martedì 30 aprile 2013

Refresh your Review Reading Challenge: Conclusione

Buongiorno a tutti, ci abbiamo messo tanto ma alla fine ce l'abbiamo fatta.
Io, Deni e Giuls a causa di vari impegni non siamo riuscite ad annunciare prima i vincitori del primo (e ultimo purtroppo) girone della nostra reading challenge.
Infatti un po' di tempo fa, io Deni e Giuls avevamo deciso di creare insieme questa reading challenge, cercando di intrattenere voi partecipanti in modi un po' diversi dai soliti, l'idea ci piaceva moltissimo ed eravamo gasatissime; purtroppo la nostra reading challenge non ha trovato un buon riscontro in voi, abbiamo avuto poca partecipazione e così abbiamo deciso di interromperla e concluderla dopo il primo girone.


Nonostante questo, le premiazioni per il primo girone sono d'obbligo, tutti voi che avete partecipato vi siete impegnati a rispettare le nostre richieste e noi vogliamo premiare il vostro tempo e il vostro impegno.
E' stato molto difficile scegliere, ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Per ognuno dei nostri blog (mio, di Deni e di Giuls) una recensione vincente.

La corsa delle onde, recensione scritta da Lara. Colpa delle stelle, recensione scritta da Arianna. Diario di uno sopravissuto agli zombie, recensione scritta su Amaranth. Per leggere le recensioni potete cliccare sui vari link, così vi rendete conto di quanto sia stato difficile scegliere per noi.
Se ricordate, le tre recensioni vincitrici per ogni blog avrebbero ricevuto in premio degli ebook, mentre la recensione in assoluto più bella sarebbe stata premiata con un libro cartaceo messo a disposizione dalle nostre librerie personali.
E' stata dura, ma alla fine la recensione migliore secondo noi è quella di "Colpa delle stelle" scritta da Arianna, che verrà contattata tramite email per poter ricevere il libro cartaceo. Mentre le recensioni di Amaranth e Lara saranno premiate con ebook, anche loro verranno contattate via email, ovviamente :)

E' tutto ragazzi. Siamo enormemente dispiaciute per lo stop che abbiamo voluto dare a questa nostra iniziativa in cui ci eravamo davvero impegnate e in cui credevamo tantissimo, speriamo comunque che chi ha partecipato lo abbia fatto con entusiasmo e che le vincitrici siano contente.
Magari in futuro proveremo ad inventarci qualcos'altro e speriamo vivamente che avremo più partecipazione ed entusiasmo da parte vostra.

Grazie mille a tutti voi!

Anteprime: Maggio con Garzanti

Buongiorno a tutti, siamo nell'ultimo giorno del mese. Spero tutti voi abbiate passato un bellissimo aprile e che maggio sarà altrettanto. Ma per salutare aprile cosa potevo proporvi di meglio se non delle succulenti anteprime? xD
Come sapete ultimamente cerco sempre di raggruppare le varie anteprime per ogni mese, così ci sono meno post sparsi e soprattutto, potete farvi un'idea più ampia delle pubblicazioni delle case editrici.
In questo caso ho deciso di dedicare un intero post alle pubblicazioni di maggio della casa editrice Garzanti, proprio perché ognuno di questi libri mi ispira e credo proprio valga la pena farveli notare.

Titolo: Non volare via
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Data di uscita: 2 maggio 2013
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 224

Trama:
Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Quello è l'unico momento in cui sente come gli altri. Perché Matteo è nato sordo.
Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c'è un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: "Pecché vola via?".
Un uccellino è volato via e Matteo lo ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. E' il padre è essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità.
All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza nel nome di un comandamento inespresso: "Restare uniti grazie all'amore". Ma è stato proprio l'amore è travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni.
Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare "Papà, non volare via."


Titolo: Tra la notte e il cuore
Autore: Julie Kibler
Editore: Garzanti
Data di uscita: 9 maggio 2013
Prezzo: 18,60 €
Pagine: 360

Trama:
E' mattina presto e Miss Isabelle si ferma per un attimo sulla soglia di casa ad ammirare la luce dell'alba che colora di rosa i tetti della piccola cittadina di Arlington, Texas. Poi, come ogni lunedì, cammina con passo leggero e risoluto, nonostante i suoi novant'anni, verso il negozio della sua giovane parrucchiera, Dorrie. Da dieci anni è una cliente speciale, da dieci anni la sua richiesta è sempre la stessa: domare la sua vaporosa chioma in ordinati riccioli argentati. Ma non questo lunedì. Oggi Miss Isabelle sa che la sua vita fatta di piccoli riti e abitudini sta per essere rivoluzionata. Il passato è tornato a tormentarle l'anima e niente potrà più essere come prima. La sua è una richiesta sconvolgente. Dorrie deve lasciare tutto e accompagnarla in un lungo viaggio verso Cincinnati, dalla parte opposta degli Stati Uniti. Il giorno dopo, senza spiegazioni. La ragazza esita, ma qualcosa negli occhi della vecchietta le dice che solo lei può aiutarla.
Mentre l'orizzonte inghiotte l'asfalto e il rosso del tramonto scolora in un cielo buio senza stelle, Miss Isabelle stringe tra le mani un antico ditale d'argento e sente il cuore riaccendersi come una notte di settant'anni prima, nel 1939. Quando, mentre l'odio e la violenza dilagavano come un'epidemia, due occhi gentili avevano illuminato l'oscurità come un fulmine. Due occhi scuri che facevano paura a tutti, ma non a lei, che nella loro carezza aveva trovato la forza e il coraggio di sfidare il mondo e le sue convenzioni. Ma tutto l'amore non è bastato e gli anni hanno intessuto un nodo fatto di segreti e silenzi che si è annidato nel profondo dell'anima e che ora deve essere districato. E l'unico modo è percorrere gli ultimi chilometri che la separano dal suo cuore e dalla verità.

Titolo: Assoluzione
Autore: Patrick Flanery
Editore: Garzanti
Data di uscita: 23 maggio 2013
Prezzo: 18,60 €
Pagine: 420

Trama:
La luce dell'alba colora di un rosa tenue i vigneti di Western Cape che si perdono a vista d'occhio. Seduta nel patio che affaccia su un giardino perfettamente curato, una donna anziana guarda con aria di sfida il giovane giornalista seduto di fronte a lei.
Clare Wald è una scrittrice di fama, nota per i suoi capolavori letterari e per il suo pessimo carattere. Da anni vive nel più completo isolamento rinchiusa nella sua lussuosa villa, lontana da occhi indiscreti. Nessuno ha mai saputo niente di lei e della sua vita privata. Fino a ora.
Sam Leroux sa di trovarsi di fronte alla più grande occasione della sua vita: essere il biografo ufficiale della più grande scrittrice sudafricana. Sa che non sarà semplice, Clare Wald è ambigua ed egocentrica, per niente disposta a svelare tutti i suoi segreti. Ma anche Sam ha i suoi.
Perché non è la prima volta che incontra la scrittrice ed è l'ultimo ad aver visto la figlia di Clare in vita. Sam è l'unico che conosce, meglio di tutto al mondo, la sua vera storia.
Una storia di colpa, sangue e silenzio che Clare gli dovrà raccontare, prima che lui getti la maschera. Chi è la vittima e chi il carnefice? Uno dei due sta cercando l'assoluzione, ma solo insieme possono riscrivere il perdono.

Titolo: Una stanza piena di sogni
Autore: Ruta Sepetys
Editore: Garzanti
Data di uscita: 23 maggio 2013
Prezzo: 17,60 €
Pagine: 380

Trama:
New Orleans. Josie ha diciassette anni, ma non sa cosa sia un abbraccio. Non ha mai conosciuto l'affetto di una carezza, non ha mai ascoltato il suono di una voce dolce. Sua madre è una prostituta e l'ha sempre trattata come un'estranea. Eppure, da sempre, Josie custodisce un segreto, un luogo speciale tutto suo: la libreria del quartiere. Lì si rifugia nei pochi momenti liberi delle sue giornate. Lì, tra le pagine di Charles Dickens, Jane Austen e Francis Scott Fitzgerald, immagina un futuro lontano. Quando un giorno in libreria entra Hearne, un misterioso cliente con la passione per le poesie di Keats, Josie capisce che il sogno di una nuova vita potrebbe presto diventare realtà. Perché Hearne è diverso da tutti. Hearne si preoccupa per lei, le chiede come sta, le offre parole di conforto. L'uomo è come il padre che non hai mai avuto. Eppure, quando tutto sembra possibile, anche scappare da New Orleans, Hearne viene ucciso. La vita ha deciso di mettere ancora una volta alla prova Josie. Non solo Hearne non c'è più, ma a venire accusata della sua scomparsa è la madre della ragazza. Adesso Josie deve scegliere. Scegliere tra la donna che non le ha mai dato amore e la fuga. Scegliere tra il cuore e la speranza. Gettare la paura alle spalle e spiccare il volo. Perché a volte si può volare anche con un'ala ferita.


Ecco fatto ragazzi, cosa ne pensate? Qualcuno di questi libri vi ispira? Io credo che anche Garzanti in questo periodo si stia decisamente dando da fare per far impazzire noi lettori con un sacco di uscite mooooolto interessanti.
Vediamo, di questi 4 libri, a me quelli che ispirano di più sono gli ultimi due, Assoluzione e Una stanza piena di sogni, hanno quell'atmosfera profonda e difficile, quell'ambientazione un po' triste e malinconica, che subito hanno attirato la mia attenzione.
Non volare via della Rattaro, mi ispira, ma non così tanto; nonostante io abbia letto "Un uso qualunque di te" della stessa autrice e abbia amato la storia e il suo stile, questo nuovo romanzo non mi convince totalmente, ma sicuramente la curiosità di leggerlo è molta.
Infine, quello che mi ispira di me è Tra la notte e il cuore, non so spiegare il motivo preciso... Sapete quelle sensazioni che si sentono a pelle? Ecco con questo libro mi è capitata la stessa cosa, magari mi sbaglio e sarà il migliore dei 4, ma per ora le mie sensazioni sono queste.
Se vi va fatemi sapere i vostri pensieri :)

lunedì 29 aprile 2013

Recensione: "Buongiorno principessa" di Francisco De Paula

Buonasera, in realtà è ancora pomeriggio, ma a causa del cielo nero e dell'atmosfera deprimente che aleggia qui al mio paese, mi viene spontaneo scrivervi come se fosse già sera inoltrata.
In questi giorni sono stata super impegnata e così mi sono completamente dimenticata che dovevo postare una recensione, ce l'avevo pronta sul pc e proprio poco fa mi sono resa conto che non l'avevo ancora pubblicata, perciò eccomi qui :)

Stasera vi parlerò di "Buongiorno principessa" di Francisco De Paula, primo libro della trilogia omonima, è stato pubblicato in Italia da Corbaccio, il 28 marzo 2013, al prezzo di 12,90 euro, per 280 pagine.

Trama:
Da ragazzini hanno fondato il Club degli Incompresi, ma adesso non sono più ragazzini, hanno sedici anni e tanta voglia di crescere. E i rapporti fra di loro non sono più semplici come prima. Valeria è innamorata per la prima volta, ma sa che il suo amore la porterà a tradire la sua migliore amica; Bruno non ha il coraggio di manifestare i suoi sentimenti e si rinchiude sempre più in se stesso; María ha il terrore di dover lasciare Madrid e i suoi amici per colpa dei genitori separati; Elísabet, da ragazzina brufolosa si è trasformata in una splendida giovane donna che non è abituata a sentirsi dire di no; Raúl è pieno di sogni e di ambizioni ed è determinato a trovare la persona giusta per lui, a costo di far soffrire chi si sente rifiutata; Ester nasconde la sua grande passione per non incorrere nei giudizi dei genitori e dei suoi stessi amici.
Non è facile diventare adulti, e a volte si vorrebbe evadere dal proprio mondo, allontanarsi dalla scuola, dalla propria città, dalla famiglia, anche dagli amici di una vita. Però, poi, loro ci sono sempre. Per fortuna…

Il mio pensiero:
Chi segue il blog si sarà accorto che amo moltissimo i romanzi young adult, mi piace leggerli e riescono a coivolgermi ed emozionarmi molto, che essi siano fantasy o narrativa non importa, amo questo genere.
E così anche per "Buongiorno Principessa" sono stata spinta a leggerlo, complice la cover così dolce e simpatica, complice anche la trama che ha fatto la sua parte, ho iniziato a leggere questo libro.
Devo ammettere che sono un po' stanca, perché ultimamente sono molti i libri che mi stanno deludendo e purtroppo "Buongiorno Principessa" fa parte di questi. Nelle ultime settimane ho letto tanti libri e molti di questi hanno ricevuto da me voti abbastanza bassi. Ho pensato di essere io il problema, magari ho bisogno di una pausa, oppure di cambiare completamente genere, non so... Ma di certo non mi attribuisco tutta la colpa.

Con "Buongiorno principessa" non sono entrata in sintonia, la storia parla di ragazzi adolescenti e della loro
vita, delle loro giornate, delle loro amicizie, dei loro scontri e incontri, niente di diverso da tanti romanzi letti e soprattutto niente di emozionante.
Almeno per me, è stata una lettura piatta e banale, che non mi ha donato quasi niente, mi ha semplicemente fatto passare delle ore in compagnia di questi ragazzi, ma molto spesso non era una compagnia voluta, tante volte leggevo un paio di capitoli e chiudevo il libro perché mi annoiavo, poi essendo una testa dura, riaprivo il libro e cominciavo a leggere di nuovo, sperando di trovare una piccola scintilla, un piccolo momento di emozione e invece niente... Nonostante questo sono riuscita a concludere il libro, anche se con difficoltà, sono stata tentata più volte di abbandonarlo.
Lo stile dell'autore è estremamente semplice, per me è troppo semplice però, come la storia, anche lo stile è banale e dopo un po' diventa ripetitivo. Non ci sono momenti in cui le giornate di questi ragazzi vengono rese un po' più interessanti.
Parliamo di adolescenti e della loro vita, ma cavolo, un minimo di voglia di leggere qualcosa di esaltante c'è nel lettore, altrimenti invece di leggere un libro mi sarebbe bastato mettermi di fronte a qualsiasi scuola media o superiore dei dintorni.

Forse, se lo stile dell'autore fosse stato un po' più ricercato e meno piatto, allora anche la quotidianità di questi ragazzi mi avrebbe emozionato di più, e invece niente.
L'unica parte che salvo del romanzo è il personaggio enigmatico e misterioso di Cèsar, un ragazzo più grande dei protagonisti in quanto va all'università (o almeno così lui dice), un ragazzo che sembra essere sempre nel posto giusto al momento giusto, e che fa leggermente impazzire una delle protagoniste, Valeria (la mia preferita). Le scene con Cèsar e gli avvenimenti che girano intorno a questo personaggio, sono gli unici momenti in cui mi alzavo dalla mia posizione stravaccata e donavo al libro tutta la mia attenzione.
E in base a questo anche il finale è riuscito a prendermi e farmi venire una grandissima voglia di leggere il seguito del libro, perché spero ci sarà un po' meno staticità, spero ci sarà un po' più di emozione e spero soprattutto che Cèsar avrà una parte più importante.
Ecco l'unico motivo (e non sto scherzando) per cui ho deciso che leggerò il seguito di "Buongiorno Principessa" che dovrebbe uscire sempre per Corbaccio il 30 maggio (o almeno così c'è scritto nella penultima pagina del libro).

Inutile dire che anche questa volta sono rimasta delusa, mi aspettavo un po' più di simpatia ed effervescenza da questo romanzo, speravo di passare ero piacevoli con un bel sorrisino stampato in faccia, mentre invece il mio stato d'animo crollava sempre di più verso il buio profondo della noia.
Un'ultima considerazione prima di chiudere. Ritengo che, se questo romanzo venisse letto da ragazzi di 13-14 anni, probabilmente risulterebbe l'opera migliore dell'anno. Esistono libri adatti ad un pubblico giovane, ma anche per un pubblico adulto; in questo caso il libro credo sia adatto esclusivamente per un pubblico adolescente che sicuramente potrà apprezzarlo ed amarlo come merita.

Il mio voto per questo libro:
Questo "mezzo sole" in più è dato proprio, solo ed esclusivamente dal finale e dal personaggio di Cèsar, altrimenti il libro sarebbe rimasto fermo a 2 soli.



Come ho scritto nella recensione, ho veramente voglia di leggere un libro che mi piaccia e mi coinvolga fino in fondo, a parte qualche romanzo che è riuscito ad emozionarmi, se ci fate caso, ultimamente i miei voti sono sempre bassi. Trovo le storie noiose e piatte, non riescono a trasmettermi niente di emozionante o coinvolgente...
Spero davvero di trovare il libro giusto che mi faccia battere il cuore, perché altrimenti se continuo così è un disastro per me :(
Va beh, ragazzi, se vi va ditemi cosa ne pensate di "Buongiorno principessa", se lo avete letto, oppure se vi ispira. 
Ah, mi stavo dimenticando. Anche questa volta non ho fatto nessun confronto con la grafica originale, perché la Corbaccio ha mantenuto la cover e il titolo è la semplice traduzione letterale e così ho pensato di abbellire con qualche immagine presa dal web :)

Wandering Blogs #11

Buongiorno buongiorno, sono in ritardissimo con l'undicesima puntata di Wandering Blogs, avrei dovuto pubblicarla ieri, ma ho avuto degli impegni e non ho fatto in tempo... Ma visto che ci tenevo comunque a fare il riassunto della settimana appena trascorsa, ho deciso di fare uno strappo alla regola e pubblicare la rubrica oggi :)
Wandering Blogs è una rubrica che ho inventato io sulla scia della più famosa Clock Rewinders. E' semplicemente un riassunto dei post che ci sono stati sul mio blog e di quello che hanno combinato i blog dei miei amici.

Questa settimana su "Il profumo dei libri":
  • Rubriche: Sono sempre le stesse ma ci tengo a riportare anche qui i link. Mercoledì ho fatto il riassunto delle mie letture con WWW...Wednesdays. Giovedì con Chi ben comincia vi ho proposto l'incipit di "La Bestia", romanzo d'esordio di Silvia Daveri. E sabato il riassunto delle nuove entrate nella mia libreria con Shopping Books.
  • Anteprime: Ultimo post di anteprime per il mese di aprile, con tante interessanti pubblicazioni per stuzzicare la mia e la vostra curiosità.
  • Recensioni: Ho iniziato la settimana parlandovi di Anger di Isabel Abedi e ho continuato lasciandovi il mio pensiero su Perfetto di Alessia Esse.
  • E come post "fuori dall'ordinario", ho deciso di pubblicare tutte le foto dei libri vinti grazie all'iniziativa "Una settimana di regali", che avevo organizzato più di un mese fa per il primo compleanno del blog.

**********

Questa settimana sui blog amici:
  • Frannie recensisce "L'indovina di Istanbul" di David Lukas.
  • Le Belle danno il via ad un bellissimo giveaway per vincere una copia cartacea di "Albion" di Bianca Marconero.
  • Silvia ci lascia la recensione "La bambina senza cuore" esordio letterario di Emanuela Valentini.
  • Franci ci parla della nuova collana di Harlequin Mondadori.
  • Glinda ci intrattiene con il secondo appuntamento con il Blog Tour dedicato a "Ogni giorno" di David Levithan.
  • Sonia recensisce proprio "Ogni giorno" di David Levithan.
  • Mik ci propone qualche interessante libro in lingua originale nella sua rubrica All the world is a library.
  • Secondo appuntamento con Ricordella, la simpatica e interessante rubrica di Elena, il cui scopo è quello che riportare alla luce serie dimenticate, oppure di cui è venuta improvvisamente interrotta la pubblicazione.
  • Vanessa recensisce "Il sostituto" di Brenna Yovanoff.


E anche per la settimana che si è conclusa ieri, il mio riassunto ve l'ho proposto, spero troverete sempre qualche link carino da aprire e visitare, un bacione a tutti voi e oggi vi auguro buon lunedì invece che buona domenica :)

sabato 27 aprile 2013

Shopping Books #45

Buona sera ragazzi e ragazze (anche se ormai potrei dire buonanotte), sono un po' in ritardo con questo post, ma ho avuto una giornata decisamente caotica....
Come va il vostro weekend? Qui è tornata la pioggia, anche se in effetti non fa freddo, ma a peggiorare il tutto c'è un vento decisamente fastidioso...
Sapete ormai qual è il vero motivo per cui sono qui, fare un bel riassunto dei nuovi libri che sono arrivati questa settimana nella mia libreria...
Il mio intento di questa settimana era comprare due libri usciti da pochissimi giorni, "La città di Sabbia" di Laini Taylor e "Ogni giorno" di David Levithan. Il primo non l'ho comprato semplicemente perché la libreria vicino a casa mia ancora non lo aveva -.- Mentre il secondo ho deciso di aspettare a prenderlo dopo aver letto la recensione di Sonia, la quale mi ha fatto frenare un po' la mia super curiosità, credo proprio aspetterò qualche settimana prima di decidere se comprarlo o meno, oppure aspetterò semplicemente che Libraccio faccia il suo "sporco" lavoro. Adesso vi faccio vedere cosa è arrivato fra case editrici e acquisti personali.

Ecco qua i nuovi arrivi. A parte "Il suggeritore" di Donato Carrisi, che ho voluto comprare spinta dalla curiosità che mi hanno messo alcuni blogger, gli altri tre mi sono stati inviati dalle case editrici che ringrazio di cuore, mi ispirano tutti davvero molto e credo proprio che cercherò di finire le letture che ho programmato per questa settimana, dopo di che, mi dedicherò sicuramente ai due libri Garzanti e poi anche agli altri :)
Un piccolo appunto: nella presentazione singola che vi farà de "Il suggeritore", metterò la cover dell'edizione Longanesi, mentre come potete vedere io possiedo l'edizione economica Tea, così metterò di dati tecnici di tutte e due le edizioni :)


Titolo: Per te qualsiasi cosa
Autore: Sam Angus
Editore: Garzanti
Data di uscita: 24 aprile 2013
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 260


Trama:
Stanley è ancora un ragazzino, e si sente solo. Da quando il fratello è partito per la guerra, il padre non è più lo stesso. E' freddo e distante. Eppure Stanley è trovato il modo per essere di nuovo felice: prendersi cura dei suoi cani. Lui è l'unico che sa come comunicare con loro. Quando Soldier, un cucciolo dal pelo chiaro, sembra troppo fragile per sopravvivere, Stanley gli salva la vita. Qualcosa di speciale li unisce e i due diventano inseparabili. Ma il loro legame è destinato a spezzarsi: un giorno, all'improvviso, Soldier scompare. Per Stanley è una nuova ferita difficile da ricucire. Non gli rimane che una scelta: vestire la divisa dell'esercito inglese e partire per il fronte. Partire alla ricerca del fratello e cercare di riunire la sua famiglia. Grazie alla sua rara abilità nel capire i cani, viene assegnato al servizio dei cani messaggeri. Nell'orrore delle trincee del primo conflitto mondiale, la lealtà e il coraggio di questi animali salvano vite umane. Sono loro che giorno dopo giorno insegnano a Stanley a essere forte e a sopportare la violenza della guerra. Eppure lui non riesce ad affezionarsi veramente: il ricordo di Soldier fa ancora troppo male. Fino a quando non gli viene affidato Pistol che, come lui, non si fida più di nessuno. Grazie a questo cane Stanley rivive, per la prima volta, la forza dell'amicizia che lo legava a Soldier. Una sensazione che credeva di non riuscire più di provare. Pistol ha uno strano e immediato attaccamento per lui e i suoi occhi sembrano volergli dire qualcosa. Stanley deve scoprire se il suo cuore è ancora capace di ascoltare...

Titolo: Lo strano mondo di Alex Woods
Autore: Gavin Extence
Editore: Garzanti
Data di uscita: 24 aprile 2013
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 380


Trama:
Per Alex Woods la notte è un momento magico, l'unico momento in cui può gettarsi la paura alle spalle. Ogni notte si affaccia alla finestra per guardare le stelle. La stanza è invasa da libri di astronomia, la sua passione. Studiare le eterne e immutabili leggi che regolano l'universo è l'unico modo per fuggire dalla sua vita disordinata. Alex sa cosa significa essere strano. Non ha mai conosciuto suo padre, e sua madre è una lettrice di tarocchi che l'ha cresciuto in un negozio pieno di candele, incensi e pozioni. E da quando ha dieci anni soffre di attacchi epilettici che riesce a controllare solo ascoltando musica classica ed enumerando i nomi delle costellazioni.
A scuola i bulli lo perseguitano senza tregua.
Un giorno, mentre fugge dall'ennesimo pestaggio, Alex cade e rotola in un giardino, devastando la siepe. Quando apre gli occhi si trova la canna di un fucile piantata in faccia. A imbracciare l'arma è il signor Peterson, un bislacco e arcigno vedovo. Un uomo solo, con una ferita nel cuore che non ha intenzione di rivelare a nessuno. Fra i due nasce la più improbabile delle amicizie, fatta di coltivazione di sostanze stupefacenti e letture dei romanzi più dissacranti. Ma quando il signor Peterson scopre di avere una grave malattia, per Alex giunge il momento di sovvertire tutte le leggi dell'universo e intraprendere il più strambo dei viaggi... perché solo lui può salvarlo.
 
Titolo: Il suggeritore
Autore: Donato Carrisi
Editore: Longanesi (ed. rilegata) - TEA (ed. brossura economica)
Data di uscita: 15 gennaio 2009 (ed. Longanesi) - 12 maggio 2011 (ed. TEA)
Prezzo: 18,60 € (ed. Longanesi) - 13,00 € (ed. TEA)
Pagine: 465

 
Trama:
Questo libro non è solo un thriller scritto da un autore italiano agli esordi, che si confronta con un genere finora appannaggio dei grandi autori americani, reinventando le regole del gioco. È una storia che esplora la zona grigia fra il bene e il male fino a cogliere l'ultimo segreto, il minimo sussurro. Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l'abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un'indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l'arrivo di Mila Vasquez, un'investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l'altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo...
 
Titolo: Una donna misteriosa
Autore: Lesley Lokko
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Data di uscita: 16 aprile 2013
Prezzo: 19,00 €
Pagine: 562


Trama: 
Chi è davvero Anneliese Zander de Saint Phalle? Conosciuta nel mondo intero come una delle più celebrate stiliste di moda, a capo di un immenso impero economico, è una donna raffinata e con una carriera di tutto rispetto. Universalmente ammirata, è però molto schiva e riservata, anche se la sua innata eleganza e bellezza l'hanno ormai resa un'icona indiscussa. In realtà nessuno sa chi lei sia veramente e cosa si nasconda dietro la sua impenetrabilità. Perfezionista assoluta nel lavoro, Anneliese è un mistero anche per i più fedeli collaboratori. Ma cosa nasconde il suo passato? Fermamente decisa a lasciarsi per sempre alle spalle gli anni bui dell' infanzia e della giovinezza che l'hanno segnata profondamente, Anneliese fa di tutto per seppellire il ricordo delle sue origini, delle quali non ha mai fatto parola neppure con la figlia Callan. Ma proprio quando ha ormai deciso di ritirarsi dalle scene, quel passato tanto temuto irrompe inaspettatamente nella sua vita sconvolgendo ogni certezza.


Mi piacerebbe sapere quali libri avete comprato voi o quali vi sono stati regalati, oppure se avete effettuato qualche scambio :)
E poi vorrei sapere cosa ne pensate delle mie nuove entrate... Non mi aspetto di leggere commenti questa sera, ormai è tardi e poi sabato sera sarete tutti impegnati, ma spero che domani vi farete vedere :)

venerdì 26 aprile 2013

Recensione: "Perfetto" di Alessia Esse

Buon venerdì piovoso a tutti voi. Ebbene sì, piove di nuovo e io ho paura che tutte le belle cosine che abbiamo piantato (io e il mio moroso) nell'orto, non crescano... E' una cosa che adoro poter mangiare la frutta (solo le fragole *_*) e la verdura che piantiamo nel nostro piccolo orto, a parte che si risparmia un bel po' e poi è tutta un'altra cosa mangiare le verdure che vedi crescere con i tuoi occhi, che innaffi tu e che raccogli tu, a confronto della verdura che compri al supermercato, anche il sapore è diverso e molto più buono.
Spero solo che la pioggia troppo forte non distrugga il lavoro fatto in questi giorni....

Ora passiamo a parlare di uno degli ultimi libri che ho finito di leggere.
"Perfetto" è il libro d'esordio di Alessia Esse, è il primo volume de "La trilogia di Lilac", è autopubblicato ed è uscito il 13 novembre 2012, al prezzo di 9,27 € (il cartaceo) per 296 pagine.

Trama:
In un futuro non molto lontano, la popolazione è composta esclusivamente da donne.
La Sindrome ha ucciso tutti gli individui di sesso maschile, e la riproduzione è possibile solo grazie al midollo osseo. Gli effetti della Sindrome sono stati talmente devastanti per le donne sopravvissute che ricordare quei giorni è proibito, così come è proibito parlare degli uomini. Musica, film, libri, arte: tutto quello che riguarda il genere maschile è sepolto sotto il dolore.
Nel paesino francese di Malorai, un angolo di paradiso ai piedi di una cascata, Lilac Zinna si prepara al diploma. Diciassette anni, un amore sconfinato per la Storia Moderna e per le regole, Lilac sta per diventare un'insegnante, coronando il suo sogno e quello della nonna Francesca, che si occupa di lei da quando è nata. Lilac è al settimo cielo, e non solo perché sta per diplomarsi: alla cerimonia solenne parteciperà anche Vega G, la donna a capo del governo femminile che regola il mondo. E quando Vega G si mostra eccezionalmente interessata alla vita di Lilac, arrivando perfino ad offrirle un lavoro per il governo, Francesca - che nasconde un segreto tanto importante quanto pericoloso - decide di affidare sua nipote a qualcuno che avrà il compito proteggerla: due uomini.
Nel viaggio che la porterà lontano da Malorai e da tutto ciò in cui ha finora creduto, Lilac conoscerà un mondo nascosto, imparerà che il cuore può battere forte, e non solo per paura, e scoprirà chi è davvero Vega G.

Il mio pensiero:
Con "Perfetto" di Alessia Esse ho compiuto la mia seconda esperienza nella lettura di un romanzo autopubblicato. Non sono mai completamente convinta delle autopubblicazioni, ma non mi piace fare di tutta l'erba un fascio e devo ammettere che "Perfetto" ha attirato la mia attenzione fin dal primo momento, tant'è che ho aspettato per poter avere la mia copia autografata inviata dall'autrice.
Prima di tutto voglio fare i complimenti ad Alessia perché ha fatto un lavoro di editing all'altezza di una casa editrice, la copertina è molto semplice ma bellissima; il romanzo presenta pochissimi errori e sono tutti causati da piccole disattenzioni, ed anche qui fa sicuramente concorrenza alle case editrici, di cui spesso leggiamo romanzi con tantissimi errori; passando al gusto puramente personale, mi è piaciuto il formato del libro e il font usato per la scrittura dei titoli dei capitoli e anche per l'intero libro.
Ora passo a parlarvi della storia. Alessia Esse ci introduce in un mondo distopico in cui sono presenti solo ed esclusivamente donne, dopo una guerra che ha distrutto l'Europa, e dopo la Sindrome che ha sterminato l'intera popolazione maschile, queste donne si ritrovano a vivere in un paesino della Francia, protette e "libere". Siamo in un mondo futuro dove la tecnologia è molto avanzata, ma in cui ci sono grandissimi buchi neri e segretezza sulla vita prima della guerra e della Sindrome, ma la curiosità appartiene all'animo umano e non tutti credono alla "buona fede" di quelle donne che tanto osannano questo mondo "perfetto". E così la protagonista, la giovane e caparbia Lilac, si vedrà in bilico fra la sua grande fiducia in questo mondo e la piccola ribellione della sua migliore amica, la simpatica e frizzante Baguette.
Le certezze di Lilac inizieranno ad oscillare presto, fino a crollare inesorabilmente di fronte a scoperte che la devasteranno nell'animo.

Basta parlarvi della trama, altrimenti esagero e vado a spoilerare e la mia intenzione non è quella.
"Perfetto" è il libro che si legge in un soffio, scorrevole e coinvolgente; non mi sono mai annoiata, all'inizio è interessante conoscere la quotidianità così particolare di queste donne, ho trovato grandioso il modo in cui l'autrice sia riuscita ad essere originale, ha avuto un'inventiva e fantasia pazzesche. E una volta che le barriere del mondo "perfetto" vengono abbattute è un'escalation di eventi, in cui il lettore non ha mai un attimo di pausa, perché la sua mente e il suo cuore vengono sottoposti ad un enorme quantità di spunti di riflessione ed emotivi.
Ci tengo a precisare che per me è stato quasi sconvolgente trovarmi di fronte ad un mondo distopico italiano. Finora ho sempre letto libri distopici ambientati in America o comunque all'estero; ma leggere della mia Italia, di posti che ho visitato e amato, distrutti e rasi al suolo è stato un colpo per il mio cuore, mi sono immedesimata e ovviamente la mia testa è volata e ho iniziato a pensare come sarebbe se la nostra bella Italia venisse davvero devastata da una guerra e non mi vergogno nel dirvi che ho provato un forte dolore e una grandissima ansia.

La storia raccontata da Alessia è ben strutturata, abbiamo la possibilità di conoscere molto bene la protagonista e la sua migliore amica, avremo di fronte a noi molti altri personaggi, ma solo ad alcuni di questi verrà dedicato il giusto tempo, e nonostante questo, l'autrice ci dà piccoli particolari che ci fanno conoscere meglio anche quei personaggi che fanno quasi da sfondo. Essendo il primo libro di una trilogia, immagino che avremo tempo per conoscere meglio anche quelli che sono stati un po' tralasciati. Grandissima accortezza di particolari molto vividi anche per le descrizioni delle ambientazioni, come ho già detto alcune di queste descrizioni mi hanno sconvolta, mentre in altri momenti ho apprezzato i dettagli dei paesaggi, dei villaggi e di tutte le altre ambientazioni che troviamo nel libro. Dalle più cupe e pericolose, alle più allegre e "nostrane".
Il linguaggio è semplice, e per questo è facile seguire la storia, ma lo stile è incalzante e particolareggiato; così che il lettore si sente sempre coinvolto dalla storia, non si sente mai abbandonato o con pochi punti di riferimento per capire lo svolgimento dei fatti.

Altri complimenti per i segreti che l'autrice è riuscita svelare solo alla fine, è stato emozionante e stimolante leggere e capire le cause che hanno scatenato la Sindrome e anche in questo caso sono rimasta sconvolta. L'antagonista in questo libro viene fuori piano piano, ma quando arriva lo fa con il botto e arriva quasi a togliere il respiro al lettore da quanta è la pazzia e la cattiveria di questa persona.
Il finale non porta allegria, anzi mi ha lasciato in un grandissimo stato di ansia, ho bisogno di scoprire cosa succederà, cosa faranno Lilac e i suoi amici e come proveranno a risolvere le situazioni che sono venute a crearsi. Insomma, voglio leggere al più presto il seguito di questo libro.

Vi consiglio assolutamente di leggere "Perfetto", merita la vostra attenzione, perché l'autrice è riuscita ad essere originale, ha creato una storia che tiene con il fiato sospeso dall'inizio alla fine; una storia che ci dona tante emozioni e ci fa conoscere una fortissima amicizia; che fa nascere un'amore difficile, ma dolcissimo; che ci fa riflettere sulla nostra Italia e sul mondo umano. "Perfetto" è un romanzo completo e adatto ad un vastissimo pubblico di lettori. Provate a leggerlo, credo non ne rimarrete delusi, sono certa che Alessia Esse continuerà a sorprenderci e farci sognare ed emozionare con i suoi libri.

Invece di lasciarvi immagini scelte da me, questa volta ho deciso di lasciarvi le cover di "Segreto" il secondo libro della trilogia, per cui dovremo aspettare ancora un po'... E Alessia Esse per non farci morire nell'attesa dell'uscita del secondo capitolo della trilogia, ci delizierà con una novella che uscirà esclusivamente in ebook, si intitola "L'ultima voce" ed uscirà il 30 aprile. Sul suo blog troverete tutte le news riguardanti questi progetti (trovate il link al suo blog a fine post).
Che dire, le copertine mi piacciono moltissimo, sono semplici ma di grande impatto. Poi la cover de "L'ultima voce" finora è la mia preferita, la trovo così delicata e particolare.

Il mio voto per questo libro:
Ho deciso di aggiungere mezzo sole per l'estrema originalità che è riuscita a tirare fuori l'autrice, con una storia veramente nuova e fresca. 



Siamo arrivati alla fine, vorrei di nuovo ringraziare Alessia Esse, perché è sempre molto disponibile ed estreamente gentile.
Voi avete letto Perfetto? Avete trovato anche voi questa grande gioia a leggere qualcosa di italiano ma molto molto originale? E se non lo avete letto, vi ispira almeno un pochino?
Con questa recensione spero di essere riuscita ad intrattenervi e soprattutto a darvi una spinta per decidere meglio se leggerlo oppure no.
Infine voglio lasciarvi il link al blog personale di Alessia, sempre molto aggiornato e pieno di news sui libri che seguiranno "Perfetto".

giovedì 25 aprile 2013

Chi ben comincia... #26

Riciao splendori, sono di nuovo qui con voi... Spero di non venirvi a noia, perchè sarebbe davvero problematico per me xD
Voglio cercare di non riempire troppo il blog con troppi post, ma ci sono settimane in cui mi ritrovo da pubblicare un sacco di cose e così non posso evitarlo, spero solo che non perdiate nessun appuntamento con il blog.

Oggi è giovedì ed è giorno di incipit, con la rubrica che ho ideato qualche mese fa, ogni giovedì (salvo imprevisti) cerco di farvi compagnia con gli incipit dei libri che possiedo, la scelta però è casuale e molto spesso mi trovo in grandissime difficoltà a scegliere di quale libro parlarvi...
Le poche regole della rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Aspettate i commenti


Oggi la scelta è ricaduta su un romanzo che leggerò fra qualche giorno. Vorrei attirare la vostra attenzione sul romanzo d'esordio di un'autrice italianissima, un romanzo che ha trovato consensi sul mio blog e di cui io stessa sono curiosissima di conoscere di più. Non fatevi ingannare dalla copertina del libro, che non è di certo di quelle elaborate e "super fighe" che ci vengono propinate in questo periodo. Ma date un'occhiata alle prime righe che vi lascerò e se siete curiosi, vi basterà cercare sul mio blog la scheda tecnica e la trama dedicati al libro.


La Bestia
di
Silvia Daveri

Mi ero alzata di buon'ora, il tempo sorrideva a quella giornata speciale, c'era luce.
Il sole si nascondeva fra le nuvole e scaldava le pietre del paese. Quella che si dice una bella giornata a Le Malzieu. Nel Gévaudan, in autunno, è il massimo che si può sperare.
Non c'era niente di meglio che la mattina di mercato con quella gradevole temperatura.
Legai i capelli con un fiocco, il nastro rosso di mia madre, il mio preferito e una delle poche cose che avevo di lei. Feci scivolare il mantello leggero sulle spalle, col cartazucchero, imbracciai il cesto di vimini e scesi in strada.
Le vie erano invase da mamme e bambini vestiti a festa, dopo i banchi ci attendeva la messa della domenica.
Era il giorno più bello della settimana. Le fatiche di tutti venivano ricompensate.

**********

Ed ecco qua per voi, e anche per me stessa, le prime righe di questo romanzo particolare. Non vi sembra di trovarvi di fronte al piccolo paese che faceva da sfondo a "La bella e la Bestia". Non so perché, ma vi giuro che appena ho letto queste righe ho pensato proprio a quel cartone animato e devo ammettere che ho iniziato a viaggiare con la mente. Sarà un paese allegro e tranquillo così come appare in queste prime righe? Oppure nasconde qualcosa? Dalla copertina che vedete non si direbbe che le cose rimarranno tranquille e solari, voi che dite?
Spero di aver smosso un po' la vostra curiosità.
Un bacione a tutti e alla prossima settimana! 

Una settimana di regali: le foto dei vincitori

Salve ragazzi, come state? Vi ricordate che tempo fa per il primo compleanno del blog avevo deciso di organizzare l'iniziativa "Una settimana di regali"? In cui avevo messo in palio (grazie ad autori e case editrici) un bel po' di libri per tutti voi.... So che è passato ormai più di un mese, ma purtroppo ho dovuto aspettare che tutti i regali arrivassero e soprattutto ho dovuto aspettare di avere un attimo libero per organizzare questo post :)

Ho deciso di mettere online le foto di tutti i libri autografati che sono arrivati ai vincitori, credo sia una cosa carina e soprattutto è stato bellissimo ricevere tutte quelle foto dei libri vinti grazie al mio blog.

Iniziamo con le foto dei libri vinti grazie ai primi 5 "mini" giveaway che avevo organizzato, chiedendo ad autrici esordienti se avrebbero voluto mettere in palio i loro libri con l'autografo, tutte le autrici sono state estremamente carine e disponibili e tutti i vincitori sono stati molto contenti dei libri ricevuti con le varie dediche.
Albion di Bianca Marconero, vinto da Monica.
Petali di Sangue di Emma K. Clarke, vinto da Monica (alias Ancella).
Perfetto di Alessia Esse, vinto da Denise.
83500 di Michela Monti, vinto da Gina.
Il Diario di Isabel di Isabel C. Alley, vinto da Jessica.
La Bestia di Silvia Daveri, vinto da Arianna.

Ed ora passiamo ai regali messi in palio per l'ultimo super giveaway del compleanno. Avevo provato a contattare autori più famosi di quelli citati qui sopra e anche in questo caso ho trovato tantissima disponibilità, gentilezza e simpatia. Le vincitrici sono state stra contente, soprattutto perché gli autori non si sono limitati ad autografare le copie dei loro libri, ma le hanno personalizzate anche loro con piccole dediche.


Iniziamo con Cuore Nero di Amabile Giusti e Muses di Francesco Falconi, vinti entrambi dalla bravissima Veronica, che è riuscita ad averli grazie ad un bellissimo disegno molto personale.

Poi si era classificata seconda, con un bellissimo wallpaper, Giovanna. Che ha vinto la copia autografata con dedica de "Il bacio di Jude" di Davide Roma.

Terza classificata, con un'immagine molto particolare, con un gusto un po' retrò e una frase bellissima era stata Anna. Che ha scelto Odyssea di Amabile Giusti, anche in questo caso con un personale dedica con autugrafo.

Ed infine Simona, che grazie ad un'immagine modificata con colori molto belli è riuscita a vincere Memoria, il secondo capitolo della saga di Leonardo Patrignani, con dedica personale molto carina e autografo.



Ecco qua, ho finito di raggruppare tutte le foto, vorrei ancora una volta ringraziare tutti gli autori e anche voi che avete partecipato ed infine un super grazie anche a chi ha vinto e mi ha mandato tutte le fotine.
Spero che questo post di "ricordi" vi sia piaciuto e spero parteciperete sempre con grande entusiasmo alle iniziative che organizzo.

Un bacione a tutti voi!

mercoledì 24 aprile 2013

WWW... Wednesdays #44

Eccomi con il consueto aggiornamento settimanale sulle mie letture e sulle vostre...
E prima di iniziare vorrei fare una domanda a voi che mi seguite. Quale rubrica preferite (di quelle più frequenti) del mio blog? Questa di oggi per il riassunto delle letture settimanali? Oppure Chi ben comincia con l'incipit di un libro scelto a caso? Oppure Shopping Books in cui vi mostro gli ultimi arrivi sui miei scaffali? O ancora Wandering Blogs che serve per riassumere la settimana trascorsa sul mio blog e su quello degli amici?
Vi faccio questa domanda, prima di tutto perché mi interessa la vostra opinione e seconda cosa, se ricordate tempo fa dissi che volevo cambiare ancora qualche rubrica, solo che non ho le idee molto chiare ancora e così vorrei approfittare della vostra gentilezza e sapere quali sono i vostri gusti a riguardo.
Spero mi lascerete le vostre risposte nei commenti :)

**********

Le regole della rubrica:
- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cos'hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa pensi leggerai in seguito?)


Cosa stai leggendo?
Ho iniziato a leggere proprio ieri sera prima di andare a letto "Kill all Enemies" di Melvin Burgess. Ho letto pochissime pagine perché ieri ero cotta e finora non capisco ancora dove vuole portarmi l'autore e soprattutto non ho la più pallida idea di cosa aspettarmi. So solo che continuo a provare estrema curiosità per questo libro e questa trama così particolare.


Cos'hai appena finito di leggere?
Sembrano tanti, ma in realtà per uno di questi ci ho messo pochissimo a finirlo. Andiamo con ordine, proprio questa mattina vi ho lasciato la mia recensione di "Anger" di Isabel Abedi, un libro a mio parere originale, ma che non è riuscito a coinvolgermi come mi aspettavo, l'autrice ha uno stile troppo freddo per me e non sono riuscita mai ad immedesimarmi. "Perfetto" di Alessia Esse, avrete la recensione fra un paio di giorni circa; un libro che mi è piaciuto tantissimo, è l'esordio dell'autrice ma è stata magistrale a creare una storia originalissima, coivolgente, emozionante e molto intrigante, tantissimi complimenti ad Alessia. Stamattina in circa mezzora ho letto "Il punto estremo" di Paolo Pajer, un libricino di pochissime pagine, che contiene però un grandissimo significato e un'estrema profondità di emozioni. Ed infine ieri pomeriggio prima di cena ho finito "Buongiorno Principessa" di Francisco De Paula, un libro che parla di adolescenti e che credo sia adatto esclusivamente ad un pubblico di adolescenti, non mi è piaciuto, l'ho trovato banale e forse addirittura troppo semplice, non sono mai riuscita ad emozionarmi o farmi prendere dalla narrazione, anche in questo caso scriverò presto la recensione.


Cosa pensi leggerai in seguito?
Vorrei spiegarvi un secondo. Il mio obiettivo per le prossime letture sono questi tre libri, come ho già ripetuto allo sfinimento, però, in queste due settimane usciranno un sacco di libro che attendo con ansia e che non vedo l'ora di leggere, dunque può essere che la mia piccola lista subirà dei cambiamenti.
Dunque, "La Bestia" di Silvia Daveri, un libro che ho scoperto per caso, un romanzo che sono stracuriosa di leggerlo e che mi ispira moltissimo per i suoi toni cupi e misteriosi, e non c'è dubbio che la trama mi ha intrigato fin dal primo momento. Poi sarà il turno di uno dei libri più chiacchierati del momento "L'amore è un difetto meraviglioso" di Graeme Simsion, sono leggermente combattuta per questo libro; da un lato sono titubante perché ho tanta paura che mi deluda, dall'altro ho una grandissima voglia di conoscere la storia così dolce e simpatica. Ed infine il romanzo d'esordio della cara Linda Bertasi, "Destino di un amore", dopo aver letto il suo secondo romanzo "Il rifugio" ho subito avuto voglia di conoscere altre storie scritte da lei e così ho deciso di buttarmi nella lettura di questo libro, sono molto curiosa di vedere se l'autrice da un libro all'altro ha cambiato stile, se si è migliorata ecc ecc
Vedremo un po' come andrà con queste belle letture :)



Dite che è ora che smetto di "blaterare"? xD
Oggi mi rendo conto di essere stata un po' logorroica, ma come sempre spero sarete arrivati alla fine del post e spero di trovare nei commenti i vostri pensieri sulle mie rubriche, senza dimenticarvi però di parlarmi delle letture che avete finito in questo periodo e che inizierete prossimamente. Ed infine se vi rimane un po' di voglia di scrivere, mi piacerebbe sapere che ne pensate delle mie letture :)