venerdì 16 agosto 2013

Recensione: "La bambina dai capelli di luce e vento" di Laura Bonalumi

Ciao lettori, come ve la passate? Spero che il vostro ferragosto sia andato bene come vi eravate aspettati e che abbiate passato una splendida giornata.
Sto iniziando a programmare qualche post per la settimana che sarò in ferie, ma non credo che avrete tutti i post che ero riuscita a fare a luglio (quando avevo fatto l'altra settimana di ferie), alcune rubriche salteranno, ma sicuramente vi lascerò una recensione....

E a proposito di recensione, veniamo al libro protagonista di oggi :)
Vi parlerò di "La bambina dai capelli di luce e vento" di Laura Bonalumi, pubblicato da Fanucci, il 10 gennaio 2013, al prezzo di 13 euro, per 243 pagine.

Trama:
Viola ha undici anni. Undici fotografie di fiocchi di neve, undici pesci rossi, undici coperte di pile, undici palle di vetro con la neve, undici cappelli e ventidue guanti. Vive con la sua famiglia "a metà" in una grande città dove nevica spesso. Ha una sorella sedicenne, e i genitori appena separati. Non ha tanti amici Viola, a scuola si sente inadeguata, a casa trascurata. 
Viola però ha una passione decisamente originale: la neve. Legge libri sulla neve, conosce più di 100 modi in lingua eschimese per dire neve, poesie, enciclopedie, e non si separa mai dalla sua lente d'ingrandimento perché il fiocco perfetto potrebbe cadere da un momento all'altro! Pochi giorni prima di Natale, Viola trova sull'autobus un fermaglio per capelli a forma di fiocco di neve, lo prende, lo porta con sé e lo studia... ma a un certo punto si rende conto che solo lei può vederlo. Perché a tutti gli altri è invisibile? Quale mistero avvolge quel piccolo fermaglio? La risposta arriverà con la comparsa di Emily, la ragazzina dai capelli di luce e vento, che appare, svanisce e riappare lasciando dietro di sé una polvere dorata. Viola dovrà aiutarla a svegliarsi e a tornare a vivere. Ma come ci riuscirà se nessuno le crede?
 
Il mio pensiero:
Quando mi era capitato davanti agli occhi questo libro per la prima volta, diversi mesi fa, ne ero rimasta completamente rapita. La copertina è meravigliosa e la trama lasciava intendere che fosse un libro estremamente interessante.

La bambina dai capelli di luce e vento racconta la storia di Viola, una bambina con la grandissima passione
per la neve: il suo soffitto è pieno di fiocchi di neve, possiede tantissime palle con dentro la neve, quando nevica lei esce sul terrazzo e guarda i fiocchi di neve con la lente di ingrandimento e potrei continuare a citare tutte queste sue "stranezze". Ma Viola è anche una bambina che vive nel suo mondo, parla pochissimo, non ha praticamente amici, vive una situazione in casa difficile e la madre non è mai presente... insomma, il suo unico svago e sollievo è sempre la neve. Fino a quando non troverà un fermaglio per capelli che la abbaglierà, da quel momento in poi la sua vita decisamente calma e noiosa cambierà radicalmente, perché conoscerà Emily una ragazzina che andrà a trovarla in camera sua sempre più spesso, una ragazzina che le insegnerà a non aver paura delle parole e dei sentimenti.

Ovviamente non vi svelo niente di più, altrimenti vi direi tutto e sapete che non mi piace.
Questo è un libro per ragazzi, oserei quasi dire per bambini, a mio parere si potrebbe benissimo leggere intorno ai 10 anni, ma è così magico che può benissimo incantare anche un adulto.
Io ho letto questo libro in luglio e probabilmente ho sbagliato, perché un po' della sua magia è andata persa, ma è un libro perfetto per l'inverno, da leggere mentre fuori nevica, magari proprio la notte di Natale dopo che si è festeggiato con la propria famiglia...
Laura Bonalumi ci racconta una storia toccante e reale, perché nonostante ci sia una parte quasi "paranormale", leggere i pensieri e conoscere la vita di Viola è realtà, perché i suoi pensieri sono quelli di tanti bambini della sua età e la sua situazione famigliare è ormai sempre più comune nel mondo intero. E così è come se ci trovassimo di fronte due storie differenti che viaggiano però su strade vicine, la realtà dei pensieri di Viola e il "sogno" di Emily.

E' un libro che ci fa capire quanto possa essere difficile per un bambino esprimere le sue emozioni, quanto sia difficile riuscire a farsi capire quando si ha paura delle reazioni di chi sta loro di fronte, e poi ci insegna a cambiare, a migliorare, a crescere... perché in questa "breve" storia Viola cresce moltissimo, senza quasi accorgersene, riuscirà a capire meglio la sorella e a tollerarla di più, riuscirà a comprendere le scelte dei suoi genitori e riuscirà anche a farsi amici che le vogliono davvero bene e che sono realmente interessati a lei, e tutto questo succede con una costante: la neve.
Molte persone hanno un rifugio immaginario, in cui si rintanano quando il mondo intorno a loro va per il verso sbagliato, quando si sentono incompresi e abbandonati, noi abbiamo i libri, Viola ha la neve, e c'è chi avrà miliardi di altri modi per trovare un pizzico di felicità.
Laura Bonalumi è riuscita a costruire una storia commovente e profonda, semplice ma non banale, una storia magica e reale, una storia che può far appassionare bambini e adulti. Magari leggendo questo libro insieme a vostro figlio o vostro nipote sotto una bella coperta calda in una fredda serata invernale, voi forse riuscirete a comprenderlo meglio e lui certamente vivrà una bellissima avventura grazie a questa storia.

Ho apprezzato moltissimo le ultime pagine del libro in cui vengono tradotte tutte le parole in lingua inuit che compaiono nella storia, e in cui vengono date le dritte per fare piccoli esperimenti con la neve, è stata una trovata geniale secondo me, che farà apprezzare il libro ancora di più ai piccolini :)
Vi starete chiedendo il motivo per cui non ho dato un voto più alto al libro, purtroppo mi rendo conto che davvero l'ho letto nel periodo sbagliato e che in questo modo ha perso la sua magia (non tutta ovviamente), inoltre io non sono una grandissima appassionata della neve (se la guardo dalla finestra mi piace, altrimenti un pochino meno) e così non ho sentito tutto questa attaccamento verso la passione di Viola, diciamo che ogni tanto mi sono leggermente annoiata perché capitava che la storia si soffermasse troppo su alcuni dettagli nevosi che a me non interessavano.
Rimane comunque il fatto che questo è un libro che consiglio assolutamente, ma non fate come me, leggetelo in inverno. Se avete voglia di una storia semplice e scorrevole, se volete un equilibrio fra realtà e magia, e se amate la neve allora questo libro è perfetto per voi. 

Ovviamente per la parte "grafica" del libro non possiamo fare nessun confronto, ma volevo comunque parlare con voi della cover. A me piace da impazzire, lo sfondo blu con i vari fiocchi di neve, la sagoma della bambina che sembra proprio fatta di luce e i capelli leggermente mossi dal vento... insomma, se dovessi vedere questo romanzo in libreria, sarebbe uno dei primi ad attirare la mia attenzione e credo proprio attirerebbe sguardi interessati anche da parte di mia figlia.
Le altre due immagini che vedete le ho scelte io per accompagnare la recensione ed ovviamente le ho trovate navigando in rete :)

Il mio voto per questo libro:


Anche per oggi ho finito di chiacchierare di libri, anche se fosse per me, farei un post ogni ora sul blog per poter chiacchierare con voi... so bene che ultimamente sono lentissima nelle risposte ai vostri commenti, ma sapete quanto sono incasinata in questo periodo; stesso discorso vale per le mie visite agli altri blog che seguo, passo e leggo, ma non riesco mai a soffermarmi a lungo e così non commento...
Mi dispiace da morire e spero che a settembre le cose torneranno un po' più nella norma :)
Aspetto i vostri commenti sul libro di cui vi ho parlato oggi, vorrei sapere se lo avete letto e lo conoscete, oppure se ne sentite parlare per la prima volta, ed ovviamente se vi ispira :)

10 commenti:

  1. Anche io l'ho trovato carino, molto scorrevole ^^

    RispondiElimina
  2. Sono felice che sia piaciuto anche a te :D

    RispondiElimina
  3. Anche a me è piaciuto... una storia molto carina e delicata, in tutti i sensi!

    RispondiElimina
  4. io non ho avuto occasione di leggerlo..però mi attira parecchio.

    RispondiElimina
  5. Io adoro davvero tantissimo la neve e questo da quello che capisco, sembra proprio uno di quei libri da leggere una mattinata di inverno, quando fuori è freddo e nevica e si sta al calduccio in casa... quindi questo inverno ci farò di sicuro un pensierino *___*
    E se me lo dimentico, ricordamelo v.v

    RispondiElimina
  6. Ciao Ale!!
    Io amo la neve, quando la vedo vado letteralmente fuori di testa! Mi metto a saltare per la felicità, a corere nella tormenta, scattare foto in continuazione... una specie di estasi! Non posso non leggere questo libro!
    Questo inverno lo comprerò sicuramente e nel frattempo, per non dimenticarmene, lo metto in wishlist! :)

    RispondiElimina
  7. anche io vado pazza per la neve, è magica ed elegante e la guarderei per ore. Credo proprio che leggerò il libro :3

    RispondiElimina
  8. Non ho ancora letto questo libro ma sono convinta che mi trasmetterà molta tenerezza quindi lo leggerò! :)

    RispondiElimina
  9. Ma ma... Ho scovato il regalo di natale perfetto allora!!!! Già mi attirava come una calamita....dopo questa recensione non può fare altro che finire in wl!!!

    RispondiElimina
  10. Finito di leggere ieri notte ^_^ è un libro delicato ed intenso, scritto con passione ed estrema dolcezza.Consiglio di leggerlo perché è ricco di temi interessanti legati alla complessa natura delle sensazioni, delle emozioni, delle percezioni.Ed è adatto sia a grandi che a piccini :)

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥