domenica 28 luglio 2013

Valy Weekly Review: IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI di Vanessa Diffenbaugh

Buona DOMENICA a tutti! Come procedono le vostre vacanze? Io ho passato questa settimana tra sole, libri e relax. Quanto adoro l’estate, è decisamente la mia stagione preferita! Comunque oggi eccomi qua con un’altra puntata della rubrica “Valy Weekly Review”. Sono stata a lungo indecisa sul nome da attribuire a questa categoria ma alla fine ho optato per NARRATIVA CONTEMPORANEA e il primo libro che ho scelto per questo genere è Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh.


Editore: Garzanti Libri (collana Narratori moderni)
Prezzo cartaceo: 18,60 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Pagine: 359

Trama:
Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C'è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico in grado di estirparla è un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo lui può levare quel peso dal cuore di Victoria, come spine strappate a uno stelo. Solo lui può prendersi cura delle sue radici invisibili.

Rosa Bianca: un cuore che non conosce amore
Il mio pensiero:
“Il linguaggio segreto dei fiori” è un libro che riesce a suscitare in chi lo legge forti emozioni. Il punto di vista è uno solo, quello di Victoria, la protagonista, ma per buona parte del libro si alternano capitoli in cui la narrazione verte sulle vicende della sua vita presente a capitoli in cui viene narrata la sua  vita a 9 anni. Inizialmente, devo ammettere, mi sono sentita un po’ spaesata per questa scelta, per questo passaggio costante e veloce tra passato e presente. Con lo scorrere delle pagine però sono stata catturata sempre di più dalla storia e il fastidio iniziale  viene presto sostituito dal desiderio di conoscenza. La curiosità di scoprire cosa sarebbe successo alla Victoria diciottenne era tanta quanto quella per la sorte della Victoria bambina.

Ma chi è questa ragazza? È un’orfana di San Francisco che ha passato tutta la sua infanzia da una famiglia affidataria all’altra e ha trascorso l’intera adolescenza passando di comunità in comunità fino al giorno del suo diciottesimo compleanno, giorno in cui non sarebbe più stata sotto la tutela dei servizi sociali.
Il libro inizia proprio da qui, dal giorno in cui è diventata ufficialmente adulta secondo la legge. Pian piano i suoi ricordi di bambina acquistano un senso ben preciso per la comprensione dell’intera storia e ci permettono di capire a fondo chi è Victoria e le cause che l’hanno portata ad essere così come è oggi. Non ha avuto una vita facile e questo l’ha portata a chiudersi sempre più in se stessa. È una persona dal carattere molto difficile, o meglio, molto difficile da comprendere ed è lei stessa a non dare agli altri la possibilità di farlo.
Biancospino: la speranza
La sua paura di fallire, di non essere in grado di amare o semplicemente di provare affetto per qualcuno o di
ricambiare l’affetto che qualcuno può provare per lei, la fa desistere dal tentativo di provarci. Non ha fiducia in se stessa. È schiva, diffidente e solitaria. Preferisce la compagnia delle piante a quella delle persone. È solo tramite i fiori che riesce ad aprirsi, perché ognuno di essi ha un significato ben preciso, un vero e proprio linguaggio che risale all’epoca Vittoriana. In loro trova conforto e la possibilità di comunicare con il mondo esprimendo tutti quei sentimenti che non riesce ad esprimere a parole.
Purtroppo si tratta di un linguaggio la cui comprensione con il tempo è caduta sempre più nell’oblio quindi nessuno riesce a comprendere i messaggi che Victoria lascia. Sarà così fino al giorno in cui un ragazzo, di nome Grant, con grande sorpresa di Victoria, comunicherà con lei proprio tramite questo linguaggio e, armato di pazienza, determinazione e fiducia nel futuro, poco a poco cercherà di penetrare le difese della ragazza. Ho apprezzato moltissimo questo personaggio, il suo carattere e il suo modo di affrontare la vita. Non è una persona molto loquace ma tale mancanza viene compensata dalla sua capacità di mettere le persone a proprio agio grazie a semplici gesti.
È un libro meraviglioso, che parla di errori, scelte sbagliate e dell’importanza della fiducia. Fiducia negli altri ma soprattutto in se stessi e il messaggio principale che mi ha trasmesso è stato quello della speranza.


Che bella recensione, complimenti a Valy e al suo modo di far appassionare ai libri. Questo libro me lo ricordo bene perché quando uscì ne fui subito attirata, poi piano piano col passare del tempo e la mancanza di soldi è andato a finire nel dimenticatoio, ma adesso, dopo questa recensione credo proprio andrò nella mia wishlist e aggiungerò "Il linguaggio segreto dei fiori", mi incuriosisce molto e voglio conoscere Victoria e la sua storia.
Voi cari follower cosa ne pensate? Conoscevate il libro, lo avete letto? Fate sapere a me e Valy cosa ne pensate... e non dimenticate che il prossimo appuntamento sarà la settimana prossima, si chiude il cerchio e scoprirete l'ultimo genere, che appartiene al lunedì, dopo di che riprenderemo la rotazione ogni settimana.

11 commenti:

  1. Ciao :)
    Ho amato il libro e la storia di Victoria, e come per Valy anche a me ha trasmesso speranza e fiducia verso se stessi e gli altri.
    Davvero una storia bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che sia piaciuto anche a te, secondo me questo libro ha un bel significato :)

      Elimina
  2. Il libro sembra carino, ma forse non é proprio il mio genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un genere un po' particolare, che non a tutti può piacere però è molto scorrevole e si legge in pochi giorni :)

      Elimina
  3. Penso che questo sia uno dei miei generi preferiti.. un'amica tempo fa mi ha consigliato Il linguaggio segreto dei fiori dopo che le dissi quanto mi era piaciuto La luce sugli oceani. Non l'ho ancora preso ma è in WL.
    La tua recensione mi sta spingendo in libreriaaaa fatela smettereeeeeee >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD Michy io ormai ho perso il conto dei libri che ho in Wishlist, non fa ce che crescere a vista d'occhio XD
      Comunque se ti piace il genere allora te lo consiglio assolutamente! E pensa che in fondo al libro c'è anche un piccolo dizionario con il nome di alcuni fiori e il relativo significato (nella mia edizione c'è, non so se è così anche nelle ristampe di quest'anno ma non credo lo abbiano tolto..)

      Elimina
    2. Ehhh io sono rassegnata al fatto che ormai non entro nei negozi di scarpe/borse/vestiti..ma in libreria ihihihihih!!!
      Che carina l'idea del dizionario ^v^

      Elimina
  4. A me non è piaciuto molto, devo dire che mi aspettavo di più! Non dico che mi ha deluso però non è neppure il miglior libro che abbia letto! Secondo me è forse troppo scontata come storia! Però non male. Uno di quei libri che secondo me si leggono facilmente ma che non torneresti a rileggere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia :) Mi dispiace non ti sia piaciuto più di tanto :( Non sei la prima a cui sento dire che la storia è sembrata scontata. Nel mio caso non è successo, forse perché l'ho letto senza troppe aspettative iniziali o perché l'ho letto in brevissimo tempo, non so..

      Elimina
  5. ti consiglio proprio di leggere questo libro... a me è piaciuto molto!! :) poi ovviamente facci sapere cosa ne pensi :)

    RispondiElimina
  6. l'ho letto anch'io questo libro e devo dire che mi ha veramente colpito, ne ho appunto parlato nel mio primo post 'io leggo' ( http://palledinevedico.blogspot.it/2014/10/il-linguaggio-segreto-dei-fiori-io.html )
    Mi ha emozionato e lasciato il segno.. lo consiglio a tutti di leggerlo.. e complimenti per la bellissima recensione.. ciao ciao co.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥