domenica 23 marzo 2014

Recensione: "Gli zombi non piangono" di Rusty Fischer

Buongiorno e buona domenica miei amati, con il periodo del cavolo che sto vivendo mi sono addirittura dimenticata dell'inizio ufficiale della mia stagione preferita: la primavera.
Quanto sono belli gli alberi e i prati che iniziano a fiorire? Con tutti questi colori che ci riempiono la vista. Iniziamo a sentire per davvero i raggi del sole che finalmente riescono a scaldarci e farci sorridere sollevando la testa per essere baciate dal sole.
Per accogliere questa splendida stagione ho deciso di andare contro una mia regola ferrea e spero di non dovermene pentire amaramente. Come molti di voi sapranno non amo condividere le foto di mia figlia in rete, tranne rari casi in cui le pubblico su facebook, è rarissimo che vedrete foto della mia Vera in giro, ma questa volta voglio fare uno strappo (la foto l'ho già messa su FB, dunque tanto strappo non è) proprio perché adoro questa foto, mi fa sorridere, mi riscalda il cuore... ed insieme a Vera ci metto anche Tittolo, il mio cagnolino che finalmente può passeggiare scodinzolando felice, libero da giubbottini anti freddo.


Ed ora lascio lo spazio ai libri, anche in questo caso vado contro una piccola regola, invece di presentarvi la seconda recensione più votata dell'ultimo sondaggio concluso, ho deciso per "conto mio" di pubblicare l'ultima recensione che mi è rimasta di novembre, spero mi perdonerete per non aver seguito il vostro consiglio e la vostra voglia di sapere i miei pareri su un certo libro, ma così almeno posso dichiarare chiuso anche questo mese e non vi preoccupate, la settimana prossima pubblicherò una recensione in più, così almeno faccio contenti anche tutti quelli che hanno votato.
Gli zombi non piangono di Rusty Fischer, primo volume della serie "Living Dead Love Story", pubblicato in Italia dalla Giunti Y, il 17 ottobre 2012, al prezzo di 12 euro per 368 pagine.

Trama:
Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. Quando Stamp la invita a una festa, la sua vita è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Quando si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata.
Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto...
Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente.

Il mio pensiero:
Questo libro mi è stato regalato l'anno scorso per Natale, ora fate un po' i vostri conti... E' rimasto tutto questo tempo a vegetare nella mia libreria, non perché non mi piacesse, semplicemente perché non era il suo momento e perché avevo altri libri che attiravano la mia attenzione.
Non ho mai avuto grandi aspettative su questo libro, ma non per il solito motivo, semplicemente, sapevo che non era un libro da grandi pretese, mi aspettavo una storia leggera e divertente che mi facesse compagnia per qualche ora, tutto qui. In realtà "Gli zombi non piangono" mi è piaciuto e mi ha preso più di quello che mi aspettavo. E' vero che è un libro leggero, che prende poche ore, che rilassa il cervello (un controsenso visto che si parla di zombi) e che diverte, ma la storia che ha costruito l'autore è veramente ben strutturata a mio parere. 

Cover originale
Ci vengono presentati zombi sotto vesti completamente diverse, abbiamo gli Zombi buoni: la loro più grande differenza è che il loro carattere rimane immutato, il loro cervello continua a lavorare nel modo giusto e coscienza e intelligenza non li abbandonano. Inoltre mantengono all'incirca le sembianze possedute da vivi, ma devono usare qualche trucchetto per nascondere, ai Normali, il loro pallore, le loro occhiaie e in generale la degradazione della pelle e del corpo. Ma attenzione, non è una degradazione evidente tipo: pelle che si stacca, arti che ciondolano, putrefazione... niente di tutto questo fa parte degli Zombi buoni; e poi abbiamo gli Zercker, molto più somiglianti agli zombi che tutti noi conosciamo, loro sono i cattivi si nutrono di cervello di persone vive, hanno meno personalità e coscienza e hanno una rabbia in corpo da far paura, ma anche in questo caso abbiamo piccole eccezioni. Insomma, all'inizio sembra un libricino semplice, mentre in realtà è tutto ben studiato, con due "mondi" diversi che si scontrano, creati benissimo dall'autore.

Perché dietro a Zombi e Zercker si nascondono gli Anziani, le Sentinelle e una Guida creata apposta per i nuovi zombi, esistono patti e regole da rispettare; questo per farvi capire che l'autore non si è limitato a buttare nella storia degli zombi e farli lottare tra loro e contro gli umani.
Anche l'idea che Fischer ha avuto per "dare vita" a questi zombi è molto originale, come è originale il modo in cui si può ucciderli realmente e per sempre. In poche parole l'autore ha preso la figura dello zombi e l'ha resa originale mutandola a suo piacimento, creando un qualcosa che rimane impresso nella mente e che diverte e intrattiene.

Cover UK
La protagonista, Maddy, è molto simpatica e ironica; spesso mi sono fatta delle risate leggendo i suoi pensieri e il suo modo di comportarsi. E' ritenuta una specie di sfigata a scuola, ma la sua migliore amica Hazel controbilancia il tutto, lei infatti è la star è quella che attira l'attenzione, che va alle feste e che ha un sacco di amici, che veste alla moda. Maddy invece sta nell'ombra, le piace rimanere a casa e coltivare le sue strambe passioni, magari guardarsi un film rilassandosi, ha pochissimi amici e ha un modo di vestirsi particolare e discutibile, tutto l'opposto della sua amica.
Mi sono spesso chiesta come queste due persone potessero avere un legame così forte, essendo così diverse e nel corso della storia si scoprono atteggiamenti che mi hanno fatto comprendere tutto molto meglio. E qui arriva un'altra nota di merito: ho letteralmente amato il modo in cui l'autore ha reso particolare e unico il rapporto tra Maddy e Hazel, non posso spiegarvi il perché (altrimenti farei spoiler), vi basti pensare che il rapporto fra le due, ad un certo punto del libro, inizia a mutare e la mutazione diventa sempre più veloce, così che io mi sono sentita così coinvolta da tifare a spada tratta per Maddy e odiare intensamente Hazel.
Stamp è il ragazzo nuovo che arriva a scuola, che attira l'attenzione e che stranamente (a detta di Maddy) si interessa alla protagonista, ma è un'interesse puro e semplice. Stamp sarà anche il nuovo arrivato, sarà anche un ragazzo molto carino che attira sguardi e interesse, ma è solo una facciata, infatti è molto timido e impacciato, è una persona semplice e a tratti debole. Per mia fortuna l'autore non è caduto nella trappola della tipica storiella d'amore e ha reso, anche in questo caso, il rapporto dei due molto più interessante e vivace.
Gli altri personaggi, gli Zombi amici di Maddy: Dane e Chloe e gli antagonisti Zercker: Scheletro e Dahlia, ricoprono benissimo i loro ruoli, e colpiscono il lettore per i loro comportamenti e il loro carattere. L'autore ha dato a tutti gli spazi e i tempi giusti, riuscendo ad amalgamare il tutto in modo davvero piacevole.

Cover spagnola
Mentre, non ho apprezzato molto il modo in cui l'autore affronta velocemente (troppo) certe scene, non dando il tempo al lettore di sentirsi parte della storia e comprendere bene. Ad esempio la parte che riguarda gli Anziani è veramente veloce, e anche se si comprende tutto, il lettore avrebbe voglia di capire e conoscere meglio, proprio perché è una parte importante e innovativa del romanzo.
Dedico le ultime righe al finale che ho adorato. Le scelte di Fischer sono grandiose e nonostante ad un primo sguardo possano sembrare banali, in realtà non lo sono. Perché le vicende si evolvono in un modo simpatico e allo stesso tempo il lettore inizia a farsi un sacco di domande al riguardo.

Un libro piacevole, che occuperà poche ore del vostro tempo. Un libro che si fa apprezzare per la sua fluidità e semplicità, ma anche per la sua originalità e vivacità. Immaginatevi una storia piena di zombi, ma immaginatevela leggera e per niente terrificante; immaginatevi di riuscire a rilassarvi e sorridere leggendo di zombi che si scontrano tra loro.... se ci pensate sembra un controsenso, sembra una cosa assurda, invece Rusty Fischer è riuscito a creare un libro "horror" che in realtà è quasi frivolo, estremamente coinvolgente e ben studiato, ma allo stesso tempo ironico e piacevolissimo.

Ed eccoci alla fine a parlare delle cover. Sono molto contenta che la Giunti abbia semplicemente tradotto il titolo senza stravolgerlo, ma la cover non mi piace per niente; il font usato è troppo troppo comune e banale, gli occhi della ragazza mi hanno colpito subito, ma quel font (oltretutto ad una grandezza così esagerata) mi ha rovinato tutta la cover. 
La cover originale mi piace molto di più, il font è più originale e questo spazio quasi completamente nero fa risaltare moltissimo lo sguardo della modella che mi piace molto.
La cover UK è molto molto originale secondo me, ma non mi piace per niente, sarà per colpa dello sguardo della modella che sembra rendersi odiosa, quando in realtà la protagonista del libro è simpaticissima.
Ed infine la cover spagnola che sembra disegnata molto bene, ma che non riesce a convincermi, continuando a guardarla mi sembra di notare qualche elemento che mi sembra non si inserisca molto bene.
Classifica finale: cover originale, cover spagnola, cover UK, cover italiana.

Il mio voto per questo libro:


Ammetto che appena finito il libro volevo dare un punteggio minore, perché messo in confronto ad altri mi sembrava esagerato dare un rating così alto, poi ho pensato a quanto mi sono goduta questa lettura e come faccio spesso ho evitato paragoni che tra libri è quasi inutile, soprattutto se ci coinvolgono e muovono le nostre emozioni. E poi cavolo, rileggendo la recensione mi sono resa conto di aver scritto un papiro, oh mamma, spero sarete arrivati alla fine sani e salvi xD
Bene ragazzi, questo romanzo nei sondaggi è sempre stato poco votato, probabilmente il motivo è che gli zombi non attirano molto la vostra attenzione, a pochi piacciono, ma spero che con questa recensione vi avrò fatto cambiare un po' idea e magari mettervi un pizzico di curiosità su questi personaggi di fantasia.
Come sempre mi piacerebbe sapere chi lo ha letto, le vostre impressioni sia negative che positive, insomma proprio tutto :)

24 commenti:

  1. Aaaa tesoro che meraviglia la foto! *-* e troppo carino il cane ahah! da me c'è appena stato il temporale ._. altro che primavera T__T
    Comunque questo libro non mi ispira molto e non credo che lo leggerò, anche se a te è piaciuto tanto! diciamo che il mio problema sono gli zombie, non mi fanno impazzire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uuuuh, mi fa piacere che ti piacciono e il mio cane sarà anche carino ma è un rompiscatole xD Anche qui ieri c'è stato un tempaccio, un gran freddo e di notte ha diluviato °___° Praticamente appena ho accolto la primavera, la primavere se ne è andata -.-

      Dipende quale tipo di zombie non ti fanno impazzire, perché se prendi questo è quello della Showalter ti posso assicurare che gli zombie riusciranno a piacerti xD

      Elimina
  2. Sembra interessante, anche se le cover sono proprio orribili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Ile, non sono il massimo... potevano sicuramente impegnarsi di più...

      Elimina
  3. Buon inizio di primavera Alessia! Ti dirò, questo libro non mi ha mai attirata anzi... ho un'altra immagine nella testa dell'universo fantastico zombie però visto il giudizio forse una chance gliela darò ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima grazie, anche a te... Peccato che appena l'ho accolta, la primavera se ne è andata :(
      Guarda, questo libro è carinissimo proprio perché tratta l'argomento zombie in modo completamente diverso a quello cui siamo abituati :)

      Elimina
  4. Che belle le foto! Hai ragione la primavera mette allegria e finalmente si possono fare delle belle passeggiate all'aperto! Anche se oggi da me il tempo era un po' pazzerello...
    Per quanto riguarda il libro io non vado matta per gli zombi, non ne ho neanche mai letto uno... Chissà magari un giorno cambierò idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vally per le foto :)
      Non vedo l'ora di poter uscire in maniche corte senza avere paura che all'ombra c'è ancora freddo o quando il sole inizia a calare praticamente si gela :)
      Diciamo che gli zombie sono una di quelle figure "fantastiche" che non attirano molta attenzione, a meno che uno non abbia proprio la passione e non legga libri di questo genere per tutto il tempo... anche se il libro di Fischer è lontano anni luce dagli horror :)

      Elimina
  5. Io l avevo votato! Questo libro è stato il mio primo approccio con il mondo degli zombie e l'ho adorato :D in effetti anche io mi aspettavo una lettura leggera e sono rimasta molto colpita dall originalità della storia. Maddie è semplicemente fantastica, con la sua ironia e la sua passione per le lapidi. La lettura mi ha preso fin dall'inizio ed è stato bello immergermi per un po' in un mondo così fantasioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Lucy, davvero? Quali altri libri zombieschi hai letto? :)
      Hai ragione, Fischer è stato davvero bravo a creare questo mondo, così come è stato bravissimo a creare i personaggi... Spero la Giunti pubblicherà anche il prossimo :)

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grande Francy, spero avrai la possibilità di leggerlo presto allora ;)

      Elimina
  7. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo! E' vero gli zombi di solito non mi attirano, però ho letto da poco Alice in zombieland e l'ho adorato, quindi credo che darò un'occhiata anche a questo, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, sono sempre felicissima quando riesco ad incuriosirvi così verso un libro...
      Anche Alice in Zombieland mi è piaciuto molto e secondo anche questo di Fischer potrebbe piacerti molto :)

      Elimina
  8. Che bello Ale, avevo votato per questo libro e sono molto contenta che tu abbia scelto di pubblicarne la recensione! Come sai sono avvicinata al genere "zombie" grazie alla tua recensione di Rot & Ruin (fra poco inizierò Dust & Decay) e anche questo libro mi ispira parecchio, ora che ho letto cosa ne pensi tu :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nadia, mi sorprendi sempre con le tue votazioni, non so perché ma non pensavo fossi tra quelle che lo avevano votato xD
      Come sono felice di averti iniziato ad un nuovo "genere" e sapere che inoltre hai scelto proprio il libro perfetto (almeno per me) per iniziare. Questo libro è molto diverso da Rot & Ruin, ma è piacevolissimo e divertente e a suo modo decisamente originale ;)

      Elimina
  9. Ciao Alessia, ma che adorabili che sono la tua bimba e il tuo cagnolino *_* e poi, quella è la città in cui vivi? che meraviglia, quanto verde!

    Io di zombie avevo iniziato a leggere solo un libro che non ho terminato, di cui al momento non ricordo il nome, in cui gli zombie venivano trattati come persone normali, ma non mi era piaciuto, infatti è uno dei pochi che ho lasciato a metà, ma prima o poi penso di riprenderlo in mano giusto per finirlo -__-

    Questo sembra molto carino, ammetto che mi hai incuriosita... e va bene, WL sia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, grazie mille. Io vivo a Salsomaggiore, non posso lamentarmi per quanto riguarda il verde, poi io sono leggermente fuori e in mezzo alle colline... abbiamo dei parchi pieni di verde e intorno ci sono un sacco di posti da vedere e apprezzare :)
      Noooo, cavolo, devo sapere che libro avevi iniziato e poi abbandonato... sono troppo curiosa di sapere se l'ho letto oppure no.
      Questo è decisamente un libro leggero e piacevole, ma che nasconde una storia ben strutturata a mio parere, che si gode moltissimo :)

      Elimina
    2. Dunque... il libro è "Breathers: l'anonima zombie" di S.G. Browne, lo avevo preso anni fa quando era appena uscito in TV The Walking Dead ed ero drogata di zombie, ma l'ho trovato un po' noiosetto e non credo di essere riuscita ad arrivare a metà libro.
      Praticamente parla di un mondo i cui i morti sono risorti in cui il loro carattere resta immutato, però mi sembra si nutrano comunque di carne e si decompongono in modo anche evidente dopo un po'... il protagonista si scopre che fa parte di un gruppo tipo Alcolisti Anonimi e fa amicizia con altri zombie, ma la trama non me la ricordo neanche più! comunque non è un YA, perché i personaggi sono persone sulla trentina d'anni :)

      Elimina
    3. No, non lo conosco. Leggendo la tua spiegazione non sembra male, però non mi convince...
      Sai che io non ho mai visto The Walking Dead? Anche se vorrei iniziare, ho sentito cose splendide su quella serie *___*

      Elimina
    4. A me piace un sacco *_* nonostante si parli di zombie molte puntate si concentrano di più sul lato umano della serie, cioè come i protagonisti interagiscono tra loro e come cambiano abitudini in quel nuovo mondo mostrando meno zombie mangia-carne, quindi alcune persone tendono a trovarlo un po' noioso, ma gli alti e i bassi in una serie ci sono sempre, personalmente la trovo una delle più belle in circolazione in questi tempi, provala se hai del tempo ^__^

      Elimina
  10. Sono proprio felice di leggere questa recensione..Avevo votato per questo libro!! :D
    Io ho sempre una sorta di repulsione per i libri che parlano di zombie, però questo mi incuriosiva perchè dalla trama e dall'incipit mi sembrava un libro simpatico!! :D ora che me ne hai dato la conferma penso proprio lo leggerò appena ne avrò occasione!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marika, oh che bello sapere che anche tu eri tra quelle poche curiose di conoscere meglio questo libro :)
      Capisco la tua repulsione perché in tanti ce l'hanno, ma ti assicuro che questo è un libro davvero carino e simpatico e originale. Secondo me dovresti dargli una possibilità :)

      Elimina
  11. L'ho trovato tanto carino e spassoso anche io *__*
    Spero tanto vengano pubblicati anche i seguiti perché sono proprio curiosa :D

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥