domenica 2 febbraio 2014

Recensione: "Stryx - Il marchio della strega" di Connie Furnari

Buongiorno e buona domenica a tutti, ma anche buon febbraio, speriamo che questo mese passi in fretta e ci accompagni verso la bella stagione *_*
Come state passando questa giornata? Spero sia un giorno di relax e divertimento per tutti voi :)
Oggi dovete esultare con me ragazzi, finalmente con questa recensione ho finito tutte quelle in arretrato che avevo di settembre, ora posso continuare pubblicando quelle di ottobre e così via.... Finalmenteeeeeeeee... Credo continuerò a pubblicare un paio di recensioni alla settimana, così forse tra qualche mese riuscirò a tornare all'incirca in pari °__°

Inoltre, con mia grande gioia e disperazione, sono riuscita a fare (e qui ci vuole di nuovo un "finalmente" xD) la mia TBR list... L'ho già sistemata e preparata e se vi interessa la trovate nel menù del blog in alto, se vorrete potete commentare con i vostri pensieri riguardo ai libri che troverete nella lista... oppure potrete semplicemente farmi un grosso in bocca al lupo ahahahaha

Questo titolo non l'ho inserito negli ultimi sondaggi perché avevo già pensato di pubblicarlo questa domenica, essendo l'ultima di settembre, ho deciso di sola quando postarla e spero non vi dispiacerà.
Oggi vi parlo di Stryx - Il marchio della strega di Connie Furnari, pubblicato da Edizioni della Sera, il 5 dicembre 2011, al prezzo di 12 euro per 292 pagine.

Trama:
Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l'esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L'unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di "S" posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

Il mio pensiero:
Ho fatto un periodo in cui questo libro mi capitava davanti agli occhi in continuazione, soprattutto quando giravo su internet. Chi segue il mio blog sa che sono appassionata di libri con protagoniste delle streghe, ma sa anche che è difficile accontentarmi quando si tratta di questi personaggi... Con Stryx ho voluto provare sperando di trovare una storia che mi piacesse.

Il libro racconta la storia di Sarah e Susan, due sorelle che diventano streghe nell'età dell'adolescenza, in un periodo storico non certo magnanimo con queste figure, poco dopo la metà dell'800.
Le due sorelle sono streghe, ma sono anche marchiate con una maledizione che le accompagna per tutta la loro vita, infatti non hanno mai incontrato streghe più "vecchie" di loro e in molti sostengono che siano le due streghe viventi più antiche (e da qui deriva la loro maledizione, che ovviamente non vi scriverò). Si ritrovano a Salem dopo essere scappate da questa città tantissimi anni prima, e Sarah ha intenzione di vivere una normale vita da diciassettenne, andando a scuola e cercando di comportarsi normalmente... ovviamente le cose non andranno così, i cacciatori di streghe torneranno alla carica, cercando di eliminare tutte quelle in circolazione a Salem. Così le due sorelle si ritroveranno a fare i conti con amore, paura, dolore, amicizia e fiducia.

Mi rendo conto di aver scritto poco sulla trama, ma non volevo rischiare di spoilerare niente.
Stryx è un libro semplice e purtroppo l'ho trovato abbastanza banale, molto spesso è capitato che capissi molto prima come sarebbero andati a finire certi eventi e quali sarebbero state le scelte dei personaggi... nonostante questo, è un libro piacevole e fluido, si potrebbe benissimo leggere in poche ore.
Ho apprezzato molto le parti in cui Sarah ci racconta il passato, per farci comprendere meglio gli eventi del presente, l'autrice ha deciso di fare delle vere "escursioni" nel passato per far comprendere meglio alcuni personaggi e le vicende.
Un'altra cosa che ho apprezzato è la simpatia che viene fuori in alcune parti del libro e in alcuni dialoghi, risolleva il morale e rende la storia ancora più scorrevole e carina.
Ma un altro difetto che ho trovato è la descrizione di particolari che io reputo poco importanti, come ad esempio l'abbigliamento usato dai personaggi è descritto quasi in ogni scena, io non lo trovo indispensabile per il continuo della storia, a parte in alcuni casi.
Oppure le descrizioni quasi schematiche delle azioni dei personaggi: esce dalla classe, va all'armadietto, posa i libri e lo richiude (non è scritto proprio così nel libro, ma è per farvi capire), io sono un'amante delle descrizioni, ma quando sono utili e soprattutto spiegate in modo più coinvolgente.

Le due sorelle, che possiamo considerare benissimo le protagoniste, sono ben caratterizzate, impariamo a conoscerle bene, a capire il loro carattere e le loro scelte; non posso dire la stessa cosa per gli altri personaggi purtroppo, ci vengono dati piccoli particolari del loro carattere e del loro passato, ma non viene approfondito quasi niente e così risultano tutte comparse, anche quando in realtà comparse non lo sono.
La storia, come dicevo prima, è carina e scorrevole, ma veramente troppo semplice e previdibile, non è riuscita a coinvolgermi come avrei voluto. Le emozioni che si dovrebbero provare a me non hanno sfiorato, non ho sentito il batticuore per la storia d'amore, oppure la paura per la caccia alle streghe... ecco, forse l'unica cosa che mi ha un po' emozionato e coinvolto è il rapporto fra le due sorelle, sembrano tanto distaccate, sono completamente diverse, ma in fondo si vogliono un gran bene e se all'inizio Susan sembra voler mettere solo ed esclusivamente i bastoni fra le ruote della sorella, poi si scoprirà essere quella che l'aiuta di più e quella che più la sostiene.

In conclusione, credo che Stryx sia un libro perfetto per gli adolescenti che iniziano ad approcciarsi al genere urban fantasy. Io personalmente, che questo genere lo leggo da un po', non sono riuscita ad apprezzare la storia come avrei voluto. Se comprate Stryx non aspettatevi una storia ricca di colpi di scena, è un libro piacevole con cui passare qualche ora, ma purtroppo non credo potrà rimanervi nel cuore ed emozionarvi più di tanto.
Un vero peccato perché mi aspettavo molto di più. Ma la mia voglia di leggere libri su streghe non si estinguerà qui e continuerò a cercare un libro che davvero possa coinvolgermi e piacermi fin nel profondo.

Il mio voto per questo libro:


Spero davvero qualcuno di voi commenterà questa recensione, so che in tanti avete letto questo libro ad alcuni di voi è piaciuto molto più che a me e mi piacerebbe molto confrontarmi con i vostri pareri su di esso.
E posso ritenermi soddisfatta di aver finito di pubblicare le recensioni di settembre, ora mi aspettano quelle di ottobre, novembre, dicembre e gennaio °___° non ce la farò mai a recuperarle tutte, ma spero la vostra voglia di leggere i miei pensieri sui libri non diminuirà per colpa di questi miei ritardi xD

26 commenti:

  1. Oh, così poco? Peccato, mi incuriosiva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Ilenia, questa volta non ho apprezzato, anche se in realtà è amatissimo da un sacco di lettrici. Sono un po' una voce fuori da coro...

      Elimina
  2. Mmmmmh io invece avevo letto bellissime recensioni a riguardo. Alla fine tutti i gusti sono gusti e ammetto di aver sempre rimandato questa lettura e purtroppo attenderà ancora perchè ne ho molte altre che la sorpassano :) Poi a me le cose banali e prevedibili proprio non vanno giù quindi vedrò un pò se dargli una chance o meno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clà, ma infatti in rete ci sono un sacco di recensioni positive, io sono la pecora nera questa volta e mi dispiace molto... ma quando un libro è troppo banale, non riesce a convincermi soprattutto in una storia del genere...

      Elimina
  3. ero curioso di leggerlo, ma gli hai dato un voto così basso che non so se lo leggerò mai... visto che di libri fantasy da leggere per adesso ne ho tanti... comunque se ti piacciono libri su maghi e streghe ormai dovresti sapere che saga iniziare (lo so che continuo a dirtelo, ma ancora non mi capacito che tu non l'abbia letta! XD io a marzo leggerò di nuovo la saga di HP con la nuova traduzione e le nuove copertine che sono fantastiche! *_*)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Micht, come ho detto anche negli altri commenti, sul web ci sono una marea di recensioni tutte positive, dunque a questo punto può essere che il problema sia solo mio... prova a leggere qualche altra recensione, magari ti intrigano di più!
      Ahahahah non capisco cosa vorresti intendere Micht, non riesco proprio a cogliere il significato... non starai mica parlando di HP, vero? Ahahahah devo devo leggerlo, hai perfettamente ragione!

      Elimina
    2. diciamo che per adesso rimando ancora un pò la lettura visto che ho già dei libri fantasy da leggere... spero che il giorno in cui inizierai HP sarà presto XD

      Elimina
  4. io non sono molto avvezza al genere urban fantasy, ho letto pochi libri di questo genere e, non so, magari potrebbe piacermi:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabi, davvero non leggi molto di questo genere?
      Guarda, dipende il motivo per cui non leggi questo genere, se è perché non ti ispirano queste storie o per altri motivi... ma forse questo libro potrebbe piacerti, non posso certo dirlo con sicurezza :)

      Elimina
  5. Peccato che non ti sia piaciuto! A me incuriosiva un bel po!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ika, guarda credo di essere una delle pochissime a cui non è piaciuto questo libro :)

      Elimina
  6. Eccomi di ritorno, Aleee! =D
    Ho letto questo libro qualche anno fa, se non sbaglio poco dopo la sua pubblicazione o comunque nel 2012, e mi ricordo che lo avevo trovato carino, però probabilmente dipende un po' anche da quello che dici tu perché quando lo lessi ero un po' digiuna di libri di questo genere quindi tutto quello che leggevo era più o meno una novità per me.Sul problema che hai avuto con le descrizioni non saprei cosa dirti perché non me le ricordo proprio, mi ricordo solo la storia in generale, i vari protagonisti e il fatto di averlo trovato molto scorrevole :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesorinaaaaaaaa, rieccoti, finalmente *___*
      Ma il libro non è male, la storia poteva essere sicuramente più interessante, ma più che carino, io l'ho trovato caruccio (un po' meno xD) Sulla scorrevolezza ti dò perfettamente ragione, lo stile è molto semplice e fluido e prende poche ore come lettura :)

      Elimina
  7. Ah, Alessia, nemmeno a me questo libro è piaciuto! L'ho letto all'inizio dell'estate e, sì, mi ha deluso molto! Nel web ne parlavano tutti benissimo, tant'è che quando ho iniziato a leggerlo mi aspettavo veramente molto e poi... Beh, niente, l'ho trovato noioso e banale e mi sono annoiato un sacco mentre lo leggevo. Peccato, però, dalla trama sembrava carino :\

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wendy, mia salvatrice... per fortuna anche a te non è piaciuto, mi sentivo decisamente sola xD
      Io non avevo aspettative troppo alte, ma ero molto incuriosita dalla trama e soprattutto dalla mia passione per le streghe... non mi stanco mai di provare a trovare qualche libro che riesca a soddisfarmi.

      Elimina
  8. Tesoro io oggi sono andata a fare shopping e spero che marzi arrivi in fretta *-* basta neve e pioggia :(
    Oddio solo 2 ombrelli e mezzo?! Non credo che lo leggerò soprattutto per il fatto che è troppo semplice e prevedibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, dopo mi aggiorni su come è andato il tuo shopping *___*
      Sì, non te lo consiglierei questo libro... certo si fa leggere, la storia è carina e molto scorrevole, ma non è piacevole leggere i primi capitoli e intuire già cosa succederà in tutta la storia...

      Elimina
  9. Io, Io *alza la mano come a scuola*
    Io sono tra quelle a cui è piaciuto di più che a te questo romanzo... è vero che forse è molto Young lo stile, ma io adoro tornare ragazzina attraverso i libri e poi adoro le streghe che volano sulle scope ^^
    In realtà sono passata da te per un'altro motivo, ma poi ho visto la recensione e ho voluto dire la mia.
    Intanto ti ho taggata qui: http://libridilo.blogspot.it/2014/02/tag-thank-you.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Lo...
      Anche a me piace tornare ragazzina, ma lo stile infatti non è male, è scorrevole e semplice, ma è proprio la banalità della storia che non mi è piaciuta, a parte, appunto i capitoli sul passato e il rapporto tra le due sorelle.
      Uuuuh, più tardi se riesco a trovare 10 minuti vengo a leggere il tag. Grazie mille *_*

      Elimina
  10. Brava Alessia che hai finito le recensioni di settembre! *Ola e trombette per te*non conoscevo questo libro e direi che leggendo le tue impressioni non finirà in WL… meno male, almeno che qualcosa resti fuori! Complimenti comunque per la tua recensione, ben fatta come sempre!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Nadia, evviva qualcuno che festeggia con me *le lancia pasticcini e bibite* xD
      Ahahah ma dai, come non metti questo in WL? Mi sembrava avessi detto che anche quando faccio recensioni poco positive tu ti incuriosisci lo stesso xD Scherzo ovviamente.
      Se ho imparato un pochino a conoscere i tuoi gusti non credo questo libro ti piacerebbe, non so neanche se riusciresti a finirlo... per me ti verrebbe il nervoso prima xD

      Elimina
  11. Posso dire una cosa? Tu sei una strega di circa 200 anni, vivi a Londra, vuoi iniziare a vivere una vita normale... e ti trasferisci a SALEM???? con tutti i posti del mondo, torni nella città capitale delle streghe? tesoro, ma è ovvio che non funzionerà mai -__-

    Piccolo sclero a parte, sono contenta che tu abbia finito le recensioni di settembre e credo che pubblicare due recensioni a settimana sia una buona idea :)

    I libri sulle streghe a me invece non attirano moltissimo, preferisco i vampiri... il che è strano, da piccola adoravo le streghe °_°, comunque la recensione mi è piaciuta, hai descritto in modo chiaro ciò che ti è / non ti è piaciuto :)

    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha Laura, ok sì può sembrare una scelta azzardata xD Ma potrebbe venirti la curiosità di capire come mai scelgono proprio Salem xD
      Sì, spero con questo ritmo di recuperare un pochino... fino a prima di natale pubblicavo una sola recensione alla settimana e di quel passo non avrei mai recuperato niente °__°
      No io ho sempre avuto una passione spropositata per le streghe ma fatico moltissimo a trovare libri su di loro che mi piacciono. Un vero peccato :(

      Elimina
  12. Più chiara di così... !!
    Uff ma me lo sai consigliare un libro sulle streghe indimenticabile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un libro sulle streghe indimenticabile proprio non esiste, almeno io non l'ho letto.
      A me sono piaciuti molto "Blood Magic" di Tessa Gratton e "Odyssea" di Amabile Giusti e al momento sono così rincoglionita che non mi viene in mente altro :(

      Elimina
    2. Grazie ^.^ vado subito ad informarmi in merito!

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥