venerdì 5 dicembre 2014

Recensione: "Utopia" di Leonardo Patrignani

Goodmornig my dear readers *_* (oh come sono english questa mattina xD). Come ve la passate?
Io a causa di un casino di impegni sono rimasta indietrissimo con tutti i post che dovevo preparare qui sul blog, come avete visto ultimamente tra speciali, blogtour e altre iniziative, sono abbastanza presa e la settimana prossima sarà la stessa cosa, solo che devo ancora organizzare tutto °___°
A parte questo oggi sono molto felice e soddisfatta, ieri pomeriggio sono andata a fare i colloqui individuali con i maestri di mia figlia e non potrei essere più felice di così, mi hanno detto cose splendide e fatto i complimenti. C'è un solo problema: il disordine, mia figlia è disordinatissima (chissà da chi ha preso mumble mumble). Spero continuerà così, perché l'anno prossimo inizierà le medie e le cose cambieranno un bel po'. Però sono fiduciosa e soddisfatta.
Smetto di rendervi partecipi della mia vita privata, mentre vi rendo partecipi della mia vita librosa.
Oggi vi propongo la recensione di un libro letto all'inizio di marzo, la conclusione di una serie tutta italiana che ho amato molto. Ecco a voi i miei pensieri su Utopia di Leonardo Patrignani.




Trama: Quella in cui Alex, Jenny e Marco vivono da diciotto anni è una realtà confortevole, una nuova vita lontana dal drammatico ricordo del 2014, sepolto nelle loro anime. Ma il rifugio sicuro in cui sono cresciuti è solo una delle infinite facce del dado, una delle molteplici realtà del Multiverso. Altrove, i loro corpi sono invecchiati e il mondo si trova sotto la nefasta guida di qualcuno che teme il loro potere. Hanno attraversato le dimensioni parallele, hanno varcato i confini del tempo scavando nel passato. Il senso del loro viaggio sta per svelarsi. La loro memoria è l'ultima speranza rimasta.








Rating:

Serie "Multiversum":
#1 Multiversum (2012)
#2 Memoria (2013)
#3 Utopia (2014)


Il mio pensiero:
E sono arrivata alla fine del viaggio e dell'avventura che Leonardo Patrignani e la Mondadori mi hanno dato la possibilità di iniziare due anni fa. Non vedevo l'ora di leggere il capitolo conclusivo di questa saga ed è inutile dire che avevo aspettative molto alte, che in parte sono state soddisfatte a pieno.

Multiversum, cover tedesca
Come ho già detto altre volte, Patrignani ha uno stile tutto suo, molto particolare, che rende i suoi libri quasi scenografici, adattissimi sicuramente per un film; tratta argomenti diversi dal solito e, per la mia piccola esperienza, originali se messi a confronto con il panorama YA/distopico/Sci-Fi di questo periodo. Gli universi parelleli e diversi in cui l'autore ci conduce non sono semplici da comprendere, credo che una mente aperta sia il segreto per comprendere a pieno la sua storia e i suoi intenti, ma di certo questo argomento e in generale il modo in cui viene trattato, ha bisogno di un pizzico di attenzione in più, perché non sempre i collegamenti sono immediati e semplici. Anzi potrei dire che questo libro è tutto fuorché semplice e banale.
Io personalmente ci ho messo un paio di giorni a leggere Utopia perché agli argomenti un po' più complicati si affianca lo stile dell'autore che è molto scorrevole e coinvolgente.
Ho sempre sostenuto che la fantasia e l'immaginazione di Patrignani fossero da lodare e con questo capitolo conclusivo continuo a sostenere questa mia idea. Le ambientazioni sono sempre descritte benissimo, così il lettore non ha mai problemi a comprendere questi mondi così differenti dai suoi, anzi riesce a visualizzarli nella mente quasi come, per l'appunto, i fotogrammi di un film.

I nostri amati protagonisti sono sempre Alex, Jenny e Marco, ormai li conosciamo bene ma è sempre Marco quello che viene approfondito di più e di questo un po' mi è dispiaciuto; è come se Alex e Jenny ci avessero già detto tutto quello che c'era da sapere nel primo volume della saga, per poi rimanere un po' "fermi" negli altri due libri, non dico che non sono caratterizzati o approfonditi, semplicemente lo sono meno di Marco; mentre Marco/Ian continua a crescere e farsi conoscere sempre meglio, fino a diventare praticamente l'anello portante di tutta la serie.
In Utopia conosciamo nuovi personaggi, o quasi, che mi sono piaciuti moltissimo. Anna, che ci aveva già fatto compagnia in Memoria mi è piaciuta moltissimo; così come Mark. Ho adorato Thierry anche se ogni tanto mi sembrava di sentire un po' troppo falso il suo senso di colpa; e ho trovato Dana, l'antagonista, perfetta per questo ruolo, fredda e calcolatrice con grandi obiettivi di potere per cui è disposta a sacrificare tanto, se non tutto.
L'unico problema di questo libro è stata la mia emotività che non è stata scalfita in nessun modo purtroppo: di cose emozionanti (nel bene e nel male) ne succedono tante nella narrazione, ma non mi sono sentita mai coinvolta col cuore; leggevo con brama, mi sono immersa nella storia con tutta me stessa, ma più volte ho provato a capire per quale motivo non sentissi emozioni e purtroppo non ho trovato una risposta.

Multiversum, cover serba
Il libro è bellissimo, strutturato benissimo, un degno finale per una serie che ho amato molto, le ambientazioni ancora una volta mi hanno colpito, i personaggi mi hanno tenuto compagnia come volevo, le vicende sono entusiasmanti e coinvolgenti, ma manca il sentimento. Ci sono tante scene che avrebbero dovuto scatenare in me tristezza, paura, rabbia, comprensione, amore... tanti sentimenti e sensazioni che invece non ho vissuto.
Ed ecco il motivo per cui non ha rispettato in pieno le mie aspettative.
Leonardo Patrignani ha fatto un gran bel lavoro, creando una serie interessante, originale e ben studiata, sono felice di averla letta e di certo la consiglio a tutti quelli che non hanno problemi a confrontarsi con universi paralleli, fantascienza e distopia, inoltre il colpo di scena finale mi ha tolto il respiro, perché è un finale a cui il lettore poteva arrivarci, ma a cui non si avvicina minimamente perché risucchiato dalle vicende e dalle convinzioni dei nostri protagonisti; un gran bel colpo da maestro che riesce a farci concludere questa serie soddisfatti e con il sorriso sulle labbra.

Le cover: Le cover italiane di questa serie sono spettacolari, le illustrazioni di Roberto Oleotto sono meravigliose e rubano sguardi e ammirazione di continuo, ecco perché quasi tutti gli editori stranieri hanno mantenuto la cover, ma la Germania e la Serbia si sono volute differenziare. 
La cover tedesca mi piace, anche se non riesce a convincermi a pieno; i colori sono splendidi e anche l'ambientazione mi piace, ma non mi piace il modo in cui l'ombra del ragazzo compare nell'illustrazione, sembra quasi fuori posto.
La cover serba ha provato a mantenere i toni della cover originale, ma il lavoro non è il massimo. Anche in questo caso l'ambientazioni è suggestiva e mi piace, ma sia il ragazzo che la ragazza sembrano piazzati nell'immagine a caso, senza uno studio preciso delle proporzioni e degli spazi.
La classifica finale è indubbiamente: cover originali per tutta la serie, cover tedesca, cover serba.

Di solito quando scrivo recensioni di libri italiani non faccio mai il confronto tra cover, perché quasi mai ne ho la possibilità e così mi limito a cercare immagini in rete che credo stiano bene con la storia raccontata nel libro.
In questo caso ho deciso di sfruttrare il grande successo di Patrignani e mostrarvi le cover di Multiversum (il primo libro della serie) che sono state usate all'estero. Quasi tutti hanno mantenuto la cover identica a quella originale italiana (e come dargli torto, è splendida), ma ci sono due nazioni che hanno cambiato la cover e così ho deciso di fare questo confronto insieme a voi per capire quale preferite.
E' passato un bel po' di tempo dalla pubblicazione di questo libro e so che in molti lo hanno letto, mentre altri magari hanno perso il momento in cui la serie di "Multiversum" era nel suo boom. Io con i miei ritardi provo a proporre qualcosa di cui ultimamente non si parla molto in giro in Italia, ma che credo valga la pena conoscere e provare a leggere.
Aspetto i vostri commenti con pensieri e impressioni :)

29 commenti:

  1. Mi sono appena procurata il primo libro! L'ho sempre cercato, ma non lo avevo mai trovato! Non vedo l'ora di iniziare questa serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, ma che tempismo, allora spero che la mia recensione ti abbia invogliato ancora di più :) E soprattutto spero ti piacerà.

      Elimina
  2. A me purtroppo non è piaciuto. Una vera delusione, nonostante avessi apprezzato e sostenuto fortemente i precedenti :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che peccato Mik, immagino la delusione, soprattutto dopo aver adorato i primi due, trovare un finale insoddisfacente è una vera "mazzata", mi dispiace.

      Elimina
  3. Ma scherzi Ale? E' stata l'unica serie della mia vita che ho abbandonato dopo aver letto il secondo libro.... caotico, mal spiegato, tanto potenziale sprecato!!! Mi aspettavo molto da questa serie, invece mi ha semplicemente delusa, e il terzo libro non lo leggerò proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Cavolo, allora non ti è proprio piaciuto. Sicuramente se sei rimasta delusa già dal primo fai bene a non leggere l'ultimo, anche perché la voglia è un po' impossibile che ti venga.
      Mi dispiace...

      Elimina
  4. Non leggerò la recensione perché è una di quelle serie che mi mangio le mani di non aver iniziato appena scoperta e che ho intenzione di recuperare nel caso mi arrivino nel portafoglio un paio di donazioni natalizie. XD
    In compenso ti faccio i complimenti per la tua bambina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva le donazioni natalizie *_* spero te ne arriveranno :)
      Io spero con tutto il cuore che riuscirai a recuperare almeno il primo libro, così da iniziare a farti un'idea e spero ti piacerà :)
      E grazie per i complimenti alla mia cucciolotta *_*

      Elimina
  5. Non ho letto questa serie... sono indecisa, lo faccio ???
    Sono contenta per la bimba :3, brava a scuola anche se disordinata (possiamo andare a braccetto noi due XD)
    La cover tedesca mi piace, molto romantica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm, non so Laura. Ci sono pareri contrastanti, molti hanno adorato il primo libro per poi rimanere delusi dai seguiti. Io ho amato l'intera serie, anche se il primo libro rimane per me il migliore.
      Sì il disordine non è un grosso problema, ma spero che con la crescita un pochino cambi e ammetto che anch'io sono disordinata, però solo per certe cose xD

      Elimina
  6. Alessia-english. *w*
    Io ho letto solo i primi due e. Non. Mi. Decido. A. Recuperare. Il. Terzo. E. Ultimo. Libro. .-. Non mi fa impazzire come serie ma ne ho letti 2 su 3 e manca solo l'ultimo e boh, che faccio? I would like to read it but, at the same time... nope. °-°

    Tz, l'ordine è sopravvalutato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahha Alessia-idiot-english vorrai dire xD
      Guarda, a me il primo mi è piaciuto alla follia, il secondo anche ma leggermente meno, mentre il terzo secondo me è quello un po' più sottotono e di conseguenza se già tu non hai amato molto i primi due, non so se sia il massimo leggere il terzo, soprattutto se non ne hai voglia...

      Elimina
  7. Mi piacerebbe leggerlo, ma non so se troverò mai il tempo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, io spero lo troverai, almeno per dare un'opportunità a questa serie. Se i libri uscissero in edizione economica sarebbe un buon modo per provare senza spenderci troppo :)
      Credo che se si vuole un posticino per una lettura che desideriamo fare, lo si trova sempre *_*

      Elimina
  8. Mi hai dato un'ottima idea su cosa prendere dopo che avrò finito il libro che sto leggendo ora!

    Rock outfit+ Zalando discount on
    lb-lc fashion blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Nico, mi fa piacere... Se mi dicevi anche il titolo del libro che stai leggendo ora sarei stata più contenta xD

      Elimina
  9. Questa serie mi ispira molto! Spero di avere presto occasione di iniziarla ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gaia, spero insieme a te. Io direi a tutti di provare a dare un'occasione a questa trilogia, mi rendo conto che la storia non può essere adatta a chiunque, ma per me merita :)

      Elimina
  10. Avevo sentito nominare questa serie ma non sapevo di cosa parlasse. Adesso che lo so mi ispira moltissimo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh benissimo Patty, essendo l'ultimo libro della serie spero di non averti fatto degli spoiler o rovinato la lettura :)

      Elimina
  11. Non ho ancora deciso se cominciare a leggere questa serie o no... anche se devo dire che il tema dei mondi paralleli mi intriga moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te la consiglio, poi ovviamente non posso dire con certezza che ti piacerà, ma se i mondi paralleli ti intrigano, allora corri a comprare il primo volume *__*

      Elimina
  12. Anche io non so se iniziare o meno la serie di Patrignani anche se mi intriga il fatto che hai sempre lodato la creatività e fantasia di questo autore... è che io ho sempre un po' di difficoltà con le serie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Baby, ciao carissima. Allora, come per tanti altri libri, anche questa serie è amata e odiata. Purtroppo è uno di quei casi in cui non me la sento di pronunciare la mia solita frase "secondo me sarebbe adatto a te", proprio perché non so se potrebbe piacerti.
      Io ti consiglierei di leggere il primo, che è in assoluto il migliore dei tre, però come ho scritto in un altro commento, se uscisse l'edizione economica sarebbe molto meglio ;)

      Elimina
  13. Questa fa parte di quelle serie che quando trovo recensite mi incuriosiscono un sacco, e di cui però poi mi dimentico... anche perché ormai conosci il mio rapporto conflittuale con le serie :-p
    Se posso esprimere un parere sul disordine di tua figlia, io non mi preoccuperei: anch'io ero disordinatissima da piccola, credo sia un'espressione di creatività! Poi crescendo, con il lavoro e una casa propria, credo diventi inevitabile rendersi un po' più organizzate :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, se questa serie passa sempre nel dimenticatoio forse un motivo ci sarà. Secondo me è meglio che dai ascolto al tuo istinto, poi non è detto, magari tra un paio d'anni ti viene una folle voglia di leggerla e compri tutti e tre i libri all'istante xD
      Puoi esprimere tutto quello che vuoi tesoro. Guarda, anch'io sono disordinata per certe cose, nonostante il lavoro la casa e la famiglia xD
      Infatti non sono preoccupata, so però che il suo disordine deriva dalla fretta di fare le cose e poca voglia di farne altre. Lei è brava a scuola, però se magari deve scrivere un compito lungo all'inizio parte alla grande e scrive bene, poi piano piano arriva la fretta e la stanchezza ed ecco che si crea il caos, anche se comunque lo finisce xD

      Elimina
  14. Non ho ancora letto questa saga ma mi incuriosisce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Pigo, spero avrai modo di leggerla prima o poi e spero ti soddisferà ;)

      Elimina
  15. Io, al contrario dei molti commenti negativi su questo post, ho amato la serie e sono d'accordissimo con te Alessia. Il primo Multiversum resta sempre il migliore.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥