domenica 26 gennaio 2014

Valy Weekly Review: LA COLLEZIONISTA DI RICETTE SEGRETE di Allegra Goodman

Rubrica di recensioni curata da Valy. E' una rubrica settimanale, ma un po' particolare...
infatti viene postata sempre in giorni diversi, e ad ogni giorno corrisponde un genere letterario diverso.


Buona DOMENICA amici lettori :) Per la puntata di oggi di “Valy Weekly Review” vi propongo la recensione di un libro di NARRATIVA CONTEMPORANEA che avevo in libreria da qualche anno e che finalmente ho letto un paio di settimane fa grazie ad una Challenge molto carina a cui partecipo. Si tratta de La collezionista di ricette segrete di Allegra Goodman.

Editore: Newton Compton (collana Anagramma)
Prezzo cartaceo rilegato: 9,90 €
Prezzo cartaceo ed. economica: 5,90 €
Pagine: 478


Trama:
Emily e Jessamine Bach sono due sorelle molto diverse tra loro. Emily ha ventotto anni ed è già a capo di un'azienda informatica, mentre Jess, fresca di laurea in filosofia, è una grande sognatrice e lavora part-time in una piccola libreria indipendente. Razionale e ambiziosa luna, romantica e ingenua l'altra, Emily e Jess sono molto diverse anche in amore: Emily ha un fidanzato in carriera e Jess si perde tra mille storie inconcludenti, sotto gli occhi gelosi del suo capo George. Sarà proprio lui, con l'aiuto di un'antichissima collezione di libri di ricette, a guidarla passo dopo passo, ingrediente dopo ingrediente, alla scoperta del vero amore. Ma anche per la solida Emily il destino ha in serbo sorprese e rivelazioni che potrebbero cambiarle per sempre la vita...

Il mio pensiero:
La collezionista di ricette segrete è un libro particolare. Sicuramente non è uno dei miei preferiti o uno dei migliori che io abbia letto ma non posso nemmeno dire che non mi sia piaciuto. Ha in sé un certo fascino, un ché che cattura e incanta, ed è questo qualcosa che alla fine mi ha permesso di apprezzarne la lettura. La prima metà del libro non mi ha coinvolta più di tanto. L’ho trovata troppo dispersiva e poco scorrevole a causa del continuo alternarsi dei troppi punti di vista, i quali non hanno fatto altro che disorientarmi. Non riuscivo proprio a capire dove l’autrice volesse andare a parare con tutto ciò. Capitolo dopo capitolo però mi sono accorta che tutti quei personaggi erano legati tra loro da un filo conduttore e solo allora, in quell’ottica, i vari PoV hanno iniziato ad acquistare una certa logica. Questi “salti” non sono altro che uno sguardo sul percorso di numerose vite diverse che si intrecciano insieme, si incontrano, si scambiano, proseguono su strade diverse o per la stessa solo per alcuni tratti, creando un quadro generale ampio, vario e interessante al tempo stesso.

Le vicende narrate si svolgono tra il 1999 e il 2002 e per me è stato bello ma anche molto strano leggere e potermi immedesimare nella vita di persone che hanno la mia età attuale, o di poco più grandi, vissute negli anni in cui ero solo una bambina, anni di cui mi ricordo bene, motivo per cui questa lettura mi ha fatto uno strano effetto. Mi ha fatto pensare a come sarebbe stato avere 20-25 anni a quei tempi e riflettere sulle differenze e soprattutto sulle similitudini che ci sono oggi con allora.

Principalmente la storia ruota attorno alle vicende familiari e alla vita di due sorelle, Emily e Jess. In questo senso la Goodman riprende un po’ la storia narrata in Ragione e sentimento della Austen poiché in entrambi i casi sono presenti una sorella maggiore, più riflessiva, e una minore che tende a lasciarsi trasportare e guidare dalle emozioni. Emily è una giovane donna in carriera che dedica gran parte delle sue energie allo sviluppo di una nuova azienda che ha contribuito a fondare. È prudente, razionale e molto giudiziosa. Tiene sempre sotto controllo le sue emozioni e, fin da piccola, dopo la morte della madre, si prende cura della sorella minore e non smette mai di preoccuparsi per lei. Jess invece è una studentessa universitaria di filosofia e lavora come commessa in una libreria che vende rari libri antichi. È una ragazza sognatrice, idealista e non ha paura di dire quello che pensa. Mette il cuore e tantissima passione in tutto quello che fa.
Contemporaneamente vengono toccate anche molte tematiche diverse che vanno dall’economia all’avvento di internet (essendo gli anni 2000 il periodo in cui si inizia a puntare sull’enorme potenziale di questo nuovo mezzo di comunicazione, innovativo e rivoluzionario); dalla religione alla salvaguardia dell’ambiente; dai rapporti familiari al lavoro e perfino del dramma delle torri gemelle e di come tale evento ha influito sulla vita delle persone che lo hanno vissuto direttamente e non. In un certo senso è anche un libro che fa riflettere sulla vita. Su come tutto si intreccia e si disfa. Caso, destino, fatalità o semplici coincidenze? Ci sono cose che sfuggono al nostro controllo e spesso iniziamo a porci mille domande colme di “e se..?”. Le scelte della vita e il caso si combinano e influiscono in egual misura sul nostro futuro, dando spazio a una miriade di scenari diversi ricchi di infinite possibilità e opportunità differenti ma alla fine è solo una quella che decideremo di seguire.

Ecco che anche la puntata di oggi della rubrica di Valy si è conclusa. Questo libro personalmente non mi ha mai ispirato molto, anche se trovo la cover italiana estremamente dolce e convincente, anche se, devo ammetterlo, avrei preferito mille volte che fosse mantenuta la cover originale, ma pazienza.
Ultimamente ho notato un calo nei commenti delle recensioni di Valy, non capisco se il motivo sta nei libri che presenta che non vi interessano, oppure se ci sia altro che non va. Se per caso avete qualche suggerimento o dubbio da esporci, non fatevi problemi, la mia mail la conoscete ed ovviamente se riceverò qualche vostro messaggio lo trasmetterò in tutto e per tutto a Valy :)
Alla prossima settimana, il lunedì con un bel urban fantasy che speriamo catturerà la vostra attenzione e interesse :)

12 commenti:

  1. una delle protagoniste lavora in una libreria di libri antichi?! wow, sarebbe il mio sogno (uno dei tanti XD)
    sembra un libro molto carino, e l'idea di narrare avvenimenti accaduti nell'ultimo ventennio è molto interessante.... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, sì pure a me non dispiacerebbe lavorare in un posto così =D
      sì il fatto di essere ambientato in quegli anni è la cosa che ho preferito :)

      Elimina
  2. Che sorpresa questa recensione... la sorpresa più che altro è leggere che ti sia piaciuto :O
    Io l'ho letto l'anno scorso e l'ho "odiato"!!!!! Non si parla di ricette, la segretezza di quei libri è un contorno leggero leggero a tutto un miscuglio ingarbugliato di...nulla! Mi ricordo che anche a me la prima parte aveva annoiato a morte. Poi si riprende un pò perchè...tadadadaaaaaaan salta fuoro la storia d'amore combattuta che smuove un pò le acque!
    Le ultime pagine le ho lette una si e una no!!!

    Mi piace da matti confrontarmi così :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy sono andata a ripescare l'opinione che avevo lasciato su ibs XD lì ero fresca di lettura, te la copio: "Bè?!??!!Che gran pasticcio questo libro!L'ho letto veramente a fatica,è un intreccio sconclusionato di un sacco di storie!Sto leggendo di Caio e dopo due righe mi ritrovo a leggere la storia del figlio del fratello del vicino di casa di Tizio..solo la storia d'amore incuriosisce un pochino, ma sai che novità?!!Il titolo inganna,almeno a me è sembrato che la storia delle ricette fosse proprio solo un contorno leggero."
      Me lo ricordavo bene allora anche se è passato quasi un anno!

      Elimina
    2. Piaciuto al 100% no, diciamo che sono più su una via di mezzo, 3 stelline e mezzo. Di sicuro non posso darti darti torto perché anche a me non sono piaciuti per niente tutti quei punti di vista e i cambi di discorso improvvisi però non mi sento neanche di condannarlo del tutto perché alcune cose che mi sono piaciute ci sono (come l'ambientazione, alcune dei temi affrontanti e le riflessioni sul futuro) e quelle per me hanno riequilibrato un po' la situazione :)

      Elimina
    3. Ecco esatto, mi davano un fastidio tutti quei cambiamenti!! Che a mio avviso non portavano da nessuna parte.. Non me le ricordo più le riflessioni sul futuro..
      Be dai io sono un po' più cattiva ahahah gliene do al massimo 1,5, perchè mi piace da matti il nome dell'autrice e anche la cover non è male (che bella quella originale)!

      Elimina
  3. Beh, l'idea del romanzo sembra carina, anche se non proprio originalissima... adesso mi avete incuriosita, con tutte queste storie di personaggi che saltano fuori dal nulla :-) credo che se mi capiterà proverò a dargli una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un libro perfetto però nel complesso l'ho trovata una lettura carina giusto per passare qualche ora. Anche se all'inizio non capivo l'utilità di parlare della vita di certi personaggi, man mano che sfogliavo le pagine, mi sono accorta che in qualche modo erano tutti legati tra loro, è stato come leggere più libri in uno :)

      Elimina
  4. Ciao! Ti seguo da ora, ho scoperto il tuo blog grazie a bloglovin. Questo libro è tra i miei desideri, e credo che a questo punto lo leggerò! Felice di seguirti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! Sono felice che il blog ti piaccia :) Io (Valy) curo semplicemente questa rubrica di recensioni che esce una volta a settimana ma il blog e il resto dei post che vedi sono opera di Alessia :)
      Se ne avrai voglia, quando lo avrai letto, allora spero che mi farai sapere che impressioni ti avrà suscitato la lettura =)

      Elimina
  5. Recensione molto carina, il libro mi sembra abbastanza interessante, mi piacciono le storie dove ci sono degli intrecci di trama di diversi personaggi, lo terrò da conto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Allora stai sicura che qui di storie diverse ne troverai tantissime ;D

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥