domenica 24 novembre 2013

Valy Weekly Review: FINCHE' LE STELLE SARANNO IN CIELO di Kristin Harmel

 
Rubrica di recensioni curata da Valy. E' una rubrica settimanale, ma un po' particolare...
infatti viene postata sempre in giorni diversi, e ad ogni giorno corrisponde un genere letterario diverso.


Buona DOMENICA carissimi :) Come state? Io in questi giorni sono un po’ sotto stress per gli esami imminenti, devo ancora finire di studiare diverse cose e finché non avrò terminato di rileggere tutti i libri non mi sentirò tranquilla. Per qualche minuto metterò da parte per voi i testi universitari, vi parlerò di un libro bellissimo che ho letto il mese scorso e che in breve ha scalato la classifica dei miei preferiti fino a conquistarne la prima postazione: Finché le stelle saranno in cielo di Kristin Harmel per il genere NARRATIVA CONTEMPORANEA.

Editore: Garzanti libri (collana Narratori moderni)
Prezzo cartaceo rilegato: 16,40 €
Prezzo cartaceo in brossura: 9,90 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Pagine: 363

Trama:
Da sempre Rose, nell'attimo che precede la sera, alza lo sguardo a cercare la prima stella del crepuscolo. È quella stella, anche ora che la sua memoria sta svanendo, a permetterle di ricordare chi è e da dove viene. La riporta alle sue vere radici, ai suoi diciassette anni, in una pasticceria sulla rive della Senna. Il suo è un passato che nessuno conosce, nemmeno l'amatissima nipote Hope. Ma adesso per Rose, prima che sia troppo tardi, è venuto il tempo di dar voce a un ultimo desiderio: ritrovare la sua vera famiglia, a Parigi. E, dopo settanta lunghi anni, di mantenere una promessa. Rose affida questo compito alla giovane Hope, che non ha nulla in mano se non un elenco di nomi e una ricetta: quella dei dolci dal sapore unico e inconfondibile che da anni prepara nella pasticceria che ha ereditato da Rose a Cape Cod. Ma prima di affidarle la sua memoria e la sua promessa, Rose lascia a Hope qualcosa di inatteso confessandole le proprie origini: non è cattolica, come credeva la nipote, ma ebrea. Ed è sopravvissuta all'Olocausto. Hope è sconvolta ma determinata: conosceva l'Olocausto solo attraverso i libri, e mai avrebbe pensato che sua nonna fosse una delle vittime scampate all'eccidio. Per questo, per dare un senso anche al proprio passato, Hope parte per Parigi. Perché è nei vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga e la moschea che è nata la promessa di Rose, una promessa che avrà vita finché le stelle saranno in cielo.

Il mio pensiero:
Bellissimo. Indimenticabile. Terribilmente struggente. È un libro straordinario, capace di toccare fin nel profondo anche l’anima della persona più distaccata e fredda. Capace di lasciare un segno indelebile nel cuore di chi lo legge e di imprimersi a fuoco nella sua memoria. Un libro profondo, con una storia meravigliosa che parla di perdite, dolore, promesse, scelte compiute per amore giuste o sbagliate che siano. Che ci crediate o meno anche mentre scrivo questa recensione non posso evitare che dai miei occhi sfugga qualche lacrima, e vi assicuro che non sono una persona che piange facilmente perciò ogni libro che riesce a commuovermi a tal punto significa che ha raggiunto pienamente il suo scopo, di arrivare dritto fino al mio cuore. Proprio come succede ad una dei protagonisti, molto spesso durante la lettura, mi sono ritrovata a formulare questo pensiero:
«Piango. Piango per tutto quello che è andato perso e per tutto quello che è stato ritrovato» 
Il tema intorno al quale ruota l’intero libro è la memoria. Credo che essa, e l’atto di tramandarla alle generazioni successive, sia qualcosa di veramente fondamentale nella vita di ognuno di noi. È nella nostra memoria che continua a vivere chi non c’è più, ed è sbagliato dimenticare, anche se il ricordo, soprattutto nel caso specifico della memoria dell’olocausto, molto spesso, fa riaffiorare con sé anche il dolore.
Finché le stelle saranno in cielo è una sorta di viaggio, un percorso realizzato da una donna, Hope, al fine di riallacciare i ponti con il passato della nonna e della propria famiglia. Viaggio in cui passato e presente si intrecciano inesorabilmente, sconvolgendole l’esistenza, donandole una nuova consapevolezza di sé e della vita. Una serie di indizi la porteranno a sorvolare l’Atlantico fino a raggiungere Parigi, città in cui sua nonna Rose è nata. Ne percorrerà le bellissime stradine affollate, ricche di profumi, raccogliendo poco per volta i frammenti di una storia mondiale che fino a quel momento non avrebbe mai pensato potesse coinvolgerla direttamente. Entrerà in sinagoghe e moschee. Avrà modo di conoscere persone meravigliose sulle cui spalle gravano il peso di anni di lotta e sacrifici, di dolore e di coraggio. Tramite i ricordi dei testimoni che hanno conosciuto personalmente la sua famiglia riuscirà ad ottenere i primi tasselli necessari a comprendere chi è in realtà sua nonna.   
Hope e Rose sono solo due dei personaggi presenti nel libro, la punta di un iceberg sotto la cui superficie si nasconde molto altro. La Harmel ha saputo dar vita sulla carta a dei personaggi memorabili, ricchi di sfumature e con storie personali straordinarie che hanno saputo conquistarmi completamente.
«Al mondo esistono vari tipi di amore. […] Alcuni tipi di amore sono più potenti di altri. Questo non significa che non siano tutti autentici. Alcuni amori tentiamo di farceli andare bene ma non calzano mai davvero a pennello. Altri sono amori fra brave persone che si ammirano a vicenda e con il tempo imparano ad amarsi. […] Poi esiste l’amore che tutti abbiamo l’opportunità di avere ma che pochi sono abbastanza saggi da scorgere o abbastanza coraggiosi da afferrare. Quello è il tipo d’amore capace di cambiarti la vita.»
 Alla fine ho chiuso il libro con un sorriso sulle labbra, una lacrima sulla guancia, la speranza nel cuore e questo pensiero in mente: non è mai troppo tardi.

Ho letto questo libro mesi fa e ne sono rimansta completamente sconvolta e coinvolta anch'io. Mi ha emozionato e fatto soffrire tantissimo. E' uno di quei libri che vorrei poter rileggere tra qualche anno e sentirmi nello stesso identico modo, perché ci sono libri che riusciranno a donarti sempre emozioni forti.
Con la recensione di Valy avete un altro motivo in più per correre a comprare questo romanzo, che vi entrerà sotto la pelle e farà scorrere nelle vostre vene pure emozioni fortissime.
Alla settimana prossima con una nuova bellissima recensione di Valy, non mancate :)

16 commenti:

  1. da quando l'ho visto in libreria mi sono innamorata di questo libro, ma non ho ancora avuto tempo e modo di leggero! :( bellissima recensione, non vedo l'ora di averlo tra le mie mani! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela :) è un libro che ti consiglio veramente di leggere, intenso e ricco di emozioni. Una delle mie più belle letture di quest'anno =)

      Elimina
  2. Recensione davvero bellissima!
    Seguirò il tuo blog perchè anche a me piace molto leggere e poi mi piacciono tanto le tue recensioni. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto :).. "Valy Weekly Review" è solo una rubrica di recensioni che curo io, Valy, che esce una volta a settimana sul blog di Alessia. Mi fa molto piacere sapere che ti piace quello che scrivo e penso di poter dire che anche Alessia sia molto felice di sapere che ti piace il suo blog. =)

      Elimina
  3. Aggiunto alla wishlist, mi hai convinta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Libro che merita assolutamente, lo divorerai in poco tempo :D

      Elimina
  4. Recensione assolutamente magnifica complimenti!! Questo libro l'ho visto in libreria tutte le volte in cui ho messo piede dentro una, mi ha sempre attratto e la tua recensione mi ha dato l'ultima spinta per metterlo ufficialmente nella wishlist :)

    Grazie!

    Ti segnalo il mio primo giveaway del blog!

    http://parolemageccetera.blogspot.it/2013/11/primo-giveaway-del-blog.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Margherita :) Pensa che io ce lo avevo già da un paio di mesi ma è rimasto lì a vegetare una vita prima che lo leggessi e quando è arrivato il suo momento ha saputo conquistarmi =)

      Grazie per l'informazione, non conoscevo il tuo blog, dopo farò un salto, promesso ;)

      Elimina
  5. oh nooo, un altro libro da mettere in lista T__T
    l'ho visto tante volte in libreria, ma non mi ci ero mai soffermata.
    Ora dovrò farlo, mi hai incuriosita troppo >__<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, ti capisco, la mia wishlist non fa che crescere a vista d'occhio ogni giorno XD

      Elimina
  6. Che bella recensione ç__ç
    Qualche mese fa ho letto un libro simile Un Giorno Solo, Tutta la Vita, che mi ha commosso molto in cui i ricordi di ciò che è andato perduto è parte focale del racconto.
    Se un giorno avrò voglia di leggere un altro libro come quello sopra citato, sicuramente leggerò questo della Harmel :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)..Mmm..ho già sentito parlare di questo libro che hai citato, o l'ho visto in libreria, non ricordo, comunque ce l'ho in wishlist. Prima o poi leggerò anche questo =) Grazie comunque della dritta! =D

      Elimina
  7. Letto a inizio anno, intenso e toccante. Hope e Rose indimenticabili. Complimenti bellissima recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Verissimo, è una storia meravigliosa ed impossibile rimanere indifferenti davanti ad essa =) Proprio bella :)

      Elimina
  8. Uohhhh sembra proprio una storia stupenda e toccante, le tue parole la rendono profonda e speciale!
    Bellissima la seconda citazione, me la sono segnata, sento che prima o poi mi tornerà utile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche io adoro quella citazione =D Per questo libro ne avevo segnate tante ma questa è una delle più belle :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥