venerdì 30 agosto 2013

Recensione: "Shadowhunters - Le origini. La principessa" di Cassandra Clare

Buon pomeriggio a tutti, spero che il vostro weekend stia iniziando alla grande, il mio sarà all'insegna del lavoro, anche se domenica (se il tempo sarà buono) stiamo progettando una grigliatina a pranzo, abbiamo il barbecue "nuovo" e vogliamo vedere come va xD
Oggi vi pubblico la recensione di un libro che ho finito di leggere da un bel po' di tempo, con le varie recensioni che ho in arretrato ve ne parlo solo ora, vi dico subito che è una recensione scritta di petto, completamente personale, non sarà per niente obiettiva. E' stato difficilissimo scrivere questa recensione e non sono molto contenta di quello che sono riuscita a tirare fuori dal mio cuore, ma spero capirete i motivi man mano che leggerete i miei pensieri.

Protagonista di oggi "La Principessa", capitolo conclusivo della trilogia "Shadowhunters, Le origini" di Cassandra Clare. Dai fan della serie, meglio conosciuta come "The Infernal Devices". Il libro è stato pubblicato da Mondadori nella collana Chrysalide il 23 luglio 2013, al prezzo di 17 euro, per 564 pagine.

Trama:
Una rete d'ombra si stringe sempre di più intorno agli Shadowhunters dell'Istituto di Londra. Mortmain progetta di usare un esercito di automi spietati per distruggere una volta per tutte i Cacciatori. Gli manca un solo elemento per completare l'opera: Tessa Gray. Intanto, Charlotte Branwell, capo dell'Istituto, cerca disperatamente di trovarlo per impedirgli di scatenare l'attacco. E quando Mortmain rapisce Tessa, Will e Jem, i ragazzi che ambiscono alla conquista del suo cuore, fanno di tutto per salvarla. Perché anche se Tessa e Jem sono fidanzati ufficialmente, Will è ancora innamorato di lei, ora più che mai. Tuttavia, mentre chi le vuole bene unisce le forze per strapparla alla perfidia di Mortmain, Tessa si rende conto che l'unica persona in grado di salvarla dal male è lei stessa. Ma come può una sola ragazza, per quanto capace di comandare il potere degli angeli, affrontare un intero esercito? Pericoli e tradimenti, segreti e magia, oltre ai fili sempre più ingarbugliati dell'amore e dell'abbandono si legano e si confondono mentre gli Shadowhunters vengono spinti sull'orlo del precipizio, in un finale che lascia con il fiato mozzo.

Il mio pensiero:
Sono già passati un po' di giorni dopo la lettura di questo libro, e vi giuro che ho provato e riprovato a pensare alle parole da usare nella mia recensione... e tuttora sono in balìa del caos del mio cervello. Il mio cuore ha ben chiaro cosa provo pensando a questo libro, il problema è tramutare queste sensazioni in parole che non siano un groviglio sconclusionato di emozioni.
Sicuramente non sarà una recensione come tutte le altre, non credo mi metterò ad analizzare la struttura e la narrazione, cercherò semplicemente di seguire il mio cuore provando a scrivere cose sensate.

Ormai sapete tutti l'amore che provo per questa trilogia, dopo aver letto il capitolo conclusivo sono certa chela storia raccontata è così ricca di intrecci, così profonda e caratterizzata che mi è impossibile rimanere indifferente di fronte ad ogni singola parola scritta.
sia una delle mie serie preferite in assoluto, perché
Sento i protagonisti, Will Tessa e Jem, come fossero miei cari amici, le loro emozioni mi entrano dentro per non lasciarmi più, le loro sensazioni scorrono nelle mie vene, proprio come se fossi nella storia insieme a loro, e non mi vergogno a dire che più di una volta il mio desiderio di vivere in questo libro, sia stato così forte da spiazzarmi.
E' complicato spiegare cosa mi ha lasciato questo libro: è perfetto, forse alcuni di voi avranno da ridire usando la tipica frase "niente è perfetto", ma per me lo è. E' plasmato intorno alla mia mente e al mio cuore e quando mi sono resa conto di questo mi sono emozionata così tanto che mi sono venute le lacrime agli occhi, perché sarei voluta uscire in strada e urlare al mondo "grazie Cassandra Clare".
Quando ho preso in mano "La Principessa" per iniziare a leggerlo, dentro di me avveniva una guerra: desiderio e voglia di conoscere la storia, paura e ansia per la sua fine; non volevo arrivare alla fine, avrei voluto continuare a leggere per mesi e mesi, perché quando una serie mi piace così tanto, è difficile "lasciarla andare", so benissimo che ho la possibilità di rileggere i libri ogni volta che voglio, ma non sarà mai la stessa cosa, la prima lettura, tutte le emozioni che ti dona e lo sconvolgimento nel cuore non saranno mai più li stessi e di questo sono dispiaciuta; ma allo stesso tempo sono felice di aver avuto la possibilità di leggere un libro così bello, sono contenta che la Clare abbia avuto la capacità di raccontare una storia così bella e appassionante, fa venire voglia di vivere ogni giorno al meglio.

All'inizio della lettura, ogni volta che chiudevo il libro (ed è successo troppe volte purtroppo, avrei voluto leggerlo senza mai fermarmi una volta) il mio cervello vagava alla ricerca di spiegazioni, e di possibili conclusioni... e devo ammettere che la Clare mi ha sorpreso di nuovo, perché ogni evento che accade in questo libro mi ha lasciato con la bocca aperta; tutto quello che mi ero immaginata è stato spazzato via rendendo il libro una magnifica rivelazione ad ogni pagina che sfogliavo; il mio cuore batteva forte ad ogni frase ed in certi momenti dovevo fermarmi a riprendere fiato perché ero così presa che non mi rendevo conto di tutto quello che succedeva intorno a me. Ero dentro alla storia, completamente.
Devo starvi a dire che lo stile della Clare è impeccabile? Sa essere delicata e dolce quando la situazione lo richiede, ma sa essere anche incalzante e ansiosa, oppure accattivante e passionale, o ancora dolorosamente reale e profonda. Beh, non c'era bisogno vi dicessi tutto questo, ma l'ho scritto lo stesso, perché ritengo che ogni cosa che passi nella mente della Clare sia una base perfetta per qualsiasi storia, ha un'immaginazione così fervida che riesce a rendere le sue storie (ricche di elementi urbanfantasy e paranormali) reali e quasi palpabili in ogni istante. Non ha limiti e con "La Principessa" fa comprendere ad ogni persona che lei è una grande scrittrice in grado di creare storie ricche di suspanse, piene di personaggi particolari e mai banali, con ambientazioni così particolareggiate da diventare immagini vivide di fronte agli occhi del lettore.
E' capace di rendere i suoi personaggi, le loro scelte, il loro passato e la loro vita, così reali e profondi che il lettore riesce a vivere quasi sulla propria pelle la storia di ognuno di loro, emozionandosi fino alle lacrime, ridendo a crepapelle per certe situazioni, con il cuore in gola e il magone per la perdita di un personaggio... sono tutte emozioni così potenti che spiazzano chi legge questa storia e che alla fine si annodano tutte insieme lasciando il lettore svuotato e poi pieno fino all'orlo; ho finito di leggere questo libro che avevo il fiatone, proprio perché l'ho vissuto così intensamente che il mio cuore batteva all'impazzata e le lacrime sono uscite così facilmente che nemmeno me ne sono accorta, fino a quando una lacrima non ha bagnato l'ultima pagina del libro.

Non so come altro spiegare quello che ho provato leggendo questo libro, ho la testa che scoppia e il cuore
che vorrebbe uscire dal petto per gridare a tutti voi quello che provo, purtroppo però non riesco a fare meglio di così.
Spero solo che tutti voi avrete la possibilità di leggere questo libro (ed ovviamente l'intera serie), perché solo leggendolo potrete capire cosa sto provando e cosa continuo a provare quando penso a questa storia.

Per quanto riguarda la cover, in quasi tutte le traduzioni è stata mantenuta la cover originale, così ho deciso di mettere quella e poi aggiungere qualche immagine trovata in internet. Inutile dire che la cover originale è spettacolare (lo sono tutte quelle dei libri della Clare), completamente diversa da quella italiana, è ricca di dettagli, infatti guardandola sembra di essere già dentro alla storia. La linea tenuta dalla casa editrice italiana per questa serie non mi piace moltissimo, non amo molto quei "graffi" di colori diversi che compaiono in ogni cover della trilogia, ma per questo ultimo libro mi piace molto lo sfondo che hanno messo ed anche la semplicità e freschezza del viso della ragazza, con quegli occhi che sono in grado di raccontare tante cose, proprio come la nostra Tessa. Voi che ne pensate?

Il mio voto per questo libro:
Dovrei aggiungere altri 10 gufi almeno, ma non lo faccio... Voi però fate finta che sono qui sopra tutti in fila.


Come vi avevo annunciato questa recensione è un caos completo di emozioni, credo si capisca perfettamente che ho cercato di spiegarvi alcune delle mie sensazioni, ma non credo di esserci riuscita molto bene.
In tantissimi hanno già pubblicato la propria recensione di questo libro, io arrivo in ritardo, ma spero di ricevere comunque  i vostri commenti e di capire cosa pensate di questa storia e della mia recensione.
Quando ripenso a "La Principessa" e all'intera serie mi vengono ancora gli occhi lucidi, dunque ora vi lascio e vado ad emozionarmi in privato :)

25 commenti:

  1. Ciao Ale!!! Non ho letto questa recensione perché devo ancora leggere Shadowhunters Città di ossa e non voglio rischiare di spoilerarmi qualcosa! Ma appena l'avrò letto tornerò qui per leggerla! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, Città di Ossa "non c'entra niente" con questa trilogia. Città di Ossa è il primo libro della serie "The Mortal Instruments", mentre "La Principessa" è il terzo libro della trilogia "The Infernal Devices" una sorta di prequel dell'altra serie.
      Dunque prima di leggere questa recensione forse dovresti leggere "Shadowhunters Le Origini L'angelo" e il secondo "Il Principe" :)

      Elimina
  2. domani anch'io potrò dedicarmi alla lettura della Principessa, non vedo l'ora di farmi traumatizzare dalla Clare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara ooooooh che meraviglia, spero il libro ti piacerà, come ho detto, per me ormai la Clare è diventata una garanzia....
      La ritengo un piccolo genio in grado di creare storie originale e meravigliose, sempre e comunque *_*

      Elimina
  3. Purtroppo a me il libro non è piaciuto per niente. Non per come è scritto, la Clare è brava e si sa, ma per le scelte a cui ha destinato i suoi personaggi (mi riferisco ai tre principali e non alle storie secondarie che sono bellissime) .. anzi per la verità dovrei dire alle NON SCELTE visto che Tessa si trova tutto servito su un piatto d'argento! Non avevo parole mentre leggevo, specialmente per il finale -.- Purtroppo questa volta non siamo sulla stessa linea d'onda :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. dimenticavo XD la tua recensione è impeccabile come sempre XDXD Almeno a te è piaciuto, io se non lo avessi dentro al Kindle lo brucerei XD

      Elimina
    2. °___° davvero non ti è piaciuto per niente????
      Beh, io non credo che Tessa si ritrovi tutto servito, lotta e soffre moltissimo, di certo non ha vita facile e la strada che percorre non è in discesa.... La scelta compiuta dalla Clare per il "trio delle meraviglie" può essere non apprezzata, è vero, ma a me è piaciuto moltissimo come finale e come percorso compiuto da tutti e tre...

      Elimina
    3. Salvo solo le storie secondarie! E x quanto riguarda la "sofferenza" di Tessa mi sa che abbiamo letto due libri diversi XD Vabbe io non la sopporto dall'inizio!! Penso che se non ci fosse stato quel finale "Tutto è bene quel che finisce bene" forse lo avrei apprezzato di più...

      Elimina
    4. A me sono piaciute moltissimo anche quelle :)
      In effetti tu hai sempre avuto un rapporto di odio con Tessa e rimani fedele a queste sensazioni, ma spero che se deciderai di rileggere questa trilogia in futuro, potrai vivere il tutto in modo diverso. :)

      Elimina
  4. Anche io l'ho appena recensito :D
    C'è poco da dire: Cassie ci tiene in pugno! Mi mancheranno Jem, Will e Tessa... mi mancheranno un sacco.
    Molto belle le immagini che hai messo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, ormai Cassie è riuscita a farci schiavi della sua fantasia e delle sue storie, ma amo essere schiava di questa donna *_*
      Will, Tessa e Jem mancheranno moltissimo anche a me, infatti è stato un po' un colpo arrivare alla fine e capire che non avrei letto più nuovi libri su questi personaggi, ma sono contenta di possedere tutti e tre i volumi e poterli rileggere ogni volta che ne ho voglia *_*

      Elimina
  5. Bellissima recensione!! Devo ancora leggere questo libro perchè probabilmente il postino ha perso la mia copia ma... prima o poi lo leggerò!! :D
    La Clare è una garanzia, non vedo l'ora di leggere City of Heavenly Fire! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, io tuttora non sono molto convinta...
      Come il postino ha perso "La principessa"??????? Il tuo postino è da linciare, frustare, impiccare.... Non può averlo perso, devi catturarlo e farti dire tutto quello che sa u.u

      Elimina
  6. Splendida recensione!Concordo con tutto ciò che hai detto!
    Molti sono rimasti delusi dal finale, ma sinceramente io l'ho trovato perfetto!La Clare non avrebbe potuto scrivere un terzo capitolo migliore di questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Juliette, grazie mille!
      E' vero il finale è particolare e a me è venuto un colpo quando ho capito dove la Clare stava andando a parere, ma credo che sia la giusta fine, quella perfettamente adatta a Jem e Tessa (e anche Will).

      Elimina
  7. Ero sicura che lo avresti amato!! E sei riuscita ad esprimere benissimo tutto ciò che ho provato anch'io per questa saga e per questo ultimo libro in particolare!! Questo finale io l'ho trovato semplicemente perfetto, tanto che per giorni continuava a venirmi da piangere ripensando a questo libro e alla sua perfezione!! I miei sono rimasti sconvolti quando a pranzo, poche ore dopo averlo terminato, sono scoppiata in lacrime, ma era più forte di me! Sono più unici che rari i libri che mi hanno trasmesso tali emozioni!! Magnifico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariki, grazie... Mi risolleva il morale sapere che alla fine la mia recensione vi è piaciuta *_*
      Il finale (come anche altre scene) sono stati veri colpi al cuore, che mi facevano strabuzzare gli occhi... La Clare in fondo ama i suoi personaggi, li fa vivere dentro di sé e nei suoi libri e si percepisce tutto questo.

      Elimina
  8. Come sempre, splendida recensione!
    Ero già intenzionata a leggere "Città di Ossa" e adesso non vedo l'ora di averlo fra le mani! Credo che la prossima volta che entrerò in libreria, non mi sfuggirà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicole. Città di Ossa fa parte dell'altra serie della Clare, ma anche quella merita assolutamente tantissimo.
      Nonostante io ami di più questa trilogia, anche la serie "The Mortal Instruments" mi fa battere il cuore, disperare e mi fa rimanere a bocca aperta.
      Bellissime tutte e due *_*

      Elimina
  9. sei molto paziente a recensire tutti quei libri hai mai letto Hunger games

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucetta, mmm non è pazienza :) Semplicemente mi piace parlare dei libri che leggo.
      Della trilogia di HG ho letto solo il primo e mi è piaciuto molto... gli altri due mi stanno aspettando appoggiati sugli scaffali della mia libreria, prima o poi li leggerò :)

      Elimina
  10. Che dire della Clare è fantastica!!io non ho ancora letto questa trilogia ma non vedo l ora di andare in libreria. Per adesso ho solo letto shadowhunters citta di ossa e mi sembra ricco di dettagli tanto che mi sembra di viverlo assieme alla protagonista!! Vorrei anche io avere la sua fantasia e scrivere dei libro belli come i suoi, lei è il mio punto il riferimento. L ha adoro!!!*_*

    RispondiElimina
  11. Alessia!!!!NN ci posso credere io ho letto tutti i libri di Clare e avrei da dire molte cose ke nn avrei mai saputo spiegare meglio di come lo hai fatto tu!Anche io provo le stesse sensazioni,pensieri e voglie ke mi hai illustrato tu!!!E' vero la Clare ci sa proprio fare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Ciao

    RispondiElimina
  12. Alessia appoggio al cento per cento la tua recensione, io a piangere ho inziato quando jam dice addio a jess e will sono parole così piene di sentimeno....... Anche quando alla fine will muore e jessa ne rimane pienamente sconvolta, lo sono rimasta anch'io e anche se tutti pensano che sia un finale a lieto fine beh non posso essere d'accordo secondo me c'è una tristezza infinita nel ritorno di jam... Non so se tessa riuscirà a superare anche la sua morte tanto facilmente e il suo ritorno non ha un non so che di tragico?
    Non sono una che piange facilmente, ma lo ho letto tutto di un fiato e se ci ripenso mi tornano le lacrime agli occhi

    RispondiElimina
  13. Anche io adoro questi racconti e questo mondo *-*
    Tant'è che abbiamo deciso di consigliare la lettura di questa serie come "obbligo" del mese di Maggio sul nostro blog (http://raggywords.blogspot.it/2015/05/wum-4.html una tua visita sarebbe immensamente gradita, mi scuro per l'eventuale spam indesiderato).
    Dato che è sempre bello conoscere nuovi fans di questa serie devo farti una domanda di rito ahah: Jessa o Wessa?

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥