martedì 15 ottobre 2013

Valy Weekly Review: LA CORSA DELLE ONDE di Maggie Stiefvater

Rubrica di recensioni curata da Valy. E' una rubrica settimanale, ma un po' particolare...
infatti viene postata sempre in giorni diversi, e ad ogni giorno corrisponde un genere letterario diverso. 


Buon MARTEDÌ mattina lettori de “Il profumo dei libri”! La scorsa settimana, mentre andavo all’università, tutta l’acqua piovuta dal cielo l’ho presa io, se avessi messo i piedi a mollo (con le scarpe e tutto il resto) in una bacinella d’acqua sono sicura che mi sarei bagnata di meno, uff! Spero vivamente che questa settimana vada diversamente perché non voglio proprio prendere di nuovo l’influenza :( Ma torniamo a noi e alla puntata del giorno con il suo relativo genere, il FANTASY. Oggi vi parlerò di un libro che mi ha colpita particolarmente e probabilmente una delle mie più belle letture degli ultimi tempi. È autoconclusivo e scritto da un’autrice americana molto famosa anche qui in Italia: La corsa delle onde di Maggie Stiefvater.

Editore: Rizzoli
Prezzo cartaceo: 16,50 €
Prezzo ebook: 9,99 €
Pagine: 464

Trama:
Succede ogni autunno, sull’isola di Thisby. Dalle gelide acque dell’oceano si spingono a riva i cavalli d’acqua, creature affascinanti e crudeli che gli abitanti catturano per montarli nella Corsa dello Scorpione. Il vincitore guadagnerà fama e denaro, i meno fortunati incontreranno la morte. Ma qualcosa cambia quando alla gara si iscrive Kate Connolly, capelli rossi e tempra di ferro. Kate è determinata a correre con la sua cavalla Dove, sfidando usanze secolari che vogliono solo concorrenti maschi e nessun cavallo ordinario. Certo, non ha molte possibilità contro Sean Kendrick, diciannove anni, il favorito, esperto domatore di cavalli. Nessuno dei due è preparato a ciò che sta per succedere, perché quest’anno la Corsa dello Scorpione non sarà solo questione di gloria e denaro, ma di amore e destino.

Il mio pensiero:
Di questa autrice avevo già letto la trilogia dei lupi di Mercy Falls ma, a parte Shiver, il primo della serie, non ne ero rimasta molto soddisfatta. A fine lettura mi sono ritrovata con l’amaro in bocca e la sensazione di qualcosa rimasto in sospeso. Per questo ho iniziato La corsa delle onde un po’ titubante, senza grandi aspettative e in parte anche timorosa per la piega che avrebbero potuto assumere gli eventi e invece… non ci sono voluti che pochi capitoli per ricredermi! E lasciatemelo dire, altroché se mi sono ricreduta! Alla fine dei conti mi sono ritrovata tra le mani un piccolo tesoro di carta il quale ha saputo attendere pazientemente che prima o poi lo notassi e che in cambio ha riempito alcune ore del mio tempo di bellissime emozioni. Mi scuso in anticipo se questa recensione potrà risultarvi un po’ sconclusionata ma raccogliere le idee, decidere cosa rivelarvi e in che ordine farlo stavolta non mi è per niente facile, e questo è dovuto proprio a ciò che questa lettura è riuscita a smuovere in me.
È un libro che scorre piuttosto lentamente, non tanto per la storia in sé ma a causa dello stile dell’autrice, che sinceramente non saprei neanche come definire. Solitamente i ritmi troppo lenti mi fanno storcere il naso ma in questo caso non l’ho trovato una cosa negativa, anzi mi è sembrato semplicemente perfetto. In questo modo mi ha permesso di assaporare la storia passo passo e dato la possibilità di soffermarmi a pensare su ogni suo singolo aspetto.
L’ambientazione è molto particolare, ci troviamo a Thisby, una piccola isola in cui vive un ristretto numero di abitanti dove, oltre alle poche dimore e il centro cittadino, si trovano terre selvagge, spiagge sconfinate, un’infinità di insenature e scogli frastagliati.
Ma l’elemento che rende davvero speciale e unica questa terra è la presenza di singolari creature che solo qui, e in nessun altro luogo, fanno la loro apparizione in determinati periodi dell’anno: i Capaill uisce ovvero cavalli d’acqua. Per creare tali figure l’autrice ha preso spunto dalle numerose versioni del mito nord europeo del cavallo d’acqua e combinando alcuni elementi già noti ad altri frutto della sua immaginazione è riuscita a creare una mitologia nuova ed estremamente affascinante. Sono cavalli fatati che emergono dalle acque e si nutrono di carne. Fuori dall'oceano diventano le più straordinarie cavalcature mai esistite a condizione che non tocchino nuovamente l’acqua di mare, poiché essa continuerà per sempre ad esercitare sull’animale un richiamo fortissimo, difficile da ignorare. Pericolosi, imprevedibili ma allo stesso tempo magnifici.
“I cavalli d’acqua, famelici e selvaggi, perfidi e magnifici, ci odiano e ci amano”
Una storia stupenda, intensa, che parla di vita, sopravvivenza, accettazione del proprio destino o lotta per cambiarlo. Di legami profondi e di amore, quello puro, semplice e incondizionato, quello che esiste e non chiede niente in cambio. Non soltanto quello provato tra un uomo e una donna ma anche quello per la propria famiglia, per il proprio fratello o addirittura per il proprio cavallo. Talmente intenso e profondo da essere disposti ad anteporre la loro felicità alla propria. Impossibile non sentirsi vicini ai personaggi (delineati in ogni loro più piccola sfumatura), soffrire e gioire con loro. Sentimenti talmente forti che si riversano in chi legge con la stessa violenza delle onde che si agitano e che si infrangono sugli scogli. Mi ha stupito la facilità con la quale sono entrata in sintonia con loro, un perfetto esempio di empatia che non sempre è possibile instaurare con i vari personaggi di un libro.
Inoltre, se deciderete anche voi di immergervi in questa incredibile lettura, vi suggerisco anche di leggere la nota finale dell’autrice.


Ragazzi, una recensione meravigliosa, almeno secondo il mio punto di vista. Possiedo questo libro a casa da un po' ma ancora non è arrivato il suo momento, con questa recensione Valy mi ha fatto venire voglia di correre e prenderlo in mano e tuffarmi nella sua storia.
Sono curiosa di intraprendere questo viaggio che sembra così originale, suggestivo ed emozionante.
Voi cosa ne dite? Lo avete già letto questo libro, oppure siete lì in attesa del momento giusto proprio come me?
Alla settimana prossima, mercoledì Valy ci proporrà la recensione di un bel distopico, io sono già curiosa di sapere quale sceglierà *_*

16 commenti:

  1. ahahahaahahahh anche questa volta, mi ci voleva la tua recensione per decidere di iniziarlo, lo trovai in sconto tempo fa ma a causa dei precedenti con l'autrice non ero del tutto certa che mi sarebbe piaciuto XD
    Anche io ho letto shiver ed è stato l'unico dei libri che mi è piaciuto, ho letto anche whisper ma non mi era piaciuto per niente, infatti li ho scambiati nella speranza di spedirli a qualcuno che li avrebbe sicuramente apprezzati più di me XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD XD mi fa davvero piacere sapere di esserti stata utile! :D Guarda, dopo la brutta delusione di Forever non ho voluto addentrarmi nella serie "whisper", e da quello che dici credo di aver fatto bene. Dopo aver letto la trama di questo e aver scoperto che era un libro autoconclusivo ho deciso di provare, anche se prima di iniziarlo è rimasto tra i miei libri da leggere per un paio di mesi per paura di una nuova delusione. Una volta letto però sono rimasta di sasso! si è rivelato un libro davvero meraviglioso e che penso possa riuscire a far cambiare idea anche a te su questa autrice. Comunque appena lo avrai letto spero mi farai sapere il tuo verdetto ;D

      Elimina
  2. Ho amato tantissimo questo libro, io l'ho definito "poetico". Saranno state le ambientazioni, che mi hanno esaltata, o la storia in sè, cruda e dolce al tempo stesso..assolutamente da leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Monica! Di sicuro è uno dei libri più belli che io abbia letto questa estate. Mi ha toccata moltissimo questa storia e i termini che hai appena usato "cruda e dolce al tempo stesso" calzano proprio a pennello =). Bello bello bello :)

      Elimina
  3. Mi hai incuriosito troppo.. questo me lo segno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio assolutamente, davvero un bel libro :)

      Elimina
  4. sicuramente leggerò questo libro, e ne ho sempre più voglia *___*

    RispondiElimina
  5. assolutamente in WL! bellissima recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Bianca! :) Consigliatissimo, un libro carico di emozioni che ha saputo conquistarmi piano piano :D

      Elimina
  6. Uhhh wow! Valy hai superato te stessa!!! ;D
    WL assicurata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Michy :) Mi è piaciuto davvero tanto questo libro :D

      Elimina
  7. Bellissima recensione Vale! avevo già sentito parlare di questo libro ma non mi ero mai decisa a comprarlo, ma dopo i tuoi consigli penso proprio che lo inserirò nella mia WL e correrò in libreria... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faith grazie :) ti consiglio assolutamente non lasciartelo scappare, merita davvero :)

      Elimina
  8. Bella recensione Valy! :D
    Hai incuriosito molto anche me! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie =) Mi ha proprio preso in contropiede questo libro, una storia bellissima che non mi aspettavo :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥