venerdì 28 giugno 2013

Recensione: "Insurgent" di Veronica Roth

Buongiorno a tutti voi, come ve la passate? Siete pronti per questo weekend, siete carichi? Io oggi mi dovrò sorbire ben 9 ore di lavoro, ma spero di non uscirne troppo distrutta.... E poi finalmente, domenica prossima (sto contando le ore), partirò per una settimana di vacanza insieme alla mia "piccola", andremo al mare e spero potrò rilassarmi e divertirmi insieme a lei e ai miei parenti :)
Voi avete già iniziato ad organizzare vacanze o ferie?

Oggi lascio la recensione di un libro di cui non vedevo l'ora di parlarvi. Insurgent di Veronica Roth, secondo volume della serie Divergent, pubblicato in Italia dalla DeAgostini, il 30 maggio 2013, al prezzo di 14,90 euro, per 512 pagine.

Trama:
Una scelta può cambiare il destino di una persona... o distruggerlo. Ma qualsiasi sia la scelta, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare le persone che ama e se stessa. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il suo ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, che si fa ogni giorno sempre più potente, anche se questo potrebbe costarle più di quanto sia pronta a sacrificare.

Il mio pensiero:
Finalmente sono riuscita a leggere il seguito di Divergent. Il primo capitolo di questa trilogia lo avevo amato tantissimo: originale, coinvolgente, pieno di emozioni forti, tutto elevato all'ennesima potenza. Mi fremevano le mani da mesi, dopo aver concluso la lettura del primo libro, il mio unico bisogno era leggere il seguito per capire cosa sarebbe successo.... e finalmente ci sono riuscita.
Ci ritroviamo esattamente dove eravamo rimasti con Divergent. Tris è alle prese con morte e dolore, accompagnata da Tobias dovranno fuggire dalla loro stessa fazione che si è spaccata a metà. Dovranno fuggire dagli Eruditi e dai loro alleati. Dovranno fuggire dallo loro stessa famiglia e da chi amano, e si ritroveranno a riabbracciare chi credevano perduto.
E soprattutto dovranno davvero avere paura della loro Divergenza, perché potrà metterli in pericolo, potrà essere desiderata e temuta al tempo stesso, da tanti altri...
Gli Eruditi sono pericolosi, sono essenziali per la sopravvivenza di tutte le altre fazioni e per questo si sentono potenti e sanno come manipolare tutti gli altri.
Tris e i suoi compagni di avventura si ritroveranno a dover fronteggiare persone che ritenevano amiche e dovranno cambiare l'idea che avevano su alcuni loro nemici. Dovranno ritrovare e capire loro stessi e soprattutto dovranno imparare a fidarsi dei loro istinti; il mondo come lo conoscevano loro sta scomparendo, dilaniato dalla sete di potere e di controllo; dilaniato da battaglie interne senza senso, nate dalla stupidità di alcuni; devastato dall'egoismo di molti e protetto dall'altruismo e coraggio di pochi elementi... Molti non sono più in grado di ragionare con la propria testa e molti si fanno convincere facilmente da chi ricatta senza scrupoli.

Oh mamma, ho scritto troppo, mi sono fatta prendere la mano... chiedo scusa; non credo di aver rivelato
molto, più che un riassunto è una mia interpretazione personale della trama.
Ho amato moltissimo questo libro e mi ha tenuta incollata alle sue pagine dall'inizio alla fine, la fluidità della narrazione e la semplicità con cui viene scritta la storia mi hanno aiutato sicuramente, ma attenzione... la storia raccontata non è semplice e di immediata comprensione, solo che credo che la Roth sia in grado di narrare in modo semplice e fluido qualsiasi scritto nato dalla sua mente.
Ritroviamo alcuni personaggi del primo libro, ne conosciamo di nuovi, e ne capiamo meglio altri, ma ne perdiamo altrettanti... purtroppo la Roth è stata posseduta da questa vena sadica e masochista per cui fa morire un po' troppa gente per i miei gusti, sarei voluta correre da lei e gridarle: "Ma cosa cavolo ti salta in mente, fai tornare fra le pagine dei tuoi libri tizio e caio, altrimenti ti distruggo." poi mi calmavo e capivo che forse alcune perdite sono necessarie per rendere più fluida e interessante la trama, anche se per alcune mi sono venute le lacrimuccie :(
Tris è ancora la voce narrante e ovviamente ormai la conosciamo come le nostre tasche, peccato che l'ho trovata un po' troppo isterica e psicologicamente instabile (tant'è che anche nel libro i suoi compagni di avventura glielo dicono), se in Divergent l'avevo adorata e mi era entrata dentro come pochi personaggi riescono a fare, in Insurgent Tris mi è caduta un pochino in basso e ammetto che in alcuni momenti ho provato una certa rabbia verso di lei e verso i suoi comportamenti.
E purtroppo stessa cosa vale per Quattro (ormai Tobias per tutti), l'ho trovato un po' troppo "tranquillo", i suoi scatti di ira mi sono piaciuti e li ho apprezzati, le sue dimostrazioni di forza anche... ma l'ho sentito veramente un po' "molliccio" come carattere, troppo dolce e malleabile, troppo influenzabile da Tris... indubbiamente rimane uno dei miei personaggi preferiti, mi ha rubato il cuore inutile tenerlo nascosto, ma non capisco veramente questo cambiamento sia per Tris che per Quattro, non capisco come mai l'autrice abbia voluto quasi stravolgere il carattere e il comportamento di questi due personaggi. Come ho letto e sentito dire da qualche altro lettore, sembra quasi che i ruoli si siano invertiti. Tris sembra Quattro e Quattro sembra Tris. Veronicaaaaaa, perché questo cambiamento? Erano molto meglio prima, o almeno io li preferivo di più come li ho conosciuti in Divergent.
Ed infine se nel primo libro mi era rimasto nel cuore Uriah, in Insurgent ho trovato poco di lui, la storia è molto più incentrata su Tris e tutti gli altri personaggi perdono un po' di spessore e di importanza; avrei voluto veder approfondito di più qualche personaggio, invece la Roth ha continuato ad dare importanza quasi esclusiva a Tris e Quattro, con qualche piccola eccezione.

Le ambientazioni sono sempre splendide e molto originali, i dettagli non mancano mai e le parole arrivano alla nostra mente quasi come fossero immagini dipinte sul libro, sappiamo che le fazioni si contraddistinguono per molte caratteristiche ed una di queste sono i colori, se ci ritroviamo nel quartiere degli Abneganti sentiremo il grigio e la sobrietà che pervadono la nostra mente; nel quartiere dei Pacifici troveremo realmente la pace data dalla natura colorata e vivida e così via con tutte le altre fazioni. Questa è una cosa che ho apprezzato moltissimo nel primo libro come nel secondo; l'attenzione nei particolari e la fantasia che la Roth ha messo per creare questi scenari sono da ammirare e un pochino invidiare; spero solo che nel seguito non perderemo questa magia offerta dalle ambientazioni e che la Roth continuerà a impressionarci con le sue descrizioni dettagliate e studiate perfettamente.

La storia è molto coinvolgente, le scene di azione sono molte e ben strutturate, come se si guardasse un film in 3D, sentivo la pressione della paura, l'ansia della disfatta, il terrore del conflitto. I momenti di riflessione ci sono, soprattutto perché Tris è solita soffermarsi molto sui propri pensieri e sensazioni e di conseguenza il lettore viene trasportato con lei, nella sua mente e nel suo cuore. Alcune emozioni le ho sentite molto forti dentro di me, ma altre un po' meno... E' come se la Roth avesse voluto dare più importanza allo svolgimento dei fatti che alle sensazioni trasmesse dalle scelte e dalle vicende che vengono vissute. In alcuni momenti mi sentivo catapultata nella storia come se fossi al fianco di Tris o come se stessi tenendo la mano a Quattro (molto meglio questa opzione che la prima xD), in altri momenti invece mi sentivo spettatrice esterna, mi sentivo coinvolta ma riuscivo a seguire le situazioni in modo più "pratico" e critico... forse l'intento dell'autrice era proprio questo, visto che in Insurgent succede di tutto e di più, oppure è stata una sensazione solo mia, non so... sta di fatto che l'esperienza complessiva è stata, anche questa volta, splendida. Mi è piaciuto leggermente meno di Divergent, ma credo sempre che i primi libri delle serie abbiano una capacità magica di coinvolgere il lettore e tengo conto del fatto che, nonostante tutto, Insurgent è il secondo e penultimo libro, è un libro di passaggio, in cui accadono un sacco di cose, ma che credo serva ad arrivare al gran finale del terzo libro.
Prima di concludere voglio aggiungere un paio di parole sul finale. "Veronicaaaaaa, ma che cribbio hai in mente? Dimmelo se non vuoi vedermi morta, ti prego!!!!" Chi ha letto il libro capirà benissimo la mia reazione (ci tengo a precisare che è solo una minima parte di quello che è successo quando ho finito di leggere il libro, ho sbarrato gli occhi e mi sono guardata intorno, pensando che la Roth è veramente sadica al livelli estremi e che vorrei tanto essere nella sua testa per capire cosa succederà in Allegiant e che cosa ha in mente)... tornando a noi, ho divagato sorry, il finale è assurdo, complicato e strano... un finale che non ti aspetti assolutamente e che ti lascia con la bocca aperta e che ti blocca le rotelle del cervello, dopo 10 minuti di stallo ci si riprende e ci si inizia a chiedere che cavolo succederà, che cosa vuole dire il finale e soprattutto perché!!!

Concludo dicendo che, nonostante Insurgent mi sia piaciuto meno del primo libro, questa è una serie cheuna volta che si entra nel mondo della Roth, non c'è possibilità di uscirne, per il semplice fatto che non avrete voglia di andarvene; vorrete rimanere in mezzo alla vostra fazione, perché sì, mentre lo leggerete vi sentirete parte degli Intrepidi, oppure dei Candidi, degli Abneganti, oppure degli Eruditi o dei Pacifici, o ancora dei Divergenti, sentirete di appartenere al libro e il libro apparterà a voi in tutte le sue numerose sfaccettature. Dunque, se avete voglia di una lettura coinvolgente sotto tutti i punti di vista, prendete in mano Divergent e Insurgent, sfogliateli e fatevi catturare dal loro odore e dalla loro forza, che vi sembrerà così tanto reale e vitale da spiazzarvi completamente.
consiglio a tutti voi, oltre che ad essere un distopico meraviglioso, è un libro scritto bene e la storia è intrigante, incalzante ed emozionante;

E anche se questa recensione è già chilometrica non posso non parlare della cover del libro.
Dunque in ordine vedrete comparire la cover italiana, poi quella americana, poi quella dell'edizione economica inglese (se non sbaglio), ed infine quella tedesca.
Partiamo subito col dire che non comprendo il motivo per cui la DeAgostini abbia mantenuto la cover originale per Divergent ed invece abbia cambiato quella di Insurgent... se poi l'avesse cambiata in meglio non avrei opposto resistenza, ma andiamo... cosa sono quelle due figure che compaiono li in basso? Era proprio necessario aggiungerle? Non bastava semplicemente modificare i colori come hanno fatto e basta?
La cover usata per l'edizione brossurata inglese non mi piace per niente, a parte l'effetto delle foglie infuocate, per il resto la trovo molto fuori dal contesto. Ho deciso di mettere anche la cover tedesca perché di solito mi piacciono moltissimo, anche in questo caso la adoro. Mi piace il modo in cui hanno cambiato i colori rendendo la cover molto più accogliente e calorosa, ma non mi piace assolutamente il font che hanno usato per il titolo, è orrendo.
Faccio la mia personale classifica: primo post la cover originale, secondo posto la cover tedesca, terzo posto cover italiana, quarto posto cover inglese brossurata.
Ed anche per la parte "grafica" ho fatto un papiro, perdonatemi ma oggi va così, quando parlo di questa serie mi è difficile limitare i pensieri, non riesco proprio a riassumerli xD

Il mio voto per questo libro:



Ed ora vi prego di sbizzarrirvi insieme a me. Anche se ho ammesso che Quattro mi è piaciuto meno che nel primo libro, rimane comunque il fatto che sia uno dei miei personaggi maschili preferiti in assoluto, idem anche per Tris. E poi dai, ci sarebbe da scrivere un libro solo per parlare esclusivamente delle nostre impressioni su questo libro, so che tantissimi di voi lo hanno già letto....
Dunque, vi chiedo per favore, nel caso in cui nei vostri commenti vogliate scrivere qualche parte spoilerosa, per favore segnalatela in modo molto evidente, così cerchiamo di non rovinare la lettura a chi ancora non è riuscito ad avere fra le mani Insurgent. Io ho cercato di non fare spoiler nella recensione e rileggendola mi sembra di essere riuscita nel mio intento, ma non vi assicuro che riuscirò ad essere padrona di me stessa ancora per molto, soprattutto in risposta ai vostri commenti xD

48 commenti:

  1. Quanto ho amato questo libro!!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "purtroppo la Roth è stata posseduta da questa vena sadica e masochista per cui fa morire un po' troppa gente per i miei gusti" QUOTO!!
      "un finale che non ti aspetti assolutamente e che ti lascia con la bocca aperta e che ti blocca le rotelle del cervello" straquoto!

      Elimina
    2. Ahahaha credo che siamo in molte a concordare sul fatto che la vena sadica e masochista della Roth ci farà impazzire xD
      Ma è impossibile non amare questa serie e i suoi personaggi, e le ambientazioni e..... ok la smetto :)

      Elimina
  2. Amore totale e assoluto per Quatt... emh, Insurgent!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, ma liberati e ammetti che vai a trovare Quattro ogni giorno in giro per le pagine di Insurgent e Divergent, non essere timida... Tanto qui ci capiamo *__*

      Elimina
    2. Silvia, io vado a riguardare ogni giorno le pagine dei libri dove ci sono Quattro e Tris. Mi guardo ogni giorno il film *-* Lo amo questo libro. L'unico libro al MONDOO capace di prenderti e non lasciarti più. Adoro Quattro! Dico adoro per non allargarmi troppo!

      Elimina
  3. Tutti parlano bene di questa serie e io ancora non ho letto il primo! Devo assolutamente rimediare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti consiglio di leggerla al più presto, potrà donarti una gamma così ampia di emozioni e sensazioni che rimarrai spiazzato. E poi il mondo della Roth sembra quasi diventare reale nelle nostre fantasie e nei nostri sogni *__*

      Elimina
  4. aaaaaaaaaaaaaaaaa allora anche tu hai trovato Mr Four un po' molliccio e lei una pazza isterica? XD Per fortuna, iniziavo a pensare di aver letto un libro a parte rispetto a tutti gli altri XD
    Io spero che sia tutta una questione dovuta al passaggio al terzo e conclusivo libro, vado con la speranza che lì ritroveremo i protagonisti come li abbiamo amati in Divergent.
    La cara Sig.ra Roth si accompagna felicemente con quelle pazze della Collins, della Rowling e della Lauren! Fanno proprio un bel quartetto tutte insieme, sterminatrici di personaggi ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zia, il fatto è che, non mi ha dato fastidio il fatto di ritrovarli con le parti praticamente invertite, ma mi ha infastidito il fatto che sia stato un passaggio quasi istantaneo, come se fossero cambiati dal giorno alla notte, mi è dispiaciuto, anche se pensandoci a mente fredda posso capire le loro reazioni e la loro personalità un po' differente, ma mentre leggevo mi sono realmente sentita spiazzata.

      Elimina
    2. E'la stessa cosa che è successa a me. Tutto troppo veloce, però sono curiosa di vedere come andrà a finire!

      Elimina
    3. Zia, non siamo mai contenta... per accontentarci la Roth avrebbe dovuto aggiungere un libro in più, o per lo meno 300 pagine in più xD

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Bellissima recensione, l'ho letta con molta attenzione perchè Insurgent è uno dei libri che ho preferito quest'anno!! Non sono completamente d'accordo su quanto hai detto a proposito dei due protagonisti, o meglio.. ti do ragione per quanto riguarda Quattro ma mi trovo in disaccordo su Tris. Ovviamente in Insurgent è una ragazza completamente diversa dalla Tris di Divergent, è come se una gran parte di lei fosse stata divorata dai sensi di colpa per la morte di Will e per la perdita dei genitori. Il suo percorso per far fronte a queste emozioni è stato molto realistico, l'abbiamo vista disperata, incurante della propria vita (al punto da mettere a repentaglio il suo rapporto con Quattro) ed infine l'abbiamo vista accettarsi e scegliere la vita. Sono convinta che questo percorso fosse necessario per la sua crescita come personaggio individuale anche se non nego che molte volte avrei desiderato lanciarle il libro in testa! ;)
    Una delle scene che ho preferito è stata quella in cui le viene somministrato il siero per migliorare l'umore, la reazione di Tobias è stata impagabile!! In particolare quando Tris è tornata sè stessa!! XD
    Il finale... oh mamma, quel finale! Non so come farò ad aspettare Allegiant!! :S
    Sulla cover, invece, preferisco non dire nulla! Avrei troppo da ridire! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, tu tieni sempre presente che ho scritto questa recensione a caldo, appena ho finito il libro mi sono tuffata nella pagina di word a scrivere i miei pensieri. Ora a distanza di settimane, mi rendo conto che il cambiamento di Tris è quasi inevitabile, ma come ho scritto in un commento appena qui sopra, la cosa che mi ha dato fastidio è stato questo cambiamento improvviso, dal giorno alla notte, mi ha spiazzato e all'inizio non capivo perfettamente, poi è logico che Tris rimane comunque uno dei miei personaggi femminili preferiti, come del resto Tobias.

      La scena che hai citato mi ha fatto morire dalle risate, sia perché mi immaginavo Tris in quei momenti e sia perché mi immaginavo anche Tobias xD
      Aspettare Allegiant sarà un calvario, già lo è stato per aspettare Insurgent, figuriamoci con Allegiant, spero solo che la CE sia buona e ci intrattenga con qualche novella o racconto.

      Elimina
    2. Alessia, ci sono buone notizie!! :D
      La DeAgostini ha aggiornato la copertina e si è ripromessa di iniviare la nuova cover (uguale a quella americana) a coloro che hanno già acquistato il libro!! Basta condividere pubblicamente su facebook la foto della nuova copertina ed inviare i propri dati tramite messaggio privato!!
      Io ci provo!! XD

      Elimina
    3. Anna tesoro, grazie di avermelo detto, mi era stato detto da mia zia, ma non riuscivo a condividere su facebook, e poi non l'ho comprato, ma l'ho ricevuto dalla casa editrice, dunque non credo che a me spetterà una copia con cover originale...

      Fatto sta che sul serio, non capisco queste manovre. Non era molto più semplice pubblicarlo subito con la cover originale, come Divergent? -.-

      Elimina
    4. Secondo me puoi provare a richiederla, da quanto ho capito ti inviano solo la cover, non tutto il libro, quindi non dovrebbero esserci problemi! :D
      Si, sono d'accordo! Risparmiavano tempo, carta e tutto questo senza scontentare nessuno!
      Io sto aspettando che mi venga recapitata, la pagina facebook della DeAgostini mi aveva risposto dicendo che le spedizioni sarebbero iniziate a giorni ma ormai ne sono già passati più di dieci! Si nota che sono impaziente di averla? :P

      Elimina
    5. Io spero che la DeA non faccia qualche cavolata perché ci perderebbe un po' la faccia... Cioè spero che non abbia promesso cover a destra e manca per poi non inviarne nessuna.. anche perché ad agosto le CE vanno in vacanza...
      Io ho provato a scrivere un'email alla ragazza dell'ufficio stampa ma non mi ha risposto... pazienza, mi metterò il cuore in pace...

      Elimina
  7. i am actually reading Insurgent, ma awww la penso come te piu o meno!
    due dei mille pregi della Roth sono: 1) sconvolge i protagonisti, li cambia dal profondo e in un certo senso li fa crescere. l'anno scorso nella recensione di "divergent" scrissi che Tris era il personaggio che ha subito un cambiamento piu evidente e bello, anche complesso. 2) è una delle autrici che riesce a rendere un combattimento, un dialogo, una descrizione favolosi!
    e questi sono solo due dei mille motivi per i quali amo la Roth, oltre a Four ovviamente *b*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah per quanto riguarda le cover: io vado pazza per quella americana e per quella tedesca, nel complesso ..perché in qualche modo ritraggono il senso di vuoto e le fiamme che incendiano la mente di Tris, in senso metaforico.

      mi sono dimenticata di dirti che anch'io mi sto affezionando molto di più a Uriah come personaggio. lo trovo caratterizzato molto bene e adorabile :)

      Elimina
    2. Sicuramente le personalità che la Roth dona ai suoi personaggi sono così ampie e ben strutturate che è difficile che un personaggio rimanga indifferente al lettore. Ha una capacità narrativa enorme secondo me, anche se scrivesse la lista della spesa la renderebbe meravigliosa agli occhi di chi la legge xD

      Per le cover, io devo dire che le cover tedesche in generale mi piacciono quasi sempre moltissimo, quasi sempre cambiano dall'originale, ma la rendono comunque intrigante.
      Uriah a me invece in Insurgent mi ha perso molto, come ho scritto nella recensione in Divergent lo avevo adorato e speravo di poterlo conoscere sempre meglio nel libro seguente, invece sono rimasta un po' delusa... Spero che con Allegiant potrò ritornare ad adorarlo :)

      Elimina
  8. Purtroppo non ce la faccio: questa storia è dentro di me così tanto da poter dire che non sarei oggettiva parlandone... ma voglio provarci lo stesso.

    Concordo, anche io ho trovato questo libro meno bello di Divergent ma per ragioni diverse dalle tue. Probabilmente è tutto dovuto al cambiamento dei due personaggi, Tris e Tobias si sono ritrovati con dei caratteri invertiti e questo li ha fatti allontanare durante gli avvenimenti del secondo capitolo della storia. Nel primo erano quasi magnetici, qui Veronica mi ha fatto soffrire tantissimo e non nego di averla odiata in diversi punti.
    Penso che la ragione di questa svolta sia conseguenza di ciò che hanno affrontato e affrontano - Tris ha perso i genitori e questo per me l'ha inconsciamente portata in uno stato di negazione della vita; mentre Tobias ha dovuto rivedere il padre e la madre e questo per me gli ha spezzato la corazza... ecco perché sembra un vero rammollito (ma lo AMO ugualmente!)

    Detto questo, devo ammettere di aver pianto... grazie al livello sadico della scrittrice, che lascia giusto il tempo per affezionarsi ai personaggi e poi te li strappa via quasi come una ceretta. Ansia, rabbia, tristezza, dolore, passione, paura... questa trilogia è un concentrato di emozioni che non ho mai provato prima durante la lettura di un libro. Ce ne sono tanti meritevoli e ricchi di emozioni, per carità, ma nessuno mi ha coinvolta come Divergent.

    In attesa del mio Tobias ** ti mando un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jeeeeeeeeeeeeeeeen, amoreeeeeeeeeeeeeeeee, non mi aspettavo assolutamente un tuo commento così "veloce" *___*
      So quanto ti piace questa serie, me ne sono resa conto e non sai quanto mi fa felice sapere che un libro riesca ad entrarti nel cuore e nell'anima in modo così profondo, come se tu fossi collegata con un filo diretto alla storia. MERAVIGLIOSO!

      Credo che la Roth ami farsi odiare un pochino xD Mi piacerebbe chiederglielo ahahahaha
      Le vicende, come nella vita reale, li hanno cambiati ed è inevitabile, nella vita si cambia per tantissimi motivi, ma quando il motivo che ti fa cambiare è il dolore, non si sa mai cosa ci si ritroverà davanti.
      Io tutte queste considerazioni le riesco a fare ora, che sono a mente fredda, appena finito di leggere il libro e appena finito di scrivere la recensione, non riuscivo proprio a capire fino in fondo il cambiamento dei due protagonisti, cioè lo capivo, ma non riuscivo ad accettarlo.

      Io ho paura di queste vena sadica, ho paura di quello che potrebbe succedere in Allegiant, non voglio trovarmi in una valle di lacrime ogni volta che apro e leggo un suo libro, non può non può farci questo, cazzarola....

      Io invece ti riempio di baci!!!! Tantissimi!

      Elimina
  9. Lo sapevo che non dovevo leggere questa recensione, mi sto mangiando le mani >.< Non l'ho ancora preso perché sono a corto di contanti e ultimamente prendo solo libri usati, Libraccio è diventato il mio migliore amico xD
    L'ho aspettato così tanto che ho paura di leggerlo perché so che aspettare il terzo sarà ancora più traumatico, mi manca da morire Quattro e beh, anche Tris...sono un po' preoccupata per questo cambio di carattere ma Tobias coccoloso lo voglio vedere assolutamente *u*
    Adoro il modo di scrivere della Roth, la storia è già di per se affascinante e complessa ma ha questo modo semplice di mostrarla agli occhi del lettore che ti ritrovi alla fine senza neanche rendertene conto. E' stupendo!

    Delle cover mi piace solo l'originale, quella americana. Quella italiana è orribile, odio i faccioni che mettono nelle copertine dei libri...è come se mi togliessero l'immaginazione e mi dicessero: "Ecco, questi sono i tuoi adorati personaggi, in realtà hanno due facce da c...emmmh" Le altre due non sono male ma l'originale è perfetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elenaaaaaaaaaa, ma non lo hai ancora letto? Ero convintissima che lo avessi già comprato e letto, non so perché °_°
      Capisco la tua profonda amicizia con Libraccio, ma sai che se per una volta lo tradisci, lui non si offende... soprattutto se si tratta di Insurgent. Promettimi che appena avrai qualche risparmio correrai in libreria (o su Amazon, IBS, dove cavolo ti pare a te xD) e lo comprerai, promettimelo!!!

      Un dolce bacino per te! :)

      Elimina
    2. Lo prometto *o* Appena metto piede in libreria lo stringo fra le braccia e non lo mollo più!

      Bacini ;)

      Elimina
    3. Non stringerlo troppo che poi si rovina e non farti rinchiudere in manicomio dal libraio per "crisi isterica da Insurgent" ahahahaahha

      Elimina
  10. Eh quel finale u.u speriamo che la Roth si giochi bene questa carta perché potrebbe rovinare tutto e ci rimarrei malissimo!
    Btw a me Quattro è piaciuto come sempre XD forse però il mio è amore incondizionato :'D
    Per Tris e il libro in generale del resto concordo con te <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deni, la Roth non può rovinare tutto. Perché se lo facesse si ritroverebbe piena di fan incazzati neri, e poi lei è Veronica Roth, non credo sarebbe in grado (anche volendo) di rovinare la sua splendida serie, per me è impossibile pensare che possa fare qualche cazzata xD

      Ma anche a me Quattro e Tris e tutto il resto mi sono piaciuti tantissimo, però un pochino meno di Divergent ^_^

      Elimina
  11. Sto leggendo proprio ora "Divergent" e quindi non ho letto la recensione per non spoilerarmi niente haha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo leggi leggi, e leggi ancora e mi raccomando quando avrai finito prendi subito in mano Insurgent e rinizia a leggere, leggere, leggere; così poi torni qui e scleri insieme a me *___*

      Elimina
  12. sono arrivata qui per caso. ti seguo e mi piace molto qui. Spero di vederti da me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania e ben arrivata, spero ti troverai bene nel mio blog :)

      Se mi lasci il link del tuo passo volentieri :)

      Elimina
  13. Bella recensione complimenti insurgent lo leggerò tra un pò ma non vedo l'ora di farlo! comunque a livelli di sadismo e morte di personaggi dubito che possa essere peggio di G.R.R. Martin XD lui si che fa fuori i personaggi come mosche... -.-"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micht, io purtroppo non ho mai letto niente di Martin, ma so che in tantissimi parlate di questa sua passione per le morti nei suoi libri xD
      L'importante è che questi personaggi che se ne vanno vengano sempre rimpiazzati da personaggi altrettanto coinvolgenti e interessanti :)

      Elimina
    2. vedi alessia una delle cose che non mancano in GOT sono proprio i personaggi sono davvero troppi all'inizio avevo problemi a ricordarmeli (come farò a ricordarmeli quando leggerò il sesto si spera fra due anni non lo so) che a volte te li "strappa" dal libro così d'improvviso e in modo in aspettato e diventa uno shock chiedi chi ha letto i libri delle nozze rosse e vedrai cosa ti diranno... XD

      Elimina
    3. Micht, ricordo che mi avevi accennato che i personaggi erano tantissimi e che spesso creavano confusione.. Non si può certo dire che nei romanzi di Martin ci sia staticità xD

      Elimina
  14. Beata te che lo hai già letto!!! Io sono ancora qui che smanio per averlo uffa!! Questa estate dovrò assolutamente rimediare, non posso credere di non averlo ancora potuto prendere! ='(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy, dai dai daiiiiiiiiiiii. Così poi scleriamo anche per email, anche se abbiamo una reattività nella risposta pari a quella di un bradipo xD

      Elimina
  15. Anche io voglio leggerlo e invece mi toccherà aspettare fine mese :(
    Quanto al sadismo, concordo con Michts, nessuno raggiungerà mai i livelli di Martin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Ale, fatti coraggio... Io a giugno sono riuscita a non comprare niente di niente, e anche a luglio cercherò di trattenermi un bel po', ma poi ad agosto o settembre un bel mega-ordine (o una bella scampagnata in libreria) non me lo toglie nessuno *___*

      Elimina
  16. IO penso che anche Insurgent sia stato bellissimo, anche per me ci sarebbe dovuto essere di più Uriah e altri personaggi con lui però il finale mi è piaciuto e non vedo l'ora che esca il seguito!!!!

    RispondiElimina
  17. SPOILER!!!!!!!

    C'è una domanda, ora che ho appena finito il libro "Insurgernt" ed è: come mai i Divergenti rappresentavano una minaccia? Perchè li volevano fare fuori? Cosa avrebbero potuto fare? E Jaenine non voleva si scoprisse cosa c'è fuori solo per la sete di potere o per cosa??

    RispondiElimina
  18. bella recensione, complimenti, molto dettagliata^^ anche io leggendo questo libro ho notanto che Tris e Tobias assumono caratteri e maniere diverse da quelle che assumevano nel primo libro, tris sembra Tobias e Tobias sembra Tris, ma credo che tutto questo sia stato un modo che ha usato Veronica Roth per rendere più realistici i suoi personaggi, in fondo capita spesso che le persone nel tempo non si rivelano per quello che sembrano, e Tris e Tobias nel corso degli avvenimenti cambiano, crescono, affrontano situazioni che non credevano possibili e vengono messi alla prova sempre di più, tutto questo li cambia, è il corso degli eventi che inizia a forgiarli secondo le necessità. Io l'ho trovato un punto di forza del libro, nonostante la cosa risulti un tantino confusionaria^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fabi ^_^ Che bello trovare commenti a post così vecchi *___*
      Una delle cose che più amo dei libri della Roth è il realismo che riesce a dare ai suoi personaggi e il modo in cui li fa crescere, il cambiamento ci sta eccome, ma mi sono sentita un po' scombussolata xD
      Ora sono in pena per Allegiant, non vedo l'ora di leggerlo e ho una paura incredibile e allo stesso tempo sono felicissima *_*

      Elimina
  19. Ho appena finito di leggerlo.... una lettura meravigliosa anche se ho preferito il primo..
    Comunque Tobias mi è piaciuto tantissimo era troopppoo doolce...
    una lettura che consiglierei a tutti

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥