lunedì 5 agosto 2013

Valy Weekly Review: OBSIDIAN di Jennifer L. Armentrout

Buon inizio di settimana a tutti! Mentre leggerete, al frescuccio nelle vostre case, questo mio post io, Valy, sarò sotto il sole cocente della Toscana a faticare e spalare cumuli di terra su uno scavo archeologico, nel tentativo di scovare reperti di una qualche importanza. Vi anticipo già che molto probabilmente non potrò rispondere subito ai vostri commenti e, a meno che non riesca a sgraffignare un computer per alcuni minuti (e ovviamente una connessione internet decente), non potrò farmi viva fino al weekend.
Ma adesso torniamo all'argomento del post, eccoci arrivati al LUNEDÌ, l’ultimo giorno il cui genere non era ancora stato svelato. Si tratta di una categoria che ho già legato ad un altro giorno, l’URBAN FANTASY, e ho pensato di proporla due volte per il fatto di essere un genere molto vasto e di cui leggo molto libri. Come vi ho già detto la scorsa volta, per questo genere sono previsti dei temi e quello di oggi è dedicato agli alieni. Il libro di cui vi parlerò perciò sarà Obsidian di Jennifer Armentrout.

Editore: Giunti Editore (collana Y)
Prezzo cartaceo: 12,00 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Pagine: 336

Trama:
Katy, una blogger diciassettenne, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell'incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma un giorno Daemon salva Katy da un'inspiegabile aggressione, bloccando il tempo con… un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Katy, senza volerlo, c'è dentro fino al collo. L'unico modo per sopravvivere è stare incollata a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima...

Il mio pensiero:
“Obsidian” è un libro che ha fatto molto parlare di sé già prima della scoperta della pubblicazione italiana e adesso che è arrivato anche sugli scaffali delle nostre librerie ha riscosso opinioni abbastanza contrastanti tra i blogger italiani. Io inizio dicendovi che il libro mi è piaciuto ma, essendo il primo di una serie piuttosto lunga, non aspettatevi la perfezione! Comunque penso che sia un buon libro introduttivo dato che la storia ha del potenziale.

La prima cosa che mi ha colpita e invogliata a leggerlo è stato il fatto che Katy sia una blogger. Sono approdata nel mondo dei blog letterari solo l’anno scorso e da poco ne faccio anche parte attivamente proprio con questa rubrica, pertanto leggere di un personaggio così non può che avermi fatto moltissimo piacere. Non mi era mai capitato di incontrarne uno direttamente tra le pagine di un libro che leggo quindi per me questa è stata una bella novità.
La lettura è molto scorrevole e non sono mancate scene d’azione, soprattutto da metà libro in poi. La storia si svolge nell'arco di alcuni mesi e non c’è niente di improvviso o troppo affretto ma il tutto è ben diluito nel tempo. Nei libri questo è un fattore che apprezzo molto perché mi dà l’impressione di una maggiore credibilità. Per quanto riguarda i personaggi, Katy è una ragazza semplice che ama tantissimo leggere e fare giardinaggio. È una persona spiritosa e molto leale. Di lei ho adorato il fatto che non è una di quelle eroine che si piange sempre addosso e aspetta che siano gli altri a tirarla fuori dai guai. Nonostante sia solo una semplice umana, nelle situazioni critiche, riesce a tirare fuori le unghie e dare il suo contributo, anche se minino, alla causa. Ma la sua qualità principale, la prima che salta subito all'occhio, è la sua incredibile ironia.

Caratteristica che emerge soprattutto nei moltissimi incontri-scontri verbali che avvengono tra lei e il suo
alquanto incomprensibile e lunatico vicino di casa, Daemon. Che dire di lui. Sicuramente è un ragazzo che sa perfettamente come farsi odiare. Il fatto di avere un bell'aspetto contribuisce notevolmente ad aumentare la sua autostima, è molto sicuro di sé e vuole sempre avere l’ultima parola in ogni discussione. È anche molto sospettoso e conquistare la sua fiducia non è per niente semplice. Ma ben nascoste dietro l’atteggiamento da spaccone ci sono anche qualità positive: è molto legato alla sua famiglia e l’affetto che dimostra verso sua sorella, Dee, è qualcosa di davvero dolce.
Katy e Daemon, fin dal loro primo incontro, non faranno altro che litigare e stuzzicarsi a vicenda e non posso negare di essere davvero curiosa di scoprire cosa combineranno questi due nel prossimo libro.


Rieccomi con voi, se seguite il blog vi sarete accorti che poco tempo fa ho pubblicato io stessa la recensione di questo libro, alcune volte potrà capitare che io e Valy leggeremo un libro e vorremmo parlare; vi prego di non considerare questa cosa una specie di "doppione", come vi sarete accorti io e Valy abbiamo gusti diversi e modi di esporre le nostre idee completamente differenti.
Spero apprezzerete questo doppio punto di vista che ogni tanto vi doneremo, ovviamente non capiterà spesso :)
Molti di voi hanno già espresso il proprio pensiero nella mia recensione, ma mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di quello che ha scritto Valy.
Alla prossima settimana, di martedì con il genere Distopico :)

12 commenti:

  1. Bella recensione Valy! Anche io ho apprezzato la forza di Katy, non lascia che siano gli altri ad agire per lei ma affronta i suoi problemi in prima persona. Daemon poi, come non restarne affascinati? I loro dialoghi sono sempre frizzanti e dinamici, mi sono piaciuti molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Frannie :)
      Concordo pienamente con te, mi è piaciuto molto il carattere e il modo di agire e affrontare i problemi Katy. Daemon mi intriga molto, soprattutto in quei momenti in cui abbassa la guardia e si può intravedere il suo lato più profondo. Non vedo l'ora che esca il seguito per scoprire qualcosa in più su di lui =)

      Elimina
  2. io adoro i personaggi femminili tipo Kat, ironiche, divertenti e profonde.
    Ti dirò alla fine mi sono appassionata a questo libro e non so se riesco ad attendere novembre e gennaio per leggere i prossimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco perfettamente! La tentazione di leggere i seguiti in lingua ce l'ho anche io ma ormai dovrò aspettare le uscite italiane perché sono sommersa da libri che ho già e devo ancora leggere :(

      Elimina
  3. Concordo con i commenti precedenti!! Bella recensione! :D
    Fai parte di uno scavo archeologico?? Sai che da piccola volevo fare l'archeologa?? *-* Tutta colpa di Relic Hunter!! Ahah ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna :)
      Sì, domani sera riparto per fare l'ultima settimana sempre nello stesso sito medievale (dove sto scavando l'area adibita a necropoli) e a settembre invece farò altre 3 settimane in un altro sito sempre in Toscana ma di epoca romana. Adoro Relic Hnter! A dirti la verità anche la mia scelta in parte è dovuta a lei XD

      Elimina
  4. ho letto diverse recensioni su questo libro e non tutte erano positive come la tua... però devo dargli una possibilità, lo aggiungo alla mia interminabile WL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che questo primo libro sia molto introduttivo alla storia vera e propria e quindi non si è ancora entrati nel vivo dell'azione però io l'ho trovato molto carino, un buon punto di partenza =)

      Elimina
  5. Non è un libro pessimo ma neanche bellissimo, è una via di mezzo che si può leggere tranquillamente. Certo i cliché potevano non esserci e le scene copiate da Twilight pure, ma sono comunque curiosa di leggere il seguito.
    SPERO CHE KATY SI DIA UNA MOSSA PERO'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì alcune scene in comune le ho individuate pure io però sono riuscita a tralasciarle facilmente perché i personaggi hanno caratteri e reazioni completamente diversi, per fortuna! XD

      Elimina
  6. Io ho letto Obsdian appena uscì in America e ammetto di essere stata fra le più grandi ammiratrici di questa saga, ora riguardando il primo libro non posso non riconoscere una serie di clichè che possono non essere graditi, ma il secondo libro merita davvero, bellissimo.
    (io intanto cerco di riprendermi dal terzo)
    :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso sì che sono ancora più impaziente di poter stringere tra le mani il secondo!!! Invece il tuo accenno al terzo mi fa paura... :| Per fortuna la pubblicazione di questa serie in Italia (per una volta) dovrebbe avere tempi brevi :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥