lunedì 7 luglio 2014

Recensione: "Il sentiero dei profumi" di Cristina Caboni

Buonciao a tutti meravigliosi lettori, come state? Il vostro lunedì è buono o scarso? Il mio nella media, stamattina ho accompagnato mia figlia a Bologna dalla nonna, starà da lei qualche giorno così sono contente tutte e due :)
Oggi ho deciso di pubblicare un'altra recensione, perché continuano ad accumularsi e ormai rischio di rimanerne sommersa... è vero che ultimamente sto leggendo più lentamente, ma leggo comunque e le recensioni le scrivo sul pc che ne è invaso xD
Questa recensione non l'ho messa nei sondaggi, erano settimane che vi dicevo che l'avrei pubblicata, è un libro che ho letto "recentemente" (all'inizio di maggio) e ci tenevo a farvi conoscere il mio pensiero, anche perché alcuni di voi erano curiosi di conoscerlo :)

Trama:
Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell’amore. Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l’iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n’è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni. Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi, la capitale del profumo, dove le fragranze si preparano ancora secondo un’arte antica. Le sue creazioni in poco tempo conquistano tutti. Elena ha un modo unico di capire ed esaudire i desideri: è in grado di realizzare il profumo giusto per riconquistare un amore perduto, per superare la timidezza, per ritrovare la serenità. Ma non è ancora riuscita a creare l’essenza per fare pace con il suo passato, per avere il coraggio di perdonare. C’è un’unica persona che ha la chiave per entrare nelle pieghe della sua anima e guarire le sue ferite: Cail. Cail che conosce la fragilità di un fiore e sa come proteggerlo e amarlo. Perché anche il seme più acerbo, quando il sole arriva a riscaldarlo, trova la forza di sbocciare.


Rating:


Il mio pensiero:

Sono rimasta colpita da questo libro fin dal primo momento che l'ho visto, la cover è molto dolce e colorata e poi la trama mi ha subito affascinato. Quando si parla di profumi e fiori io vengo subito catturata, anche se il mio pollice verde è sempre stato appassito, i fiori e i loro profumi mi hanno da sempre affascinata. Ecco perché non ho potuto aspettare che qualche giorno per leggere questo libro.

Il sentiero dei profumi racconta la storia complicata (ma non troppo) di Elena. Una giovane donna che ha degli obiettivi e dei desideri che vengono spazzati via in un momento a causa del tradimento del fidanzato. Elena soffre per la perdita di questo amore, ma più che altro soffre perchè crede di aver perso tutto, i sogni e le speranze per il futuro, i suoi obiettivi, crede di aver perso sé stessa.
Per fortuna grazie all'intervento di una grande amica, Monique, sembra che Elena avrà una nuova possibilità per far riprendere la sua vita. Si trasferirà a Parigi e da lì proverà a ripartire. Con un nuovo lavoro sembra ritrovare un pizzico di serenità, ma la strada è ancora lunga e impervia. Il problema di Elena è l'insicurezza, la paura, la confusione. E' stata cresciuta dalla nonna, dopo tante generazioni di donne profumiere, anche Elena doveva seguire questa strada, nonna Lucia le insegna l'arte del profumo, non sono la creazione, ma la conoscenza, il sentimento e tutte le sensazioni collegate al profumo e alla sua creazione; ma Elena crescendo si sente sempre più distante da questa strada, fino ad arrivare al punto di pensare di odiare i profumi, sembra quasi temerli.
Ma la sua nuova vita a Parigi la porterà a riconsiderare le sue passioni, i suoi desideri e sopratutto sé stessa.

Ultimamente nelle mie recensioni non riassumo quasi più le trame dei libri, perché la vedo una cosa quasi inutile, ma con questo libro ho sentito il bisogno di lasciare una mia impronta alla sua trama, raccontarla attraverso le mie parole e i miei pensieri.
Questo è l'esordio letterario di Cristina Caboni e in alcuni punti del romanzo si sente e si percepisce. Infatti in certe scene ho trovato le descrizioni un po' troppo banali e ripetitive, come se all'autrice non venisse in mente un lessico più appropriato, oppure non avesse voglia di approfondire quel determinato momento. Per fortuna capita raramente e non è un fattore che impedisce di vivere la lettura in modo fluido e intenso.
Un altro aspetto che mi ha fatto storcere un po' il naso è stata la poca caratterizzazione di un personaggio molto importante: Cail. Un uomo serio e tutto d'un pezzo, con un passato sofferto e difficile che ci viene raccontato a pezzi, ma che il lettore non riesce a sentire in modo profondo. Ho trovato in alcuni punti frasi tipo queste: "Cail mi raccontò...", "Cail mi spiegò..." ma alla fine non viene realmente narrato quelle che Cail dice o racconta, almeno non sempre. Ovviamente anche in questo caso non è una cosa che capita per tutto il libro, ma solo ogni tanto; purtroppo però quel "ogni tanto" avrei preferito che non ci fosse, perché Cail è un personaggio così ampio e interessante che avrei voluto viverlo a 360°.
Questi, a mio parere, sono gli unici due difetti di un libro intenso, ricco di emozioni e sentimenti. Una storia complessa che grazie allo stile fresco e pacato dell'autrice, risulta essere molto coinvolgente e semplice nel modo più positivo possibile.


La parte più splendente di questo romanzo sono i profumi, sono loro i protagonisti e leggendo ci si immerge senza difficoltà nella vasta gamma di odori, profumi e essenze...sembra un viaggio magico attraverso prati in fiore, alberi rigogliosi... ma anche un viaggio magico attraverso i sentimenti e le sensazioni della natura umana.

Si percepisce fin da subito la passione dell'autrice per i profumi, i fiori, i frutti e in generale la natura. Si capisce che non parla per sentito dire, ma che è informata e soprattutto appassionata. E' stato piacevole oltre ogni immaginazione immergersi in profumi speziati, fruttati, scoprire che il profumo è composto da diverse parti. E' stato interessante capire come un profumo viene creato e come viene vissuto da chi lo crea.
E' splendido per una come me, che praticamente non usa profumi, vedere come un profumo possa cambiare l'umore, possa raccontare una storia, dare suggerimenti, aprire nuove strade, non avrei mai immaginato che dietro una cosa tanto utilizzata in modo spropositato, potesse nascondersi un significato così profondo e così connesso alla persona che lo crea e a quella che lo utilizza.

Un esordio davvero azzeccato per la Caboni che decide di raccontare la sua passione in modo semplice, onesto ed estremamente emozionante.
La storia è intensa e appassionante e consiglio a tutti di perdersi tra le pagine, i profumi e le sensazioni di questo romanzo perché ne rimarrete soddisfatti e il vostro umore vi ringrazierà.



Non essendoci a disposizione cover diverse da questa sono andata sulla pagina facebook dell'autrice a "rubacchiare" qualche immagine postata da lei della sua grande passione per i fiori e la natura.
Sono soddisfatta della recensione e soprattutto di essere riuscita a condividerla con voi, finalmente. Aspetto i vostri commenti per sapere se avete letto il libro, se vi ispira, oppure se non fa per voi ed ovviamente mi farebbe piacere sapere che cosa ne pensare della mia recensione.
Inoltre, ci tengo ad aggiungere una cosa che mi sono dimenticata nella recensione, alla fine del libro la Garzanti ha pubblicato il dizionario dei profumi, ed è stato bellissimo leggere il significato di ogni fiore e ogni profumo citato nel libro. 

24 commenti:

  1. Mi ispira moltissimo questo libro, la cover mi ha catturata da subito** Spero di poterlo leggere presto (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è piaciuta subito tantissimo anche a me, i colori sono splendidi. Spero anch'io avrai modo di leggerlo, ma soprattutto spero non deluderà le tue aspettative ;)

      Elimina
  2. Ciao Ale:)
    Questo libro mi ispira tanto, sembra davvero interessante ^^ E' probabile che io ci faccia un pensierino presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, spero il tuo pensierino andrà a buon fine e riuscirai a comprarlo prestissimo. Spero ti piacerà, sono curiosa di venire a leggere la tua recensione, quando lo posterai ovviamente xD

      Elimina
  3. Le tue recensioni son sempre meravigliose. <3

    Io avevo intenzione di leggerlo, ma non ne ero convintissima: ora invece sento che sarà uno dei prossimi acquisti.

    Ciao, buona giornata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, oooh mamma, così mi fai diventare rossa, davvero... quando mi scrivete che le mie recensioni sono così belle fatico sempre a credervi, perché a me sembra di non essere niente di che, anzi... Grazieeeeeee, mi risollevi il morale *_*
      Spero proprio la mia recensione non ti abbia portato verso un libro che non ti piacerà, mi sentirei in colpa. Quando sarà il momento e pubblicherai la recensione verrò a leggerla, sono curiosa :)

      Elimina
  4. Questo libro fa parte di quelli che non mi attiravano molto... prima di leggere la tua recensione! Adesso è finito in WL... Tanto per cambiare :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai Nadia, non fare così... e se lo compri e non ti piace? Poi mi sento in colpa perché penso che prima non ti ispirava ed evidentemente un motivo c'era... a me fa piacere sapere che ti incuriosisco così tanto, poi però penso che magari consiglio libri non adatti a te xD

      Elimina
  5. Sono un tantino curiosa, lo metterò in WL per ora, poi deciderò...curiosa, ma non del tutto convinta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosy, chissà, magari arriverà la recensione giusta, oppure un giorno ti verrà lo schizzo folle e deciderai di comprarlo xD

      Elimina
  6. Ma daiii eri a Bologna!! :)
    Come Nadia anche a me le tue recensioni mi fanno venire voglia di leggere libri che non attiravano la mia attenzione! Poi adoro i fiori e la natura, ma non credevo il libro riuscisse a trasmettere tutte queste sensazioni... Per cui finirà anche sulla mia WL :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì tesoro, una super toccata e fuga... sono rimasta un'oretta in stazione e sono tornata indietro...
      Come a Nadia, anche a te dico che quando succede così mi sento lusingata ma anche un po' in colpa, ho sempre paura di "consigliare" libri che poi non ti piaceranno. Spero non sarà il caso di questo, perché se adori i fiori secondo me ti piacerà,

      Elimina
  7. Ultimamente non riesco ad aggiornarmi quanto vorrei circa le novità letterarie.. infatti questa me l'ero persa! sono contenta di aver letto la tua recensione perché è in WL ora;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco bene, anch'io non trovo mai il tempo di spulciarmi come facevo una volta i siti delle CE o altri siti, peccato perché anch'io perdo pubblicazioni interessanti, per fortuna prima o poi riusciamo sempre a recuperarle ;)

      Elimina
  8. non ho letto questo libro ma ho voluto farlo dalla prima volta che ho visto la copertina, la trovo interessante. La tua recensione ha aumentato la voglia che ho di leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, la cover secondo me è splendida e attira indubbiamente l'attenzione. Spero riuscirai a comprarlo e leggerlo presto :)

      Elimina
  9. anche a me questo libro piacerebbe leggerlo.SPERO DI FARLO QUANTO PRIMA.Elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eli, anch'io spero per te riuscirai a leggerlo presto. Quando un libro ispira tanto bisogna cogliere l'attimo :)

      Elimina
  10. Mi attira tantissimo! **
    Sembra davvero molto bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere averti incuriosito ancora di più, spero avrai modo di leggerlo e spero ti piacerà :)

      Elimina
  11. Ohhh, finalmente riesco a commentare questo post XD adoro quando scrivi recensioni di libri che ho letto anche io, così posso commentare meglio!
    Se conosci almeno un po' la sottoscritta puoi immaginare che.... a me non è piaciuto XD
    Questo è per me il classico caso del "non giudicare un libro dalla copertina" perché anch'io ne ero attratta un sacco, ma dopo averlo finito, con somma gioia, ho capito di aver sprecato 17 euro...
    Ti dico subito che ho apprezzato davvero tanto tutto l'ambito dei profumi esattamente come te, il scoprire come un profumo viene pensato e creato è molto interessante! Anche la protagonista mi è piaciuta, simpatica e non perfettina, abbastanza credibile come persona.
    Sono tutti gli altri personaggi ad avermi lasciata basita... i cattivi erano troppo cattivi, a partire dall'ex di Elena al finire con i due gestori del Narcissus (o come si chiama) che a tratti diventavano quasi comici.
    Inoltre non ho sopportato Cail, era troppo ossessivo/protettivo con Elena, mi faceva venire l'ansia quando voleva che Elena non restasse sola per più di dieci secondi... poi era troppo "bello e misterioso", come hai detto tu, credo che la Caboni lo abbia gestito male, soprattutto il suo passato.
    Finisco qui, me ne vado XD
    Ciao Alessia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh è sicuramente più bello riuscire a scambiarsi pareri quasi in simultanea, invece di dover aspettare mesi nell'attesa che una delle due legga il libro. *_*
      Immaginavo che questo libro non sarebbe rientrato nelle tue corde, anche se un po' ci speravo. Sono felice che la storia un po' ti sia piaciuta e anche la protagonista e mi fa piacere sapere che anche tu hai trovato molto interessante la parte sui profumi.
      Io quelli della Narcissus li ho trovati sì esagerati, ma la loro "comicità" a me è piaciuta, cioè ho trovato questa esagerazione voluta dall'autrice e azzeccata, come se noi lettori avessimo la possibilità di divertirci con i loro modi di fare.
      Mentre Cail in generale mi è piaciuto, ma meno mistero e più protagonismo sarebbe stato molto meglio e credo avrebbe reso il personaggio molto più interessante, proprio per il suo passato come dici tu.
      Un bacione carissima :*

      Elimina
  12. Un libro eccezionale che racconta, con estrema sensibilità, le infinite sfumature delle emozioni attraverso e grazie ai profumi..

    RispondiElimina
  13. Che bello poter sentire i profumi da una lettura, sembra un qualcosa di magico... Il potere dei libri!! :)
    Ho visto anche altri libri le cui copertine e titoli rimandano a queste tematiche e mi hanno sempre incuriosita molto, da amante della natura. Bravissima come sempre
    Ciao

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥