martedì 23 luglio 2013

Recensione: "Colpo di fulmine" di Jennifer Bosworth

Buongiorno lettori, oggi sono particolarmente allegra, anche se il mio mal di testa un po' smorza l'entusiasmo, ieri ho saputo che una mia amica andrà in Olanda e proverà a cercarmi qualche gadget gufoso un po' particolare *__*
Ed inoltre ho iniziato a lavorare ad un progettino con la mia parabataia Deni, un progettino che spero andrà in porto e che potrà piacervi... insomma, il caldo non ferma il mio cervello, almeno per ora xD

Ma parliamo del protagonista di oggi, un libro concluso un mesetto fa. Colpo di fulmine di Jennifer Bosworth, primo volume della serie Struck, pubblicato in Italia da Corbaccio, il 13 giugno 2013, al prezzo di 16,40 euro, per 380 pagine.

Trama:
Mia Price è drogata di fulmini. Si nutre dell'energia che sprigionano durante i temporali, ma le persone che in quei momenti sono vicino a lei rischiano la vita. Vive a Los Angeles dove i temporali sono rari, ma i terremoti no. E quando un apocalittico terremoto la devasta, Los Angeles si trasforma in un gigantesco campo profughi, una terra perduta dove si scatenano bande di saccheggiatori e di assassini. Due sette di fanatici ambiscono al potere, ed entrambe vedono in Mia una forza legata alla tempesta elettrica che ha causato il terremoto. Mia vorrebbe potersi fidare dell'enigmatico Jeremy che le promette di proteggerla, ma teme al tempo stesso che lui voglia ingannarla. E quando arriva la catastrofe finale, Mia deve affrontare la terribile potenza che lei stessa può scatenare per salvare le persone che ama...

Il mio pensiero:
Inutile nascondere che mi sono subito sentita attirata da questo libro, mi sembrava avesse le potenzialità giuste per diventare un libro "memorabile", e alla fine non ho aspettato molto prima di prenderlo in mano e tuffarmi con avidità nella storia.

Colpo di fulmine racconta la storia di Mia Price un'adolescente diversa da tutti gli altri, lei è stata colpita da
un fulmine una volta e da quella volta sono diventati come la sua droga. Andava a cercare le tempeste cercando di essere colpita e il suo corpo è attraversato da così tante cicatrici che potrebbe sembrare un reticolo stradale.
La sua vita è cambiata nel momento in cui qualcosa è andato storto, lei e la sua famiglia si sono trasferiti a Los Angeles, dove di tempeste ne arrivano davvero poche. E la sua vita è cambiata di nuovo quando la stessa Los Angeles è stata catturata dai fulmini e da un terremoto devastante.
Si creano due gruppi opposti, con due obiettivi diversi, tutti e due la vogliono e lei dovrà decidere da che parte stare, dovrà affrontare non pochi problemi e si sentirà spesso sola e abbandonata.
Mia Price non solo è drogata di fulmini, ma ha in sé un potere enorme, e questo potere fa gola a molti.

Questo libro mi è subito sembrato originale e non posso assolutamente cambiare la mia opinione. L'autrice è riuscita a creare una storia scorrevole e fluida, narrata nel modo giusto e arricchendola con elementi davvero originali, peccato che io non mi sia sentita coinvolta.
Ho cercato in tutti i modi di sentirmi presa da Mia e dagli altri personaggi, dalla loro vita e dalle loro vicende, ma non ce l'ho proprio fatta.
Nonostante io abbia letto il libro in una giornata, a fine lettura non mi è rimasto niente, se non la sensazione che avrebbe potuto donarmi molto di più, le potenzialità erano altissime a mio parere, ma l'autrice ha raccontato la storia in modo freddo e troppo calcolato, non riuscendo ad emozionarmi.
Nelle scene d'amore, in quelle drammatiche, nelle scene d'azione, io leggevo senza provare niente, continuando a sostenere fosse una storia originale, non sono mai andata al di là di questo, e purtroppo quando un libro non mi prende emotivamente, è difficile che poi mi rimanga nella mente e nel cuore.

L'autrice dà tutti gli elementi per comprendere questa Los Angeles devastata, fa capire quanto anche gli abitanti siano sull'orlo del baratro, ci presenta scene strappalacrime, ma le lacrime non mi hanno mai solleticato gli occhi. Ci dona personaggi interessanti, alcuni ben caratterizzati altri meno, crea personalità diverse, ma anche in questo caso non ho mai sentito il giusto feeling con loro, mi scivolavano addosso come acqua, senza lasciare il minimo segno.
Mi ripeto, la storia è originale, ben narrata e strutturata, gli elementi per fare in modo che fosse qualcosa da ricordare c'erano tutti, ma non sono stati sfruttati nel migliore dei modi secondo me. Lo stile è fresco e scorrevole, ma troppo freddo e distaccato. Lo scenario perfetto c'è, i personaggi adeguati anche, una storia d'amore che dovrebbe appassionare c'è, e la storia poteva essere molto coinvolgente, ma come vedete le cose non sono andate come dovevano.

Anche il finale mi ha fatto storcere il naso, mi aspettavo qualcosa di più coinvolgente e dinamico, mentre invece mi sono ritrovata a leggere un finale abbastanza banale e prevedibile, speravo di riuscire a salvare ancora un po' grazie alle ultime pagine, ma ho sbagliato a sperare anche questo.
Per concludere, è un libro che si legge in poche ore, che scorre veloce e senza intoppi, purtroppo però non riesce a dare la carica, non riesce ad appassionare e il lettore si sente quasi sempre come "il terzo incomodo".
Non mi sento di dirvi di non leggere questo libro, perché magari le reazioni che ho avuto sono così personali che potrebbe esserci qualcuno di voi che lo adorerà; da quello che ho capito questo dovrebbe essere il primo di una serie (correggetemi se sbaglio), ma sinceramente non so se continuerò a leggerlo, forse quando uscirà in Italia il seguito aspetterò di leggere qualche recensione per farmi un'idea un po' più precisa, invece di fiondarmi a comprarlo "a scatola chiusa".

Dobbiamo parlare per forza della grafica? Sì, eccome. Perché? Perché, perché la Corbaccio ha cambiato la cover rendendola così insipida e insignificante? Perché ha cambiato il titolo facendo trapelare cose diverse? Perché???
Nella recensione troverete la cover originale e quella tedesca. La prima mi piace molto, i fulmini  lo sfondo credo siano perfetti per la storia e anche i segni lasciati dai fulmini sulla ragazza (che si vedono appena) li apprezzo molto. Ma come sempre il mio voto pieno va in assoluto alla cover tedesca, molto simile a quella originale, ma secondo me migliorata con piccoli cambiamenti. Amo tantissimo il colore che è stato dato al cielo e lo sfondo; e amo il font del titolo con quella "W" disegnata come se fosse una saetta. Aaaaah vorrei sapere leggere in tedesco solo per potere avere tutte i libri con le splendide cover che creano.
In definitiva la mia classica: cover tedesca, cover originale e cover italiana.

Il mio voto per questo libro:
Ho deciso di dare almeno 3 gufi per l'originalità e l'idea iniziale, per lo stile scorrevole. Ma non si merita niente di più da parte mia.


Mi aspetto qualche vostro commento, so che in molti lo avete già letto e che anche a voi non è piaciuto un granché, un vero e grande peccato, perché quando una storia si presenta originale e poi non lo è perché non viene sfruttata, a me dispiace da morire, perché spero sempre di trovare una storia che mi appassioni per la sua originalità.
Fatemi sapere cosa ne pensate della recensione, della parte grafica e del libro.
Un bacione a tutti!

19 commenti:

  1. Delusioneee :/ Non mi è piaciuto proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mik, io questa recensione l'ho scritta appena finito il libro, ma se dovessi scriverla adesso a mente fredda il voto sarebbe ancora più basso, più ci ripenso e più mi torna in mente la mia delusione...

      Elimina
  2. Questo era uno di quei libri che faceva parte della mia lista "da comprare"! xD
    Mancava veramente poco all'acquisto quando ho iniziato a notare non una, ma più recensioni poco entusiaste... inutile dire che ho iniziato a nutrire qualche dubbio.
    Avrei comunque acquistato Colpo di fulmine, data la mia curiosità, se non avessi incontrato ulteriori recensioni poco convinte. Che dire? I pareri positivi sono nettamente in minoranza.
    A questo punto sono dell'idea che là fuori ci sono molti più libri che meritano di avere la precedenza.
    Prima o poi leggerò il libro della Bosworth, magari aspetterò l'uscita della versione economica! Sarebbe la prima volta! Ahah :P
    Riguardo la cover..... urgh!! Che nervi!! xD
    Inizio a pensare che le case editrici italiane vogliano farmi invecchiare precocemente!! Quando vedo certi cambiamenti non posso fare a meno di aggrottare la fronte, sospirare e scuotere la testa!! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, a dirti la verità solo leggendo la trama verrebbe voglia di comprarlo, almeno a me... Nel senso che sembra che si possa respirare aria di originalità e innovazione, ma invece è un grandissimo buco nell'acqua...
      La casa editrice con la cover non ci ha azzeccato per niente, ok, ci sta se vogliono cambiarle, ma anche almeno mantengano un minimo le linee guida della cover originale -.-

      Elimina
    2. Si, esatto!! Danno proprio l'idea di non aver letto il libro!
      Del tipo... "Ah, questa ragazza è drogata di fulmini. Bene, mettiamo un fulmine in copertina e, già che ci siamo, cambiamo il titolo"!

      Elimina
  3. Non mi aveva tentanto più di tanto e a maggior ragione non ci ripenserò adesso! XD
    Sulle cover ti do assolutamente ragione: quella italiana lascia intendere proproo tutta un'altra cosa! Ma perchè non possono lasciare quella originale ogni tanto?! T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora per fortuna che non lo hai presto Frannie, probabilmente sarebbero stati soldi buttati via :(

      Con la cover italiana sembra quasi di trovarsi di fronte ad un romanzo rosa, boh proprio non la capisco....

      Elimina
  4. Era in wlist ma è ne è uscito quasi subito xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Leda, per fortuna che le nostre wishlist possono essere aggiornate e cambiate quanto ci pare xD

      Elimina
  5. Penso proprio che non lo leggerò, magari a Natale...boh. Non mi attira per niente nemmeno la trama :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, mmmm come mai dici, magari lo leggerò a Natale? Nel senso che pensi ti potrebbe arrivare come regalo?

      Elimina
  6. Questo libro mi aveva incuriosito all'inizio ma poi qualcosa non mi ha convinto a pelle e non ho mai pensato di acquistarlo...a questo punto, dopo la tante recensioni negative lette, credo di aver fatto bene!!
    :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, secondo il mio piccolo parere hai fatto benissimo a non lasciarti trarre in inganno dalla tua curiosità iniziale, come ho già detto sarebbero stati soldi buttati via, almeno per come la vedo io :)

      Elimina
  7. Cover: preferisco l'originale, con la città distrutta, rispetto alle montagne! Va be quella italiana da tutt'altra impressione.

    Il libro mi ispirava tanto, era finito subito in cima alla WL! Scende in classifica ma ci rimane perchè 3 gufi non sono poi così pochi..certo aspetterò di trovarlo deprezzato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, sia l'originale che la tedesca sono nettamente migliori di quella italiana, almeno i tedeschi hanno mantenuto il fulcro della cover e le sue linee guida, qui in Italia hanno completamente stravolto tutto :/
      Guarda Michy, come ho scritto poco sopra, probabilmente se dovessi scrivere la recensione adesso che è passato un mese, il voto sarebbe minore, proprio perché ripensandoci l'unica cosa che mi rimane da dire è: "complimenti per l'idea originale". Stop.

      Elimina
  8. A me sinceramente non aveva mai ispirata e sono contenta di non aver dato a questo libro una possibilità, dopo la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, ho visto che in giro per il web i pareri negativi sono davvero tanti, non mi ricordo che voto ha su goodreads, ma leggendo le recensioni di noi italiani credo sia palese che in questo libro ci sia qualcosa che non va :)

      Elimina
  9. Bella recensione! Anche io ho letto questo libro il mese scorso. La cover italiana non mi dice assolutamente niente, preferisco di molto quella originale e anche la tedesca non è male.
    Ti dirò, a me non è dispiaciuto poi così tanto anche se nemmeno io gli darei il massimo dei voti. La storia, come hai detto tu, è molto originale e la capacità di Mia e degli altri di immagazzinare e incanalare l'energia dei fulmini è strabiliante. Avrei voluto che il rapporto tra Mia e il fratello fosse approfondito di più dato che lei all'inizio dice che erano molto uniti e lui era il suo migliore amico. La "freddezza" di Mia penso che dipenda dalla sua incapacità di accettarsi per come è e di perdonarsi. Si sente terribilmente in colpa per essere così e ha paura di avvicinarsi alle persone e poi perderle. Il suo unico scopo, soprattutto dopo il terremoto, è quello di provvedere alla sua famiglia e nel farlo cerca sempre di dare l'impressione di essere una persona forte per non far ricadere le preoccupazioni sul fratello ma così facendo si isola. Pensa di essere accettata solo dalla sua famiglia ma quando il fratello la abbandona, diciamo, e la madre la respinge dicendole che è una persona maledetta Mia si sente crollare il mondo addosso.
    Poi le descrizioni delle tempeste di fulmini e del terremoto le ho trovate molto realistiche e un po' mi hanno fatto accapponare la pelle soprattutto perché ho letto il libro giusto pochi giorni dopo il terremoto che c'è stato e forse è proprio per questo che mi sono sentita un po' più coinvolta dalla storia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy, la cover italiana è completamente fuori luogo e fuori dal contesto, non è che con due fulmini piazzati lì a caso puoi riassumere quello che significa la cover originale, no no non ci siamo proprio.

      Infatti l'idea di base mi fa impazzire, una ragazza che assorbe fulmini, una città devastata da una specie di apocalisse e questi due gruppi che lottano uno contro gli altri, e in mezzo questa ragazza con poteri enormi... riassumendo così la storia, sarebbe pazzesca, ma credo l'autrice abbia lavorato proprio male nel raccontare la storia.
      Mia riconosco che possa essere fredda per quello che sta passando e ha passato, ma il problema non è la freddezza di mia, ma la freddezza stilistica dell'autrice, non mi sono mai emozionata, mai...
      Un peccato :(

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥