sabato 18 ottobre 2014

Recensione: "Il lago dei desideri" di Susan E. Phillips

Buongiorno a tutti e buon sabato carissimi, oggi pausa dal Blogger Love Project, userò questo tempo a disposizione per pubblicare un'altra recensione e continuare così nel mio obiettivo di recuperare alcune di quelle in arretrato.

Questa stazione nel mio computer da tanto, tantissimo tempo, esattamente dal 2 gennaio, cioè l'inizio di quest'anno °___° Aiutooooooo! Pensate che oltre a questa ne ho altre 3 scritte a gennaio, povera me. Comunque, meglio che non penso a tutte quelle che ho in arretrato che potrebbe venirmi lo sconforto... meglio che vi parlo del libro che ho scelto per oggi: Il lago dei desideri, della mia amata Susan Elizabeth Phillips.



Trama:
Molly Somerville ha una vita (quasi) perfetta: adora il suo barboncino, il suo lavoro di scrittrice per bambini, il suo minuscolo loft. L’unico neo è la sua cotta storica per un quarterback scavezzacollo, quel detestabile e superficiale e irritante e… meraviglioso Kevin Tucker, che finora non ha fatto altro che ignorarla. Il talento di Molly per ficcarsi nei guai la porterà proprio tra le sue braccia, a farsi spezzare il cuore in una sola notte. Eppure Kevin tornerà nella sua vita quasi perfetta per una vacanza sul lago, dove Molly sarà costretta a vedersela con artisti ipocondriaci, giovanissimi sposi e vecchie pantere hollywoodiane, ma prima di tutto con sé stessa. Perché l’amore può far soffrire, sì, ma a volte può anche, a sorpresa, far bene come una risata.






Rating:

Serie "Chicago Stars":
#1 Il gioco della seduzione (2012)
#2 Heaven Texas. Un posto nel tuo cuore (2012)
#3 E se fosse lui quello giusto (2013)
#4 Un piccolo sogno (2013)
#5 Il lago dei desideri (2013)
#6 Lady Cupido (2014)
#7 Seduttore dalla nascita (2014)

Il mio pensiero:
Cover originale
Ed eccomi a parlarvi di nuovo di un libro della grandiosa Susan Elizabeth Phillips, chi di voi segue il mio blog saprà che non sono una grande amante del genere romance, ma quando si tratta della Phillips tutto cambia, è in assoluto la mia scrittrice preferita di questo genere ed una delle migliori in generale (secondo il mio punto di vista, ovviamente).
Il lago dei desideri è il quinto volume della serie Chicago Stars, una serie in cui ogni libro è autoconclusivo, ma che è un piacere leggere tutta. In ogni libro ricomprare un personaggio che magari in un altro era solo una comparsa, così il lettore ha sempre più possibilità di conoscere i personaggi e le ambientazioni in generale.

Questo romanzo, in particolare, parla di Molly Sommerville e di Kevin Tucker, due personaggi singolari e molto particolari, lei sembra essere perfetta e con la testa sulle spalle, lui al contrario sembra il tipico giocatore di football ignorante e pieno di soldi che sembra apprezzare solo donne dal basso quoziente intellettivo, interessate solo ed esclusivamente al sesso e a quei cinque minuti di "notorietà". In realtà tutti e due sono molto più complessi e soprattutto nascondono, anche a loro stessi, certi aspetti del loro carattere; loro stessi credono di fare certe scelte per un motivo, che invece scopriranno essere completamente diverso. In modi diversi sono aridi emotivamente, tutti e due per paure, ma paure diverse.
Si troveranno invischiati in non pochi casini, sembrerà che non riusciranno ad uscirne, sembrerà che tutto crollerà sopra le loro teste, ma insieme troveranno il modo di affrontare tutto e di rendersi felici e in parte di allentare tutte quelle paure che li circondano.

Cover spagnola
Lo stile della Phillips è impeccabile come sempre, dona attenzione ai personaggi, alle ambientazioni, alle loro storie personali, al loro carattere e a tutti quei dettagli che sono necessari per il buon proseguimento di una storia. Questo libro, però, mi è piaciuto leggermente meno degli altri, perché ho trovato alcune scene e situazioni, che io consideravo quasi superflue, troppo dettagliate e portate avanti per le lunghe, in questo  modo l'autrice ha rubato spazio ad altri momenti che avrei voluto vivere con più intensità.
La storia è appassionante e coinvolgente, non mancano i sorrisi e l'emozioni più forti come l'amore, la commozione, l'ansia, il dolore e la soddisfazione. La Phillips è in grado di coccolarmi ed è assolutamente grandiosa nella riuscita di questo intento: con lei stacco completamente la spina e accompagno i suoi personaggi dentro alle loro storie, soffro e gioisco con loro, amo e odio insieme a loro. Come ho ripetuto altre volte, la Phillips nei suoi romanzi tocca in modo più o meno evidente tanti aspetti della vita di una donna e in generale della vita. In questo caso abbiamo l'aborto che ci destabilizza soprattutto in certe scene che risultano semplici ma che straziano il cuore. Abbiamo l'integrità di un figlio di un pastore, che inconsciamente cerca sempre di far del bene e cerca di "accontentare" chi gli sta attorno. Abbiamo il "quasi fallimento" lavorativo e il coraggio di risollevarsi e riprendere la propria vita in mano... insomma, tante piccole scene che messe insieme formano un gran romanzo, in grado di dare coraggio e fiducia ad una donna, ma anche in grado di far soffrire e far comprendere certe scelte personali con semplicità ma senza fronzoli che addolciscono la pillola.

Cover bulgara
La Phillips si è dimostrata di nuovo una grande scrittrice, lei è la mia garanzia, il mio momento privato che nessuno deve disturbare, lei è una di quelle scrittrici che spero potrò apprezzare per il resto della vita.

Cover: Ovviamente per questi romanzi non troviamo mai cover spettacolari che lasciano senza fiato, sia quelle italiane che quelle straniere sono in linea con un romanzo d'amore, anche se io vorrei sempre vedere qualcosa di innovativo.
La cover italiana è abbastanza carina, ritrae una scena rilassante, ma che può anche voler dimostrare solitudine, mentre non capisco proprio come sia stato possibile cambiare in questo modo il titolo -.-
La cover originale, fa molto romanzo "da vecchia", ma è in linea con tutta la serie e l'immagine al centro mi piace molto. La cover spagnola è orrenda in ogni suo particolare. Mentre la cover bulgara è molto classica è vero, ma ha dei colori che mi piacciono da morire.
Ci sarebbero state tante altre cover da mostrarvi, ma questa volta ho scelto queste e spero vi vadano bene per fare i confronti :)

Sapete che sono una grande appassionata di quest'autrice, mi mancano gli ultimi due libri della serie da leggere, ma li ho già in casa e vorrei poterli leggere nel momento giusto uno dietro l'altro, così da potermi concedere una super-mega coccola *_*
Sono curiosa di sapere cosa ne pensate, so che tra i miei lettori non ci sono molte appassionate di quest'autrice o del genere, spero comunque di trovare la vostra curiosità verso una delle mie autrici preferite :)

13 commenti:

  1. Ciao Alessia! Anche io adoro la Phillips!!! Ho letto la serie Chicago Stars, mi mancano solo gli ultimi due.... Il lago dei desideri però non è tra i miei preferiti, forse perchè Molly mi stava antipatica già dal primo romanzo :/ Secondo me la cover italiana ci sta bene ed è decisamente la più bella tra quelle proposte xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, se la mia memoria non fa cilecca, mi sembra di aver visto che volevi fare degli speciali sulla serie della Phillips, sbaglio o eri davvero tu? xD Sono pessima, scusami :(
      Anche a me attualmente mancano gli ultimi due, ma ho intenzione di leggere Lady Cupido il prossimo mese e tenermi "Seduttore dalla nascita" per dicembre o gennaio :)
      Sì, a livello di cover è sicuramente la migliore, anche se la bulgara mi piace (ma se penso alla storia non ci azzecca niente) xD

      Elimina
    2. Si Alessia, ero io ^w^ spero di riuscire a finirlo in questi giorni e a pubblicarlo la settimana prossima :)

      Elimina
  2. Ciao Ale non conoscevo questa autrice ma sembra molto carina:)) la cover originale è orrenda e non rende giustizia al libro ;) un abbraccio maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, devo ancora inquadrare bene i tuoi gusti, ma se hai anche un animo romantico sicuramente la Phillips ti soddisferà... se poi leggi questi libri in un periodo in cui hai bisogno di relax e "coccole", allora la Phillips sarà perfetta :)

      Elimina
  3. Ciao Alessia!!!!!!
    Che carino :3 ancora non ho letto di questa autrice, che vergogna... non ce la farò mai ç_ç
    Adoro la cover bulgara, il disegno e i colori sono da favola (anche se non sembra centrare una fava)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, nessuna vergogna, probabilmente se non hai ancora letto niente di suo è perché altri libri reclamavano la tua attenzione con più forza ;)
      Hai perfettamente ragione: disegni o colori della cover bulgara sono splendidi, ma con la storia non c'entra proprio una mazza ahahahaha

      Elimina
  4. Io purtroppo ho finito questa serie! Non so come farò adesso, quest'autrice anche per me è quasi una medicina, mi conforta nei momenti bui e adoro tutti i suoi libri. Anche a me questo è piaciuto molto, ho anche apprezzato tanto la storia della madre di Kevin, un altro spaccato di donne forti ma sensibili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Chiara, non dire purtroppo... L'hai finita, è vero, ma puoi sempre riprendere in mano i suoi libri ogni volta che vorrai...
      Ho visto su GR che la Phillips ha scritto un'altra serie e altri libri, spero solo la Leggereditore avrà voglia di portare in Italia altri suoi romanzi :)

      Elimina
  5. Ciao bella! Devo assolutamente cominciare questa serie, se ti piace così tanto non può che essere una gran bella lettura! Per ora mi segno tutti i titoli, mi sa che non li avevo ancora messi in WL ufficialmente... che bello, si allunga di 7 libri in un colpo solo, fantastico! ;-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadiuccia *_*
      Sì sì, devi iniziarla proprio... Non so se potrebbe piacerti quanto piace a me, ma sicuramente potresti provare leggendo il primo libro, dopo di che vedere se continuare o meno ;)

      Elimina
  6. Bene bene, allora iniziando da Il gioco della seduzione ho fatto bene!! Molto bello, tanto che poi l'ho anche regalato ad una mia amica!!! Che amore di libro!!!
    Questa tua recensione mantiene la linea del mio pensiero, vorrei proprio leggere altri romanzi della Phillips!
    Cover: la mia preferita è quella bulgara, che grazia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michy, sì hai fatto benissimo e ogni volta che ci penso sono molto contentissima di sapere che ti è piaciuto così tanto da aver voglia di continuare a leggere altri libri della serie *_*

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥