giovedì 4 luglio 2013

Valy Weekly Review: AMORE E PSICHE di Apuleio

Buongiorno gente! Ancora io, Valy, con un nuovo appuntamento della rubrica "Valy Weekly Review". Nuovo giorno e nuovo genere letterario. Curiosi di scoprire qual è quello collegato al GIOVEDI'? Rullo di tamburi... il CLASSICO, e come primo libro di questa categoria sono andata a ripescare un'opera di un autore vissuto diverso tempo fa, cioè Amore e Psiche di Apuleio.
I dati che ho inserito qui sotto sono quelli riferiti all'edizione del libro che possiedo io.

Editore: Giunti, collana Y Calssici
Prezzo: 5,00 €
Pagine: 160

Trama:
Un'antica leggenda riporta una storia immortale di passione tra dei e umani. Narra del bellissimo dio Amore, figlio di Venere, che perde la testa per la mortale Psiche, figlia di un grande re. Per nascondere la propria infatuazione alla madre, gelosa della bellezza della ragazza, Amore decide di unirsi a lei solo di notte, celandole la propria identità. Psiche sa che le è vietato vederlo e lo accetta, fino a quando non sente la necessità di ribellarsi per conoscere finalmente la verità.

Il mio pensiero:
Fonte: http://papirolandia.wordpress.com/
Forse non è del tutto corretto parlare di "libro vero e proprio" per quest'opera di Apuleio. Breve novella o anche favola sui miti dell'antichità gli si addice di più. 
Dal momento che tutto ciò che riguarda la mitologia classica mi attira come fa il miele con un orso, si può dire che il mio giudizio sia un po’ di parte , però sono convinta che questa storia potrebbe piacere anche a chi non ha questa predilezione per l’antico. Dico così perché innanzitutto è un’opera veramente breve, che si legge giusto in un paio d’ore (se si esclude il testo latino a fronte presente nella mia edizione, non si avvicina neanche alle 100 pagine). Inoltre è molto scorrevole e per comprendere il senso e le dinamiche delle vicende non è assolutamente necessario conoscere ogni aspetto legato alle varie divinità dell’olimpo.
Oltre al fattore mitologia ad essermi piaciuta è stata anche la storia in sé e la grande fluidità con la quale è  raccontata. Non mancano i colpi di scena e nonostante la brevità del racconto gli eventi narrati sono davvero molti. Psiche, la protagonista, è una ragazza che ha ricevuto un grande dono dalla natura: una bellezza  così fuori dal comune che semplici parole non sono
sufficienti per descriverla. Presto però, tale dono si rivelerà più una sventura che una benedizione. Gente proveniente da ogni dove accorrono al suo cospetto per onorarla e riverirla come una vera dea e questo scatenerà la gelosia e l’ira della divinità della bellezza per eccellenza, Venere.
Da questo momento in poi, nella vita della ragazza, umano e divino si combineranno sempre più. Man mano che si procede nella lettura ci si troverà di fronte a diversi intrighi, tradimenti e prove da superare, il cui filo conduttore  è rappresentato da una bellissima e contrastata storia d’amore.
Fonte: http://silviaceccarelli.wordpress.com/
Psiche è un personaggio che racchiude dentro di sé sia pregi che difetti e a volte ho persino trovato difficile distinguere gli uni dagli altri. È una persona buona, schietta, e, ingenuamente, pensa che tutti, come lei, siano sempre sinceri e mossi dalle migliori intenzioni. Questa sua ingenuità la porta spesso a concedere la sua fiducia un po’ troppo facilmente, anche a chi non se la merita per niente. È disposta a tutto per le persone a lei care ma la sua determinazione viene continuamente messa a dura prova e per questo a volte si lascia travolgere dalla disperazione. Grazie ad un po’ d’aiuto però alla fine capisce che a tutto c’è una soluzione.
Che ne dite, qualcuno di voi ha letto questa storia? E per chi non l’ha ancora letta, sono riuscita ad incuriosirvi almeno un po’?








Ecco conclusa questa nuova puntata della rubrica di Valy, vi ha svelato il genere collegato al giovedì e spero vi farà piacere ogni tanto parlare di classici, visto che qui sul mio blog compaiono davvero poche volte.
Anche in questa rubrica finalmente abbiamo il banner che la presenta e spero vi piaccia anche quello.
Vi ricordo, che la settimana prossima la puntata si terrà il venerdì con una nuova recensione di Valy, vi aspettiamo.

16 commenti:

  1. L'ho letto anche io queso inverno tutta d'un fiato. mi è piaciuto moltissimo! Avevo anche scritto un post a riguardo che credo sia ancora nelle bozze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho letto tutto d'un fiato! Il tempo è praticamente volato durante la lettura :)

      Elimina
  2. Mi ha sempre affascinato questa storia, è sicuramente una delle mie preferite della mitolgia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che a me la mitologia greca piace un po' tutta XD comunque questa è anche una delle mie preferite :D

      Elimina
  3. Devo dire che leggo molti classici, ma di questo non avevo ancora sentito parlare!
    Però mi ispira, queste storie mi intrigano moltissimo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì in effetti ho deciso di iniziare questa categoria con un classico un po' insolito..Se lo leggerai spero che mi farai sapere come lo hai trovato =)

      Elimina
  4. Io l'ho letto molto tempo fa, ricordo che me l'aveva prestato un'amica che doveva leggerlo per le vacanze estive... a me invece era capitato Faust! :(
    Amore e Psiche è un libro molto bello e, a modo suo, intrigante. Ho una vera e propria ossessione per la mitologia, non so spiegare perchè mi affascina tanto! Datemi un libro con un incipit mitologico ed è probabile che io l'abbia letto! XD
    Per rendere l'idea... a scuola non potevo digerire la storia e gli unici argomenti che riuscivo a studiare senza problemi erano: gli egizi, i greci e i romani. Ah, anche la rivoluzione francese! Ma quella non c'entra nulla con l'argomento di oggi! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, dimenticavo... la scultura di Canova è stupenda!! Ho avuto modo di vederla al Louvre e sono rimasta senza fiato *-*

      Elimina
    2. Ah Anna, quanto ti capisco! Sicura di non studiare archeologia anche tu?
      Quell'opera del Canova è bellissima, riflette e trasmette perfettamente ciò che c'è tra i due protagonisti, meravigliosa! :)

      Elimina
  5. Per me il classico è un po' arabo..non me intendo per niente!
    Sei riuscita però ad incuriosirmi tantissimo!
    Quel velo di "magia" che soffia sulla mitologia mi ha comunque incantata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero contenta di averti incuriosita nonostante il tuo rapporto con i classici =D Comunque è una storia molto bella e capace di catturare l'attenzione di chi legge :)

      Elimina
    2. Queste storie d'amore antiche e travagliate hanno una forza che è difficile ritrovare ai giorni nostri.. e lo dico senza averne mai lette xD

      Elimina
  6. io non sono ancora riuscita a leggerlo anche se spero di farlo presto dato che una mia amica ha promesso di prestarmelo! :)
    anche io sono affascinata da tutto ciò che riguarda la mitologia, gli eroi e i misteri in generale e la tua recensione non ha fatto che incuriosirmi ancora di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che tu possa leggerlo al più presto, è proprio una bella storia :) Prova a stressare la tua amica finché non cede, scommetto che nel giro di una settimana ti farà avere il libro XD

      Elimina
  7. Valy arriverà presto a rispondere ai vostri commenti, è un po' presa dallo studio in questi giorni :(
    E ne approfitto per farle un grande in bocca al lupo.
    A parte questo vi ringrazio di nuovo per tutti i commenti, per me e Valy è entusiasmante e ci sprona a fare sempre meglio... Vero Valyyyy? *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccomi!!! Tardi ma arrivo =D Sì in effetti stasera sono un po' cotta ma ancora qualche giorno e poi potrò rilassarmi pure io :) Crepi il lupaccio!! ;D
      Concordo in pieno con te Ale! Sono felicissima per tutti i bellissimi commentini che avete lasciato a ogni post di questa nuova rubrica e vedere che questa iniziativa vi stia piacendo =)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥