venerdì 5 luglio 2013

Recensione: "ExtraUnione e la società degli uomini morti" di Michele Raniero

Buongiorno a tutti voi amici lettori, come ve la passate? Avete già iniziato ad organizzare il vostro weekend? La vostra prima settimana di luglio si sta concludendo bene, oppure no?
Insomma, facciamo un po' di chiacchiere come se ci trovassimo di fronte ad una bella coppa di gelato (stavo per scrivere tazza di tè, poi ho pensato che il caldo con queste temperature non fosse il massimo xD) e intanto che ciarliamo, stiamo attente a non sporcarci col gelato che intanto si scioglie, ahahah ho dipinto una bella immagine ai vostri occhi, non è vero? xD
Mentre continuiamo a chiacchierare e spiluccare il gelato, io vi propongo un argomento di "discussione", infatti sono qui con una mia nuova recensione che spero attiri la vostra attenzione :)

Oggi vi parlo del libro di esordio di Michele Raniero: ExtraUnione e la società degli uomini morti, pubblicato da Il Ciliegio, il 27 maggio 2013, al prezzo di 16 euro, per 228 pagine. E ci tengo a precisare che è il primo di una tetralogia, lo stesso autore mi ha detto che non sa di preciso la data di pubblicazione del secondo volume, ma che dovremmo aggirarci intorno alla primavera del prossimo anno.

Trama:
Ventidue anni. Quasi un quarto di secolo è passato da quel mattino in cui il presidente di Unione, Zivor Ullman, ha decretato la fine della guerra contro il continente Futura, ribattezzandolo ExtraUnione. Ventidue anni che hanno visto l’affermarsi assoluto di Unione sull’intero pianeta, e la consacrazione del potere di Ullman, di un uomo convinto d’essere un dio.
Eppure qualcosa è cambiato, all’improvviso, senza che nessuno potesse prevederlo.
Unione è stata attaccata e la sua capitale, Tzare, distrutta in un solo mattino. L’impero dominatore della terra si ritrova in ginocchio di fronte ad una potenza straniera sottovalutata, che ha tessuto il suo piano di conquista in silenzio, nell’ombra di un mondo in schiavitù, alla ricerca di vendetta.
Ma, forse, non tutto è perduto. Forse un’ultima speranza per Unione vive ancora, ma alberga proprio in quell’ExtraUnione sottomessa, comandata dalla Società degli Uomini Morti, da un’organizzazione clandestina nata nell’odio, che agogna la libertà perduta, che lotta per la rinascita di Futura.
Il compito che il fato riserva al tenente Met Roustin è arduo e senza precedenti. Egli dovrà agire da anello di congiunzione fra le due realtà, fra Unione ed ExtraUnione, tra il dominatore in ginocchio e il sottomesso desideroso di rivalsa, cercando di unire quei due mondi opposti che, a causa dello strano disegno del Destino, sono entrambi suoi. E’ una corsa contro il tempo, prima che Unione cada definitivamente, trascinando nella polvere anche ExtraUnione, prima che l’intero pianeta paghi le colpe di un solo uomo.

Il mio pensiero:
Sono stata contattata qualche settimana fa personalmente dall'autore Michele Raniero, per poter leggere il suo libro. La trama mi aveva subito incuriosita e così non ho assolutamente saputo dire di no, anzi ero ben contenta di poter leggere un libro che si presentava in modo originale e coinvolgente, con una trama accattivante che faceva subito venire voglia di aprire il libro per tuffarsi nelle vicende narrate.
Ed eccomi finalmente a parlarvi di "ExtraUnione e la società degli uomini morti", un titolo lunghissimo ma perfetto per questo libro, insomma, non venite a dirmi che già il titolo non vi fa incuriosire, non vi sorge subito la domanda: cos'è questa società degli uomini morti?
Ci troviamo nel futuro in cui i territori sono suddivisi in: Unione,la grande nazione che prospera, comandata da un uomo che si crede un Dio; ExtraUnione la nazione dei poveri e dimenticati, sempre comandata da Ullman (l'uomo che si crede un Dio), che se ne frega beatamente di quello che succede in questa parte del mondo, gli abitanti sono lasciati morire di fame e vengono considerati quasi come delle bestie. E poi c'è la nazione di Neuton, indipendente e praticamente sconosciuta, non ha mai creato problemi o destato sospetti, fino a quando non decide di attaccare le due nazioni a lei vicine.

I nostri protagonisti sono Met Roustin un ragazzo che appartiene a due mondi completamente diversi, confuso, arrabbiato e desideroso di libertà; Sam, il migliore amico e compagno di avventure di Met, un ragazzo che scopre la sua intelligenza quasi forzatamente, ma da cui trae grandi vantaggi e soddisfazioni.
Prima di continuare ci tengo a parlarvi di questi due giovani: li ho amati, insieme sono una bomba, li ho considerati una "coppia" di amici perfetta, si aiutano e sostengono a vicenda e soprattutto si completano, insieme sono perfettamente equilibrati. Met più serioso e Sam più ironico e scanzonato; Met più riflessivo e "chiuso" e Sam più esuberante e espansivo. Tutti e due si conoscono perfettamente e sono in grado di capirsi senza tanti giri di parole. Un'amicizia davvero appassionante e due personaggi che sono in grado di rubare il cuore.
Intorno a loro troveremo tantissimi altri personaggi, ci saranno quelli leggermente più approfonditi e quelli che compariranno come comparse, ma ognuno di loro dà il proprio contributo per rendere la storia migliore e molto coinvolgente. Io personalmente sono rimasta folgorata da un paio di personaggi di cui non vi parlerò perché non voglio fare spoiler, ma posso dirvi che sono realmente comparse, entrano nel libro per poche righe e poi scompaiono di nuovo, ma lasciano il segno, eccome se lo lasciano. Si portano dietro un sacco di interrogativi e lasciano il lettore stupito e desideroso di sapere di più, sempre di più su di loro.
Credo che Raniero sia stato sublime nel creare personaggi principali che si fanno amare praticamente fin da subito, li possiamo sentire come amici e ci ritroviamo a considerarci come loro compagni di viaggio; ha creato personaggi secondari che guidano la storia e la rendono più coinvolgente e mai monotona, donando loro alcuni tratti caratteriali che ci aiutano a comprenderli e affezionarci a loro; e poi ha infilato qui e là delle comparse da urlo, che creano quell'aura di mistero che rende questa storia ancora più esaltante e che fa scattare nel lettore quel picco di attenzione in più nei dettagli, che sembrano insignificanti ma non lo sono.

Anche le ambientazioni sono descritte molto bene, ci troviamo in un mondo futuro devastato dalla guerra, dalla fame e dalla tirannia, troviamo nella storia tecnologia all'avanguardia, robot e meccanismi al limite della comprensione, quando macchine e esseri umani si uniscono, anche in questo Raniero ha tirato fuori la sua capacità nella narrazione; perché non rende questo futuro incomprensibile, anzi ci dà tutti gli elementi per immaginarlo e capirlo, non ci riempie la testa di descrizioni tecniche e assurde (almeno per persone normali), ma rende il tutto in modo molto semplice e non per questo banale.

Il libro non riceverà il massimo dei voti per due motivi principalmente: i tanti errori trovati nel libro, comequesti errori mi hanno infastidito e non poco, li trovavo troppo spesso e la mia lettura è stata un pochino danneggiata da questo. Ed il secondo motivo è quel momento di passione e amore che avviene fra Met e un altro personaggio. *INIZIO SPOILER* Quando Met e Kira si conoscono sono appena adolescenti, si scambiano poche parole, ma in un'azione offensiva Met salva la vita a Kira, e di conseguenza lei per ringraziarlo le dona una delle sue armi più strambe e importanti e poi gli dà un bacio. E fin qui potrebbe starci anche bene, la passione può nascere in fretta e può colpirti come un fulmine  a ciel sereno, peccato che io non abbia sentito un minimo di elettricità e passione fra i due; ma fin qui ci ero passata sopra... Poi non si vedono per un sacco di anni e quando si rincontrano lei è incazzata con lui, lui la capisce, arrivano quasi ad attaccarsi a vicenda, si scambiano sì e no quattro parole e poi cosa succede... scoppia la scintilla e decidono di passare la notte insieme facendo l'amore °-°. *FINE SPOILER* Ho trovato questa scena fuori luogo, superflua e costruita male, come se l'autore volesse per forza infilare dentro al suo libro una storia d'amore. No, non mi ha appassionato, non l'ho capita e non l'ho apprezzata. Avrei preferito che l'autore aspettasse, ci desse qualche segno per farci capire meglio come andavano i rapporti fra i due personaggi e poi piano piano facesse sbocciare qualcosa; così l'ho trovata davvero senza senso.
sapete non sono una che mette nel mio giudizio complessivo gli errori, ma purtroppo in questo caso ne ho trovati tantissimi (un esempio: quando invece di quanto e viceversa che compaiono nel libro tante di quelle volte che mi sono chiesta se fosse davvero un errore di distrazione),

Per concludere vorrei consigliare questo libro alla maggior parte di voi; è un libro ricco di azione, coinvolgente, appassionante e mai statico; non avrete mai tempo di concedervi un attimo di respiro, o di rilassarvi, perché i colpi di scena e gli eventi incalzanti non ve lo permetteranno.
Michele Raniero ha creato una storia originale degna di essere letta, con dei protagonisti godibilissimi e molto dettagliati, con personaggi in grado di colpirvi e impressionarvi in poche righe, con una cura dei particolari studiata a puntino e mai banale, con uno stile fresco, scorrevole e intelligente. Io personalmente sono rimasta ammaliata da questa storia e dalla capacità di Raniero di narrare le vicende, infatti spero di poter leggere il seguito di ExtraUnione il più presto possibile.

Le immagini che trovate durante la recensione, sono tutte immagini create per il libro di Michele Raniero, le trovate tutte sul sito ufficiale dei ExtraUnione.

Il mio voto per questo libro:



Oddio, mi sono resa conto che forse ho esagerato un po' con il grassetto, ma mi sembravano tutte parti da mettere in rilievo e così mi sono data alla pazza gioia xD
E' la prima volta, almeno mi pare, da quando ho il blog che devo segnalare in modo così evidente uno spoiler, mi dispiace davvero, ma non ne ho potuto fare a meno, per far capire cosa intendevo dovevo per forza parlare di una parte della storia, spero non disturbi la lettura della recensione a chi non ha letto il libro.
Ed ora aspetto qualche vostro commento, cosa ne pensate di ExtraUnione? Potrebbe essere una storia che fa per voi? Oppure rimanete indifferenti? Insomma, ditemi tutto quello che vi passa per il cervellino xD

20 commenti:

  1. Sinceramente non mi è mai ispirato molto. Sai di cosa credo che sia la colpa? Della copertina! Quando una copertina mi piace così poco, è più forte di me, non riesco a invogliarmi alla lettura D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, dopo aver letto il libro amo molto la copertina proprio perché mi ricorda una di quelle "comparse" di cui parlavo nella recensione e che mi è rimasta fissa nella mente...
      Ma posso capirti, purtroppo anch'io delle volte mi soffermo solo sulla copertina e non compro il libro se non mi piace...
      E comunque probabilmente ExtraUnione non è una storia adatta a tutti, è comunque molto particolare e posso capirti se non ti incuriosisce :)

      Elimina
  2. Dopo aver letto la tua recensione sono proprio incuriosita!
    Avevo provato a vincere il libro in un giveaway, ma nulla! Aspetterò qualche altra occasione per averlo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che il prezzo non è dei più conveniente, ma spero avrai modo di trovarlo in sconto, oppure magari grazie a qualche scambio, sarebbe l'ideale :)
      E sono felicissima di averti incuriosito *_*

      Elimina
  3. sono dubbioso su questo libro... vedrò se lo trovo in e-book altrimenti niente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm, come mai non ti convince Micht?
      Non essendo una fan degli ebook non ho la più pallida idea se ci sia, ma penso proprio di sì...

      Elimina
    2. non saprei bene così a leggere la trama non mi attira...

      Elimina
  4. Mi ha sempre incuriosito, anche se non abbastanza da cercarlo, però la tua recensione fornisce una bella spinta in avanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh allora sono felice di aver contribuito ad aumentare la tua curiosità... Spero riuscirà a crescere ancora in modo che la voglia di comprarlo e leggerlo sia sufficiente :)

      Elimina
  5. ho questo libro perchè inviatomi dall'autore , purtroppo sono un pò indietro con le recensioni, spero di confermare il tuo voto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, ti capisco bene... Anch'io ho avuto un periodo di stallo in cui avevo un sacco di libri degli autori arretrati, infatti ora sto recuperando piano piano.
      Spero anch'io che il libro possa piacerti :)

      Elimina
  6. Quella cover mi fa scappare a gambe levate! E' così... fredda! Brrrrr!
    La trama però non è male e 4 gufi dei tuoi sono un bel voto.. la recensione l'ho letta con un occhio chiuso, perchè quello spoiler seppur ben segnalato mi attirava da matti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, attenta a quello che dici, è possibile che Michele legga il tuo commento e poi non voglio sentire che ti lamenti di altre figure di m..da ahahahahah

      Oddio, ti sarà venuto il mal di testa a leggere la recensione con un occhio chiuso, ma sei stata bravissima a non cadere in tentazione... non sei caduta in tentazione, vero????

      Elimina
    2. Oh noooooooooooo ecco adesso sono nel panico >.<

      Non ho ceduto!!!!

      Elimina
  7. Non lo so :/ continua a non convincermi... penso proprio a livello di genere che non faccia per me :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deni, in effetti non lo vedo molto come un genere adatto a te... infatti se dovessi consigliarti qualcosa, conoscendo i tuoi gusti, questo sicuramente non finirebbe nella lista dei consigli :)

      Elimina
  8. Hai rischiato di perdermi all'accenno del gelato, quasi quasi vado a tirar fuori una coppa del nonno dal frezeer!! ;)
    Non conosco Michele Raniero ma effettivamente sono incuriosita da questo libro, ammetto di avere un debole per quei libri che posizionano una mappa tra le prime pagine!! Forse dovrei aggiungere questa cosa alle mie manie da lettrice XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah Anna, brava vai a prendere la coppa del nonno, mio dio quanti ricordi, quando andavo a casa di mia nonna (quando ero piccola) ne mangiavo sempre un sacco. Lei aveva iniziato a prendere quelle coppette le prime volte non mi piacevano molto, ma poi ci ho preso gusto e le divoravo *_*

      Direi proprio che la mappa nelle prime pagine deve essere assolutamente aggiunta alle manie, però ammetto che anche a me piacciono molto le mappe e cartine nei libri, ma proprio tanto tanto *_*

      Elimina
  9. Io ho apprezzato molto ExtraUnione. Michele è giovane e per essere un esordio, l'ho trovato davvero notevole e non capita spesso.
    Sono davvero contenta che sia piaciuto anche a te e condivido alcune osservazioni... anche a proposito della cover: finché non si legge, è difficile da capire.
    Anch'io ho adorato Met e Sam, soprattutto Sam *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Ama ,è un esordio notevolissimo e sicuramente potrà riservarci sorprese interessanti, la mia curiosità è alle stelle x il seguito.
      Sam è favoloso mi fa ridere, ma in generale lui e Met hanno personalità ben definite e interessanti sono curiosa di vedere anche come si evolveranno.

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥