venerdì 13 settembre 2013

Valy Weekly Review: L'ORA SEGRETA di Scott Westerfeld

Rubrica di recensioni curata da Valy. E' una rubrica settimanale, ma un po' particolare...
infatti viene postata sempre in giorni diversi, e ad ogni giorno corrisponde un genere letterario diverso.

Buongiorno a tutti amici lettori. Anche questa settimana, che ormai, essendo già  VENERDÌ, volge al termine, sarò impegnata con la campagna di scavo quindi potrò connettermi ad internet solo domani pomeriggio. Ma veniamo ai libri. Il genere del giorno è l’URBAN FANTASY e il libro che ho scelto per oggi rientra in una categoria tutta sua dedicata a particolari figure conosciute come midnighters. Mi riferisco a L’ora segreta di Scott Westerfeld primo libro della serie "I diari della mezzanotte". Girando un po’ su internet non sono riuscita capire bene se sia ancora possibile acquistare i tre libri singolarmente quindi vi scrivo qui sotto la scheda dell’edizione che possiedo io, ovvero quella che comprende la serie completa.

Editore: Newton Compton (collana Grandi tascabili contemporanei)
Prezzo cartaceo: 9,90 €
Prezzo ebook: 4,99 €
Pagine: 671

Trama:
Allo scoccare della mezzanotte, dalle pieghe del tempo nasce un'altra ora, in cui il mondo si congela, le normali leggi fisiche vengono sospese, e creature letali tornano da un passato antichissimo, di nuovo in caccia, di nuovo affamate. Solo chi è nato a mezzanotte in punto, come Jessica e i suoi amici, può muoversi nell'ora segreta. Per quei sessanta minuti, ogni giorno, il mondo si colora di una spettrale luce blu e tutti gli esseri umani si paralizzano, tranne loro. E i difetti per cui a scuola gli altri studenti li prendono in giro si trasformano in incredibili doni: Rex acquista una vista speciale, Melissa legge nel pensiero, Dess forgia armi mortali, e Jonathan sa volare. Ma anche Jessica ha un dono. E proprio per questo le creature della mezzanotte cercano così disperatamente di ucciderla.

Il mio pensiero:
Scrivere una recensione su questo libro mi è davvero difficile, mi sembra quasi di attraversare un campo minato perché le cose più interessanti e affascinanti che mi sono rimaste impresse portano quasi tutte con loro la parola spoiler impressa a caratteri cubitali e lasciarmi sfuggire delle anticipazioni è una cosa che cerco sempre di evitare. Ma... dato che smanio dalla voglia di parlarvi di questo libro, che ho scoperto solo recentemente nonostante sia stato pubblicato in Italia nel 2009, ho pensato di  provarci lo stesso anche se molto probabilmente non dirò molto o resterò sul generico.
Ci troviamo in una piccola cittadina americana dell’Oklahoma, Bixby. Qui, in un clima di quotidianità e  banalità generale, fanno capolino consuetudini ben radicate nella tradizione locale davvero insolite, per non dire assolutamente strane, ed avvenimenti inspiegabili, soprattutto se gli occhi che guardano appartengono a qualcuno che fino a poco tempo prima viveva in un’altra città, come Jessica, una dei protagonisti. Jess, durante la sua prima settimana di scuola in questa nuova città si troverà alle prese con orari da rispettare (alle 11 di ogni sera immancabilmente scatta il coprifuoco), ragazzi che parlano per enigmi, bizzarri sogni che sembrano reali, strane storie o leggende sulle aree desertiche che circondano la città e su avvistamenti di animali feroci decisamente lontani dal loro habitat naturale. Più tasselli si aggiungono per sbrogliare i vari misteri e più la curiosità di scoprire la verità aumenta.
Se il binomio “ragazza nuova-scuola superiore” può apparire (anzi, lo è sicuramente!) qualcosa di visto e
rivisto, il resto della storia non lo è per niente e si può dire che i cliché si fermano qui. Ciò che più mi è piaciuto di questa storia è stata proprio la sua originalità. L’originalità della figura del Midnighter e quella delle creature che questi ultimi si trovano a dover fronteggiare. Dei Midnighters vi dico solo che sono quelle persone nate a mezzanotte spaccata e questa peculiarità ha fatto in modo che in loro si sviluppassero alcune doti straordinarie. Talenti, questi, che possono però essere messi a frutto solo in un determinato momento della giornata. L’unica pecca che ho riscontrato è stata la descrizione dei personaggi sul piano strettamente caratteriale, non che sia assente, ma semplicemente non mi è sembrata molto approfondita. Nonostante questo però sono molto fiduciosa nei seguiti e confido nel fatto che, man mano che la storia si evolve, l’autore scenda un po’ più nei particolari descrivendo il carattere dei vari personaggi presenti.


Come avrete capito, io ricevo le recensioni di Valy in anticipo, altrimenti non riusciremmo mai ad organizzarci con i vari impegni, e ricevendole in anticipo, le leggo anche prima di voi...
Inutile dirvi che appena ho letto la recensione di questo libro ne sono rimasta ammaliata (Valy, devi smetterla di parlare di libri che poi mi fai desiderare così tanto xD) e l'ho subito messo in WL. Poi per un colpo di culo fortuna, avevo già fatto un piccolo ordine su Libraccio, per curiosità ho guardato se c'era questa edizione usata, l'ho trovata e l'ho subito messa nell'ordine... purtroppo sappiamo tutti quanto Libraccio possa essere lento e così sono ancora in attesa dei miei libri, ma spero di averli presto.
Quando ci sono elementi così originali, come appunto la figura del Midnighter, non posso fare a meno di incuriosirmi e scoprire quanto innovativo è stato l'autore nel raccontare la sua storia, tutto questo è successo con Scott Westerfeld... Credo proprio non aspetterò molto prima di tuffarmi fra le pagina de "I diari della mezzanotte".
Ci ritroviamo venerdì prossimo con una nuova entusiasmante recensione di Valy, sarà il turno di un romanzo di genere "romance", non perdetevelo e fatevi tentare da Valy, così allungherete ancora di più le vostre wishlist xD
 

11 commenti:

  1. Ho proprio tutta la trilogia che mi aspetta nel volume unico della NC *A*
    Ne ho sentito parlare sia bene che male... però un parere positivo in più mi incoraggia *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Deni che ho scoperto questa trilogia proprio sul tuo blog? Era tra le tue entrate (non ricordo quando) e dopo aver letto la trama l'ho subito aggiunto alla mia WL. Ho finito di leggere l'ultimo dei tre libri da poco e nel complesso mi è piaciuta molto la storia, originale e non fa che migliorare libro dopo libro. Il terzo è quello che mi è piaciuto di più nonostante mi abbia lasciata con un misto di sollievo, tristezza e speranza. Secondo me una possibilità a questa serie gliela puoi concedere tranquillamente :)

      Elimina
  2. Anche io ho già questa trilogia ma non mi sono mai decisa a leggerla, magari tiro fuori il primo e lo metto sul comodino...prima o poi lo leggerò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è successa la stessa cosa! Prima di iniziarlo è rimasto per più di due mesi in attesa sul ripiano della mia libreria e poi, un po' per mancanza di tempo un po' per altri libri che richiedevano a gran voce la mia attenzione, ho letto i seguiti un paio di settimane dopo ma alla fine sono contenta di averlo iniziato =)

      Elimina
  3. Io l'avevo iniziato, ma poi non so.. non riusciva ad entusiasmarmi! Magari non era il suo momento. Ho comunque tutta la trilogia in un unico volume, prima o poi gli darò un'altra possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che dipenda un po' dallo stile dell'autore, il suo modo di descrivere gli eventi spesso tende ad essere puramente descrittivo. Anche le emozioni dei personaggi e il loro carattere sono descritti solo in superficie e in questo modo non sono riuscita a penetrare, immergermi nel personaggio fino in fondo. Comunque nei seguiti c'è un miglioramento e in ogni caso gli eventi e l'originalità della storia mi hanno fatto chiudere un occhio su questo particolare :)

      Elimina
  4. http://thebooksfeeling.blogspot.it/ passate sul mio blog per favore :D recensisco libri fantasy :D

    RispondiElimina
  5. non avevo mai sentito parlare di questo libro, o meglio di questi libri però sembrano belli!
    sono da aggiungere alla WL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho scoperto della loro esistenza solo quest'anno, nonostante siano usciti Italia tutti e tre nel 2009. Anche in libreria non si trovano molto facilmente, non so perché. Comunque sono contenta di averteli fatti conoscere, spero che avrai la possibilità di leggerli presto :)

      Elimina
  6. Ale non sai quanto mi fa piacere sapere che quello che scrivo nelle mie recensioni ti fa venire voglia di leggere quel dato libro :) Ci intasiamo la WL a vicenda XD Poveri i nostri portafogli! Anche se ora come ora, per via degli scavi, sono settimane che non compro un libro o faccio un bel giro sui blog (tra cui il tuo purtroppo) per leggere recensioni e aggiornarmi sulle varie uscite. Sono in crisi di astinenza da shopping libresco!!! Ancora una settimana e poi rimedierò :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Valy, siamo un caso perso xD
      Io faccio affollare la tua WL e tu la mia xD
      Guarda Valy, io proprio oggi ho avuto due "brutte" notizie che diminuiranno le mie finanze ulteriormente, dunque devo assolutamente mettermi buona e tranquilla, altrimenti non arrivo alla fine del mese :(
      Non vedo l'ora di sapere che libri comprerai e quanti ne comprerai quando entrerai dentro una libreria xD

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥