giovedì 2 ottobre 2014

Recensione: "Cuore nero" di Amabile Giusti

Buongiorno carissimi, come state? Io da ieri sto lottando contro un mal di gola fortissimo, faccio fatica a parlare e deglutire è un'impresa. Stamattina ho provato a curarmi con un bel bicchiere di latte e miele, anche se non apprezzo molto l'accoppiata ed ora mi sono presa delle caramelle balsamiche e forti... Ed ovviamente non può presentarsi un mal di gola senza raffreddore, spero proprio che non mi venga l'influenza, anche perché oggi dovrò passare nove splendide ore dentro al Mc Donald e non credo proprio di avere le forze di farcela se mi sale la febbre.

Ed eccovi servito un bel pacchetto di cavoli miei, di cui non vi interessa niente, ecco perché ora passerò a parlare di libri xD
Oggi ho deciso di parlare dell'ennesimo libro letto mesi e mesi fa, per la precisione a febbraio, ma le prossime recensioni saranno tutte di libri letti ultimamente, così da equilibrare un po' il tutto :)
Oggi vi parlo di "Cuore nero" di Amabile Giusti, che ho fatto una fatica incredibile a trovare nell'edizione che volevo io, poi per fortuna "Comprovendolibri" è venuto in mio soccorso :)

Trama:
A diciassette anni ci si può imbattere nel vero amore? È ciò che si chiede Giulia quando quel sentimento irrompe nella sua vita. Prima di allora era una ragazza indipendente, segnata dal burrascoso divorzio dei genitori, con una visione tutt’altro che romantica dei rapporti sentimentali.Finché non si prende una cotta tremenda per Max, un compagno di scuola, e la sua razionalità inizia a vacillare. Lei, di solito brillante e decisa, si sente stupida e confusa. Eppure lui è fin troppo pieno di sé, non il suo tipo, anche se è terribilmente attraente, e Giulia fa di tutto per reprimere le proprie emozioni e dimenticare la loro breve, insignificante storia.Una sera, mentre porta a passeggio il cane, incontra Victor, un ragazzo dall’accento francese che, sbucato dal nulla, le dice di essersi trasferito a Palmi da poco con la madre e la sorella. Biondi e pallidissimi, i tre sembrano avvolti da un mistero: escono solo di notte e abitano nella Villa dell’Agave, una vecchia casa dalla fama sinistra.Da quel momento, inaspettatamente, Max ricomincia a corteggiarla, e non solo: fa di tutto per metterla in guardia da Victor, come se sapesse qualcosa sul suo conto che non può rivelarle. Come mai i due si conoscono? Perché si detestano? Cosa nascondono entrambi?Trascinata da una passione irrefrenabile, Giulia piomberà in un mondo che credeva relegato alla leggenda e alla fantasia, un mondo abitato da esseri misteriosi assetati di sangue, che attraversano i secoli lottando per sopravvivere. E scoprirà che amare un vampiro è una dannazione, un desiderio proibito, ma sceglierà di correre il rischio a qualunque costo. Anche se sa di essere una preda. Perché se vivere con lui è difficile, vivere senza di lui è impossibile.

Rating:

Il mio pensiero:
Possiedo questo libro da un bel po', sono riuscita a trovarlo grazie al sito Comprovendolibri e quando l'ho potuto tenere tra le mani mi sono resa conto che non potevo essere più fortunata di così: il libro era senza ombra di dubbio nuovissimo.
Poi come capita spesso è rimasto sugli scaffali per un bel po' di tempo, nonostante la mia voglia di leggerlo fosse tanta, perché dopo essermi innamorata di un altro libro della stessa autrice (Odyssea) ero curiosa di sapere se la mia esperienza sarebbe stata positiva ancora una volta. E come capita spesso ultimamente, grazie ad una delle challenge a cui partecipo, l'ho spolverato e letto.

Cuore nero racconta la storia di Giulia, un'adolescente con un bel caratterino, simpatica e ironica, ma anche molto forte e decisa, sempre sincera e per sua fortuna menefreghista nei confronti dei pensieri degli altri adolescenti. E' anche molto disincantata verso l'amore fino a quando non ripensa a Max, il ragazzo che le ha fatto scoppiare il cuore e che poi ha deciso di allontanare per non continuare a soffrire. Peccato che, l'arrivo in città dello strano e incantevole francesino Victor, attiri come una calamita Giulia e stranamente si rifà vivo anche Max muovendo pretese verso la ragazza. Da quel momento in poi è tutta una sequenza di carinerie e stronzaggine da parte di Max, un giorno sembra simpatico e quasi innamorato; il giorno dopo prende in giro e deride Giulia. Ma dietro questo modo di fare c'è un segreto ben più importante e sconvolgente della vita di tutti i giorni: Max è un vampiro, Victor è un cacciatore di vampiri e il 28 agosto succederà qualcosa di sconvolgente e pericoloso.

Il mio riassunto non rende assolutamente giustizia alla storia, ormai mi sono messa il cuore in pace, so che non sono in grado di riassumere le trame e voi dovete accontentarvi :)
Cuore nero è un romanzo di più di 500 pagine, molto complesso e ricco di vicende. Lo stile dell'autrice molto fluido e vivido non rende mai pesante la narrazione, anzi riesce a tenerla sempre sul filo dell'entusiasmo. Inoltre Amabile ha una capacità innata e sviluppata, che io adoro: le descrizioni di scene e ambientazioni sono così particolareggiate e così evocative da rendere le pagine del libro come un film, riesce a piazzare in momenti impensabili delle similitudini o semplicemente delle descrizioni quasi magiche che rendono la narrazione ancora più coinvolgente. Inoltre ha giocato a suo favore l'ambientazione scelta: Palmi, una città della Calabria. Si sente nel profondo che è la sua terra e quanto la ama, riesce a renderla ancora più bella e viva di quello che già si può scorgere da foto o racconti.

I protagonisti, Giulia e Max, prendono vita tra le pagine del libro. L'autrice è riuscita a donare loro una profondità emotiva così sconvolgente da renderli, appunto, quasi persone vive. Li conosciamo molto bene, impariamo a capirli e sostenerli, ci ritroviamo a emozionarci insieme a loro e a piangere a causa di scelte che compiono oppure conoscendo il loro passato. I loro sentimenti sono un altro punto forte del libro, raccontati a 360 gradi riescono a coinvolgere il lettore in ogni battito del cuore.
Purtroppo il libro ha dei punti deboli, ho trovato dei cliché, sia in alcune sfaccettature caratteriali dei personaggi, sia in alcune scene.  Non sono tanti, ma quando mi capitavano davanti agli occhi storcevo un po' il naso. Per mia fortuna, la storia raccontata è così intrigante ed appassionante, i protagonisti sono così interessanti, da permettermi di mettere da parte questi cliché e non darci troppo peso, infatti il mio voto finale non ne ha risentito quasi per niente.

Per concludere, il finale. Oddio che finale, mi ha straziato l'anima, ho sofferto come un cane, ho pianto e mi sono arrabbiata. Cuore nero dovrebbe essere il primo di una serie, di cui non so se vedremo mai i seguiti, io continuo a sperare perché non posso assolutamente rimanere con il finale di questo primo volume. E' realmente devastante e voglio che i personaggi abbiano un po' di felicità, perché se la meritano e perché so che è possibile. Io credo in loro e nel loro amore, credo nelle loro possibilità, nel loro coraggio e nella loro forza di volontà. Ce la faranno, lo so dentro al mio cuore, ma ho bisogno di leggerlo su carta stampata.

Un libro che consiglio assolutamente, che non rende originale la figura del vampiro, ma che riuscirà a emozionarvi dall'inizio alla fine. Con protagonisti che lasciano il segno, ambientazioni vivide e una storia appassionante, Cuore nero vi prenderà tra le sue pagine e vi farà vivere una storia strappalacrime, ricca di sensazioni, di simpatia e di amore.


Nel foglio word in cui ho scritto la recensione, mesi fa mi ero lasciata un appunto: "recensione orrenda, colpa di febbre alta e mal di testa". Ecco spiegato perché quando l'ho riletta poco fa, ho pensato subito che fosse un po' troppo corta in base ai miei standard e che sicuramente avrei potuto analizzare meglio le mie sensazioni e la storia... purtroppo questa mi è venuta così, non che le mie recensioni siano splendide, ma questa un po' mi delude, spero non deluderà troppo anche voi.
Spero comunque che avrete voglia di lasciare qualche vostro pensiero, chi lo ha letto, chi non lo conosceva e chi vorrebbe leggerlo. Vi aspetto :)

23 commenti:

  1. L'ho letto anni fa, vincendolo a un giveaway, nel periodo dell'uscita, ed era stato davvero una sorpresona imprevista. Ben scritto, appassionante, valido. A me, ti dirò, quel finale lì era piaciuto moltissimo e l'esigenza dei seguiti non la sentii. Se arriveranno, però, penso li leggerò ugualmente, si sa. :P Sul blog dell'autrice, qualche tempo fa, se ben ricordo, aveva pubblicato le prime pagine del secondo libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mik, tu sei sempre avanti di un passo. Io questo romanzo l'ho scoperto poco prima che scomparisse dalla circolazione (almeno come acquisto sugli store in libreria), infatti questo l'ho trovato su Comprovendo per pura fortuna.
      Anche a me il finale è piaciuto molto, ma la voglia di continuare e scoprire di più è sempre lì ed ho visto di sfuggita che era stato pubblicato il primo capitolo, ma vorrei ci fossero notizie più certe sul prossimo libro prima di mettermi a sbirciare xD

      Elimina
  2. Dunque devo ammettere che i romanzi di amori tormentati dove ci sono di mezzo i vampiri in genere mi trovano molto scettica per esperienze di lettura passate, però da come ne parli, lo stile fluido, la struttura complessa e ricca di vicende mi dice che forse dovrei dargli una chance senza contare il fatto che ti è piaciuto ;-) quindi è abbastanza una garanzia, mi segno il titolo anche perché di questa autrice avevo già deciso di leggere Odyssea ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jerry, sì hai ragione, romanzi con vampiri e amori tormentati ce ne sono a bizzeffe, anche se ultimamente le case editrici puntano su altro, diciamo che abbiamo avuto la nostra buona dose e se vogliamo se ne trovano a tonnellate. Però Cuore nero non è per niente da sottovalutare perché nonostante ci siano cliché è un libro davvero ben strutturato e coinvolgente.

      Elimina
  3. Ciao Ale
    Devo dirti che questo libro mi ispira moltissimo e penso che lo comprerò appena possibile
    Ho finito di leggere una settimana fa "Forte come l'onda è il mio amore "
    Sono rimasto veramente sconvolto da questo libro
    Mi ha travolto come un onda e avrei voluto non finisse mai
    Ti fa capire che il vero amore esiste e mi sono letteralmente innamorato di Demian e Karin
    Un amorè più forte del destino e del tempo
    Il non poter vivere l'uno senza l'altro e il capitolo finale molto toccante
    Un modo di comporre sublime
    Ti voglio ringraziare di avermi fatto scoprire questo capolavoro
    Volevo sapere il modo un cui posso contattare Zingoni,se hai la mail per caso
    Voglio fargli i miei complimenti
    Grazie ancora per questo capolavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicola, seguo il blog di Alessia anche io, e... che dire... grazie per queste bellissime parole! io sono rimasto senza :-)

      Elimina
    2. Ciao (: scusami ma sei Francesco ???????

      Elimina
    3. :-) si, solo che ormai mi sono abituato a firmare con Demian e a volte non mi rendo conto che può essere strano...

      Elimina
    4. Wow oddio !!
      Piacere di conoscerti Francesco
      Avrei tante di quelle cose fa chiederti
      Se non ti reco disturbo ti lascio la mia email
      nicolamoe123@gmail.com
      Se hai tempo e voglia scrivimi che ho da dirti tante cose
      Grazie di avermi risposto
      Sono molto lusingato

      Elimina
    5. ma scherzi? sono felice io che mi scrivi. Ti ho mandato un messaggio, così hai la mai mail, che comunque è info # fortecomelonda.it :-) A presto

      Elimina
    6. Ciao Nicola (quanto mi è piaciuto leggere i vostri commenti qui sul blog). Sono felicissima di sapere che "Forte come l'onda..." ti è piaciuto così tanto e sono felice che sei riuscito a metterti in contatto con Francesco. E mi sono sentita un po' una mamma adottiva per questo libro, perché quando mi ringraziate per avervelo fatto conoscere a me si riempie il cuore di gioia *_*
      E che dire, sono felice che ti ispiri anche "Cuore nero", spero solo riuscirai a trovarlo in qualche negozio dell'usato :)

      Elimina
  4. Ciao bella! Innanzitutto la recensione non mi sembra affatto orrenda, anzi, sei riuscita a farmi incuriosire per un libro che se avessi visto in libreria non avrei degnato di uno sguardo… Non ho mai letto nulla di questa autrice, da quello che hai scritto ha uno stile che credo mi piacerebbe molto. Penso che andrò a cercarlo molto presto… dell’edizione non mi importa molto, lo troverò anche senza cercare su internet secondo te? tanto devo andare in libreria a prendere il nuovo della Kinsella… vuoi mica che io compri un solo libro?! :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro :)
      Ma sì dai, ormai lo sai un po' come sono, mi faccio mille paranoie, perché alcune volte quando rileggo le mie recensioni non riescono a convincermi e vorrei cambiarle completamente, ma non lo faccio per paura di peggiorare la situazione... sono un po' paranoica e pazzoide, ma ormai sei qui Nadia e mi tieni come sono xD
      Sì, Amabile Giusti ha uno stile meraviglioso, molto scorrevole, diretto, ma anche estremamente evocativo e "pittoresco".
      Mmm, sicuramente in libreria non lo trovi tesoro. Ho visto che su Amazon c'è l'ebook, ma secondo costa troppo.
      Sono andata a vedere e su Libraccio si trova, ma secondo me devi fare in fretta ad ordinarlo... E pensa che su ComprovendoLibri lo vende lo stesso ragazzo che lo ha venduto anche a me, perché mi aveva detto che ne aveva due copie :)

      Elimina
  5. Ti auguro buona guarigione!!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, diciamo che piano piano mi sto riprendendo.... :)

      Elimina
  6. Anche io ho il raffreddore e un mal di gola allucinante -.-
    Cuore Nero l'ho letto e apprezzato anch'io, mi ricordo che all'inizio non mi piaceva per niente e c'erano troppi clichè ma poi a un tratto la storia aveva cominciato a prendermi e travolgermi completamente. Il finale...non me l'aspettavo proprio ed è stato tristissimo..povera Giulia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah guarda Laura, quando inizia questa stagione "ballerina" è l'unica cosa che odio: con tutti gli sbalzi di temperatura che ci sono, è impossibile non ammalarsi almeno una volta :( Spero che anche tu sia guarita, io ormai sto "quasi" bene :)
      Oh, sono felice che anche tu hai letto Cuore nero, ammetto che qui tra i lettori del blog non è molto conosciuto, anche perché ormai è abbastanza datato e con il fatto che ormai si trova solo usato è difficile anche "consigliarlo" :(

      Elimina
  7. Anche tu alle prese con mal di gola e raffreddore? Io mi sono liberata del primo giusto oggi mentre il secondo ancora mi crea problemi.
    Non conoscevo il libro e ammetto di non aver mai letto nulla dell'autrice, ma la tua recensione mi ha davvero incuriosita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh, in questo periodo potremmo fare il club delle ammalate xD
      Io mi sono quasi liberata del raffreddore, mentre il mal di gola si è tramutato in tosse, come sempre -.-
      Sì, devi dare una possibilità ad Amabile Giusti, sia Cuore nero che Odyssea meritano molto :)

      Elimina
  8. Ciao Alessia, ti auguro una pronta guarigione! io odio i mal di gola, sono veramente fastidiosi >_<
    Non lo conoscevo questo libro, sembra carino ma non è il genere che leggerei in questo periodo, ma lo tengo in considerazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima, ti ringrazio, ormai la guarigione è iniziata, speriamo ci metta poco xD
      Guarda, non te lo consiglierei come lettura da fare subito, perché non so se potrebbe prenderti, ma forse quando avrai voglia di tornare "ai vecchi tempi vampirici", allora potrai tenere conto di questo *_*

      Elimina
  9. Ma non è assolutamente vero che è una recensione orrenda!! Comunque quanto ho adorato questo libro *__* una storia bellissima che non puoi fare a meno di leggere fino all'ultima parola ma che poi ho pensato non è possibilie!!! Non può finire così!! Insomma ci sono rimasta malissimo anche io! Soprattutto perché non si sa niente del secondo! :(

    RispondiElimina
  10. anche io l'ho letto da un po' ma mi ricordo che mi era piaciuto tantissimo, e anche se credo di aver pianto per il finale sono contenta di com'è finito, non poteva essere diversamente. Certo che se fa un sequel sarà sicuramente mio, anzi lo spero proprio

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥