venerdì 28 marzo 2014

Recensione: "Il segreto del bosco" di C.J. Daugherty

Buongiorno ragazzi, vi scrivo con uno stato d'animo decisamente abbattuto. Mi sento strana e un po' preoccupata, ma credo che nei prossimi giorni capirete meglio tutto. Forse avevate già avuto qualche sentore di questo problema, perché negli ultimi giorni ho saltato tutte le varie rubriche...
Non ho molta voglia di stare a chiacchierare, sempre per colpa del mio umore, dunque direi di saltare subito alla recensione di oggi (due di seguito contando quella di ieri, come sono brava xD) che avete votato maggiormente nell'ultimo sondaggio, anzi vi chiedo scusa se l'ho chiuso qualche ora prima, ma se avessi aspettato poi avrei ritardato con la pubblicazione della recensione... di tempo ne avete avuto e di voti ne sono arrivati un bel po', 75 per la precisione *_*
Con 27 voti e il 35% di preferenze avete votato Il segreto del bosco di C.J. Daugherty, primo volume della serie "Night School", pubblicato in Italia dalla Newton Compton, il 29 novembre 2012, al prezzo di 9,90 euro per 448 pagine.

Trama:
Allie Sheridan è a pezzi. Va male a scuola, il fratello è scappato di casa ed è appena stata arrestata per l’ennesima volta. Anche i genitori ne hanno abbastanza e sono determinati a mettere la parola fine ai suoi comportamenti ribelli. Per allontanarla dalle amicizie pericolose e metterla in riga una volta per tutte, decidono di iscriverla a un collegio per ragazzi difficili, la Cimmeria Academy.
Una scuola decisamente sui generis, con un regolamento molto rigido e dalla quale sono banditi cellulari, televisione e computer. Gli studenti della Cimmeria Academy sono uno strano gruppo di ragazzi particolarmente dotati, privilegiati ma anche indisciplinati e Allie si sente subito a suo agio tanto da fare amicizia con alcuni di loro. C’è Carter, affascinante ma dalla pessima reputazione; la fragile Jo, destinata a diventare la sua migliore amica, e Sylvain, un inquietante ragazzo francese a cui nessuno riesce a dire di no. Ma il collegio la notte si anima e apre le sue porte alla Night School, una società segreta le cui attività sono un mistero per molti studenti… Si susseguono episodi inquietanti fino alla morte di una ragazza al ballo d’estate, ed è proprio allora che Allie comincia a capire che la scuola nasconde dei segreti inimmaginabili. Anche i suoi genitori sono coinvolti in qualcosa di poco chiaro e le hanno mentito sul quel posto e sulla scomparsa del fratello. Ma perché? Di chi può realmente fidarsi? E cosa accade davvero alla Cimmeria Academy, quando cala la notte?

Il mio pensiero:
Questo libro lo possiedo dal natale del 2012, era stato un regalo di una mia amica, poi l'ho lasciato a impolverarsi sugli scaffali della mia libreria, fino a quando non ho deciso di leggerlo proprio grazie alle reading challenge a cui sto partecipando.
Il libro mi ha sempre incuriosito, ma non così tanto da passare davanti a tanti altri che ho letto prima di questo, ora finalmente è arrivato il suo momento.
Cover originale
Il segreto del bosco racconta la storia dell'adolescente Allie, un'adolescente problematica che crea problemi a scuola e che frequenta "persone poco raccomandabili", i genitori dopo svariati avvisi e tanta pazienza, decidono di farle cambiare scuola e di mandarla in un posto sperduto e sconosciuto: la Cimmeria Academy. Allie non sa dove si trova e non conosce niente di questa scuola, quando arriva le viene dato un pacco pieno di fogli da leggere e viene avvisata più volte sul regolamento strano della scuola e sulle punizioni per chi non lo segue alla lettera. L'inserimento non è certo dei più facili, soprattutto perché la Cimmeria è davvero strana e anche i suoi studenti lo sono, sembra che ognuno di loro nasconda un segreto e soprattutto molto di loro non vedono di buon occhio l'arrivo di Allie, collegano a lei i fatti strani che succederanno appena dopo il suo arrivo. Ed Allie in tutto questo si ritroverà a dover affrontare una marea di studenti che non conosce e che la trattano come una poveretta, insegnanti che la guardano con cattiveria e che la puniscono, un bosco inquietante che sembra nascondere in ogni anfratto qualcuno che la osserva e la segue, passi nel pieno della notte proprio sul tetto... per fortuna non sarà sola, ma troverà amici e persone disposte ad aiutarla e supportarla, ma anche in questo caso Allie non capirà fino alla fine di chi potrà fidarsi e di chi no.

Avendolo in casa da ormai un anno, non ricordavo assolutamente niente della trama del libro e quando ho deciso di leggerlo non sono andata a darci una sbirciatina, così quando ho iniziato il libro pensavo di trovarmi di fronte a qualcosa di urban-fantasy o paranormal ed invece è tutto differente e per la seconda (forse terza) volta, ammetto che è davvero bello prendere in mano un libro senza leggere la trama e iniziare a viverlo direttamente dalle prime pagine.
Il segreto del bosco è ricco di mistero e mette nel lettore un sacco di ansia e curiosità, ma non ha assolutamente niente di sovrannaturale, si tratta semplicemente di strani complotti di una strana scuola e di strane persone, ma niente di più. Potrei considerarlo quasi un thriller, proprio perché Allie e i suoi amici si ritroveranno a dare la caccia e a cercare di capire chi crea queste confusioni nella scuola e chi ha così voglia di terrorizzare questi studenti.

Cover UK
Il libro però, non è privo di difetti. Purtroppo i personaggi sono un po' banalotti, ma non sempre per fortuna, il problema più grosso non è questo. Ci sono tanti tanti personaggi, ovviamente chi è più importante e chi meno, ma sono davvero tanti per un primo libro di una trilogia; alcuni di questi sembrano essere importanti e invece li vediamo comparire nella storia un paio di volte, altri vorremmo conoscerli più a fondo perché compaiono spesso ed invece rimaniamo con l'amaro in bocca. Allie, Jo, Carter, Sylvain, Jules, Rachel, Lucas, Gabe... e se volessi potrei continuare, questi sono solo alcuni dei personaggi che compaiono/scompaiono/ricompaiono. Ovviamente il lettore si trova così in un'ambiente leggermente caotico, in cui i protagonisti sono ben delineati ma in cui non si capisce chi sono i personaggi secondari e chi solo le "comparse", proprio perché molti vengono approfonditi bene, altri nel modo giusto, mentre altri superficialmente e magari alla fine sono proprio quelli più interessanti.

Un'altra cosa che non ho apprezzato molto è il modo in cui l'autrice ha gestito il rapporto tra Allie e Carter, all'inizio il loro rapporto mi entusiasmava perché si prendevano in giro, litigavano ma alla fine si vedeva che c'era interesse, poi Carter è diventato il tipico pappamolla in adorazione della sua bella, che si annulla quasi completamente per proteggere e tenere al sicuro la sua amata; per fortuna c'era Allie a risollevarmi un po' il morale con le sue battutine e con il suo essere pratico, senza crogiolarsi troppo nei sentimenti e nell'amore.
Continuiamo con le cose che non ho apprezzato e vi giuro che il libro in realtà mi è piaciuto, infatti quelli che sto analizzando sono "piccoli" aspetti in confronto al coinvolgimento che ho avuto, ma sono piccoli aspetti che ci tengo a esporvi proprio per spiegarvi il mio voto.
Ci sono state alcune scene, anzi colpi di scena che sarebbero stati grandiosi e perfetti, se solo avessero avuto il tempo adatto, soprattutto in un caso *SPOILER quando Allie scopre che Christopher è vivo e a pochi passi da lei SPOILER* ho trovato troppa fretta da parte dell'autrice, in un momento in cui la protagonista doveva essere sconvolta, tutto viene liquidato con un paio di battute, per poi far ricomparire questa situazione dopo qualche pagina in modo molto freddo e distaccato, quasi come se non fosse successo niente di che. Ecco se la Daugherty avesse speso qualche parola e pagina in più per coinvolgere di più il lettore in certe scene, allora il libro avrebbe acquistato più valore ai miei occhi.

Cover tedesca
Dopo tutta questa roba che non ho apprezzato, se ci fate caso alla fine non è molta, sono io che mi perdo inMi ha tenuta incollata alle sue pagine dall'inizio alla fine ed ero in un costante stato dall'erta, sempre in ansia e sempre pronta a scoprire qualcosa di nuovo; era come se insieme ai personaggi cercassi di venire a capo di tutti quegli enigmi e misteri che li accompagnano fin dall'inizio. L'autrice è stata capace di creare suspense e di mantenerla, è riuscita a far credere al lettore una cosa mentre invece era un'altra, creando così diversi piccoli colpi di scena. I personaggi sono tanti, è vero, ma tengono attiva l'attenzione del lettore creando un mix di caratteri, di scene e di scelte che se fossero state lavorate meglio, sarebbero state perfette.
chiacchiere, ammetto che il libro l'ho apprezzato e mi è piaciuto.
La storia è intrigante, proprio perché ti porta a pensare a qualcosa di sovrannaturale, mentre invece non lo è, e la protagonista merita tutta la mia stima, Allie mi è piaciuta davvero tanto, come mi è piaciuta moltissimo Rachel e anche Lucas, mentre un personaggio che ho rivalutato è stato Sylvain, sono proprio curiosa di vedere come evolverà alla fine.
L'autrice ha uno stile fresco e semplice, ma è in grado di essere accattivante grazie a piccoli accorgimenti che rendono la storia appassionante e che riesce a coinvolgere il lettore fino alla fine.
Un libro che consiglio a tutti i giovani, ma anche a chi ha voglia di sentirsi coinvolto da una storia ben scritta. Ovviamente non posso mettere da parte tutti i lati negativi della storia, con personaggi alcune volte banali, con alcuni dialoghi semplicissimi e con scene un po' troppo frettolose, ma sono convinta che questa serie potrà migliorare con i seguiti, infatti sto già pensando di procurarmi il secondo volume uscito poco tempo fa.

Parlando di cover, mi viene un po' da ridere, perché la Newton Compton ha deciso di cambiare la cover del primo, però qui in Italia per il secondo volume è stata usata la cover originale del primo volume °__° insomma un gran casino che potevano benissimo evitare.
La cover originale è carina ma non mi dice assolutamente niente, così come quella italiana. Sono cover viste e riviste che ormai non attirano più molto la mia attenzione.
Adoro la cover della versione UK, mi piace da impazzire e la trovo molto più in linea con la storia raccontata e con l'atmosfera di mistero e suspense che si trova nel libro.
E per concludere la cover tedesca, particolare e differente di molto dalle altre... Mi intriga e mi piace come riescono ad essere sempre originali rimanendo però abbastanza in linea con le storie dei libri.
Classifica finale: cover UK, cover tedesca, e a pari merito cover italiana e originale.

Il mio voto per questo libro:


Cosa ne pensate ragazzi? Alcuni di voi, che mi seguono, so che hanno già letto questo libro e che ha sorpreso positivamente anche voi. Mentre sono curiosa di sapere cosa pensate voi che non lo avete ancora letto. Insomma, vorrei confrontarmi con chi lo ha letto per capire se le sensazioni sono simili e vorrei capire se attira la curiosità di chi, invece, non lo aveva preso in considerazione.
Un bacione a tutti voi.

8 commenti:

  1. Ciao bella, mi spiace che tu ti senta strana e preoccupata, anche io in questo periodo non sto benissimo in quanto a umore, ma spero passi in fretta.
    Come al solito sei bravissima a mettermi curiosità su un libro che non conoscevo e a cui, leggendo solo la trama, non avrei dato nessuna possibilità. Grazie!

    RispondiElimina
  2. Non so perchè, ma ero convinta avessi già scritto la recensione di questo libro!! O.o sto perdendo colpi!!xD Mah, non so nemmeno io se dargli una possibilità o no...da un lato mi ispira, ma ultimamente i dialoghi banali e certi tipi di personaggi mi fanno proprio venire il nervoso!!xD Magari se la saga migliora con i seguiti potrei darle una possibilità...ci penserò!xD

    RispondiElimina
  3. Io non l0ho nemmeno preso in considerazione quando è uscito. Non so perchè ma non mi ispira molto. Che succede Ale? Uff speriamo che il tuo umore si risollevi in fretta.

    RispondiElimina
  4. Tesorrr bella recensione! ai tempi avevo amato questo libro *-* ora ho letto anche il seguito e il mio entusiasmo sta calando :/ boh, speriamo si riprenda come serie!

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace molto per questo tuo stato d'animo, spero sia solo un momento passeggero...
    Per il libro come sai anch'io l'ho già letto. Mi era piaciuto però forse è passato troppo tempo e la voglia di leggere il seguito è calata...

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo la saga e l'ho scoperta da poco.. aspettavo la tua recensione per capire se valesse veramente la pena aggiungerlo in lista e sono piuttosto indecisa.. magari aspetto la recensione del secondo libro e poi decido!

    RispondiElimina
  7. La storia sembra interessante,ma grazie x gli avvertimenti! Lo leggerò quando avrò voglia di una lettura...light! Buon fine settimana! Maria

    RispondiElimina
  8. Come storia assomiglia molto ad Hex Hall, che mi è piaciuto un sacco, nonostante ciò non mi intriga molto... magari se leggerai i seguiti e ti piaceranno cambierò idea, ma per adesso passo :)

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥