domenica 9 febbraio 2014

Recensione: "La casa per bambini speciali di Miss Peregrine" di Ransom Riggs

Buona domenica lettori, come state? Io sto passando dei giorni infernali. Venerdì mi sono ritrovata dal nulla con la febbre a 39, le cose non sono migliorate molto ad arrivare a oggi. La febbre è calata di un pochino, ma tosse e mal di gola sono aumentati. Mentre invece il mal di testa è una costante che mi sta accompagnando proprio da venerdì e vi giuro che non ne posso più. Sono debolissima e non riesco a fare praticamente niente, ho la casa che è un porcile e anche preparare da mangiare richiede un grande sforzo. Per fortuna lunedì andrò dalla dottoressa sperando mi dia qualcosa che mi faccia riprendere in fretta, perché non ne posso più.
Proprio per questi motivi sono giorni che non rispondo ai vostri commenti, mi dispiace da morire, vi giuro... ma anche scrivere questo post ha richiesto un enorme sforzo, perché la luce del pc mi dà fastidio agli occhi e di conseguenza alla testa.
Spero di recuperare tutto entro i prossimi giorni, ma se non riuscirò vi chiedo di avere un po' di pazienza, ma proprio non ce la faccio :(

Oggi vi presento un'altra recensione, il secondo libro che avete votato nel sondaggio concluso qualche giorno fa. Con 20 voti e il 23% di preferenza avevate votato La casa per bambini speciali di Miss Peregrine di Ransom Riggs, primo volume della serie Miss Peregrine's Peculiar Children, pubblicato in Italia da Rizzoli, il 2 novembre 2011, al prezzo di 18,50 euro (esiste anche la versione economica al prezzo di 9,90 €) per 360 pagine.

Trama:
Un’isola misteriosa al largo delle coste del Galles, un orfanotrofio abbandonato, un’inquietante collezione di fotografie d’epoca: un romanzo unico per un’esperienza di lettura che fonde una geniale invenzione fantastica con immagini che affiorano dal passato. Una bambina che sa volare, un ragazzino che ha uno sciame di api nella pancia, una bimba con due bocche, un ragazzo invisibile… Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico scampato allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d’altro, e tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob dovrà attraversare l’oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa diroccata in cui, molti anni prima, Miss Peregrine aveva offerto un rifugio a suo nonno e ad altri bambini speciali, dotati di poteri inspiegabili e forse pericolosi. E per quanto possa sembrare impossibile, forse quei bambini e quei ragazzi, in qualche piega del tempo, sono ancora lì, minacciosi e minacciati. Affascinato dalle fotografie d’epoca viste nelle raccolte di alcuni collezionisti, Ransom Riggs costruisce attorno alle più bizzarre e inquietanti il suo primo, formidabile e immaginifico romanzo. Tra fantasia e realtà, tra prosa e fotografia, La casa per bambini speciali di Miss Peregrine è una storia incantevole, un viaggio nel tempo fra orrore e avventura in grado di conquistare ragazzi e adulti.

Il mio pensiero:
Non posso crederci che finalmente riesco a parlare con voi di questo libro. Lo avevo adocchiato mesi fa tramite una recensione vista per caso su youtube (non ricordo il canale purtroppo), la ragazza ne parlava in modo così sognante, ne era così assuefatta sotto tutti gli aspetti, che la mia curiosità si è subito catapultata ad altezza stelle. Purtroppo ci ho messo un po' a trovare il libro e dopo tanta attesa l'ho scovato su Libraccio a metà prezzo, oltretutto ho trovato proprio la versione con copertina rigida. Ora non so se anche la versione brossurata è così curata nei dettagli, ma la versione che ho io è meravigliosa.

La casa per bambini speciali di Miss Peregrine racconta, praticamente, due storie parallele. La storia del giovane Jacob e la storia di Abe, il nonno del ragazzo. Abe ha sempre raccontato storie al nipote, storie in cui Jacob ha creduto fino ad una certa età e che poi, crescendo, a bollato come fandonie, farneticazioni di una persona anziana che sta perdendo sempre più il senno. Il nonno racconta quando viveva insieme a Miss Peregrine, in una casa che accoglieva bambini e che per loro era un paradiso, ha fatto vedere anche delle foto a Jacob, ma lui ha pensato fossero state modificate. Tutto continua su questa strada fino a quando Abe viene ammazzato, si pensa da cani randagi; ma Jacob nel suo cuore, nel profondo, sa la verità, perché lui ha visto una creatura spaventosa nel bosco, che il suo cervello e il suo psichiatra bollano subito come allucinazione provocata dallo stress. Ed è facile prendere la via più pianeggiante quando tutti intorno a te ti spingono da quella parte. Jacob però sente il bisogno di capire meglio il nonno, di scoprire perché gli incubi lo tormentano, capire se le foto che ha visto da bambino sono vere, capire se Miss Peregrine e quel piccolo paradiso di bambini esiste davvero. Così parte per un viaggio, insieme al padre, andrà a Cairnhol in Irlanda, dove suo nonno ha vissuto parte dell'infanzia e dell'adolescenza. Lì conoscerà bambini speciali, che sanno levitare, che sanno maneggiare il fuoco, bambini invisibili, con una grande forza, che riescono a manipolare qualsiasi tipo di pianta a proprio piacemento e potrei continuare.. e lì scoprirà il vero mondo del nonno, che diventerà anche il suo.

Ehm, capirete da soli leggendo il mio "riassunto" della trama che questo libro mi ha catturato moltissimo. La storia è particolarissima e Riggs è stato abilissimo a gestire elementi paranormali e soprannaturali, unendoli alla quotidianità di un semplice ragazzo adolescente. Come ho detto anche in un altro commento, la particolarità di questo libro sta proprio nello stile di narrazione dell'autore e nelle fotografie (reali, a parte qualche piccolo cambiamento) che troviamo disseminate durante tutto il libro. Il lettore sa che sta leggendo una storia di pura invenzione, sa che è un semplice romanzo con una storia completamente di fantasia, ma nonostante questo più volte durante la lettura si interroga interiormente, chiedendosi se un fondo di verità ci sia. Più volte il cervello porta il lettore a pensare automaticamente che questo sia un libro tratto da una storia vera. E vi assicuro che questo "scombussolamento" è un'emozione unica (almeno così è stato per me), mai provata per nessun altro libro, è assurdo trovarsi a riflettere e pensare che forse esiste realmente una bambina che sa lievitare ed esiste realmente quell'altro bambino invisibile... e inevitabilmente ci si ritrova a provare grande affetto per la stramba, intelligente e misteriosa Miss Peregrine; così come ci si sente in sintonia con tutti i bambini stretti sotto la sua ala.

Riggs ha uno stile molto dettagliato, non sempre scorrevole, ma non per questo meno appassionante. La storia raccontata è complicata, ricca di personaggi, di ambientazioni e di vicende ed è normale che in un libro così "pieno" la narrazione non sempre sia facile e fluida come olio. Ma è assolutamente coinvolgente fino all'ultima pagina, non si possono staccare gli occhi dal libro così come non si può staccare il cuore dalla storia.
L'unico minuscolo problema che ho avuto con questo romanzo è dovuto a certi dialoghi, soprattutto per le scene un po' più dolci e emozionanti. Purtroppo in questi casi Riggs sembra avere fretta e si sente un po' di freddezza, come se non riuscisse a trovare il modo per dare il giusto spazio a quei momenti, come se non riuscisse a trovare le parole giuste per emozionare il lettore, come se i personaggi sembrano costretti a "pronunciare" quelle parole; quando poi sembra che tutto inizi ad ingranare, ecco che il dialogo viene interrotto senza lasciare spazio a quel momento importante o a quelle scena più dolce e diversa dal resto del libro. Un vero peccato, perché se non fosse stato per questo, il libro avrebbe avuto pieni voti da parte mia.

La casa per bambini speciali di Miss Peregrine è angosciante e sconvolgente sotto certi aspetti, ma è anche molto coinvolgente e appassionante e soprattutto porta la mente del lettore a sfiorare quel confine tra realtà e finzione che sembra confondersi molto facilmente. E' uno di quei pochi libri che ho realmente vissuto in ogni momento e in ogni minimo millimetro di carta stampata. Le foto, gli inserti scritti, il romanzo in sé, la sovraccopertina, la copertina, le pagine prima dell'inizio del libro, è stato curato tutto nei minimi particolari e la lettura non può far altro che giovare e essere ancor più un'esperienza completa e totalizzante.

Dato che la cover originale è stata mantenuta praticamente in ogni edizione solo con qualche piccolo cambiamento, volevo mettervi le foto contenute nel libro, ma il mio libro l'ho prestato alla mia migliore amica, così sono andata in giro per il web, trovando alcune foto del libro.

Il mio voto per questo libro:


A gennaio è uscito il secondo libro della serie, non so bene quando verrà tradotto in Italia (spero si diano una mossa), ma non vedo l'ora. Sono curiosa di tornare ad immergermi in questa storia e tornare a guardare quelle splendide e angoscianti fotografie.
Poi girando sul web alla ricerca di immagini ho scoperto una cosa che mi ha fatto felice: Ransom Riggs e Tahereh Mafi sono marito e moglie, oddio ci sono tante di quelle foto sul web e loro due insieme sono così carini, dolci e sembrano perfetti *___* Probabilmente lo sapevate già tutti quanti, ma io no e così dovevo esprimere un pochino la mia gioia, sono davvero splendidi insieme!
Adesso però, non vedo l'ora di leggere i vostri commenti e sapere se lo avete letto e cosa vi ha trasmesso, oppure se lo avete ancora in wishlist ma non vedete l'ora di comprarlo o ancora se non vi ha mai ispirato più di tanto vorrei sapere i motivi *_*

37 commenti:

  1. La cover di questo libro, con la bambina sospesa a pochi cm dal suolo, mi aveva già incuriosita. Poi ho letto i vostri pareri, tutti favorevoli e ho deciso che leggerò questo romanzo. Belle le foto ma ancor più bella la recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah guarda, cover e grafica in generale credo che attirino in un modo spaventoso, anche se sicuramente riescono a mettere quel pizzico di ansia che può attirare certi lettori, ma ne può allontanare altri :)
      Spero che quando lo leggerai ti piacerà :)
      Grazie per i complimenti alla recensione ♥

      Elimina
  2. Mi è piaciuto tantissimo e non vedo l'ora di leggere il seguito ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah Lù, anch'io... spero davvero la Rizzoli non farà come al solito che ci mette anni per pubblicare i seguiti... e poi sono libri così particolari che sicuramente si sono fatti il loro bel pubblico...

      Elimina
  3. Ho letto questo libro in occasione del gdl di Denise e mi è piaciuto anche se il finale un po' in sospeso mi ha fatto venire voglia di leggere il seguito immediatamente. Spero anche io che arrivi presto qui da noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avevo partecipato a quel GdL perché avevo già letto il libro, ma è stata una grande occasione per molti di conoscerlo e apprezzarlo...
      Pensa che quando l'ho letto io non sapevo neanche che esistesse il seguito, l'ho scoperto solo dopo e per fortuna che c'è *_*

      Elimina
  4. Quanto mi dispiace che tu stia così male!!! :(:( E non ti devi assolutamente preoccupare se non rispondi ai commenti...pensa solo a guarire!! :* Noi siamo sempre qui ad aspettarti!! :*
    Questo libro è proprio piaciuto anche a me, anche se concordo sul fatto che le parti che devono esprimere sentimenti siano un po' fredde e affrettate...l'ho notato soprattutto per quanto riguarda il finale!! In ogni caso sono curiosa di leggere il seguito!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marika è stato un dramma in questi giorni, e non scherzo... ancora oggi sono molto debole, ma spero di riprendermi bene per venerdì che rinizio a lavorare °__°
      Grazie tesoro grazieeeeee ♥♥
      Probabilmente le capacità dell'autore sono ottime in tutta la narrazione, ma per quelle parti fatte di tenerezza e sentimenti "romantici" non sono il suo forte... chissà, magari nel secondo migliorerà anche in questo *_*

      Elimina
  5. Molto interessante. Lo cerco in biblioteca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Michela, spero proprio lo troverai e potrai vivere una bellissima esperienza di lettura ;)

      Elimina
  6. Lo prenderò appena avrò finito il project!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Ile *_*
      Spero ti piacerà tanto, vedrai quanto sarà particolare come lettura :)

      Elimina
  7. Ciao :) mi sono appena aggiunta ai tuoi lettori, se vuoi passare dal mio blog ti lascio il mio link : http://filoagoetantafantasia.blogspot.it/ A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Perla, benvenuta nel mio blog, spero ti troverai bene :)
      Sono passata in frettissima dal tuo... splendido quel gufetto per San Valentino *_____*

      Elimina
  8. Il libro ce l'ho perchè me lo ha regalato Denise per Natale.. non vedo l'ora di leggerlo! Mi dispiace che stai così male... fossimo + vicine ti verrei a dare una mano :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zia, conoscendoti secondo il libro ti piacerà, ma ti metterà un'inquietudine addosso incredibile xD
      Oggi sto meglio, lo dico piano, ma sto davvero meglio, non per finta come ieri o lunedì xD

      Elimina
  9. Alessia, questo libro è nella mia WL da un bel po' e sono contenta di ciò visto che è piaciuto anche a te *_*
    Volevo aspettare a leggerlo perché il secondo deve ancora uscire, inoltre ho notato che sono passati parecchi anni tra un libro e l'altro e quindi sono sicura che mi dimenticherò tutto -__-

    Spero che ti riprenda presto, stai al calduccio :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, devi rimediare... sposta il libro dalla wishlist allo scaffale di casa xD
      E' vero, non sappiamo assolutamente quando la Rizzoli pubblicherà il seguito, se prendiamo come esempio altre serie pubblicate da loro, verrebbe quasi da mettersi direttamente il cuore in pace... ma io spero e continuo a sperare.... speriamo xD

      Elimina
  10. Questo libro l'ho letto qualche mese fa con il gruppo di lettura.
    Ero molto attirata dalle fotografie, e dalla trama.
    Tutta la parte iniziale mi è piaciuta tantissimo.
    I racconti del nonno, di questa misteriosa casa sull'isola e dei bambini speciali.
    Poi nella seconda parte, da simil horror che pareva essere, si è trasformato in un racconto di fantascienza per bambini, e per me ha perso il suo fascino.
    Comunque sono curiosa di leggere il secondo volume per sapere come evolverà la storie dei viaggi temporali.
    Se vuoi, passa al Café Littéraire a leggere la mia recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No a me è piaciuto dall'inizio alla fine, certo anche questo libro ha le sue parti più forti e quelle un po' più deboli, ma personalmente ne sono molto entusiasta :)
      Spero che, quando avremo la possibilità di leggere il secondo, ti piacerà di più :)

      Elimina
  11. Non mi sono ancora decisa a leggerlo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come mai Vane? Io te lo consiglio con il cuore, ma posso capire che ad alcune persone c'è la possibilità che non incuriosisca...

      Elimina
  12. Bellissima recensione anche questa Alessia, e nonostante stessi male!!! Spero proprio che oggi vada un pochino meglio e che la dottoressa sappia darti un valido aiuto :-) questo libro è nella mia WL da un po' e non vedo l'ora di prenderlo; purtroppo in questo periodo le mie letture sono rallentate ma il mio proposito è quello di recuperare al più presto! Un abbraccio di pronta guarigione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Nadia ^_^
      Stavo male, ma la recensione l'ho scritta ad ottobre, dunque ho dovuto solo copiare e incollare, per fortuna... Ho scritto una recensione l'altro giorno con la febbre e infatti non ne sono molto contenta :/
      Spero che le tue letture riprenderanno nel migliore dei modi, magari anche con grandi libri e soprattutto spero potrai comprare prestissimo Miss Peregine *_*
      Grazie mille dell'abbraccio che mi sono presa tutto e che ricambio *_*

      Elimina
  13. L'atmosfera che si crea parlando di questo libro è sempre un mic di inquietudine e mistero, con quella paura che solo una storia in cui i protagonisti sono bambini può trasmettere!!
    Oh mamma Ale, quella foto dei bimbi con gli occhi cancellati è micidiale! Perfetta!

    Guarisci presto tesoro, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione tesoro, questo libro è una bomba di emozioni forti e le foto sono un qualcosa di favoloso, dalle più inquietanti alle più normali, tutte meritano... come del resto merita la storia.

      Un bacione tesoro!

      Elimina
  14. Ciao. bella recensione.
    Anche io l'ho lett, ma ricordo che non mi era piaciuto più di tanto. Soprattutto avevo registrato delle incongruenze e delle parti un po' frettolose che mi avevano fatto storcere il naso. Sapevo già che ci sarebbe stato un seguito, ma visto che era passato un po' di tempo dalla sua uscita credevo che ormai fosse da legegre come libro singolo e l'avevo un po' criticato.
    Anche se non mi era piaciuto, sono contenta di sapere che c'è un seguito e magari gli darò la possibilità di ravvedersi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille ^_^
      Le parti frettolose le ho trovate anch'io, ma sono state così poche (secondo me) che non mi hanno fatto abbassare di molto il voto, è un libro che ho davvero amato e mi ha coinvolto moltissimo.
      Anch'io all'inizio pensavo fosse autoconclusivo e invece Riggs ci ha fatto il colpaccio... e per fortuna *___*

      Elimina
  15. Che bella questa recensione! Uffa e adesso sono ancora più curiosa!!!!! Devo procurarmelo al più presto! Non sapevo che fosse una sere e soprattutto non sapevo che Riggs e la Mafi fossero marito e moglie!!!! Tutti e due scrittori, che carini! Vado subito a spulciare un po' di loro foto in giro su internet XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro *___*
      Devi devi devi comprarlo e tuffarti a leggerlo, secondo me ti piacerà da impazzire e quelle foto ti cattureranno completamente.
      Hai visto che bellissimi che sono Riggs e Mafi? Stanno proprio bene e chissà come sarà la vita di due autori sposati... io mi immagino delle scenette ahahahah

      Elimina
  16. Ne parlate tutti,e tutti con un tale entusiasmo, che dovrò proprio leggerlo questo libro!
    Le foto sono un filo inquietanti, ma se ben contestualizzate rendono alla grande.
    Sposati? Davvero? il mondo è davvero piccolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, sì devi assolutamente leggerlo e abbandonarti a quest'esperienza corredata con foto. Sì, le foto sono decisamente inquietanti ed ecco perché rendono la storia ancora più interessante, sono perfette *_*

      Elimina
  17. Avevo già sentito parlare di questo libro, ma dopo la tua recensione...devo leggerlo! Ma c'è anche un seguito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sì c'è anche un seguito, ma è stato pubblicato in America a gennaio di quest'anno, dunque non so proprio quando arriverà in Italia e se ce lo porteranno... Comunque il seguito si chiama "Hollow City"...

      Elimina
  18. Letto. Davvero coinvolgente sino a due terzi, poi si perde un po'. L'idea è assolutamente affascinante. Attendo il secondo ora ! :).

    RispondiElimina
  19. Che bella recensione! Devo assolutamente leggerlo anch'io. Ce l'ho in wishlist da troppo tempo e non faccio che sentirne parlare bene. Sarà sicuramente la mia prossima lettura, ho deciso :)

    RispondiElimina
  20. Ciao, come vedo non sono l'unica ad aver amato questo libro *-*
    Ma solo a me alcuni passaggi sembravano poco chiari (sarà che l'ho letto divorandolo a tal punto da non soffermarmi) ?
    Attendo con ansia il secondo e il terzo libro e li comprerò sicuramente!
    La recensione sul mio piccolo blog, se ti interessa, la trovi qui > Raggy - Recensione de La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, mi scuso per l'eventuale spam insesiderato...
    Rainy

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥