giovedì 11 dicembre 2014

Recensione: "I segreti di Coldtown" di Holly Black

Buongiorno miei cari, qui è arrivato il vero freddo, quello che congela dalla punta dei capelli fino alle dita dei piedi... non è ancora il freddo peggiore, ma si fa sentire eccome. Questa mattina c'erano 0 gradi e la mia macchina sembrava un cubetto di ghiaccio, sia fuori che dentro °__°

Ultimamente mi sono resa conto che sul blog a parte qualche recensione e iniziativa speciale (tipo tour, speciali ecc ecc) non riesco a fare altro. Per fortuna almeno la rubrica Weekly Books ogni tanto rimescola un po' le carte, altrimenti sarebbero solo recensioni-recensioni-speciali-tour-recensioni-recensioni... Ho ragione o no? Che poi alla fine anche Weekly Books contiene mini-recensioni, ma proprio perché sono mini spero siano sempre piacevoli e veloci da leggere.

Prima di parlarvi della recensione, volevo esprimere la mia contentezza e sorpresa per i Blogger Choice Award, se non li conoscete, è una splendida iniziativa creata dalla mia cara Denise di Reading is Believing. Quest'anno siamo alle seconda edizione e ormai siamo già alle finali per scoprire chi vincerà nelle varie categorie. L'anno scorso ero riuscita a vincere nella categoria "Miglior rubrica" con la mia Chi ben comincia. Quest'anno mi ritrovo in lizza per la categoria "Miglior blog" e "Miglior recensore". Visto come vanno le cose con il blog ultimanente non pensavo per niente di ritrovarmi a "gareggiare" con alcuni dei migliori blog in circolazione, dunque potrete benissimo capire che sono già estremamente soddisfatta del risultato ottenuto. I sondaggi saranno aperti fino al 15 dicembre e se qualcuno di voi vorrà votarmi nella categoria in cui sono canditata mi farete un'enorme piacere, ma se così non sarà pazienza. Tantissimi altri blog meritano di vincere e alcuni molto più di me *___*

Oggi ho deciso di parlarvi di un libro che ho amato, ma che ormai ho letto da nove mesi. Un libro che mi ha convinto a provare a leggere altro della stessa autrice, ma che purtroppo non ha mantenuto le aspettative che mi ero data dopo la lettura di questo libro. Sto parlando di I segreti di Coldtown di Holly Black. Un'autoconclusivo urban-fantasy in mezzo ad una marea di serie :)


Trama: Ti svegli la mattina dopo una festa: sei stesa in una vasca da bagno, la tenda tirata, intorno un profondo silenzio. Gli altri staranno ancora dormendo? Quando ti alzi e giri di stanza in stanza, scopri che durante la notte è successo qualcosa di tremendo. Legato a una sedia, trovi un misterioso ragazzo dagli occhi rossi. Vicino a lui, vivo e ammanettato, c'è Aidan, il tuo ex: appena provi a liberarlo, ti assale in preda a una fame atavica. Tutto questo non è normale, neppure se ti chiami Tana e sei nata in un mondo molto simile al nostro, un mondo in cui le persone si trasformano in mostri assetati di sangue e vivono confinati nelle Coldtown. Li chiami vampiri, ma potrebbero avere anche altri nomi. Molti di loro sono celebrità, li trovi ogni sera in televisione: tutti i canali trasmettono in diretta le loro feste più trasgressive. Ora non puoi più evitarli, e hai solo ottantotto giorni per salvarti: ma a quanto sei disposta a rinunciare per tenere in vita ciò che non vuoi perdere?


Rating:

Il mio pensiero:
Ormai esiste un'avversione quasi totale dei lettori verso le figure dei vampiri, sono sempre di più le persone che sento e che esordiscono con "Non ne posso più di vampiri, ormai ne ho le scatole piene", o comunque frasi molto simili. Io non faccio parte di questo gruppo di persone, anch'io ho letto e amato Twilight (il boom che ha portato anche in Italia un certo tipo di vampiro), ma dopo quel libro non ho continuato a leggere solo ed esclusivamente di vampiri e probabilmente è stato questo a salvarmi, perché tutt'oggi non rifiuto mai categoricamente un libro che ha come personaggi dei vampiri, se la trama mi ispira sono curiosa di leggerlo ed ovviamente se ha anche originalità la curiosità cresce ancora di più.... e proprio così è nato il mio desiderio di leggere "I segreti di Coldtown" di Holly Black.
In giro per il web non ho cercato recensioni, anche se ogni tanto mi è capitato davanti agli occhi qualche pensiero e praticamente tutti erano positivi. Finalmente anch'io mi aggiungo a quei lettori soddisfatti da questo libro, anzi, ampiamente soddisfatta.
Non so spiegarmi il perché, ma non sono riuscita ad entrare subito in sintonia con la storia, nonostante il libro inizia subito in modo coinvolgente, nonostante il ritmo narrativo sia incalzante e molto fluido, nei primi capitoli ho avuto qualche difficoltà ad entrare nel "mood" adatto. Poi è stata una totale escalation.

I personaggi sono ben architettati, si incastrano tra loro in modo intrigante, creando così scene sempre ben strutturate e mai banali, con dialoghi in grado di risultare veritieri e mai forzati. La caratterizzazione è ottima e ben riuscita, soprattutto per quanto riguarda Tana (la protagonista) e Gavriel (oserei direi il co-protagonista), loro due hanno tanto da svelare e da farci conoscere di loro stessi. Lei con un passato complicato e un presente abbastanza grigio, con un carattere particolare che la contraddistingue dalla massa e con esigenze spesso pericolose e dannose. Lui con centinaia (credo) di anni alle spalle, con esperienze di vita e di morte, di lotte e arrese, di odio e indifferenza, di crescita e cambiamenti. Sicuramente sono i due personaggi più complessi e a cui viene dedicato più tempo. Ma anche il simpatico, spiritoso, frizzante e fedele Aidan riesce a tenere testa ai due protagonisti, strappando spesso un sorriso al lettore. Così come Valentina e Jameson, due personaggi secondari e meno approfonditi, riescono a procurarsi la fiducia e l'affetto del lettore, grazie alle loro scelte e al loro modo di affrontare la vita e i problemi.

Le ambientazioni sono cupe, tristi, spesso grigie e malinconiche, ma in poco tempo si passa a ambienti più colorati e vividi e non per questo più sicuri. Insomma, la Black, oltre ad avere creato personaggi intriganti e ben caratterizzati, ha creato anche ambientazioni che fanno da sfondo e attirano sempre di più l'attenzione del lettore. Il mistero e il pericolo sembrano nascondersi dietro ogni angolo e questo non fa che aumentare le forti sensazioni trasmesse dall'intera storia.
Ho trovato I segreti di Coldtown molto originale e sicuramente questo non fa che giovare ad una storia con protagonisti figure così usate e abusate, i vampiri. I vampiri di Coldtown sono cattivi nel vero senso della parola, non potrei trovare aggettivo migliore per descriverli. Sono arrivisti, senza scrupoli, hanno regole ferree che amano trasgredire, il sangue e il potere sono i loro primi pensieri, nonostante il loro aspetto umano a noi lettori arrivano in modo completamente disumano. Ovviamente ci sono le eccezioni, come in ogni cosa. Gavriel è un'eccezione, ma un'eccezione mai banale; perché l'autrice è riuscita a dipingerlo in modo così folle e perduto, così mentalmente incasinato, ma estremamente furbo che il lettore non può che rimanerne colpito, affascinato e rapito.

Un libro che consiglio anche a chi di vampiri ne ha "le scatole piene", a chi ama le storie ben strutturate con colpi di scena, incalzanti che non ti lasciano un attimo di respiro, perché I segreti di Coldtown avrà la capacità di trasportarvi tra le sue pagine fino alla fine e nonostante "l'avversione" che proviamo verso le serie infinite e lente, in questo caso, una volta letto il finale avrete solo voglia di poter continuare la storia, di poter seguire ancora Tana, Gavriel, Aidan e tutti gli altri. Perché anche il finale è meraviglioso e perfetto e ragionando a mente fredda potrei anche sentirmi soddisfatta, ma quando ripenso ai personaggi alle loro situazioni e a tutto il resto, allora mi scatta la "follia seriale" e spero (inutilmente, purtroppo) di poter leggere ancora di loro.


Avrei voluto fare il solito confronto tra cover, ma per questo libro è stata mantenuta la stessa cover per ogni edizione, tranne che per la nostra italiana -.- non che la cover italiana sia brutta, ma non è assolutamente a livelli della splendida cover originale. Così ho deciso di arricchire la recensione con qualche immagine presa in giro per il web.
A questo punto fatemi sapere cosa ne pensate del libro, della recensione e se volete anche delle cover e delle immagini che ho messo. Così possiamo confrontarci su ogni cosa possibile e immaginabile riguardante questo post xD

16 commenti:

  1. Ciao Alessia, beh tantissimi complimenti per i Blogger Choice Award e in bocca al lupo ;)
    I segreti di Coldtown è un libro che non ho ancora avuto modo di leggere ma spero davvero di farlo perchè mi ispira un sacco. Appena era uscito ricordo di aver letto pareri non molto positivi ma poi ho cominciato a notarne molti altri positivissimi quindi sarei davvero curiosa di dargli una possibilità anche se sì, l'idea dei vampiri dopo un pò non mi alletta nemmeno più di tanto dal momento che ce li hanno rifilati in tutte le salse possibili. Beh, speriamo davvero sia originale come dici, mi fido di te :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, anche se in ritardo ti ringrazio per i complimenti e l'in bocca al lupo ;)
      Io sinceramente non ricordo molto se lessi pareri negativi o meno, ricordo però che ero esaltatissima perché di fronte ad un panorama fatto quasi unicamente di serie, mi sembra una cosa meravigliosa poter leggere un auto-conclusivo nel mio genere preferito.
      E' vero, ormai è difficile essere originale con gli urbanfantasy e più in particolare con i vampiri, ma secondo nella sua "semplicità" riesce a distinguersi dalla massa :)

      Elimina
  2. Complimenti per la recensione! :) Anch'io l'ho letto parecchi mesi fa e mi ci sono ritrovata moltissimo nelle tue parole.
    Però aggiungo che ho adorato Gavriel e che da circa la metà del libro ho iniziato a immaginarlo con la faccia di Johnny Deep ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, ti ringrazio per i complimenti e sono felice di trovare lettori che la pensano come me.
      E poi.... Johnny Depp? Ragazza, tu mi vuoi far morire, adoro quell'uomo, credo sia stato il mio primo vero grande amore e le cose non cambiano ogni anno che passa. Io purtroppo ho grandi difficoltà a dare i volti ai personaggi che leggo, ma sicuramente Johnny ha la capacità di interpretare qualsiasi personaggio possibile *___*

      Elimina
  3. Ho amato questo libro!
    E' veramente stupendo e molto diversi dai classici canoni "vampireschi" (?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana, hai ragione. Dopo "Twilight" molti autori hanno usato lo stesso modo per parlarci di vampiri, ma la Black si differenzia assolutamente e in modo molto netto ed intrigante :)

      Elimina
  4. E' così tanto tempo che desidero leggerlo!
    Lo cominciai qualche annetto fa in formato digitale e alla fin fine mi fermai. Come è successo anche a te, pure a me l'inizio è stato davvero molto molto ostico.
    Sarà stato poi colpa del formato digitale che mi ha tolto soddisfazione..insomma non sono riuscita a leggerlo.
    Adesso ho trettordicimila libri nella mia TBR ma appena farò piazza pulita mi leggerò lui! Sono troppo curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, io lo consiglio assolutamente. E' vero che la prima parte sembra strana e noiosa, ma le cose cambiano in fretta per fortuna e senza accorgersene si inizia a fare il tifo per uno o l'altro personaggio e ci si ritrova invischiati nella storia fino al midollo *_*
      Capisco molto bene la tua TBR chilometrica, io non faccio in tempo ad accorciarla che se ne aggiungono il doppio °_°

      Elimina
  5. Complimenti per la recensione.
    Anche io voglio leggerlo e, onestamente, pur non avendo amato Twilight, non mi dispiace legger edi vampiri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Dru :)
      Ecco, come lasci sottointendere tu, non è che se ad uno è piaciuto o no Twilight allora deve precludersi la possibilità di leggere altri libri vampireschi, perché almeno secondo me si rischia di perdersi delle piccole perle :)
      Spero avrai modo e possibilità di leggerlo e spero ti soddisferà ;)

      Elimina
  6. Personalmente è un libro che consiglierei! L'ho veramente apprezzato, soprattutto per via della sua innegabile originalità. Qualcosa del genere è raro da vedersi!
    Se ancora non l'hai letto ti consiglio "The immortal rules" di Julie Kagawa! :)

    RispondiElimina
  7. Finalmente un autoconclusivo! Allora è la mia occasione! Penso che questo libro finirà nei buoni propositi per l'anno nuovo, eheheh :-p

    RispondiElimina
  8. Bella recensione, Alessia, concordo pienamente!Anche a me è piaciuto molto, finalmente una lettura sui vampiri originale e diversa dal solito!Ora sono curiosissima di leggere gli altri libri della Black *__*

    RispondiElimina
  9. Davvero una bella recensione Alessia! Io sono una di quelle che in effetti ne ha le scatole piene dei vampiri, o meglio di certi vampiri, ricordo che mi catturò moltissimo la copertina ma che accantonai questo libro dopo aver letto la trama... ma probabilmente mi sono sbagliata, e il fatto che sia un autoconclusivo... be' forse devo dargli una chance ^^

    RispondiElimina
  10. Questo libro è sui miei scaffali da ormai un anno e ancora non mi sono decisa... spero di rimediare con l'anno nuovo U.U
    Ah e comunque siamo in due a non avere piene le scatole dei vampiri :3 io c'è stato un periodo che leggevo solo di quello... va beh, dettagli XD ancora non so come, non mi sono stancata! E devo dire che ho aspettative piuttosto alte per questo in particolare visto che ne ho sentito parlare così bene :)

    P.S. te lo sei meritato di essere in finale ai BCA :3 anche se sei meno presente, il tuo angolino resta sempre adorabile *^*

    RispondiElimina
  11. Lo sto leggendo in questi giorni! Ma sono ancora all'inizio e sto patendo come te l'introduzione e quest'ambientazione così cupa che in questi giorni stona. Mi piace Tana e anche Gavriel e Aidan ma sto faticando ad andare avanti. Non sono stufa di vampiri, a me continuano a piacere sarà anche perchè ho iniziato tardi a leggerli ed è il mio genere, ma per il momento mi sta prendendo poco. Però non demordo e spero che anche per me sia poi amore

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥