giovedì 29 agosto 2013

Chi ben comincia #44

Buongiorno carissimi, come state? Io sono in fase sclero completo per questa sera quando andrò al cinema a vedere Città di Ossa, ma allo stesso tempo sono preoccupata per la mia giornata di lavoro di oggi, so già che mi dovrò spaccare le ossa, perché ci sarà un sacco di gente e perché dovrò fare un sacco di pulizie, ma spero di tenere duro per potermi godere la serata al cinema.
Prima di iniziare con l'incipit di oggi, voglio accogliere un nuovo blog nella grande famiglia adottiva di "Chi ben comincia...", Lexie nel suo blog 100% Booklover ha pubblicato la prima puntata della rubrica qualche giorno fa, fate un salto sul suo blog e date un'occhiata all'incipit che ha scelto per iniziare.... Lexie benvenuta nella famiglia di Chi ben comicia e grazie per aver adottato la mia rubrica
Le poche regole della rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti


La scelta per l'incipit è stata semplice, in onore della sua uscita in tutte le librerie proprio oggi, ho deciso di lasciarvi le prime righe di un libro che ha attirato la mia attenzione da subito e che proprio stasera inizierò a leggere.
Un libro d'esordio che intriga molto e che promette molto bene, le mie aspettative sono molto alte e di conseguenza spero di non rimanere delusa....
Come capita spesso, anche oggi leggerò insieme a voi l'incipit per la prima volta, così potremo commentarlo insieme.


Il cuore selvatico del ginepro
di
Vanessa Roggeri

Prologo

La casa era grande e con i tetti sfondati. Nel cortile le erbacce erano alte e fitte e impedivano il passaggio. Io, mio fratello maggiore e mia sorella minore ci guardammo sconsolati, immobili  nella nicchia d'ingresso sotto il grande portone. Prima di partire non avevamo concordato che cosa ne avremmo fatto della casa natia di nostra madre. Eravamo curiosi di vedere il luogo dove lei era nata e cresciuta, di scoprire quanto ci rimaneva di lei dopo la sua morte. Ma ora che ci appariva in tutto il suo triste disfacimento, d'un tratto ci sentimmo vuoti, smarriti, come se il viaggio avesse perso di significato.
Mi avventurai nell'intrico di erbacce fino all'entrata, senza avere l'ardire di sfidare quelle oscure profondità. Regnava la pace dell'abbandono, un silenzio così completo che solo il battere del mio cuore mi risuonava nelle orecchie. Provai a immaginare mia madre bambina mentre giocava nella sua casa che un tempo doveva essere stata ricca e ben tenuta. Fu in quel momento che presero forma e consistenza le spoglie di vecchi racconti che avevano fatto da cornice alla mia infanzia. Quando eravamo bambini mia madre amava raccontarci delle storie. Attraverso i suoi occhi vedevo tutto un mondo e la sua voce era un tale incanto che imbrigliava in una rete sottile di sogni. Soltanto da adulta, dissolta la bruma della fanciullezza, ho compreso che non solo di fantasia si trattava, che cose infinitamente più amare e reali si annidavano in quelle storie. Cose importanti, cose che riguardavano la vita di mia madre. Cose che soltanto adesso incominciavano a prendere pienamente senso.

**********

Mi rendo conto di essermi dilungata un po' troppo, in effetti ho scritto quasi tutta la prima pagina, anche se inizialmente l'intento non era questo, ma ormai sapete quasi quanto me, quanto sia difficile fermarsi quando si inizia a leggere l'incipit di un libro.
Sono molto colpita da queste prime righe, la narrazione è molto fluida e mi ha incantato fin da subito, ora la curiosità è ancora di più, perché voglio scoprire quali realtà e amarezze si nascondono nei racconti fatti dalla madre alla figlia. E poi mi ha colpito moltissimo il lessico, mi sembra molto ricco... Insomma sono sempre più attirata da questo romanzo e non vedo l'ora di potermi infilare sotto le lenzuola questa sera e leggerlo.
Voi cosa ne pensate? So che in molti siete rimasti colpiti da questo libro e ne siete attirati, mi piacerebbe sapere se il vostro pensiero è rimasto immutato dopo aver letto questo incipit.

21 commenti:

  1. Bellissimo. L'ho letto e terminato qualche giorno fa e l'ho adorato :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mik, non sono riuscita a passare a leggere la tua recensione, anche se spero di rimediare... ma posso affermare che anche a me è piaciuto molto questo romanzo *_*

      Elimina
  2. Bellissimo! *_________*
    Sono appena stata in libreria per dare un'occhiata alle nuove uscite. L'ho visto lì sullo scaffale e non ho resistito, l'ho preso! E sarà il prossimo libro che leggerò sulal spiaggia perché mi tenta davvero tentissimo e sono troppo curiosa, devo leggerlO! *_______*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frannie, essendo ormai passata una settimana immagino che questo romanzo tu abbia già finito di leggerlo, sono proprio curiosa di sapere cosa ti trasmetterà e se ti piacerà. :)

      Elimina
  3. Ho già adocchiato questo libro da un po' di giorni! L'incipit mi piace e i commenti precedenti mi invogliano a leggerlo! Magari sarà la mia prossima lettura! :D

    Anche io vado al cinema oggi! Mi ha convinta Bliss, altrimenti avrei aspettato di essere tornata dal mare! Ma visto che non sono ancora partita, è bene aprofittarne! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, lo hai poi acquistato il libro?

      Perché volevi aspettare di tornare dal mare per andare a vedere Città di Ossa? Ti è piaciuto poi???

      Elimina
  4. Dall'incipit che hai pubblicato sembra molto interessante, magari ci farò un pensierino per i prossimi acquisti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicole, è uno stile particolare e una storia ancora più particolare, ma è davvero molto bello... ora che l'ho finito, lo consiglio assolutamente :)

      Elimina
  5. Mi piaceeeeeeee!!!!
    Per quanto riguarda il libro lo voglio da quando ho letto la recensione di Mik...ha un potere inquietante su di me!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, allora lo hai comprato???
      Cosa ha un potere inquietante su di te, il libro o le recensioni di Mik? xD

      Elimina
  6. Mi piace il titolo e le prime righe scatenano la mia curiosità.. non ne avevo ancora sentito parlare, ma quando si tratta di rapporto madre/figli raramente desisto!!! La mamma è la mamma!!!!

    Voglio lasciarti anch'io qualche riga.. di Ho sposato un deficiente, libro che mi ha fatto scompisciare ahahah "Innanzitutto.. il titolo puó sembrare forte, voglio quindi subito chiarire: deficiente è participio presente del verbo latino deficere; deficiente nel senso di colui che defice: lacunoso, mancante; mancante di tutto ciò che è indispensabile per essere una donna. Naturalmente una cosa in più ce l'ha, ma giusto quella: la pancia!"
    Devo dire che l'incipit non rende giustizia allo spasso che si trova nelle pagine successive!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, dal tuo commento immagino che avrai messo in WL questo libro, ma ti assicuro che se mai lo leggerai, i legami famigliari e il rapporto madre e figlia ti riserveranno delle sorprese xD

      Che incipit simpatico, veramente da scompisciarsi dalle risate, ci vogliono libri così leggeri e simpatici ogni tanto *_*

      Elimina
    2. Mi ero dimenticata di metterlo in WL ahaha ora lo faccio!!!

      Si si io addòro i libri femministi..con ironia O.O ihihi!!!

      Elimina
    3. Michy, una gravissima dimenticanza, la prossima volta non ti perdonerò u.u

      Elimina
  7. Da sempre usiamo l'incipit come una sorta di cartina di tornasole per decidere se leggere o meno un libro.
    Inizio a sospettare... che molti autori e case editrici impegnino la maggior parte delle risorse nel cercare l'incipit "giusto",lasciando poi che il resto del libro scorra su ben altri binari.
    Non pare anche a voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, personalmente incipit, trama e cover sono le cose che mi colpiscono e mi attirano... Magari prendo un libro in mano e la trama non mi convince, ma provo a leggere le prime righe e cambio idea...
      Forse alcuni libri contengono tutto il loro potenziale nell'incipit e poi si arenano, ma credo anche che, molti libri abbiano un incipit favoloso che poi prosegue in modo ancora più meraviglioso :)

      Elimina
  8. Mi piace molto questa rubrica, leggendo queste poche righe mi è già venuta voglia di comprare il libro, di sapere un po' di più di questa famiglia, delle storie della loro mamma. Bell'idea ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, spero proprio avrai modo di comprare il libro e spero ti piacerà viaggiare nella terra della Sardegna e in questi legami famigliari così particolari :)

      Elimina
  9. Molto bella questa rubrica! la farò anch'io ^__^
    Il libro mi ha incuriosita molto, mi piace l'atmosfera che la scrittrice ha saputo creare in poche righe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Muriomu, mi fa piacere che ti piaccia e spero mi lascerai il link quando deciderai di postarla sul tuo blog, ti chiedo solo di citare il mio blog perché la rubrica è di mia "invenzione" :)
      Il libro l'ho finito un po' di giorni fa, e merita davvero molto. La storia è particolare, ma coinvolge moltissimo :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥