domenica 5 maggio 2013

Recensione: "L'amore è un difetto meraviglioso" di Graeme Simsion

Buona domenica a tutti voi carissimi!
Qui ieri è stata una giornata splendida, ma oggi si preannuncia disastrosa, il cielo è nero e la pioggia sta arrivando in fretta :(
Ma oggi, prima di iniziare con la recensione, vorrei dedicare 2 righe ad un evento importantissimo nella mia vita.


Non mi sembrava il caso di dedicare un intero post a questo evento, per il semplice fatto che non amo mettere online le foto di mia figlia e di conseguenza sarebbe stato un post un po' scarno... ma farle gli auguri anche qui, nel mio angolino, era d'obbligo. Come vi ho scritto ieri sono ancora in alto mare per quanto riguarda il regalo, aspetto con ansia lo stipendio e poi mi butterò nei negozi e vedrò cosa posso comprarle. Lei ha mille idee, come tutti i bambini, e vorrebbe un sacco di cose, ma iniziando ad essere un po' grandicella volevo evitare di comprarle giochi o simili, volevo andare su qualcosa di più utile :)


Ok, adesso passo alla parte reale per cui ho creato questo post: la recensione di oggi :)
Vi parlo de "L'amore è un difetto meraviglioso" esordio di Graeme Simsion, pubblicato in Italia da Longanesi, il 22 aprile 2013, al prezzo di 14,90 euro, per 304 pagine circa.

Trama:
Don è un professore di genetica dell’Università di Melbourne e di recente ha fatto una scoperta incredibile: gli uomini sposati sono mediamente più felici di quelli single. E vivono più a lungo! Per questo ha deciso, da scienziato, di trasformare un problema – il fatto di non avere una compagna – in un progetto: il Progetto Moglie. È semplice: basta un questionario di sedici pagine per valutare tutte le candidate e trovare finalmente la donna perfetta per lui, una che risponda a criteri rigorosi: non deve fumare né bere, e non deve mai arrivare in ritardo o in anticipo.
Rosie Jarman ha tutti questi difetti. E altri ancora. Ma è anche bella, intelligente e sensibile. E ha anche lei un progetto, per il quale solo Don può essere d’aiuto. Grazie al Progetto Moglie, ma soprattutto grazie a Rosie, Don scoprirà che la lunghezza dei lobi delle orecchie non è un indicatore affidabile dell’attrazione sessuale. Che c’è una ragione per cui non ha avuto mai un secondo appuntamento con una donna. E che, nonostante un approccio estremamente scientifico al problema, non è così che si trova l’amore. Perché è l’amore a trovarti.

Il mio pensiero:
Non posso certo affermare che questo romanzo è arrivato sulle nostre librerie senza pubblicità. Longanesi si è impegnata non poco per far conoscere questo libro a più persone possibili. Ma non sarebbe la prima volta che un romanzo che viene presentato come "stupefacente" e che viene osannato da tutti, a me non piace; e così ho imparato un po' a diffidare da quei carichi di pubblicità esagerati, in questo caso ero molto curiosa di leggere il romanzo di Simsion, dalla trama sembrava divertentissimo e coinvolgente, ma allo stesso tempo ero un po' frenata da tutta la pubblicità effettuata a riguardo.

L'amore è un difetto meraviglioso racconta la storia di Don Tillman, un professore di genetica, affetto dalla
Sindrome di Asperger che viene considerata una lontana parente dell'autismo. Infatti Don ha enormi problemi a relazionarsi con le persone, non riesce ad emozionarsi e la sua vita gira attorno alla logica e alla programmazione. Programma le sue giornate minuziosamente, nel lavoro, negli hobbies e nella vita casalinga; tutto deve essere sotto stretto controllo.
Ma Don è un bell'uomo e ha voglia di trovare una moglie e così parte il Progetto moglie, in cui l'uomo deciderà di sottoporre una mole incredibile di donne ad un questionario fitto di domande trabocchetto e richiedendo requisiti per sfiorare quasi la perfezione.
Tutto ciò viene sconvolto dall'arrivo di Rosie, una ragazza agli antipodi di quella che Don pensa di volere al suo fianco per il resto della vita. Rosie fuma, non mangia regolarmente, non ama lo sport, non segue nemmeno un minimo di programmazione per le sue giornate e soprattutto ha grossi problemi con la famiglia, che la portano ad un livello emotivo che per Don è quasi incomprensibile.

Forse ho esagerato a parlarvi della trama, ma credo che sarebbe stato molto complicato introdurvi in questa storia senza spendere qualche parola in più del solito.
Simsion ha uno stile molto vivido, ogni scena viene resa unica grazie a piccoli particolari, infatti alla fine del romanzo, nei ringraziamenti, si scopre che questo libro era partito come una sceneggiatura, e posso assicurarvi che si capisce benissimo in ogni pagina che sfogliamo.
I dialoghi sono molto diretti e realistici, non li ho trovati mai forzati ma svolti sempre in modo molto naturale, le descrizioni sono presenti e sono quasi palpabili, proprio come si ci trovassimo di fronte a delle scene di un film.
I personaggi principali sono caratterizzati a fondo, soprattutto Don (che è la voce narrante), ma anche Rosie e la coppia formata da Gene/Claudia (i migliori amici di Don); ogni personaggio citato svolge un ruolo essenziale per questo romanzo, chi più e chi meno ovviamente, ma senza uno di loro, tutto il resto sarebbe andato a rotoli.
Dunque la storia viene presentata come molto ironica, quasi esilarante, e ricca di scene commoventi; personalmente ho fatto una grandissima fatica ad entrare in sintonia con Don e con la storia nella sua totalità. Leggevo e sfogliavo le pagine in modo quasi assente, non riuscivo ad emozionarmi e nemmeno a muovere la mia bocca in un sorriso. Guardavo tutto come una spettatrice esterna e molto distaccata. Più volte ho avuto la tentazione di chiudere il libro, perché mi annoiava terribilmente, mi rendevo conto che le scene che leggevo erano simpatiche ma non riuscivano mai a strapparmi un sorriso, quando erano presenti scene ricche di emozione e di commozione, mi rendevo conto di questo, ma non provavo niente.

Poi è avvenuto il miracolo e ancora adesso non riesco a spiegarmi come sia successo. Ad un certo punto ho iniziato a leggere con altri occhi, Don mi faceva ridere e riflettere, gli avvenimenti riuscivano ad emozionarmi e coinvolgermi; tutto questo è successo dopo aver superato abbondamente la metà del libro, quando ormai pensavo che ogni speranza fosse andata persa. E così ripensando a tutte le scene del libro, dall'inizio alla fine, mi sono resa conto che in faccia mi si stampava un sorriso e che il mio cuore iniziava a battere emozionato; ma tutto questo è successo quasi alla fine, quando mi chiedevo come fosse possibile questo cambiamento; quando non riuscivo a capire come potevano un personaggio e una storia annoiarmi per quasi tutto il tempo, per poi cambiare radicalmente nelle ultime 50-60 pagine. L'unica spiegazione che sono riuscita a darmi è che, a me come lettrice in modo molto personale, mi ci è voluto del tempo per comprendere a pieno Don, per apprezzarlo e per avere del feeling con lui, dopo aver compiuto questo passo, tutto si è aperto come uno splendido disegno davanti ai miei occhi e il libro e la storia hanno assunto significati completamente diversi, riuscendo a farmi apprezzare il tutto in modo molto emozionante.
Fatto questo passo è stata un'escalation, perché ogni volta che una scena si prensentava esilarante, io ridevo come una pazza; ogni volta che ai miei occhi si svolgeva una scena piena di commozione, i miei occhi iniziavano a diventare lucidi; ed alla fine tante riflessioni si sono impossessate della mia mente.

Ed ora, arrivo al punto di dirvi che è un libro che vi consiglio caldamente, soprattutto se riuscirete ad entrare subito in sintonia con il protagonista, vivrete questa storia in modo appassionante e coinvolgente, vi sentirete completamente risucchiati dalla vita super programmata di Don, inizierete ad amarlo e adorarlo; e di conseguenza tutta la storia vi prenderà e non vi mollerà più fino alla fine. Io l'ho capito troppo tardi e un po' la lettura ne ha risentito, ma probabilmente è stato un problema mio personale.

Per la parte grafica ho deciso di riportarvi la cover originale (la prima) e quella americana (seconda), come stili sono molto simili secondo me, lineari ed essenziali, riescono ad essere scherzose e divertenti... Mentre quella italiana si discosta completamente da questo stile, sinceramente non capisco il motivo per cui hanno dovuto stravolgere il titolo in questo modo; dopo aver letto il libro capisco che sia un titolo che l'altro sono adatti e in linea con la storia, ma personalmente preferisco di gran lunga il titolo originale. Ma in assoluto la cover che preferisco è quella originale che mi fa sorridere, proprio la stessa reazione che si smuove in me ripensando alla storia del libro.

Il mio voto per questo libro:
Ci tengo a precisare che prima del miracolo di cui vi ho parlato nella recensione, il mio voto era fermo a 2 soli... Dopo aver preso confidenza ed essermi affezionata al personaggio il mio voto si è alzato e di molto, non ho voluto dare un voto di 4 soli, proprio perché non potevo dimenticare le mie reazioni durante quasi tutta la lettura del libro.


E anche per oggi ho finito, vi lascio con un sorriso sulle labbra, sono contenta di questa recensione e sono contenta che alla fine il libro mi sia piaciuto, alcuni di voi aspettavano di leggere i miei pensieri proprio per capire cosa fosse cambiato nel mio pensiero generale, ora ne siete a conoscenza e spero troverò tanti bei commentini, fatemi sapere cosa ne pensate e cosa vi ha trasmesso il libro se lo avete già letto :)

22 commenti:

  1. Tantissimi auguri alla piccola Vera, a cui mando un abbraccio forte :D Sarà molto contenta, tra non molto, di crescere in una casa piena di libri: beata lei! In quanto al romanzo di Simsion continua ad ispirarmi: ormai, attraverso le varie recensioni, ho capito che non ho proprio tutta questa meraviglia, ma comunque lo leggerei volentieri per svagarmi un po' ;) La cover italiana, tra l'altro, è proprio tanto bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mik, grazie mille per gli auguri alla piccola... Diciamo che per ora la lettura non è fra le sue priorità, però ogni tanto la trovo che si incanta a guardare l'ammasso di libri che c'è nella sala xD
      Diciamo che il romanzo è molto particolare, di certo non lo reputo all'altezza di tutta la pubblicità che gli è stata fatta, ma è un bel romanzo, che si fa leggere e per chi riesce ad entrare subito in "contatto" con il protagonista, sarà una lettura più che piacevole...

      Elimina
  2. Oddio XD adesso sono confusa ausuahush prima non mi ispirava particolarmente, adesso devo ammettere dopo la recensione che mi ispira un po' di più °-° però mi domando quanto ci metterei a capire Don pure io :P

    Comunque augurissimi alla piccola Vera *A* alla fine vedrai che troverai il regalo giusto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha tesoro non volevo confonderti... Potresti leggere altre recensioni e vedere un po' se il termometro della curiosità si abbassa o si alza xD

      Grazie per gli auguri, la missione regalo è fissata per giovedì xD

      Elimina
  3. Tantissimi auguri alla piccola Vera, tra l'altro bellissimo nome <3
    Per quanto riguarda il libro penso proprio che lo leggerò, non prestissimo data la valanga di uscite che attendo mangiandomi unghie e portafoglio ma presto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, grazie mille. Sono fiera del nome di mia figlia, l'ho scelto io *_*
      Beh, sicuramente ci sono pubblicazioni molto più intriganti di questa, almeno secondo il mio punto di vista, forse potresti aspettare la versione economica, magari non uscirà troppo in là nel tempo :)

      Elimina
  4. L'effetto 'battuta che non fa ridere' è terribile. Agghiacciante. Ma come dici tu, se si entra in sintonia con Don, la musica cambia parecchio! Io l'ho iniziato ieri e devo riconoscere che ho passato un paio d'ore a ridere e quando smettevo era perché leggevo ad alta voce per mio marito, che rideva :) sono sulla stessa lunghezza d'onda di Simsion e mi auguro che l'idillio continui fino alla fine :)
    buona domenica e auguri alla tua piccola Vera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bianca, io devo ammettere che dopo aver compreso Don, ho riletto alcuni passaggi del romanzo e le mie sensazioni erano completamente diverse; non più indifferenti e annoiate, ma ero divertita e impressionata di fronte al personaggio di Don.
      Quando lo avrai finito mi piacerebbe tanto sapere se l'idillio è continuato oppure no, io lo spero :)

      Grazie mille per gli auguri! Kiss!

      Elimina
  5. Tanti auguri a Vera!

    Questo libro mi incuriosiva prima ma dopo questa recensione non credo che lo leggerò. La mia wish list è piena zeppa di titoli e hanno la precedenza. Se mai mi trovassi senza qualcosa da leggere.. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frannie, grazie mille!

      Se proprio non ti ispira è meglio lasciar perdere, altrimenti come ho già consigliato potresti aspettare l'edizione economica... e magari intanto ti fai un'idea più chiara e precisa di quello che potrebbe trasmetterti :)

      Elimina
  6. diciamo che i voti per questo libro sono un pò contrastanti, a naso credo che il libro sia adatto a un lettore un pò maturo.
    Comunque tanti auguri a tua figlia Vera, una signorinella che ha un bellissimo nome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, credo proprio tu abbia ragione. Non lo vedo per niente come un romanzo per adolescenti, anche perché non parla di adolescenti e le scene e i dialoghi, gli avvenimenti sono molto più comprensibili per una persona matura.

      Grazie anche a te per gli auguri! <3

      Elimina
  7. Tanti auguri alla tua Vera!! ^_^
    Stranamente non ho aspettative da questo libro... l'ho preso qualche giorno fa in ebook ma non penso di leggerlo nell'immediato, ci sono troppi libri che voglio leggere prima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Deb. *_*

      Beh, se non ti incuriosce particolarmente hai fatto bene a prenderlo in ebook, hai sicuramente risparmiato soldi per libri che potrebbero piacerti di più :)

      Elimina
  8. Tantissimi auguroni a Vera!!! =D
    Che bella recensione, l'altro giorno mi avevi un po' spaventata quindi il libro era sceso in fondo alla mia WL e lì lì per uscirci. Ora diciamo che ha scalato la classifica ed è salito a metà. Sono contenta che la storia si sia ripresa, meglio tardi che mai direi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy, grazieeee! :)
      Diciamo che l'altro giorno, quando ho accennato al libro ero un po' molto delusa e ho parlato in base alla mia esperienza di lettura fino a quel momento; poi le cose sono radicalmente o "miracolosamente" cambiate xD

      Elimina
  9. tanti auguri a vera!!!
    Non riesco ancora a decidermi a leggerlo :/
    mi sembra molto carino ma non so xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna, grazie mille!

      Guarda, il mio consiglio e di leggere altre recensioni, oppure aspettare per capire meglio se il libro è fatto per te oppure no... E' sempre brutto spendere soldi per libri che poi non ci piacciono per niente!

      Elimina
  10. ho iniziato a leggere questo libro e nonostante anche dopo le prime pagine l'abbia trovato molto noioso ho voluto insistere ma intorno a pagina 100 ho smesso e ci ho messo una croce...per me proprio non riesce a partire e scritto in modo molto pesante e noiosissimo non ci ho proprio trovato una trama che ti faccia venire voglia di leggerlo ho letto dei libri che non avevano una grande storia ma quantomeno erano simpatici questo mi ha fatto venire il mal di testa. sicuramente questo autore non fa per me.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥