martedì 9 luglio 2013

Recensione: "Tutto l'amore di nonna Lola" di Cecilia Samartin

Buongiorno a tutti, continuo con i post programmati, infatti come sapete sono al mare, ma non mi andava di lasciare il blog completamente spoglio per questa settimana e così ho organizzato un po' di post da pubblicare ed oggi è il turno della recensione di un libro meraviglioso che ho concluso ormai da più di 20 giorni.


Oggi vi parlo di "Tutto l'amore di nonna Lola" di Cecilia Samartin, pubblicato da edizioni Anordest, il 30 maggio 2013, al prezzo di 14,90 euro, per 480 pagine.

Trama:
Sebastian è un bambino nato con una malformazione cardiaca che non gli permette di correre, di giocare a pallone, di fare qualsiasi sforzo. Ne deriva una sua emarginazione anche a livello scolastico. Ed è proprio all’interno del gruppo classe che emerge la prepotente personalità di un “bulletto” che lo perseguita umiliandolo e denigrandolo fino alla violenza fisica.
Inoltre i suoi genitori hanno avviato pratica di separazione e ciò si ripercuote negativamente sia su Sebastian che su sua sorella di qualche anno più grande di lui. Ciò nonostante Sebastian riesce a trovare un punto di riferimento nella sua eccentrica nonna Lola, presso la quale si reca ogni giorno all’uscita da scuola. Fra il bambino e sua nonna si instaura un rapporto basato sulla grande passione che nonna Lola ha per la cucina, in particolar modo per le ricette caraibiche,
terra da cui la sua famiglia proviene. Ed è proprio grazie ad esse che nonna Lola riesce a ricreare quelle atmosfere d’antan, quei sapori di cui non vuole perdere il ricordo, anzi desidera trasmetterlo alla sua famiglia e soprattutto a Sebastian, fino a coinvolgerlo, nonostante i suoi sette anni, nella preparazione di quelle particolari ricette di cui diventa un grande - piccolo chef. Fino a quando il suo cuoricino resiste...

Il mio pensiero:
E' un vero caso che io abbia letto questo libro e per fortuna che il destino alcune volte rema a mio favore.
Sono stata contattata direttamente dalla casa editrice, che purtroppo non avevo mai sentito nominare, mi hanno proposto questo libro e credo sia stato amore a prima vista. La copertina mi ha subito donato un senso di pace e dolcezza quasi indescrivibile e la trama mi ha convinto al 500% ad accettare la possibilità di leggere questo libro e non ho aspettato molto prima di prenderlo in mano ed entrare nella storia della Samartin.

Tutto l'amore di nonna Lola racconta principalmente la storia di Sebastian, un bambino che va alle elementari
e che ha un problema al cuore che non gli permette di fare tutto quello che fanno gli altri bambini, mentre gli altri giocano a calcio o a rincorrersi durante la ricreazione, lui si siede su una panchina nel cortile della scuola e li osserva immaginando di avere la possibilità di scorazzare insieme a loro.
Quando si emoziona e quando prova qualsiasi tipo di sensazione Sebastian avvicina una mano al suo petto e ascolta il ritmo del suo cuore, si rende conto dei suoi limiti e non si lamenta per il fatto che non può stancarsi come tutti gli altri, prova tristezza e ovviamente vorrebbe essere come altri bambini, ma raramente si lamenta con gli adulti.
Viene preso di mira da dei bulletti e non si ribella, nonostante la paura che lo attanaglia faccia battere il suo cuore un po' troppo veloce, cerca sempre di accontentare le richieste assurde dei suoi compagni bulli.
Sebastian passa i pomeriggi con sua nonna, se all'inizio del libro conosciamo questa signora come pacata, gentile e accondiscendente, ci sarà un evento nella storia che cambierà completamente le carte in tavola. Cambierà nonna Lola, cambierà Sebastian, cambieranno i suoi genitori e la sua famiglia... e questi cambiementi porteranno tutti ad affrontare scelte difficili, a ricercare sé stessi, a sentire il bisogno della vera famiglia unita e indissolubile. Il processo sarà lento e con moltissimi problemi da superare, ma piano piano ognuno troverà la pace e la serenità.

Mi sono dilungata tantissimo sulla trama e vi chiedo scusa, ma è stato più forte di me, vorrei poter avere la possibilità di parlare di questo libro all'infinito. Chi segue il blog sa quanto fossero alte le mie aspettative e posso affermare che non sono state minimamente deluse, anzi, se possibile sono rimasta affascinata e coinvolta nella storia, più di quello che mi aspettavo.
Lo stile della Samartin mi ha accompagnato nella storia in modo gentile e rilassante, in un equilibrio fra vita e morte, fra gioia e tristezza; ci sono momenti in cui mi brillavano gli occhi e mi batteva forte il cuore, probabilmente andava allo stesso ritmo di quello di Sebastian, ci sono stati momenti in cui ho sperato insieme a lui e mi sono fatta trasportare dalla gioia; e poi ci sono stati momenti in cui la tristezza mi ha catturato, ho rischiato spesso di versare lacrime colme di dolore, seguivo l'umore di Sebastian proprio come fosse il mio, quando lui si sentiva abbattuto io lo seguivo, quando lui si ranicchiava sul suo letto cercando semplicemente un po' di tranquillità con lacrime silenziose a rigargli il volto, io mi sdraiavo accanto a lui per stringerlo forte e piangere silenziosamente come lui. Mi sono sentita legata a questo romanzo in modo vitale dall'inizio alla fine, ho vissuto tutte le emozioni e sensazioni come fossero le mie, in modo così realistico che un paio di volte mi sono fermata per capire e rendermi conto che alcune volte i libri aiutano ad affrontare la vita e i problemi, che ci danno quel qualcosa in più per riuscire ad andare avanti a testa alta, fieri di quello che si è.

Ovviamente il personaggio che più mi ha colpito è Sebastian a cui viene data vita propria, era come un fantasmino che aleggiava intorno a me mentre leggevo di lui; ma posso dire la stessa cosa di nonna Lola, una donna forte e gentile, semplice e sicura di sé, una donna con tante rughe sul volto quante le difficoltà  e la felicità che hanno contraddistinto la sua lunga vita; e poi ci sono tutti i personaggi "secondari", ho messo secondari fra virgolette proprio perché nonostante non compaiono nel libro tanto quanto Sebastian e Lola, noi lettori possiamo conoscerli e comprenderli, Gloria la madre di Sebastian una donna devota al figlio che sta annullando completamente sé stessa per poter affrontare le difficoltà che la malattia di Sebastian comportano; Dean il padre di Sebastian con quegli occhi che donano serenità, come fosse un porto sicuro, in grado di risollevare la situazione con una semplice battuta, ma è anche un uomo incompreso e sottovalutato; Gabi la sorella di Gloria, una donna frizzante e sempre in movimento sia nella vita di tutti i giorni che nell'amore, sembra una scapestrata ma sarà lei in una particolare situazione a risollevare le sorti della famiglia; e potrei continuare in questo modo fino alla fine, potrei citarvi ogni personaggio comparso nella storia, perché ognuno di loro dà un tocco in più, rende la storia ancora più complessa e reale, ancora più appassionante e coinvolgente. Tutti loro creano questa storia e la portano sulle loro spalle e sui loro cuori, nessuno escluso.

Il finale del romanzo mi ha completamente spiazzato, non mi aspettavo assolutamente che l'autrice facesse questo tipo di scelte, ho sofferto tantissimo e mi sono domandata spesso perché avesse deciso così... E alla fine l'ho capito, il mio cuore ha smesso di soffrire ed ha ripreso a battere normalmente, ho sorriso insieme agli altri personaggi e ho continuato la mia vita.
Credo che questa storia rimarrà dentro di me a lungo, questo sarà uno di quei libri che ogni tanto tornerò a sfogliare per assaporare la storia e le emozioni che ne derivano, sarà un tesoro custodito con gelosia nella mia libreria e spero che in futuro questo libro verrà tramandato nella mia famiglia, spero potrà leggerlo mia figlia e poi i miei nipoti e ancora e ancora fino a che il libro avrà la capacità di vivere nei nostri cuori.
Tutto l'amore di nonna Lola è un romanzo rassicurante e caloroso. E' come se si affrontasse il lungo viaggio della vita stretti in un abbraccio familiare, dolce e profondo quanto il vero e puro amore!
Inutile dirvi che lo consiglio a tutti voi, se sentite il bisogno di una storia in grado di vivere dentro di voi, una storia capace di farvi sentire vivi e pulsanti, una storia in grado di commuovere e di emozionare dall'inizio alla fine, una storia che vi darà la possibilità di pensare e capire voi stessi, le vostre scelte e i vostri desideri, allora dovete prendere in mano Tutto l'amore di nonna Lola, portarlo a casa con voi e leggerlo subito.

Per la parte grafica, ho deciso di mettere le cover dell'edizione tedesca e di quella spagnola, oltre a quella italiana ovviamente e devo ammettere che pur essendo tutte e tre completamente diverse, mi piacciono da morire.
Quella italiana come ho già detto è estremamente dolce e frizzante; quella tedesca la trovo meravigliosa, la pulizia dell'immagine, la semplicità, i tratti armoniosi del viso del bambino e poi quel peperoncino che stacca completamente con il suo bel rosso, conoscendo la storia trovo questa cover azzeccatissima. Mentre invece quella spagnola, è forse quella che mi piace un po' meno, ma amo il titolo e il font usato e trovo i colori dell'immagine splendidi, ti fanno sentire il benvenuto nella storia con quel calore tipico delle famiglie.

Il mio voto per questo libro:


Mi rendo conto di aver scritto una recensione infinita, ma non ho potuto fare altrimenti, e rimango dell'idea che avrei potuto continuare a scrivere ancora e ancora di questo romanzo. I 5 gufi questo libro se li merita tutti, io spero di avere la possibilità di confrontarmi con qualcuno di voi che lo ha letto, perché ne sento davvero il bisogno. Sento incredibilmente la mancanza di Sebastian, di nonna Lola e di tutta quella "pazza" famiglia.
Spero la recensione vi sia piaciuta e spero farete un pensierino su questo libro!
Un bacione a tutti.

18 commenti:

  1. Ma che carina la cover spagnola!! È quella che preferisco! :D
    La trama non mi convince molto, mi sembra uno di quei libri che, per leggerli, bisogna essere decisi e non, come al mio solito, indecisi! La tua recensione però mi ha messo curiosità, potrei dargli una chance! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto accogliente e "calorosa" come cover *_*
      Beh sicuramente Nonna Lola e Sebastian hanno bisogno di attenzione e richiedono la presenza costante e certa del tuo cuore, ecco perché ti consiglio di aspettare se non sei completamente certa, proprio perché rischierebbe di non piacerti :)

      Elimina
  2. Adoro la cover spagnola *x*
    Il titolo in italiano trasuda amore, sembra da pronunciare a braccia aperte e con un sorriso pieno di affetto.

    Io volere questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, allora spero avrai questo libro xD
      Pensa che anche nella traduzione italiana hanno lasciato che Sebastian pronunciasse "Abuela Lola" invece di Nonna Lola, l'ho trovata una scelta azzeccatissima :)

      Elimina
  3. ohmygod se mi è piaciuta! dico che è veramente bellissima, la recensione come credo lo sia anche il libro. se la gufetto-guria ha dato 5 punti devo leggerlo, mi fido di loro :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ronnie, grazie... Mentre la scrivevo non pensavo sarebbe riuscita a piacere così tanto.
      Forse non fa parte dei generi che leggi di solito, ma la storia merita davvero molto!

      Elimina
  4. Wowwww!! Ora sono curiosissima!!
    La trama mi ispira e il tuo parlarne così entusiasta non fa che aumentare la mia voglia di leggerlo!
    Quando si spera che un libro venga tramandato nella propria famiglia allora deve proprio avere qualcosa di speciale!!!
    :))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, ora che è passato ancora più tempo, sono ancora più convinta di quello che ho scritto. E' un libro che rimane con pace e calma nel cuore, non è prepotente, ma ogni tanto si fa sentire e io lo accolgo con molto piacere *_*

      Elimina
    2. E' entrato ufficialmente ai primi posti della mia WL!!!!!!
      hihihihihihihihihi
      :)

      Elimina
  5. Non mi ispirava per la cover, devo ammetterlo! Ma dopo la tua recensione e dopo aver visto la cover tedesca, devo dire che sto rivalutando questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, io ormai ho una piccola (non tanto piccola xD) adorazione per le cover tedesche, di solito mi piacciono sempre quasi più delle originali alcune volte, fanno scelte azzeccate e intriganti e che comunque ricordano la storia *_*
      Spero avrai voglia di mettere nonna Lola in Wishlist :)

      Elimina
  6. La tua recensione scritta col cuore mi ha davvero emozionata e incuriosita.Le nonne sono un dono prezioso per i nipotini, sono un punto di riferimeno un porto sicuro in cui riparare quando "fuori" c'è tempesta. Complimenti bella recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Aquila (oddio non conosco il tuo nome).
      Hai ragione, molti miei ricordi d'infanzia sono legati a mia nonna e ai periodi che passavo a casa sua. Le nonne hanno la capacità di tenere unita la famiglia, ma anche di dare quel punto di riflessione in più che continua ad aiutare a crescere anche quando di anni se ne hanno 30...

      Elimina
  7. Wow bellissima recensione Alessia!!! Il romanzo in realtà mi aveva già colpita ma sicuramente adesso finisce dritto in wishlist (per quanto la mia wishlist ormai somigli sempre più ai rotoli del Mar Morto X_X!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jerry, spero riuscirai a leggerlo presto, merita davvero tanta attenzione e tanti cuori :)

      Elimina
  8. Ciao Alessia,
    se passi dal mio blog Detective Gufo ha una sorpresa per te :)

    RispondiElimina
  9. Ho letto la trama e mi ha ricordato il libro di Susanna Tamaro "Cuore di ciccia" che mi è rimasto nel cuore da quando ero bambina. Non ho continuato la tua recensione (se non le parti in grassetto) perché mi piacerebbe leggerlo e non vorrei rovinarmi la lettura ^.^
    Davvero carina la copertina italiana!

    RispondiElimina
  10. Ma che recensione stupenda!!!! Grazie, Alessia!!!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥