lunedì 6 gennaio 2014

Recensione: "Il bosco dei cuori addormentati" di Esther Sanz

Buongiorno e buona befana a tutte voi belle donne che frequentate il blog. Ecco l'ultimo giorno di festa di queste vacanze, il giorno in cui i dolci e il cioccolato la fanno da padroni. Noi abbiamo il cesto dei dolci in casa che è pieno di dolcetti Kinder *___* ma credo rimarrà pieno per poco xD
In questo periodo sono stata quasi completamente assente dal blog, sono riuscita a preparare qualche post, ma nient'altro... Tutti i commenti che ero riuscita a recuperare, ora si sono accumulati di nuovo, nei prossimi giorni cercherò di mettermi un po' avanti sperando di avere il tempo per tutto.
Oggi vi propongo un'altra recensione (erano settimane che non proponevo una recensione dietro l'altra xD), ma come sapete sono ancora indietrissimo, siamo nel 2014 e io sto ancora pubblicando le recensioni di settembre 2013, ecco perché oggi ho deciso di postare la recensione che come voti era arrivata seconda al sondaggio precedente. "Il bosco dei cuori addormentati" di Esther Sanz, primo volume della serie "El Bosque", pubblicata in Italia dalla Piemme nella collana Freeway, il 17 settembre 2013, al prezzo di 16 euro per 286 pagine.

Trama:
Clara ha appena compiuto diciassette anni e la sua vita è a pezzi. Non ha mai conosciuto suo padre, sua madre si è suicidata e due mesi dopo è morta anche la nonna che l’ha cresciuta. L’assistente sociale decide di affidarla all’unico parente, zio Alvaro, che vive in un minuscolo paesino in montagna, isolato dal mondo. Victor, giovane studente di veterinaria, la prende sotto la propria ala protettiva e sembra che la vita della ragazza possa trovare un po’ di serenità. Ma un giorno Clara si ritrova in una parte del bosco dove nessuno dovrebbe andare, secondo le leggende che circolano in paese, e dove incontra Rio, un ragazzo bellissimo…
È un immortale, un angelo che da oltre cinquecento anni custodisce il segreto del bosco: la fonte della giovinezza. La ragazza si innamora perdutamente del giovane immortale e all’improvviso tutti i nodi vengono al pettine: Victor si rivela per quello che è, un demone che si occupava di Clara solo per tenerla sotto controllo e capire quanto e cosa sapesse.
Con l’aiuto di Rio, Clara lo sconfiggerà, ma dopo un dolcissimo incontro d’amore i due ragazzi, disperati, si rendono conto che l’angelo non può sottrarsi al proprio compito né rinunciare alla propria immortalità e sono costretti a separarsi…

Il mio pensiero:
Questo libro all'inizio lo avevo snobbato, poi un giorno decisi di leggere meglio la trama e c'era qualcosa che mi incuriosiva, così ho deciso di leggerlo per capire se avessi ragione ad avere curiosità, oppure a snobbarlo. Ahimé, sarebbe stato molto molto meglio se io e questo libro non ci fossimo mai conosciuti.

Il bosco dei cuori addormentati racconta la storia di Clara, un'adolescente che dopo aver perso la mamma e la nonna si trova costretta a trasferirsi in un paesino di montagna di poche anime, insieme allo zio scorbutico e scontroso.
Con il permesso dello zio decide di rimanere a vivere da sola nella tenuta di campagna della famiglia, una casa scricchiolante che nasconde non pochi segreti. Situata a ridosso di un bosco, Clara si ritroverà a fare i conti con strane apparizioni, oggetti spostati, aiuti che sembrano piovere da cielo e con un ragazzo un po' troppo appiccicoso e instabile.

Non mi va assolutamente di parlarvi oltre della trama, non perché ho paura di fare spoiler, ma perché credo vi annoiereste solo a leggere il mio riassunto.
Questo libro è un enorme mix di cose già viste e sentite, lette e rilette. La ragazza adolescente che da una grande città caotica  si trasferisce in un paesino di poche anime, con boschi nebbiosi e pericolosi (chissà cosa mi ricorda), il bello di turno che diventa subito suo amico, che l'aiuta e la salva da situazioni "pericolose", lo zio scontroso con cui non va d'accordo e che la vorrebbe fuori dai piedi, la creatura soprannaturale bellissima che le comunica che non possono stare insieme perché troppo pericoloso, lei che desidera diventare come lui e prova a convincerlo in tutti i modi.... Se volete continuo, ma credo ne abbiate avuto abbastanza.

Non ho ben chiaro quali fossero le intenzioni della Sanz, perché questo libro potrebbe sembrare un po' urban fantasy, un po' thriller e un po' romantico, ma non riesce in nessuno dei tre. E' un miscuglio di situazioni, ambientazioni e personaggi messi lì a caso, giusto per riempire le pagine e far vedere che anche lei (l'autrice) ha scritto uno YA urban fantasy.
Lo stile è troppo semplice, poco scorrevole perché freddo e impersonale, non ho mai provato un'emozione leggendo le pagine del libro, non mi sono mai sentita catturata e coinvolta, la storia scorreva (spesso con difficoltà date dalla noia) davanti ai miei occhi senza catturare il minimo dell'attenzione. Ho più volte pensato di chiudere il libro e abbandonarlo per sempre, ma con un pizzico di forza di volontà sono riuscita a concludere la lettura.

I personaggi sono stereotipi viventi, lei un po' imbranata, non consapevole della sua bellezza, triste e malinconica; i due lui: l'amico umano che poi tanto amico non è, che si innamora di lei, la vuole a tutti i costi, premuroso ma sempre con secondi fini, la facciata che mostra all'inizio è completamente diversa dalla sua vera personalità; l'altro lui, la creatura soprannaturale bello come un Dio, un lupo solitario con il cuore addormentato, consapevole della sua natura e dei rischi che corre e può far correre a chi gli sta intorno, si innamora perdutamente di lei (così su due piedi) e improvvisamente uno non può più fare a meno dell'altra, tanto che sarebbero disposti a sacrificare le loro vite °-°
Il loro rapporto nasce dal nulla, il loro amore è incompresibile ai miei occhi, non capisco come due persone che hanno scambiato sì e no due parole possano innamorarsi così follemente e ritrovarsi nudi uno di fianco all'altra come se fosse una cosa naturale di tutti i giorni... Perché l'autrice per attirare ancora più l'attenzione in qualche scena ci ha infilato un po' di nudità, di sensualità e di sesso, tutto mal riuscito a mio parere.
L'unica piccola nota positiva che ho trovato e che mi ha leggermente fatto alzare il voto finale, è l'idea da cui parte la natura del personaggio soprannaturale, è un'idea che mi è piaciuta, diversa dal solito... ma non serve a molto avere una piccola idea originale, quando tutto il resto è una copia di altri libri, quando i personaggi sono stereotipi, quando le ambientazioni sono viste e riviste e quando la narrazione va avanti in modo difficile e banalissimo.

All'inizio del libro sapevo già come sarebbe andata a finire praticamente e anche il finale mi ha deluso moltissimo, l'autrice prova a rispondere a dei dubbi e lo fa in modo frettoloso, prova a creare nuove domande per attirare l'attenzione del lettore per i seguiti della storia, ma lo fa in modo sconclusionato e senza accendere la minima fiamma di curiosità.
Credo di aver massacrato abbastanza questo romanzo, non chiedetemi se ve lo consiglio perché credo la risposta sia palese. Mi azzardo a dire che è il libro più brutto letto nel 2013 e da quando ho aperto il blog è la prima volta che dò un voto così basso.

Parliamo della grafica anche se non mi va molto. Purtroppo non ho avuto metri di paragone, infatti ho trovato solo la cover originale e basta, così ho deciso di mettere le cover degli altri due volumi della trilogia (ovviamente in ordine di pubblicazione). La cover italiana non mi piace per niente, ma apprezzo i colori, mentre odio il font usato per il titolo, un font usato e stra-usato uno di quelli che si trovano ovunque.
Le cover originali non sono male, molto semplici e pulite per fortuna seguono tutte la stessa linea, anche in questo caso non amo molto il font usato per il titolo, mentre mi piace quello lineare usato per l'autore. Se dovessi fare una classifica delle tre cover originali direi che al primo posto metto la seconda, poi la terza ed infine la prima.

Il mio voto per questo libro:


E' la prima volta che dò un voto così basso ed un po' mi dispiace, ma non sono assolutamente riuscita ad alzare il voto, questo libro non se lo merita proprio! Ho letto libri che non mi piacevano e li ho abbandonati dopo poche pagine, all'inizio pensavo che fosse una cosa sbagliata, che dovessi per forza provare a riprenderli in mano; ma dopo l'esperienza con questo libro, sono certa di non sbagliare quando il mio istinto mi suggerisce di abbandonare un libro, preferisco non concludere la lettura piuttosto che arrivare alla fine così delusa e amareggiata e quasi incavolata, e poi arrivare a scrivere una recensione massacrante.
Voi cosa ne pensate? So che alcuni di voi erano curiosi di leggere questa recensione, ed eccovi accontentati e se ricordo bene qualcuno di voi ha già letto questo libro, insomma vorrei conoscere il pensiero di tutti voi, di chi lo ha letto e chi no...

37 commenti:

  1. Buona befanaaaaaa!! Allungami qualche kinder, pleaaaaaase!!! xD
    Cavoli, mi dispiace che non ti sia proprio piaciuto! Io non l'ho ancora letto ed era nelle mie intenzioni farlo ma adesso sto mentalmente facendo dietro front. Na-ah, non è proprio per me.
    Un vero peccato :(
    E ti capisco, a volte quando si vede che la lettura non sta andando da nessuna parte è davvero meglio abbandonare il libro piuttosto che restare infinitamente più delusi giunti alla fine!
    Un bacio tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao befanina, sai che a casa mia i Kinder durano sempre abbastanza? Diciamo che cerco di limitare le abbuffate di cioccolato di mia figlia, io ne mangio pochissimo e Marco invece è l'unico che fa sparire in fretta i dolci xD
      Frannie, un consiglio da vera amica: non leggere questo libro. Credo di non aver mai sconsigliato così categoricamente un romanzo, ma credo che questo non ha le carte in regola per piacere... Forse ad una ragazzina che si avvicina alla lettura per le prime volte, ecco forse in quel caso potrebbe appassionare.

      Elimina
  2. Ecco, allora la mia impressione era giusta.. non mi ispirava fin dall'inizio, e a questo punto temo proprio che non lo prenderò mai. Peccato!
    Buona Befana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, era giusta eccome la tua impressione... io mi sono pentita moltissimo di essere tornata sui miei passi, era meglio se rimanevo con la mia convinzione iniziale di non leggerlo, peccato perché ho speso del tempo praticamente inutilmente...

      Elimina
  3. Auguri!!!! Beh dopo la tua recensione non leggerò questo libro! Avevo letto cose negative già prima anche se la trama mi ispirava parecchio devo dire! No no, non ci siamo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clà auguri anche a te, la Befana di nome Alessia arriva in ritardo e fa gli auguri tre giorni dopo xD
      Per fortuna che hai cambiato idea, la trama può anche ispirare ma ti assicuro al 100% che non ne vale la pena e ti giuro che mi dispiace essere così definitiva, ma proprio in questo caso non c'è niente da salvare...

      Elimina
  4. Io non ti faccio gli auguri perché ho sempre trovato una tradizione "stupida" quella di fare gli auguri alle cosiddette "befane"! Scusate, sono io particolare haha
    Anyway inizialmente la cover e la trama mi avevano ispirata, ma dopo aver letto un paio di recensioni come la tua avevo completamente abbandonato l'idea di leggerlo! D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho iniziato a farlo ultimamente, prima l'unico che mi faceva gli auguri per la Befana era mio babbo xD Io mi diverto a prendere in giro le befanine come me, tutto qui xD
      Hai fatto benissimo ad abbandonare questa idea, sarebbero soldi e tempo spesi malissimo!

      Elimina
  5. Auguriii!! :D
    Aiuto! O.o Sono rimasta sorpresa vedendo il voto così basso!! Già non mi ispirava particolarmente questo libro....adesso di sicuro lascerò perdere!! Per carità, ho già abbastanza letture in arretrato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marika, non sei abituata vero? ahahaha, credo che il mio voto più basso sia stata un due, ma qui non era proponibile, non avrei proprio saputo dove guardare per alzare questo benedetto voto!
      Ecco, fai benissimo, dedicati a letture che ti ispirano di più e questa lasciala che è meglio xD

      Elimina
  6. Finalmente la recensione che aspettavo *-* Ero curiosa di sapere perché questo libro non ti è piaciuto! E ho perfettamente capito il problema! D: è una sorta di fiera delle banalità! non lo leggerò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leda, sìììììììììììì sei contenta di averla letta? Te l'aspettavi così devastante? ahahaha
      Fiera delle banalità e della confusione totale direi, l'autrice non aveva assolutamente chiaro cosa fare di questo libro e così ha deciso di buttarci dentro un po' di tutto prendendo spunto un po' di qua e un po' di là.... ORROREEEEE!!!

      Elimina
  7. Inutile dire che dopo che mi hai detto quanto non ti fosse piaciuto l'ho bellamente smollato senza neanche provarci XD
    Insomma... già la quarta di copertina diceva tutto... e quindi dov'è il piacere della lettura se non c'è niente da scoprire?! Poi se a te non è piaciuto a questi livelli... dubitavo fortemente potesse piacere a me e devo dire che non me ne sono affatto pentita XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deni, e sono proprio contenta tu lo abbia fatto. Non è un libro che merita e mi dispiace "distruggerlo" in questo modo, ma preferisco salvare il tempo e il portafoglio di qualcun altro. Meglio dedicarsi ad altro che attira di più la curiosità!

      Elimina
  8. Alessia, ma sei finalmente passata al lato oscuro xD

    Non avevo mai visto questo libro, devo dire che solo il titolo lo trovo abbastanza soporifero e sdolcinato, ma dovo aver letto la tua recensione, ho capito che faccio prima a leggere Twilight, è proprio brutto quando un libro ti delude...
    Spero che il libro che stai leggendo adesso ti stia piacendo!

    Auguroni :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muahahahha Laura, sai che non ho capito a cosa è riferito il tuo "sei finalmente passata al lato oscuro"? Parli della Befana o della recensione negativa? ahahaha

      Diciamo che titolo e cover insieme sono molto infantili secondo me e come dici tu molto sdolcinato. Sicuramente Twilight vale mille volte più di questo e se dovessi scegliere preferirei leggere cento volte Twilight che una sola altra volta questo!

      Elimina
    2. Mi riferivo alla recensione, credo sia la prima volta che ti vedo parlare male di un libro xD
      Beata che te che riesci a farti prendere dalla maggior parte di loro, io sono parecchio altalenante!

      Le befane sono brave, buone e dolci :)

      Elimina
    3. Ahahaha ok... no non è la prima volta che parlo male di un libro, ma è la prima volta che dò un voto così basso, di solito mi sono sempre fermata alle due stelline, ma questo proprio non se le meritava... E ti dirò di più, ho passato anch'io i miei periodi in cui sembrava non riuscisse a piacermi niente, poi ragionandoci ho capito che mi capita spesso quando leggo un libro così bello che continua a rimanermi in testa anche durante la lettura di altri libri, inevitabilmente faccio paragoni e si arriva alle mie crisi di lettrice xD

      Elimina
  9. ero interessata a questo libro anche la trama mi piaceva ma dopo la tua recensione e leggendo quella delle altre nn lo leggero sicuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia, sono contenta che hai cambiato idea... La mia e altre recensioni hanno preservato il tuo portafoglio per acquisti sicuramente più interessanti :)

      Elimina
  10. Uhm, non mi ha mai ispirato e mai lo farà, pertanto, dopo la tua recensione, non lo leggerò nemmeno sotto tortura - che cosa brutta da dire, però. *cattiva Veronica*
    E poi quella nota in fondo a sinistra è rabbrividevole. o.o
    *manda tanti dolcetti virtuali*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica per fortuna, io non so per quale motivo mi sono fatta abbindolare, avrei preferito leggere altro piuttosto questo, ma insomma.. ogni tanto anche le letture orrende ci stanno dai, alla fine è stato un anno buono e sono i pochi i libri che davvero non mi sono piaciuti.
      Sì la nota è un palese modo di attirare l'attenzione, proprio per quello che ho scritto nella recensione: che l'autrice ci ha buttato dentro un po' di erotismo così a casaccio, mal riuscito, veramente pessimo.

      Elimina
  11. il 'soprannaturale bellissimo e misterioso' per me è la morte di ogni libro. Vedi il lato buono: ora anche tu hai una risposta alla domanda 'qual'è il libro peggiore che tu abbia mai letto?'. A proposito, tu sai qual'è il libro peggiore che io abbia mai letto, vero ? :D
    un abbraccio grandissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai, non i tutti i libri il bello e misterioso è anche banale, ma in questo proprio non si salvava. Ahahaha il lato buono lo vedo eccome, per ora questo non lo ha battuto nessuno.
      Oddio Marghe, mi metti in difficoltà, al momento non ricordo... qual è il libro peggiore che hai mai letto? Urge chiarimento in privato xD
      Un abbraccione enorme!

      Elimina
  12. auguri Aleeeeeeeeeee!!!!
    mamma mia...1 e mezzo...spero comincerai l'anno con un libro più interessante!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dany, per fortuna questa è stata una lettura fatta mesi fa, dunque non ha disturbato la fine dell'anno... ma ho sicuramente iniziato con un libro molto migliore *_*

      Elimina
  13. Ciao Alessia! Torno a commentare dopo parecchi giorni per cause di forza maggiore che mi hanno tenuto lontana dal pc... quindi buon anno innanzitutto! Questo libro non ispirava molto neanche me appena ne ho sentito parlare, e a giudicare dalla tua recensione ci avevo visto giusto :-) quindi non credo che lo leggerò! Non vedo l'ora di leggere altre tue interessanti recensioni per avere qualche bella idea da aggiugere alla WL in questo nuovo anno... anch'io ogni anno che comincia riparto piena di buoni propositi "libreschi"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nadiaaaaaaa, oddio ti giuro che iniziavo a preoccuparmi... mi mancavi un casino e non ricordavo se mi avevi lasciato la tua mail in giro per il blog per poterti contattare. Va tutto bene? Spero che le cause di forza maggiore non fossero niente di male e spero che l'anno sia finito nel modo migliore e che sia iniziato ancora meglio!

      Sul libro ci avevi visto giustissimo, hai fatto bene a non farti abbindolare, per fortuna!
      Io per ora ho in testa qualche interessante uscita di questo nuovo anno, e la mia WL che si è sfoltita un po' in questi giorni, tornerà a riempirsi xD

      Un bacione grandissimo!

      Elimina
    2. Che carina che sei! Niente di gravissimo, alcuni problemi di salute di mia nonna che per fortuna sembra cominciare a stare un po' meglio hanno scombussolato mia mamma e di conseguenza me, ma adesso tutto sembra riavviarsi alla normalità. Ti lascio volentieri la mia mail, che è ncanova@libero.it un abbraccio!

      Elimina
    3. Spero tua nonna continuerà a migliorare, così da poter tornare a stare tranquilli e sereni.
      Mi salvo la tua mail e sicuramente verrò a romperti un po' le scatole ogni tanto.
      Un mega abbraccio anche a te tesoro!

      Elimina
  14. Io questo libro lo avevo ignorato bellamente per due motivi: primo che difficilmente gli angeli mi hanno dato soddisfazione (letterariamente parlando... beh non che nella vita reale cambi qualcosa XD) e secondo perchè letta la trama avevo l'impressione che ci fosse già raccontato tutto - odio le trame che ti dicono già cosa succede prima che tu abbia aperto il libro! A quanto vedo non ho fatto errori di valutazione questa volta e di certo non mi sono persa una rara perla letteraria... *tira un sospiro di sollievo*
    Ciao ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lò in effetti anch'io non ho letto molti libri in cui compaiono gli angeli, ma in genere sono attirata da tutte le figure fantasy e paranormali :) La trama è davvero rivelatrice nel senso che rivela un sacco di cose, un vero dramma, ma sto iniziando a pensare che questo libro fosse per un pubblico molto giovane e come ho già detto, probabilmente se fossi stata una dodicenne che si avvicinava alla lettura per le prime volte, allora forse lo avrei adorato.

      Ti ringrazio per il tag, mi metto all'opera per farlo sul mio blog :)

      Elimina
  15. Dimenticavo! Ti ho taggata qui: http://libridilo.blogspot.it/2014/01/tag-i-10-buoni-propositi-oer-lanno-nuovo.html

    RispondiElimina
  16. Ahia, questa recensione mi era sfuggita!! Meno male che avevo deciso di non leggere Il bosco dei cuori addormentati!! Ci rimango sempre male quando un libro presenta tanti elementi già visti... la lettura invece che coinvolgermi, mi porta a sbuffare e a voler finire tutto il più presto possibile! >_<

    RispondiElimina
  17. Che paccataccio quando un libro ci delude!
    Per fortuna capita raramente dai, a me soprattutto quando mi affido ai vostri buoni consigli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, guarda in questo caso non sono nemmeno dispiaciuta... sarà che non avevo aspettative molto alte, ma di solito quando un libro non mi piace ci rimango male e mi dispiace, soprattutto quando devo scrivere la recensione, questa volta invece ero contenta di scriverla perché potevo "mettere in guardia" altri lettori :)

      Elimina
  18. Non sono d'accordo con te.
    Io l'ho letto e infatti è diventato uno dei miei preferiti. Ho quasi 20 anni ma non ho trovato questo libro assomigliante a nessuno tra quelli che ho letto, e, senza offesa, appena ho iniziato a leggere la tua recensione...non l'ho neanche finita e sono venuta a commentare. A me piacerebbe essere come Clara, che ha avuto il coraggio di andare ad abitare un una casa tenebrosa e un paese che si può contare gli abitanti sulle punta delle dita. Senza offesa è una mia opinione.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥