giovedì 8 agosto 2013

Chi ben comincia... #41

Salve carissimi, oggi sembra che il caldo stia lasciando un po' di spazio anche a ventate fresche, io spererei anche in qualche goccia di pioggia, sia per il nostro orto che per gli animali e la natura, ci vorrebbe proprio, ma non voglio sperare troppo e per ora mi accontento di poter prendere una boccata di ossigeno.
Anche stamattina ho fatto un giretto in libreria con una cara amica ed ho sfruttato di nuovo lo sconto sui Bestsellers Mondadori comprando un libro.... e poi i miei occhi sono capitati per caso su un libro di cui non sapevo assolutamente che fosse uscito e che mi ha chiamato a gran voce fino a quando non l'ho preso in mano; è una bellissima sensazione abbracciare con dolcezza e gelosia un libro che ci intriga da morire fin dal primo istante, proprio come fosse amore a prima vista.
Le poche regole della rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti


L'incipit è proprio quello del libro di cui vi parlavo qui sopra. Infatti una volta arrivata a casa ho continuato a fissarlo prima di metterlo nella libreria, dopo aver pranzato sono tornata a prenderlo in mano e sfogliarlo, annusarlo ed osservarlo, così mi sono detta che questa ossessione andava condivisa e soprattutto assecondata ed ho scelto lui per l'incipit di oggi, la trama mi ha subito fatto impazzire e il nome dell'autrice ha attirato ancora di più la mia attenzione. Inoltre ho deciso di scegliere questo libro per dargli un po' di visibilità visto che è passato completamente inosservato, io stessa non avevo la più pallida idea che fosse già stato pubblicato.


La zona d'ombra
di
Brenna Yovanoff

Una volta mia madre disse a un'intera schiera di angeli che avrebbe preferito morire piuttosto che tornare da un uomo che non amava. Fu molto tempo fa, prima della carestia, della guerra o del motore a scoppio. Prima che mio padre cadesse in disgrazia e uccidesse un migliaio di messaggeri divini nel corso della sua discesa. All'epoca, mia madre era giovare e fiera. La sua vita era diversa.
***
Dio creò Adamo dal fango, con tanto di anima e cuore nel petto; questo fu il primo uomo. C'era un giardino pieno di animali in cui Adamo viveva da solo.
Quindi, poiché non era bene per l'uomo essere solo, Dio creò Lilith. Questo fu il primo sbaglio. Camminò verso Adamo attraverso un prato lussureggiante di fiori e lui se ne innamorò all'istante.
Lei non ricambiò il suo amore.
Lui non si accorse dell'oscurità che abitava dentro di lei. Era giovane e pensava che lei potesse cambiare. Mio padre dice che è esattamente quello che succede quando si è giovani, ma penso ancora che Adamo avrebbe dovuto saperlo. Avrebbe dovuto capirlo dal suo sguardo, intuire la verità dalle sue unghie seghettate. Avrebbe dovuto sapere che non si può cambiare una ragazza con i denti di ferro.

**********

Ed eccolo qui l'incipit, che viene dal prologo, di questo libro. Cosa ne pensate? Ooooh io sono già su di giri, mi ispira alla follia e credo proprio che se continuerò ad essere così ossessionata, metterò davanti a tutte le altre letture proprio questo libro. Per la cover purtroppo non ho trovato un'immagine più di qualità, ma vi assicuro che non è così sgranata ed è carinissima, soprattutto tutti quegli intarsi nel ferro mi fanno impazzire.
Visto che questa pubblicazione è passata in sordina, ho deciso di lasciarvi anche la trama e udite udite... E' AUTOCONCLUSIVO, almeno così sembra per ora. La Yovanoff è la seconda volta che ci da la possibilità di leggere un libro di questo genere che sia autoconclusivo, potrei iniziare ad adorarla follemente.
Aspetto i vostri commenti e aspetto di sapere cosa ne pensate, se vi incuriosisce, se ne avevate già sentito parlare, se lo metterete in WL o se correrete a comprarlo :)

27 commenti:

  1. Il sostituto mi ha delusa parecchio, però dai una seconda possibilità si da a tutti ;p messo in lista *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero ti ha deluso? Io sinceramente non l'ho ancora letto ma ce l'ho in libreria e mi intriga da morire. Da quello che ho letto in giro "Il sostituto" é un libro che si ama o si odia, senza vie di mezzo ed ovviamente io spero di essere nel primo gruppo.
      Ma questo nuovo libro mi ispira ancora di piú.

      Elimina
  2. Che cover meravigliosa *-* questo libro mi intriga moltissimo! Lo voglio assolutamente anch'io ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh sono contenta piaccia anche a te la cover... se hai notato non vanno piú molto di moda queste cover cosí cupe e particolari... inoltre hanno mantenuto quella originale cambiando solo il titolo *_*

      Elimina
  3. Sai che l'ho scoperto per caso anch'io questo libro? Non ne sapevo nulla della sua pubblicazione e poi mi è balzato all'occhio un aggiornamento di una ragazza che lo stava leggendo su Goodreads! Sono super-curiosissima anche perchè non ho letto nulla di questa autrice - nonostante voglia farlo da tanto tempo. >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io in rete non lo avevo mai visto, è stata una scoperta di libreria, oggi ho guardato e in giro solo un paio di blog ne hanno parlato.
      Pensa che oggi non si trovava neppure su ibs e inmondadori, solo su amazon.
      Speriamo la gente inizi a parlarne, cosí a pelle secondo me merita attenzione...

      Elimina
  4. L'incipit mi sembra tutto un programma...direi da procurarsi...io intanto sto continuando a costruire il mio piccolo blog...ancora un po' sguarnito, ma ci sto lavorando...se vuoi passare è www.lettereinliberta.blogspot.it
    E nel frattempo mi aggiungo ai tuoi follower perchè il tuo blog mi piace proprio tanto. Ciao, Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alessandra, hai ragione, mentre trascrivevo l'incipit avrei voluto continuare a leggerlo :)
      Ora sono di fretta ma domani passo sicuramente x dare un'occhiata al tuo blog in costruzione e grazie mille x esserti unita ai follower *_*

      Elimina
  5. Mmm, non mi ispira moltissimo! Credo aspetterò un paio di pareri! ;)

    Non contare troppo sulla pioggia! :S
    Da me ieri ha piovuto nonostante ci fosse un bellissimo sole!! Non ha rinfrescato per niente! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo Anna, sai che ero convinta ti sarebbe piaciuto?! Cosa non ti convince? Dimmi dimmi :)
      L'altro suo libro lo hai letto?
      Qui continua ad essere nuvoloso con un gran vento ma niente pioggia, ma almeno fuori si sta bene e non si soffoca.

      Elimina
    2. No, non l'ho ancora letto, ho visto che in un altro commento è stato nominato un altro suo libro ma non l'avevo ancora mai sentito nominare! Brenna Yovanoff è totalmente nuova per me! Ora vado a vedere la trama dei suoi romanzi! :P
      Non saprei dire cosa non mi convince, la trama su goodreads mi ispira già di più.. forse perchè è più dettagliata! Di certo in futuro lo leggerò! :)

      Elimina
    3. Incredibile, ti ho fatto scoprire completamente un'autrice nuova.. mi sento potente muahahahahaah *risata malefica*
      A parte gli scherzi, spero ti incuriosiscano i due libri di quest'autrice...
      Purtroppo la trama riportata sul sito è molto striminzita e decisamente diversa dalla stessa che compare sul libro.

      Elimina
  6. Ciao Ale! Devo ammettere che non conoscevo questo romanzo! Ti volevo annunciare con piacere che ho adottato anche io sul mio blog "Chi ben comincia" :)
    Un bacio Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Gio, credo che in tanti ci é sfuggita questa pubblicazione... nella libreria del mio paese ne avevano una sola copia e ho avuto un gran culo xD
      Aaaaaah che bello, mi fa troppo piacere che hai adottato la mia rubrica, appena ho tempo vengo a sbirciare il tuo incipit *_*

      Elimina
  7. Non ne avevo mai sentito parlare!
    Mi ispira molto e spero che tu lo legga e lo recensisca al più presto per sapere se vale la pena metterlo in WL o no :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, se questo libro continua ad attirarmi a sé in modo così potente, credo proprio lo leggerò la settimana prossima *_*

      Elimina
  8. Anche io ero rimasta delusa dal "Il sostituto", non sapevo dell'uscita di questo libro, metto in lista, poi vedrò!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary, anche tu delusa? La mia convinzione che questo libro si può solo amare o odiare è sempre più forte...
      Questo nuovo libro della Yovanoff ti ispira di più?

      Elimina
  9. mi piace mi piace mi piace un sacco! lo comprerò di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sono contenta Stella, spero avrai modo di leggerlo presto :)

      Elimina
  10. Ciao carissssssssima! Quant'è bello questo incipit????? Mi piace sì sì!!!!! Aspetto la tua recensione!!!

    Io ti lascio l'incipit di Scusate la polvere di Elvira Seminara: Quando mio marito Andrea mi si parò davanti in cucina, in piedi accanto alla lavastoviglie, con la polpa di fichi spalmata in testa e le unghie sporche di fango, capii che non mi sbagliavo, veniva dal cimitero. Mentre lo calavano sottoterra, e io piangevo stretta fraAlice e Mia, avevo visto infatti un grande fico che si spingeva sulla bara come ad abbracciarlo, o forse sorreggerlo durante l'ultimo viaggio. Ed era pieno di frutti. Ultimo no però, visto che quel giorno, martedì, me lo vidi davanti in cucina.




    Ciao ciao Ale ^m^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michyyyyyyyyyyyyyy, amor miooooooooooooooooo, eccoti *______*
      Il tuo incipit è particolare, aleggia quel senso di ironia e simpatia, ma sicuramente la situazione non è delle più semplici visto che si tratta di un funerale...
      Mmmm, hai già iniziato a leggerlo?

      Elimina
    2. L'ho già finito!!
      Eheh l'incipit un pò confonde..non ci sono ne fantasmi ne risvolti macabri!! È carino,divertente con una puntina piccola di malinconia.

      Elimina
  11. Ciao Aleeeeeeee!!!! Ti scrivo dalle vacanze...non ho potuto fare a meno di dare una sbirciata al tuo blog dopo aver scritto un post vacanziero sul mio!
    Ma che bell'incipit!!!! Ispira tantissimo!!!!

    Io sto leggendo "La verità sul caso Harry Quebert", mi sta piacendo tantissimo e te ne lascio l'incipit volentieri visto che da quando l'ho sbirciato non sono più riuscita a fermarmi! :)

    Il giorno della scomparsa (Sabato 30 agosto 1975)
    "Centrale di polizia, qual è il suo problema?"
    "Mi chiamo Deborah Cooper, abito in Side Creek Lane. Credo di avere appena visto una ragazza inseguita da un uomo nella foresta."
    "Cosa è successo esattamente?"
    "Non lo so! Ero affacciata alla finestra, stavo guardando verso la foresta, e a un certo punto ho visto questa ragazza correre in mezzo agli alberi. Dietro di lei c'era un uomo...Credo che stesse cercando di sfuggirgli."
    "Dove si trovano in questo momento?"
    "Non...Non riesco più a vederli. Sono dentro la foresta."
    "Mando subito una pattugli, signora."
    Fu quella telefonata a dare inizio alla vicenda che turbò la cittadina di Aurora, nel New Hampshire. Quel giorno, Nola Kellergan, una ragazza del posto di quindici anni, scomparve. Non venne più ritrovata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniiiiiii, finalmente anche tuuuuuuu *___*
      Fra te e Michy non so chi mi mancava di più :*

      Ho letto il tuo bellissimo post vacanziero e l'ho commentato e provo molta invidia per la tua vacanza *_*
      Come ti ho già scritto sul tuo blog "La verità sul caso Harry Quebert" mi ispira sempre di più, infatti dopo lo vado a mettere in wishlist *_*

      Elimina
    2. :))))))))))))))))))))))
      Anche voi mi mancavate troppoooooooo!!!!!

      Elimina
  12. Bello sembra proprio intrigante *__*
    La mia voglia di leggerlo è aumentata!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥