venerdì 13 dicembre 2013

Blogtour: Segreto di Alessia Esse, ottava tappa (intervista + giveaway)

Rieccomi con voi, vi avevo già annunciato questo evento nella recensione che ho postato poco fa sul blog, ho deciso di fare due post separati proprio perché avevo paura questo diventasse troppo lungo e perché spero così di aver dato il giusto spazio sia alla recensione che all'intervista.
Finalmente anche sul mio blog arriva il blogtour per Segreto di Alessia Esse. Siamo giunti alla penultima tappa, infatti lunedì potrete fiondarvi sul blog di Alessia Esse per poter vincere nuove copie di Segreto.
Ci tengo a scusarmi di nuovo con l'autrice e con tutti voi, infatti ho fatto leggermente stravolgere i piani, perché in teoria io avrei dovuto postare la mia tappa il 9 dicembre ma avendo avuto dei problemi sapevo che non avrei fatto in tempo e piuttosto che fare un lavoro pessimo ho preferito provare a chiedere se c'era la possibilità di avere qualche giorno in più di tempo, per fortuna Alessia è stata così disponibile da trovarmi "un buco" prima della tappa finale. Grazie e scusa a tutti voi!
Prima di iniziare vi lascio tutto il calendiario dello splendido blogtour nel caso vi siate persi qualche tappa :)

27 Novembre: su Please Another Book  i titoli dei capitoli di Segreto.
28 Novembre: su Monica Books Land l'intera playlist di Segreto.
02 Dicembre: su Italians Do It Better – Books Edition intervista collettiva all'autrice.
03 Dicembre: su Coffee & Books esclusivo estratto da Segreto.
05 Dicembre: su Libri da Favola intervista ai protagonisti della trilogia.
10 Dicembre: su Libri & Popcorn guest post da non perdere.
12 Dicembre: sul blog di Alessia Esse (a causa di un disguido)  un altro esclusivo estratto da Segreto.
09 13 Dicembre: su Il Profumo di Libri vincere una copia elettronica di Segreto, e inoltre leggerete una nuova intervista.
16 Dicembre: sul blog di Alessia Esse potrete partecipare ad un giveaway finale. In palio, neanche a dirlo, copie (plurale, esatto) di Segreto.



INTERVISTA:

1. Cosa è cambiato da Perfetto a Segreto? Tu sei cambiata? Il tuo modo di scrivere? Il tuo modo di approcciarti a questo mondo?
E’ inevitabile che, da un libro all’altro, un autore cambi. Cambia la nostra vita, facciamo nuove esperienze, e questo si riflette sempre in ciò che scriviamo. Se non fosse così saremmo robot. Da Perfetto a Segreto sono cambiate tante cose. Il primo è il libro della scoperta per Lilac (e forse, se infilo per un attimo gli occhiali da psicologo, è stato il libro della scoperta anche per me - scoperta dell’autopubblicazione, scoperta di una scrittura diversa dalle fan fiction), il secondo è il libro in cui Lilac cementifica le sue idee, e impara a lottare. In questo anno ho imparato anch’io a lottare per tante piccole-grandi cose, e forse il mio spirito rivoluzionario si è fatto strada nel libro. Di una cosa sono certa: sia con Perfetto che con Segreto ho provato tanta gioia durante il processo creativo. Questa è una cosa che, spero, non cambierà mai.

Foro Italico
2. Hai mai ricevuto contatti da alcune CE? Oppure hai provato a proporre il tuo romanzo? O ancora preferisci l'autopubblicazione e continuerai così?
Nel corso di quest’anno ho ricevuto contatti da EAP (Editori a Pagamento), “colpiti dal successo del mio romanzo”. Ho cestinato quelle e-mail senza neanche rispondere. L’editoria a pagamento è il male.
Prima di pubblicare Perfetto, ho ricevuto una proposta da una casa editrice, ma di questo parlerò più in là. Non ho proposto a nessuno il mio romanzo, per il momento adoro il self-publishing e voglio continuare così.

3. Nelle note dell'autrice di Segreto spieghi il motivo x cui hai scelto Roma come ambientazione. Da dove hai preso spunto x le leggi, le regole e lo stile di vita dei romani?
Quando ho immaginato gli abitanti di Roma, ho pensato che – a differenza di quelli di Pontenero – vivessero in modo diverso. I loro capi hanno assistito direttamente alla violenza e alla follia di Vega G, e quindi si sono organizzati con uno stile di vita militaresco e hanno sviluppato una piccola società con al centro l’uomo (forte, spietato, considerato come essere superiore in tutto) e con le donne ai margini (femmine come le assassine di uomini, e per questo destinate a qualcosa di “poco importante”, come il lavoro e la riproduzione).
Questo tipo di struttura sociale è stata una conseguenza di ciò che Gianmaria e gli altri hanno vissuto. L’odio verso Vega G si è trasformato in odio verso tutte le donne, e il bisogno di vendetta ha fatto sì che la forza degli uomini venisse coltivata nello stesso modo, se vogliamo, in cui a Pontenero hanno coltivato le api e il benessere dei bambini.
Nelle regole e nelle leggi della città eterna c’è molto di quello che è stato il regime fascista. Ne ho tratto spunto visto il luogo in cui le vicende si svolgono. Il Foro Italico è stato iniziato nel Ventennio – inizialmente si chiamava Foro Mussolini. Quella che in Segreto è la scuola in cui si recano i bambini era la cosiddetta Accademia fascista maschile di educazione fisica. Le statue dello Stadio dei Marmi simboleggiano virilità e attitudine agli sport, elementi considerati come prettamente maschili.

Marco Travaglio alias Gianmaria
4. Da chi o dove hai preso l'ispirazione per Capitano e Gianmaria? Così diversi eppure così legati e con obiettivi simili?
Il Capitano e Gianmaria sono due facce della stessa medaglia. Sono il risultato degli anni delle rivolte e la loro unione è molto particolare.
Gianmaria era uno di quei ragazzi violenti per noia, uno di quelli che oggi vediamo sfasciare vetrine e dare fuoco ai cassonetti durante scioperi e manifestazioni. Il Capitano aveva dei valori, credeva in cose giuste, e ha scelto arruolarsi nella speranza di cambiare le cose. Dopo la diffusione del virus, lui e Gianmaria hanno imparato a vivere assieme in quanto legati da uno scopo comune, ovvero la vendetta. Non potrebbero essere più diversi, e i lettori di Segreto non impiegheranno molto a rendersene conto, però hanno in comune quella rabbia che mantiene in piedi la città di Roma.
Per il vero nome del Capitano mi sono ispirata ad un mio amico romano, che non ha nulla a che vedere con il Capo di Roma, ci tengo a dirlo. Non è neppure laziale come il Capitano. Poverino.
Per Gianmaria, invece, ho tratto ispirazione fisica da Marco Travaglio. E, durante certi dialoghi, da un mio ex datore di lavoro.

5. In Perfetto avevamo la musica che ricopriva un posto importante. In Segreto abbiamo l'arte di colori linee e forme. Sei legata a queste due cose in modo personale? Anche nel terzo libro troveremo un elemento importante nello stesso modo?
Le belle arti (pittura, scultura, architettura, fotografia, musica, danza, e così via) sono il modo in cui l’uomo si esprime da sempre. Esprime la sua gioia, il suo disagio, il bisogno d’amore, la rabbia, la voglia di cambiamento. Sono un veicolo per ciò che risiede nella mente, nell’animo e nel cuore delle persone.
Nei miei libri hanno sempre un ruolo (a volte primario, a volte secondario) perché credo che ogni essere umano, in qualunque contesto sociale, storico ed economico, abbia il bisogno di avere un contatto con l’arte (intesa in senso largo).
Ho creato un mondo in cui tante persone e tante cose sono andate perdute, ma il contatto con l’arte c’è ancora. Dissacrante, se pensiamo ai graffiti sui palazzi di Firenze o sulle statue di Roma; romantico, se pensiamo alla musica per Lilac e Baguette. Ma è un contatto necessario, perché esprime speranza.
Le belle arti continueranno ad avere un ruolo nella trilogia, quindi sì, un elemento simile ci sarà anche nel terzo libro.

Immagine del segnalibro di Segreto
6. In questo libro abbiamo scoperto nuovi personaggi e nuove sfaccettature di quelli vecchi. Qual è stato il più complicato da creare e quale il più naturale?
I personaggi più “facili da scrivere” sono stati due: Eloise e Brunelleschi.
La prima perché avevo ben chiaro lo sviluppo del suo personaggio fin dal primo libro, e mi è piaciuto il modo in cui, pian piano, Eloise riesce a conquistare Lilac e Baguette. L’amicizia che nasce fra di loro nel corso di Segreto è una delle cose più belle di tutto il libro, a mio avviso. Brunelleschi, invece, perché è molto simile a me. Pensieri, atteggiamenti, perfino la postura: scrivere quel personaggio è stato come descrivere me stessa.
Il personaggio più complicato, invece, è stato il Capitano. Proprio per la sua personalità grigia, e per i suoi legami con alcuni protagonisti, ho avuto diversi problemi con lui. Tutti risolti, per fortuna.

7. Durante il gruppo di lettura per Perfetto, in una tappa avevi rivelato che in Segreto avevi scritto avvenimenti poi accaduti realmente. Ti va di parlarci di questo tuo essere "veggente"?
L’idea che ciò che scrivo diventi realtà era divertente quando si parlava del cilindro che crea i vestiti (qualche mese dopo aver scritto del cilindro, ad una fiera tecnologica è stata presentata una macchina per cucire che lavora esattamente come la mia invenzione). Quando sono diventati realtà gli avvenimenti più brutti descritti in Perfetto e Segreto, allora da divertente siamo passati a creepy.
Di Cassandra ce n’era una. Io non voglio esserlo.
In Segreto, ad esempio, si parla di una ragazza che viene arsa dal fidanzato, di un attentato che ha luogo mentre il nuovo governo sta nascendo, e di un’altra ragazza che viene rapita e violentata, e il tutto viene ripreso e inviato ai giornali.
Quando ho scritto quelle pagine, la sedicenne di Corigliano Calabro non era stata ancora arsa viva dal fidanzato, e Luigi Preiti non aveva ancora sparato a Palazzo Chigi durante il giuramento del nuovo governo. E qualche giorno prima che Segreto fosse disponibile online, ho letto la notizia di una ragazza stuprata in un paese dell’Est, con tanto di video diffuso subito dopo su Facebook.
Ho scritto il diario di Francesca prima di scrivere Segreto. E’ stata la prima cosa che ho iniziato a scrivere dopo aver finito Perfetto. Per cui leggere determinati avvenimenti sui giornali mi ha messa profondamente a disagio. E ora, mentre scrivo, sono in atto in tutta Italia, manifestazioni e blocchi che hanno un po’ il sapore di rivolta. Ho letto che ieri a piazza Castello, a Torino, ci sono stati duri scontri.
Non credo ai veggenti, però confermo la sensazione “creepy” di cui ho parlato all’inizio.

8. Leggendo il diario di Francesca, soprattutto all'inizio, sono rimasta sconvolta da quanto simile fosse alla situazione attuale e reale italiana. Come ti sei sentita a descrivere e parlare di quei momenti, soprattutto andando avanti?
L’idea che la realtà della giovane Francesca si sviluppasse in un certo modo l’ho avuta fin dal principio. Nella primissima bozza della trilogia c’era una componente fantascientifica che poi ho eliminato, ma posso dire che, dai primi appunti ad ora, ho avuto molto tempo per elaborare e abituarmi a quella realtà. Il fatto che certe cose si stiano avverando fa parte di quel ‘creepy’ di cui dicevo poco fa, però nella mia mente è sempre stato tutto molto chiaro.
Il futuro che ho immaginato è estremo e, mi auguro, quanto più lontano dai nostri giorni.

9. E' già possibile ricevere qualche anticipazione sul prossimo libro? Cioè, hai intenzione di sconvolgere e fare soffrire ancora il lettore? No perché se sarà così dimmelo che devo prepararmi °__°
Approfitto di questa intervista per fare un piccolo annuncio. Con Lilac3 (in attesa di comunicare il titolo ufficiale lo chiamo così) non darò molte anticipazioni. Si tratta dell’ultimo libro della trilogia, e ci tengo a concludere nel modo che (per me) è perfetto. Questo significa segretezza e discrezione.
Per quanto riguarda sconvolgimenti e sofferenza, posso dire che probabilmente qualche lettore soffrirà, visto che uno dei protagonisti (Uomo? Donna? Bambino? Boh) non arriverà alla fine. Ecco, ho anticipato qualcosa anche se non volevo farlo ;)
(Tu mi vuoi morta vero Alessia? No, dillo fin da subito così mi metto il cuore in pace. Chi deve morire ancora, chiiiiiiiiiii? *si rifugia di nuovo nel suo angolo di intervistatrice, con le lacrime agli occhi*)

10. Qual è la prima cosa che ti viene in mente se pensi al periodo di creazione di Segreto? E qual è la prima che ti viene in mente pensando al tuo libro già concluso?
Se penso alla creazione di Segreto, penso al mese di Agosto, quando ho scritto e riscritto più di sessantamila parole. Ho perso il sonno e la calma; ho minacciato di bruciare tutto e, per la prima volta, ho avuto poca fede nelle mie capacità. Poi, per fortuna, è passata.
Se penso al libro già concluso, invece, penso a quel mix di gioia e paura tipico dell’attesa. Quando non vedi l’ora che gli altri leggano e, al tempo stesso, hai paura che il libro non piaccia. E’ una sensazione unica e, lo ammetto, mi piace sguazzarci.

BOTTA E RISPOSTA:

Lilac o Baguette?
Lilac per i capelli, Baguette per l'umorismo.
Le scelte di Francesca o quelle di Irene?
Per me sono identiche, per cui non posso scegliere :D
Gianmaria o Capitano?
Capitano. Gianmaria è romanista.
Elia o Thomas?
Elia per gli occhi, Thomas per una cosa che leggerete in uno dei capitoli extra di Segreto (li posterò nei prossimi mesi).
(Oddio, cosa cosa? Cos'ha Thomas di così segreto che ti spinge a sceglierlo? *____*)
Pontenero o Malorai?
Pontenero per il mare, Malorai per la casa di Rose Johnson.
Il Cilindro o le pillole di cibo?
Le batterie ad energia solare.
Perfetto o Segreto?
No, no, no. E' come chiedere ad una mamma di scegliere fra due figli.
Biposto o Viano?
Biposto. (Confessione: odio avere tante persone in macchina con me.
La novella "L'ultima voce" o "F.R 983"?
Anche qui: no, no, no. Una scelta è impossibile.
(Cara Alessia, non sei stata molto corretta, sappilo. Non hai risposto come bisognava rispondere al mio bellissimo "botta e risposta", praticamente non hai mai fatto una scelta e così non è assolutamente giusto. Io mi oppongo u.u Quasi quasi vado a chiamare "Le Iene", loro sì che riusciranno a farti rispondere in modo corretto e senza indugi xD)

Terminiamo qui questa bella intervista, anche se avrei voluto continuare ancora e ancora, ho cercato di limitare le domande. Alessia Esse come sempre è stata gentilissima, disponibile e favolosa. 
Spero sia piaciuta anche a voi e spero di avervi fatto scoprire e capire nuove cosette sul libro e su questa splendida autrice.
(Le parti in piccolo sono i miei commentini dopo aver letto le risposte xD) 


GIVEAWAY



Potrete vincere una copia elettronica di Segreto e le uniche regole da seguire saranno:
  • essere follower del mio blog 
  • essere follower del blog di Alessia Esse
  • lasciare la vostra mail
Ed ovviamente nel commento mi aspetto di trovare qualche vostro pensiero sull'intervista e in generale sulle motivazioni per cui vorreste leggere Segreto.
Per partecipare avete tempo fino al 20 dicembre, nei giorni seguenti comunicherò il nome del vincitore ad Alessia Esse così potrà inviare la copia elettronica di Segreto.


La parola segreta di oggi, che dovrete segnarvi (insieme a tutte le altre) per partecipare al giveaway finale sul blog di Alessia Esse il 16 dicembre, è:
STORIA

In bocca al lupo a tutti e grazie per aver partecipato :)

20 commenti:

  1. Ciao Ale, bellissima tappa, sono sempre più curiosa di leggere Segreto e dopo quella domanda sul terzo libro, mi sto già immaginando l'impossibile. Sai i colpi di scena della Oliver, bene, la situazione è come quella XD

    Cmq approfitto e partecipo al giveaway, sono follower tutti i vostri blog e la mia email è: mysweetbook@hotmail.it

    a prestoooooooooo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, io ho tremendamente paura di leggere il terzo libro, anche se la curiosità è alle stelle, già ho sofferto con Segreto, non oso immaginare con la conclusione... Alessia Esse è cattivissima per certi versi xD

      Elimina
  2. Ohhh *__*
    L'intervista è bellissimaaaa!! Come ho detto anche nella precedente tappa sono curiosa di leggere Segreto, devo scoprire cosa succederà ai miei amati personaggi! In verità ho un po' paura, perchè ho sentito dire che nostra Alessia in Segreto ci farà soffrire parecchio, ma correrò il pericolo, non posso più aspettare!!:)
    Comunque io adoro Roma, (quest'anno sono finalmente riuscita a visitarla anche se non bene come avrei voluto) e sono curiosissima di vedere come l'autrice descrive la mia amata capitale!!!
    Partecipo anche io al giveaway, sono follower di tutti e due i blog, e la mia mail è:
    Mary.mary1993@yahoo.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con qualche giorno di ritardo, Mary ti annuncio che la vincitrice di questo GA sei tu.
      Ho appena mandato l'email all'autrice che ti contatterà per mandarti il file del libro.
      Complimenti e buon Natale ^_^

      Elimina
  3. Ciao Alessia, come al solito complimenti!!! Ho scoperto il tuo blog con il GDL di Perfetto e me ne sono innamorata, confesso che ti seguo da allora. Sono vostra follower (di entrambe le Alessia) con il nick labibliotecainfinita ma commento con il nick erica mandruzzato. Mi piacerebbe partecipare al giveaway, la mia email è: ericamandru@gmail.com

    Detto questo passiamo a questa tappa.
    Per me era la più attesa perchè ero curiosa di sapere cosa avresti tirato fuori dal tuo cappello e non ne sono rimasta delusa... la tua intervista è molto accurata e mirata a rubacchiare qualche info in più. Sono ancora più curiosa di leggere Segreto sopratutto per scoprire chi muore... se non ho capito male dal commento di Alessia qualcuno muore in Segreto... nooooooo spero non sia nessuno di importante e nessuno a cui mi sono affezionata in Perfetto. Un'altra cosa che ho appreso in questa intervista è che Eloise diventerà amica di Baguette e Lilac, confesso che non me lo immaginavo visto gli atteggiamenti di Elia con Eloise... bho vedremo...
    Grazie
    ciao
    La Biblioteca Infinita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica, non sai quanto sono felice di sapere che assocerai sempre il mio blog al GdL di Perfetto, per due motivi: era il primo GdL che facevo e Perfetto è un libro a cui sono molto legata.
      Sono molto soddisfatta dell'intervista anche se avrei voluto fare il doppio delle domande, dopo sarebbe diventata troppo lunga e a super rischio spoiler xD
      Sì Erica, qualcuno purtroppo muore in Segreto e un pezzo del mio cuore è morto in contemporanea :''(
      Vedrai quanti colpi di scena troverai in Segreto, situazioni che mai ti saresti aspettata, personaggi che migliorano e crescono, scene su scene strappalacrime, commoventi e forti...
      Sarà un'esperienza di lettura galattica Erica :)

      Elimina
  4. O.O e dopo aver visto Travaglio come Gianmaria mi sto arrotolando dal ridere XD Bellissima intervista! Brave entrambe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah zia, perché? Io Travaglio non lo conoscevo, sono da impiccare? °_°
      Grazie zia! <3

      Elimina
  5. Una bellissima intervista, davvero complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, grazie mille. Sono felice ti sia piaciuta :)

      Elimina
  6. bellissima intervista mi e piaciuta un saccooo :):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia (oddio un'altra omonima xD) sono felice che l'intervista ti ha colpito :)

      Elimina
  7. Bella, bella, bella! È stata un'intervista bellissima... lo specifico, nel caso non si fosse capito dal modo in cui ho iniziato il commento! xD
    Mi è piaciuto tantissimo il botta e risposta, ma con l'intervista mi ha fatto capire che dietro ogni scelta di Alessia c'è molta ponderazione.. che sia riguardo le CE, la scelta dell'ambientazione o il modo in cui sviluppare la sua storia! Tutto questo mi piace perchè mostra l'attenzione e la cura dei particolari...
    Non vedo l'ora di conoscere i nuovi personaggi, da quanto ho capito ce ne saranno introdotti molti di importanti! Sono curiosa! :D

    La mia mail la sai già, ma la specifico lo stesso! ;) anna_t91@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, è chiarissimo, e non sai quanto mi fa piacere che ti sia piaciuta *_*
      Credo che Alessia sia un'autrice meravigliosa e vera, è questa una delle cose che amo di lei. Quando si parla con lei, non ci si troverà mai davanti qualcuno che se la tira o si crede chissà chi, e neppure qualcuno che non sa come sostenere le sue teorie e i suoi pensieri. Alessia è intelligente e sopra ogni cosa crede fermamente nella sua storia e questo la rende ancora più completa e speciale.

      Elimina
  8. Che bella intervista!! Hai fatto delle domande ottime Ale e le risposte sono interessantissime!!
    Divertente il botta e risposta!

    La mia email è michelas84@gmail.com

    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, sono felice ti sia piaciuta. Spero avrai fortuna, con il GA sul blog di Alessia, ci tengo troppo alla tua lettura di Segreto *_*

      Elimina
  9. Letta adesso l'intervista (prima volevo finire il libro XD) molto bella complimenti! adesso devo leggere l'ultima voce... ma F.R. 983 cos'è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micht, hai fatto bene.... L'ultima voce in teoria andava letta dopo Perfetto, ma non credo sia un problema. FR 983 è la novella che viene dopo Segreto, nella versione speciale del libro era alla fine, mentre la versione digitale uscirà nel 2014.

      Elimina
    2. non vedo l'ora di leggerla!

      Elimina
  10. Che bella intervista... letta dopo due secoli che è online ma vabbè... meglio tardi che mai!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥