare muri e non far comprendere all'altra quello che le sta succedendo nel cuore e nella mente. Addie ed Eva sono un corpo solo, ma sono diverse e le discussioni e i litigi sono all'ordine del giorno. E' stato davvero molto emozionante leggere come l'autrice sia riuscita a differenziarle così, ma a rapportale in modo così forte e intenso; le ha rese simili, ma diverse. Stessa cosa è avvenuta per tutti gli altri personaggi ibridi che ho incontrato per tutta la storia.
E' logico che la caratterizzazione dei personaggi sia molto ampia e ricca, la Zhang ha dedicato moltissimo tempo a plasmare i personaggi, a renderli suoi e a trasmetterli al lettore, è stata magistrale in questo e nel descrivere le diverse emozioni intense che provano i personaggi e il lettore è completamente rapito da tutto questo.

Le ambientazioni sono ben descritte, i luoghi con cui il lettore viene a contatto non sono molti, ma ognuno di essi si apre davanti ai nostri occhi come una mappa ben delineata; abbiamo ben chiaro in che spazi si muovono i protagonisti e dove avvengono le loro vicende, non ho mai trovato "buchi neri" in cui mi perdevo a causa della mancanza di descrizione.
L'autrice è stata dettagliata e precisa anche in questo, ed ovviamente la scorrevolezza della lettura ne trae beneficio.

La storia è molto originale e ben strutturata, si capisce che l'autrice ha lasciato libero sfogo alla sua fantasia e ci ha dedicato tempo per rendere queste fantasie sempre più comprensibili, intriganti ed emozionanti.
Inoltre la conclusione del romanzo lascia tantissimi spunti per l'immaginazione del lettore, ho avuto voglia - quasi bisogno - di sapere come continua la storia e di sapere cosa faranno i personaggi per sistemare le cose. Cosa succederà ad Addie/Eva e ai loro amici? Riusciranno nei loro intenti? Gli ibridi avranno vita più facile e riusciranno a far capire al mondo che non sono pericolosi così come li ritiene la maggior parte della gente? 
Insomma, la Zhang ha creato una storia molto appassionante e coinvolgente, riesce a trasportare il lettore nel suo mondo, a renderlo partecipe dall'inizio alla fine, a farlo emozionare e riflettere. Dona molti spunti per la mente, ma altrettanti per il cuore.


E che la parte grafica venga a noi xD Come sapete amo comparare l'edizione italiana del libro, con quella originale (e altre se sono disponibili). Per questo libro ho trovato l'edizione originale molto più curata e inerente alla storia del libro, l'immagine è molto intrigante, con questo viso che sfuma nelle fattezze di un altro viso diverso. La cover italiana è molto semplice e non mi piace, è qualcosa di già visto e che non rende l'idea delle due anime nel solo corpo. Anche per il titolo ho una critica, il titolo italiano è differente da quello originale, se avessero lasciato solo Hybrid, senza mettere il sottotitolo (che poi è la traduzione del titolo originale), mi sarebbe piaciuto molto di più. Il titolo è comunque azzeccato e attira gli sguardi, mentre aggiungere "Quel che resta di me", lo trovo di troppo, dovevano scegliere o uno o l'altro.

La gufo giuria ha espresso il suo voto:
Ho deciso di non dare un 5 pieno, proprio a causa di quell'inizio difficoltoso e caotico.


E' il vostro turno. Come sapete mi piace confrontarmi con voi, dunque vorrei leggere qualche commento di chi Hybrid lo ha già letto. E vorrei anche sapere se, chi non lo ha letto, è incuriosito dalla trama e magari anche dalla mia recensione.
Aspetto i vostri commenti sempre con estrema gioia, e se non riesco a rispondervi subito, vi chiedo di perdonarmi. In questi giorni di ferie cercherò di recuperare tutto il tempo perso :)

20 commenti:

  1. bella recensione..anche a me è piaciuto..ora non ci resta che aspettare i sequel:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, mi fa piacere sia piaciuto anche a te... E' sicuramente un libro diverso dal solito... Speriamo il seguito non si faccia attendere troppo :(

      Elimina
  2. A me è piaciuto davvero molto, è partita con il piede giusto e non vedo l'ora di leggere il seguito.
    La Zhang è riuscita a trasmettermi le sensazioni di Eva, alla fin fine la protagonista per me è lei. Il rapporto tra Addie ed Eva è unico ed è anche per questo che ho apprezzato il libro, non ci sono gli occhi focalizzati su una storia d'amore o su qualche problema familiare come i soliti young adult.
    Mi è piaciuto tanto perché fin'ora nessun'altro libro aveva trattato un tema del genere e quest'autrice seppur con un esordio è riuscita a farlo alla grande! ;)

    Bella recensione, come sempre ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, io a parte l'inizio in cui mi sono sentita veramente un po' spaesata, poi tutto è andato liscio come l'olio...
      Ed hai assolutamente ragione, anche secondo me la protagonista è Eva e credo il lettore abbia modo di conoscere un pochino meglio lei di Addie, ma chissà, forse nei prossimi due libri potremo avere altri protaognisti :)

      Elimina
  3. Io lo sto leggendo in questi giorni. Non mi sta piacendo molto. Carino si, una lettura piacevole, ma secondo me niente di che. Non mi suscita emozioni. Vedremo come saranno le ultime 140 pagine che mi mancano. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Elisa, che peccato, a me ha emozionato molto e mi ha coinvolto tantissimo. Però ti voglio fare una domanda. Secondo te l'autrice è riuscita a trattare bene e a raccontare bene la questione delle due anime in un corpo?

      Elimina
  4. Ciao Alessia davvero una bella recensione! Mi ero immaginata qualcosa di completamente diverso e il libro non mi attirava, ma adesso che mi sono soffermata sulla trama devo dire che mi sembra proprio il caso di dovergli dare una chance!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jerry, sei sempre molto carina tu, grazie *_*
      Che genere di libro ti aspettavi? Credo comunque che la cover non renda giustizia alla storia e al libro stesso...

      Elimina
  5. Hі there, just wanted to say, I lοved this blоg post.
    Ιt wаs praсtical. Keeρ on pοsting!


    Visіt mу ωeb-ѕite - how To buy and sell cars guide

    RispondiElimina
  6. Molto bella la tua recensione :) Non ho ancora letto questo libro e non avevo molta intenzione di farlo fino ad ora perché la trama, con la presenza di due personaggi in un solo corpo, mi ha sempre dato l'impressione che si trattasse di un libro abbastanza caotico, però leggendo la tua recensione mi sono un po' ricreduta. Credo che gli darò una possibilità, lo aggiungerò alla WL =)
    ps. la cover italiana non piace neanche me, preferivo decisamente quella originale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, il mio parere è che l'autrice sia riuscita a districare benissimo i nodi che potevano crearsi parlando appunto di due anime in un solo corpo. Il lettore è coinvolto e riesce a comprendere a pieno i sentimenti di una e dell'altra, io non ho mai sentito il caos dentro di me, a parte l'inizio del libro, in cui il caos non è dovuto però ai personaggi ma all'ambientazione... Io te lo consiglio :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Mi fa piacere cara, un libro in più in wishlist?? :D

      Elimina
  8. Ottima recensione Ale, anche a me il libro è piaciuto molto e un po' come te all'inizio mi sentivo spaesata! Per essere un libro d'esordio credo che sia scritto molto bene e spero di poter leggere presto il seguito.
    Per la cover preferisco quella originale, molto più adatta al contenuto del libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie zia *_*
      Sì, diciamo che all'inizio poteva dedicare un po' più di tempo a far comprendere al lettore il tempo in cui svolge tutta la storia e caratterizzare un po' meglio l'ambientazione... Ma andando avanti con la lettura, e rendendomi conto che l'ambientazione diventava quasi superflua di fronte alla complessità dei personaggi, beh non è stata più un problema.
      Un libro davvero originale :)

      Elimina
    2. Ma anche tu, come me, ti sei affezionata di più ad Eva che a Addie??

      Elimina
    3. Ho trovato Addie un po' troppo egoista ogni tanto e sicura di sé, e sì, mi sono affezionata molto di più ad Eva, Addie alcune volte mi infastidiva quasi...

      Elimina
  9. bella recensione ale questo libro e sulla mia lista dei desideri!

    RispondiElimina
  10. Ecco ora che l'ho finito ho letto anche la tua recensione! Che dire? A te non ha fatto impazzire l'inizio invece io ho avuto problemi col mezzo X°D
    Comunque sono molto curiosa per il seguito e concordo in pieno per quanto riguarda copertine e titoli D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, così Deni ci completiamo a vicenda ahahahahahah

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥