giovedì 11 settembre 2014

Recensione: "Losing It" di Cora Carmack

Buongiorno lettori, come state? Qui stanotte ha fatto un bel temporale, secondo ha anche grandinato, e stamattina c'è un freddo che sembra di essere già a dicembre °__° Ma ormai sappiamo che quest'estate ci ha riservato ben poco caldo e sole ed ovviamente figurati se non finisce allo stesso modo -.-

Sicuramente in molti vi sarete accorti che da quando sono tornata dalle ferie non metto più il sondaggio per farvi scegliere la recensione... volevo farvi sapere che sarà una cosa momentanea. Infatti ho troppe recensioni arretrate che devo assolutamente recuperare e inoltre necessito di pubblicare certe recensioni in determinati momenti. So che il sondaggio vi piaceva molto a quasi tutti voi e vi chiedo solo di avere un po' di pazienza.

Oggi, tanto per farvi capire in che disastro mi ritrovo, pubblicherò la recensione di un libro che ho letto a dicembre dell'anno scorso. Aiutoooooooo!
Vi parlerò di Losing It di Cora Carmack, primo libro della serie omonima, da quello che ho capito tra poco dovrebbe uscire il secondo di questa serie sempre per Edizioni Anordest, ecco perché ho deciso di "sbarazzarmi" di questa recensione e pubblicarla proprio oggi :)

Trama:
Bliss Edwards ha ventidue anni e le manca solo un semestre per finire il college. È intelligente e carina, ma tremendamente timida e insicura. Questa sua insicurezza la rende goffa e in particolare con i ragazzi non sa davvero come comportarsi. In più c’è un problema: è l’unica tra le sue amiche ad essere ancora vergine. Anzi, per lei non è esattamente un problema, però quando lo confessa a Kelsey, la sua migliore amica, questa non le lascia scelta: la situazione dev’essere risolta a tutti i costi. E il modo più veloce e semplice per perdere la verginità è l’avventura di una notte. Ma il suo piano si rivela tutt’altro che semplice. Quella sera Bliss incontra Garrick, un ragazzo stupendo con cui scatta subito una forte attrazione, ma arrivata al dunque, Bliss scappa via con una scusa a dir poco strampalata. Come se la cosa non fosse stata già abbastanza imbarazzante, il giorno dopo, a lezione, scopre che in realtà Garrick è Mr. Taylor, il suo nuovo professore di teatro…



Rating:


Serie "Losing It":
#1 Losing It (2013)
#2 Faking It (Ottobre 2014)
#3 Finding It (Inedito in Italia)


Il mio pensiero:
Cover Originale
Ho adocchiato questo libro qualche settimana fa, grazie alla cover che ritengo essere molto dolce, anche la trama mi aveva ispirato ed essendo un new adult, ho voluto provare, per vedere se la mia passione nasce e muore con i libri di Jamie McGuire, oppure se il new adult potrà riservarmi altre sorprese.
Ho scoperto, con questo libro ed altri, che a me il romance/new adult per piacermi deve essere condito con altri elementi e non solo con amore e scene romantiche, deve esserci un po' di simpatia e altre situazioni che accompagnano la storia principale.
Losing It ha questi elementi, ci sono scene simpatiche, ci sono amicizie e la vita scolastica, ma non è riuscito comunque a soddisfarmi a pieno.

Ho apprezzato molto la scelta scolastica usata dall'autrice: il teatro. E' una cosa che mi affascina da sempre e trovarla a fare da sfondo in questo libro è stato molto piacevole. Così come mi è piaciuto il modo in cui la storia tra Bliss e Garrick si evolve. Però è un libro molto semplice e prevedibile e probabilmente questo ha penalizzato la mia esperienza di lettura.

Bliss è una ragazza come tante altre, la differenza sta nel fatto che è ancora vergine. Per fortuna l'autrice non ha voluto dipingere la sua protagonista come una sfigata vergine e senza amici, lei infatti è vergine ma non per questo emarginata dal mondo. Ha i suoi amici, alcuni migliori altri no, ha la sua vita in cui esce con loro si diverte e si ubriaca, purtroppo per lei (in un certo senso) ha anche un cervello che analizza moltissimo e quando accende quello e spegne le emozioni noi lettori veniamo intrattenuti dai suoi pensieri quasi schizofrenici che rimbalzano da una pagina all'altra. Quando succede il contrario, cioè che il cervello si spegne e si accende il cuore, si formano situazioni imbarazzanti e ancora più simpatiche, situazioni che Bliss non riesce a gestire perché non è abituata.
Quando incontra Garrick, un bellissimo inglese amante della lettura, il suo cervello va in tilt, si spegne si riaccende e noi lettori siamo in grado di farci quattro risate, in diverse situazioni che si vengono a creare.

Cover tedesca
Lo stile della Carmack è molto semplice e scorrevole, infatti il libro si può benissimo leggere in poche ore, personalmente l'ho trovato troppo semplice. Diciamo che all'inizio della storia, quando ho inquadrato un po' i personaggi, sapevo già a grandi linee come sarebbe continuata e finita... la prevedibilità così marcata, quando si legge un libro, non è mai un buon segno.  Infatti anche se ho apprezzato certe scelte dell'autrice e ho apprezzato in generale la narrazione, questa banalità mi ha delusa un bel po' e mi ha fatto provare noia più di una volta. Anche alcuni personaggi (a parte Bliss e Garrick) non riescono a lasciare il segno: Kelsey, la migliore amica di Bliss porta un po' di scompiglio, è la parte allegra vitale e sessualmente attiva, ma non trova abbastanza spazio nella mente del lettore, per lasciare qualcosa, appare e compare in certe scene ma è poco approfondita. Stesso discorso vale per il migliore amico di Bliss, Cade, l'opposto di Kelsey. Un ragazzo tranquillo, che dona a Bliss tranquillità dolcezza e momenti per ragionare, anche lui non riesce a lasciare il segno, anche se compare abbastanza spesso nella storia. Tutti i personaggi, a parte i due protagonisti sono approfonditi pochissimo e ripensando a tutta la storia, ne compaiono pochissimi. C'è il gruppo che frequenta Bliss, che lei arriva a considerare come una famiglia, ma noi lettori sappiamo davvero molto poco di ognuno di loro, c'è la vera famiglia di Bliss che compare grazie ad alcuni pensieri di quest'ultima sulla madre e ad un paio di telefonate.
E' vero che Garrick e Bliss sono interessanti e ben approfonditi, ma non sarebbe stato male conoscere meglio qualcuno degli altri personaggi che compare, certi di loro sono vere e proprie comparse che non lasciano assolutamente niente se non un vaghissimo ricordo.

Cover spagnola
E' un libro carino con poche pretese, che avrà la capacità di farvi passare qualche ora dolce e simpatica, ma sarà un libro che non vi rimarrà dentro e non vi lascerà un granché. Sto scrivendo questa recensione un giorno dopo averlo finito di leggere e già adesso, quando ci ripenso, ho qualche difficoltà a ricordarmi alcuni passaggi della storia. Non mi aspettavo di certo il miglior libro dell'anno, ma mi aspettavo un po' di coinvolgimento ed emozione in più, sono rimasta un po' delusa.
Non mi rimane che provare a leggere qualche altro new adult per vedere come andranno le cose, mentre per quanto riguarda il romance per mia fortuna so già a chi affidarmi per non rimanere delusa.

Le cover: Come ho già detto la cover italiana mi piace molto, la trovo dolce e mi piacciono molto i font usati. La cover originale non è niente di che sinceramente, la trovo troppo spoglia e troppo "simile" a tante altre. La cover tedesca mi piace un pochino di più, ma anche questa non mi soddisfa poi molto, anche se segue le linee guida di quella originale, mi piace di più perché si vede l'erba sotto di lei e questo mi da un senso in più di dolcezza e non solo di "erotismo", come nell'originale. Ma quella in assoluto più brutta e insignificante è quella spagnola. Sembra che sia una foto scattata per sbaglio, con il titolo e il nome dell'autrice che sembrano messi lì a casaccio, giusto per fare un piacere ai lettori. Credo sarei capace di fare meglio, nonostante io sia una capra con la grafica.
Classifica finale: cover italiana, cover tedesca, cover originale, cover spagnola.


Spero che, anche se sono passati un sacco di mesi dalla sua pubblicazioni, sarete ancora interessati a leggere il mio pensiero su questo libro. Spero che con l'uscita del secondo abbiate voglia (chi non lo ha già letto) di capire se può essere una serie che fa per voi... ed ovviamente spero di potervi aiutare con le mie parole.
Ah, giusto. All'inizio della recensione dico di aver letto il libro qualche settimana fa, mentre all'inizio del post dico che l'ho letto a dicembre dell'anno scorso. Ehm, ovviamente c'è questa differenza perché quando ho scritto la recensione lo avevo realmente letto qualche settimana prima. Spero di non crearvi confusione così e mi scuso ancora tremendamente per tutte le recensioni che ho in arretrato.

24 commenti:

  1. Ciao Ale! Hai proprio ragione, questo libro lo ricordo solo per il fatto che non mi era piaciuto. Banale e fin troppo scontato, avevo apprezzato della lettura solo l'ironia della protagonista. Leggero sì, io l'ho catalogato come un libro "da ombrellone", che si legge velocemente ma a mio parere lascia poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clà :)
      Io sinceramente non so se provare a leggere il secondo, una minuscola punta di curiosità ce l'ho in effetti, ma sono molto indecisa... Proverò a leggere qualche recensione di chi, ovviamente, non è un super-fan del NA, e poi deciderò il da farsi :)

      Elimina
  2. Ciao bella! Innanzitutto smettila di scusarti per le recensioni, te lo dico sempre :-) hai una vita anche tu e non devi sentirti in obbligo di sfamare in continuazione noi voraci lettori che ci pappiamo i tuoi post con gran golosità (slurp!)… come ben sai il genere new adult non mi attira granché, i pochi che ho letto mi sono sembrati tutti uguali, quindi mi sa che non comprerò questo libro, soprattutto considerato il fatto che fa parte di una serie. Sono d’accordo con te sulla cover spagnola: ma quanto brutta è? E soprattutto, cosa mi rappresenta? Forse si sono confusi con 50 sfumature di grigio… :-p che lingua polemica che ho! Ps: non c’entra nulla, ma sabato vado a prendere “Forte come l’onda è il mio amore”… volevo condividerlo con te! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesorina, mi scuso perché sono indietro di quasi un anno e continuano ad accumularsi sul pc e non so come fare a rimettermi almeno un po' in pari. Uffaaaaaaa! Ma a me piace nutrire voi lettori golosi, spero solo di farlo nel modo giusto e non mandarvi all'ospedale per avvelenamento °___° ahahahaha
      No no e no, non avvicinarti mai a questo romanzo tesoro, credo lo butteresti fuori dalla finestra xD
      Mah, secondo me gli spagnoli non avevano molta voglia di pubblicare questo romanzo, io mi chiedo come si possa invogliare un lettore usando una cover del genere -.-
      Ma aspetta......................................
      Sììììììììììììììììììììììììììììììììììì, vai a prendere il libro di Zingoni, sìììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììì. Hai fatto bene a dirmelo, ora non vedo l'ora, non sto nella pelle, devi leggerlo subito e poi voglio che mi mandi un'email con tutte le tue impressioni *____*
      Che bellooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!

      Elimina
  3. Ha ragione Nadia, stai tranquilla per il sondaggio e anche per le recensioni!!! Tanto prima o poi le pubblichi, anche se in ritardo ma che importa!!! :)
    Per quanto riguarda il libro sono d'accordo con te su tutto quanto e poi pensa, mi è rimasto così tanto impresso che inizialmente l'ho confuso con un altro, infatti non riuscivo a capire perché avevi scritto che lo avevi letto a dicembre e pensavo, ma scusa sto libro non era uscito solo qualche mese fa?! Come ha fatto a leggerlo a dicembre?? Ahahaha :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vally, ringrazio anche te per la pazienza. È vero prima o poi le pubblico, ma mi scoccia sempre tanto non poter pubblicare le recensioni appena leggo il libro.
      Ma dai ahahahah, con quale lo avevi confuso?

      Elimina
  4. Sì, era un po' scontato. Ma la Carmack è riuscita lo stesso a farmi venire gli occhi a cuoricino *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio così Tati :)
      Per me erano davvero troppe situazioni stereotipate, e in questo modo era come se conoscessi già la storia...
      Tu non vedrai l'ora di leggere il secondo allora *_*

      Elimina
  5. la penso proprio come te, l'ho letto tempo fa non è brutto ma neanche mi ha entusiasmato. Mi aspettavo di più e credo che non proseguirò la seria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ovviamente non è il peggior libro che ho letto, ma è uno di quelli che non sono in grado di lasciarmi niente. Ma del resto non possono piacerci tutti i libri che leggiamo :)

      Elimina
  6. Ciao Ale
    sono quasi a pagina 200 di “Forte come l’onda è il mio amore”
    Non ho parole per descriverlo davvero ed è tutto merito tuo
    Appena lo finisco ti faccio sapere tutto !!
    Grazieeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicola mi fa davvero piacere e sono contentissima che continui a tenermi aggiornata. Spero ti piacerà fino all'ultima parola stampata :)

      Elimina
  7. Ciao Alessia! Anche qui da me è brutto tempo :( Per quanto riguarda il libro "Losing It" ...Non saprei... Non sono una appassionata dei new Adult... e la Carmack non mi convince:)) Per quanto riguarda il sondaggio, a me piaceva molto e spero che tornerà presto sul tuo blog! Era troppo divertente! :)) a presto un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria.. No, se non sei una grande appassionata di questo genere lascia proprio perdere, non ci provare neanche.
      Il sondaggio credo lo rimetterò con il nuovo anno. :)

      Elimina
  8. Ale tranquilla non sei sola... io ho milioni di recensioni da scrivere XDXD Cmq anche da me ha piovuto tantissimo tutto ieri sera e oggi...!!
    Lossing it a me era piaciuto un pò stereotipato ma la Carmack ha una buona scrittura quindi mi piace come autrice!
    spero che torni presto il sondaggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, per mia fortuna io non le devo scrivere, perché le ho tutte sul pc... Semplicemente non riesco a pubblicarle sul blog perché sono rimasta indietro e non mi piace riempire il blog solo di recensioni una dietro l'altra :)
      Sì la scrittura della Carmack è sicuramente molto fluida, peccato che ormai ho bisogno di qualcosa di più, anche nei romance o new adult :)

      Elimina
  9. La cover italia è anche la mia preferita!
    Umm un 3 non vale l'acquisto, no! Anche perchè nemmeno la trama mi ispira granchè!
    Hai scritto una bella recensione corposa e chiarissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dai, almeno quella italiana è dolce ed ha colori allegri.
      Ok Michy, allora bandiamo per sempre dai tuoi pensieri questo libro cD
      Grazie per i complimenti tesoro, come sempre.

      Elimina
  10. Bella recensione ma no, non è decisamente per me XD
    Vade retro "Losing It"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura nooooooo assolutamente no! Tu e questo libro dovete stare lontano chilometri, è meglio per lui e per te ahahah

      Elimina
  11. Ciao Ale!:)
    Avevo sentito parlare di questo libro, ma mi sembrava fin troppo semplice e alla fine avevo deciso di non leggerlo. La tua recensione me ne ha dato la conferma, e sinceramente non credo di leggerlo neanche in futuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, non è tanto la semplicità, quanto proprio la banalità. È come se l'autrice, di tutte le strade che poteva seguire, avesse scelto la più ovvia per ogni situazione... E in un libro dopo un po' ci si annoia se ci si trova di fronte sempre la solita roba :)

      Elimina
  12. A me è piaciuto invece...certo non brilla per originalità, ma mi ha fatto passare qualche ora piacevole..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Licia l'importante è questo, che la lettura di questo libro ti abbia fatto stare bene :)
      Allora spero ti piacerà anche il secondo ;)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥