domenica 29 settembre 2013

Valy Weekly Review: IL GIARDINO DEI SEGRETI di Kate Morton

Rubrica di recensioni curata da Valy. E' una rubrica settimanale, ma un po' particolare... 
infatti viene postata sempre in giorni diversi, e ad ogni giorno corrisponde un genere letterario diverso.


Buongiorno e buona DOMENICA compagni di letture! Come è stata la vostra settimana? La mia, che era anche l’ultima di vacanza per me, l’ho passata a casa con l’influenza, che tristezza :(. Ma torniamo al tema principale del post, ovvero una nuova puntata della rubrica “Valy Weekly Review” in cui vi propongo un libro di NARRATIVA CONTEMPORANEA. Il libro che ho scelto per oggi è Il giardino dei segreti di Kate Morton. L’edizione che possiedo io l’ho ottenuta tramite uno scambio ma non sono riuscita a trovarla nei vari store on-line perciò vi inserisco qui sotto la scheda dell’edizione più facile da reperire.


Editore: Sperling & Kupfer (collana Pickwick)
Prezzo cartaceo brossura: 10,90 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Pagine: 593

Trama:
È il 1913 e sulla costa dell'Inghilterra una nave è pronta a salpare per l'Australia: a bordo, tra i passeggeri in cerca di fortuna e i rudi marinai intenti alle manovre, una bambina di quattro anni, Nell, stringe il prezioso libro di favole che le ha regalato la misteriosa Autrice, Eliza Makepeace. Che dovrebbe prendersi cura di lei, ma l'abbandona sul ponte. Distratta dalle attenzioni di un bimbo più grande che la invita a giocare, Nell non si accorge che il rombo dei motori si fa più incalzante, e la nave lascia il molo diretta verso il mare aperto. Dopo una traversata che sembra infinita, quando il transatlantico arriva a destinazione, la piccola si ritrova sperduta nel porto di Maryborough: è smarrita, non ricorda il suo nome e tutto ciò che le è rimasto è una valigina bianca che contiene qualche vestito e quel bellissimo libro di fiabe. Per Hugh, il capitano del porto, quella delicata creatura pare piovuta dal cielo, a consolare lui e la moglie della loro sterilità. Da quel momento sarà sua figlia. Solo la sera del suo ventunesimo compleanno Nell apprende dal padre il segreto delle sue origini e la sua vita cambia per sempre.

Il mio pensiero:
Ho letto questo libro e iniziato a scrivere la recensione più di un mese fa ma purtroppo non sono riuscita a portarla a termine prima della mia partenza per gli scavi. Spero che la mia memoria non mi giochi brutti scherzi, abbandonandomi proprio adesso, e mi permetta di esprimere nel giusto modo tutto ciò che mi ha trasmesso questa bellissima lettura a suo tempo.
Vediamo, inizio esponendovi la mia opinione sulla trama presente sul retro del libro. Non bisogna prenderla troppo alla lettera perché è un po’ fuorviante: ho iniziato il libro pensando di leggere di una storia ambientata ai primi del ‘900  e invece mi sono trovata di fronte a qualcosa di molto più complesso. L’opera non si svolge solo nei primi anni del XX sec ma tocca anni e luoghi anche molto distanti fra loro. Molteplici sono anche i protagonisti (sì sì, avete capito bene! Protagonisti, non semplici personaggi) e i punti di vista attraverso i quali veniamo a conoscenza dei fatti. Si tratta del racconto di un lungo viaggio a ritroso nel tempo, alla ricerca di una verità a lungo celata e ormai dimenticata, dove tutto ha inizio da una semplice valigia bianca e un libro di favole riemersi dai recessi di una vecchia cantina.
Lo stile della Morton è semplice e diretto. È riuscita a creare una storia estremamente intricata, con l’alternarsi di capitoli ambientati in anni e luoghi diversi focalizzati su personaggi diversi, artificio questo che a primo impatto crea una certa confusione nel lettore ma anche tanta curiosità di scoprire cosa succederà dopo. In pratica un grande carosello di luoghi, epoche e persone apparentemente senza senso alcuno ma dove in realtà tutto è collegato da invisibili nessi che si fanno sempre più nitidi pagina dopo pagina e il filo che unisce tutto è proprio questa ricerca estrema della “verità”. Segreti da svelare, parole taciute e mai pronunciate, nodi che solo il tempo riesce a districare. Tutto ciò sembra condurre ad un grande maniero in Cornovaglia, ad un labirinto di siepi e ad un piccolo cottage sulla scogliera con un bellissimo giardino celato a sguardi indiscreti. In sottofondo a tutto questo vi è la presenza costante del mare, vasto in tutte le sue sfumature, che reca con se la promessa di viaggi in posti lontani, misteriosi, e la fiducia in un futuro migliore che conduca alla pace e alla serenità tanto sperate.
Molto belle e coinvolgenti anche le fiabe presenti all’interno del libro (una sorta di libro nel libro si potrebbe dire). Nonostante nascano come storielle dirette ad un pubblico di bambini sono tutte molto profonde e perfettamente capaci di toccare l’animo degli adulti.
Sui personaggi non mi sento di approfondire per questa volta perché l’autrice ci da modo di conoscerli solo poco a poco, rivelandoci chi sono e le motivazioni che stanno alla base delle loro scelte solo molto lentamente. Ho apprezzato tantissimo questa caratteristica della narrazione ed è strabiliante la grande maestria con cui la Morton ha saputo creare quel perfetto concatenarsi di eventi che ha portato i vari personaggi a trovarsi in quel determinato posto e in quel preciso momento. Eventi che trovano la loro giusta collocazione nella storia ogni qualvolta ci si avvicina sempre più alla verità.

Sapete già cosa sto per dirvi? Indovinate un po', anche questa volta Valy ha catturato la mia attenzione e la mia curiosità. Quando vado in libreria mi capitano sempre davanti i libri della Morton, mi attirano le copertine, ma raramente mi sono soffermata a leggere le varie trame... Oggi posso ammettere che vorrei possedere questo libro seduta stante, per fortuna si ha la possibilità di leggerlo senza spendere un'esagerazione proprio grazie al nuovo marchio di Sperling & Kupfer e Piemme. La collana Pickwick pubblica libri già conosciutissimi a prezzi vantaggiosi o con copertine che mi attirano molto :)
Il giardino dei segreti finisce dritto nella mia wishlist e per questo devo ringraziare solo Valy....
Alla prossima settimana ragazzi con una nuova bellissima recensione della nostra Valy.

12 commenti:

  1. Quanto amo Kate Morto!! E' tra le mie scrittrici preferite! Un altro suo libro che mi è piaciuto moltissimo è La lontana follia! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il giardino dei segreti" è il primo libro che leggo di questa autrice ma dato che mi è piaciuto molto, sia come storia che come stile narrativo, penso proprio che leggerò altri suoi libri.
      " La lontana follia" non lo conoscevo ma appena letto la trama è finito subito in WL. Grazie mille per la dritta!! :D

      Elimina
  2. non ho mai letto nulla di Kate Morton però leggendo la tua recensione mi è venuta voglia di provarci...
    storie intricate, capitoli ambientati in epoche diverse e ovviamente l'Inghilterra mi appassionano da morire! ecco un altro libro da aggiungere alla WL :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stati proprio questi gli ingredienti che mi hanno spinta a leggere questo libro XD Anche io non posso resistere ad una storia ricca di misteri! E credimi, la Morton è stata proprio brava nel creare e tessere tutti i vari segreti presenti :)

      Elimina
  3. Guarda che coincidenza! Ho preso questo libro in mano proprio oggi, nonostante lo abbia acquistato moltissimo tempo fa! Ti farò avere presto il mio parere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero?! Che buffo XD Allora buona lettura e aspetto un tuo parere :)

      Elimina
  4. KateMorton è una delle autrici che ho intenzione di iniziare a conoscere, non avendo letto ancora nulla di lei. Non sapevo da dove iniziare, ma anche questa trama mi attira molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto sopra a Frannie questo è il primo libro che leggo di questa autrice. Ne ha scritti talmente tanti e con tante belle trame che pure io non sapevo da dove cominciare XD

      Elimina
  5. Mi sembra molto carino, anche la storia è abbastanza particolare. Lo metto nella wishlist anche io :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di aver suscitato la tua curiosità :) La storia è molto particolare, intricata ma niente è lasciato al caso. Te lo consiglio :)

      Elimina
  6. Come non lasciarsi incuriosire da tutto ciò? Mission Impossible!!! Non ho ancora letto nulla della Morton, credo sia giunto il momento :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La curiosità ha iniziato a rosicchiarmi lentamente già fin dalla prima pagina e mi ha dato il tormento fino a che non sono giunta alla fine del libro XD. Mi sono sentita molto coinvolta da quello che succedeva ai personaggi in queste pagine quindi sicuramente leggerò altri libri della Morton sperando di potermi rituffare in altre meravigliose storie come questa :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥