venerdì 31 gennaio 2014

Recensione: "L'amore in un giorno di pioggia" di Sarah Butler

Buongiorno miei cari lettori, come state? Qui ieri ha nevicato al mattino, ma meno di quello che avevano detto le previsioni meteo, per fortunaaaa! Poi ancora per fortuna la pioggia ha sciolto tutto velocemente, dunque non posso assolutamente lamentarmi. Spero solo che quest'anno ci sia toccata questa nevicata e basta, che ora andremo dritti verso la primavera senza avere più neve di mezzo xD
Oddio, sembra quasi che ultimamente i miei post si siano trasformati in bollettini meteo, ma ormai se mi conoscete sapete quanto mi infastidisce la neve e quanto la odio (se devo guardarla dalla finestra la adoro), dunque dovete sopportarmi, oppure mandarmi a quel paese silenziosamente o anche nei commenti ahahahah

Veniamo alla recensione di oggi, come sempre scelta con le votazioni, anche questa settimana c'è stata una bella battaglia tra tre titoli che sono arrivati alla fine quasi a pari merito, ma alla fine per un paio di voti l'ha spuntata con 19 votazioni e il 32% di preferenza L'amore in un giorno di pioggia di Sarah Butler, pubblicato in Italia da Garzanti, il 12 settembre 2013, al prezzo di 16,40 euro per 350 pagine.

Trama:
Da quasi trent'anni, quando la brezza di Londra diventa più calda e petali bianchi si aprono tra i fili d'erba, Daniel cammina sulle rive del Tamigi e si siede su una panchina. Tra le mani ha un foglio di carta e una busta su cui scrive solo un nome, sempre lo stesso. Poi la imbuca, senza indirizzo. Sono gli auguri di compleanno per sua figlia. Di lei sa solo come si chiama e che è stata concepita in un giorno di pioggia con la donna che ha amato di più al mondo. Alice ha trent'anni e da sempre si sente più felice sotto un cielo stellato, circondata dall' immensità dell'orizzonte, piuttosto che al sicuro fra quattro mura. Londra le va stretta, piena dei ricordi di sua madre scomparsa troppo presto, di una famiglia a cui non sente di appartenere e di un amore perduto. Ma adesso è tornata, perché suo padre sta morendo. Alice riesce a dargli solo l'ultimo addio. Alice e Daniel sembrano non avere nulla in comune, tranne l'amore per le stelle, i colori e i mirtilli ancora aspri. Ma soprattutto l'abitudine di stilare elenchi delle dieci cose che li rendono più tristi o felici. Alice non conosce l'uomo che le si avvicina con aria confusa e impacciata al funerale del padre. Alice non sa chi è Daniel. E non sa che la sta cercando da tutta la vita. Tra le mani Daniel tiene un fiore di carta e nella testa tutte le parole e le carezze che ha conservato per Alice in tutti questi anni. E che, forse, adesso avrà il coraggio di regalarle...

Il mio pensiero:
Questo romanzo ha subito attirato il mio interesse, quella cover così autunnale sembrava chiamarmi a gran voce e la trama mi ha aveva da subito coinvolta moltissimo, tanto che non ho aspettato poi molto a leggere questo romanzo.

Cover US, originale
L'amore in un giorno di pioggia racconta due storie parallele, che sono unite da fili invisibili agli occhi di tanti. Alice una giovane donna alla ricerca del suo posto nel mondo, alla ricerca di uno spazio caldo per il suo cuore. Alice non si sente a casa nemmeno nella casa dove ha passato gran parte della sua vita, non si sente parte della sua famiglia. Si sente sempre stretta fra persone che sembrano non capirla e fra commenti e pensieri celati alle sue orecchie.
Daniel è un uomo che si è ritrovato quasi per caso ad essere un barbone, un uomo che poi ha scelto di continuare ad essere un senzatetto. Non possiede niente, se non il nome di sua figlia e la voglia di ritrovarla fra le strade di Londra. Gli piace passeggiare per le strade della città e raccogliere oggetti buttati o perduti, per tutti sarebbero senza significato ma per lui vogliono dire molto e con questi oggetti proverà a lasciare dei messaggi a sua figlia una volta che sarà riuscito a ritrovarla.

Il mio riassunto è molto simile alla trama scritta sul libro? Forse avete ragione, ma queste sono le parole che mi sono venute in mente per spiegarvi brevemente la storia.
Le mie aspettative erano molto alte verso questo libro, ma purtroppo, ancora una volta, sono rimasta un po' delusa. (Inizio realmente a pensare che sia un mio problema di questo periodo). Le due storie raccontate sono molto toccanti, vediamo come due persone che non si conoscono e non si sono mai viste possono essere così simili, ovviamente senza saperlo. Vediamo un po' di Daniel in Alice e vediamo un po' di Alice in Daniel, sentiamo il desiderio e la speranza di Daniel di ritrovare sua figlia e sentiamo il disagio di Alice ad avere una famiglia di persone che sente completamente diverse da lei.
La storia credo sia molto originale, ho apprezzato moltissimo le liste di dieci cose che leggiamo all'inizio di ogni capitolo, danno modo di capire meglio i due protagonisti e conoscere piccole cose di loro che altrimenti non avremmo imparato leggendo semplicemente la storia. Inoltre ho apprezzato tantissimo i cambi di narratore, in un capitolo è Daniel che ci parla e in quello subito dopo è il turno di Alice, così fino alla fine del libro; è sicuramente un modo particolare, soprattutto perché i due protagonisti non si incontrano praticamente mai. In questo modo viviamo la vita di Alice e allo stesso tempo viviamo quella di Daniel, riusciamo a fare confronti e riusciamo a capire meglio qualunque scelta o dubbio o avvenimento.

Cover UK
C'è un però, io non mi sono sentita particolarmente coinvolta, ho sentito la narrazione un po' troppo fredda, nonostante toccasse emozioni molto profonde e diverse, io non riuscivo a sentirle nel mio cuore. Non ho sentito attaccamento né per Alice né per Daniel, leggevo la loro storia con un po' di distacco e questo ha provocato qualche difficoltà nell'intera lettura.
In un paio di momenti mi sono emozionata: il primo incontro fra padre e figlia e il loro secondo incontro. Ecco questi due momenti sono stati i migliori per me. Alice che percepisce qualcosa di famigliare nell'uomo che le sta di fronte, ma non capisce il perché; Alice che nota piccoli gesti di Daniel e capisce che sono gli stessi gesti che fa lei nelle stesse situazioni. Daniel che ha paura di non essere capito, che si sente sopraffatto dalla gioia di rivedere sua figlia, per poi sentirsi abbattuto per non riuscire a rivelarle la verità. Daniel che vede in sua figlia la donna che tanto ha amato e rivede in lei, nei suoi atteggiamenti e nelle sue idee una parte di sé stesso.
Stessa cosa vale per il finale che mi ha lasciato piacevolmente colpita, mi aspettavo un super lieto fine, con tanto di fuochi d'artificio e lacrime di gioia, mentre l'autrice ha voluto essere più delicata, probabilmente più vera e "con i piedi per terra" creando così qualcosa di inaspettato, ma perfetto per il romanzo.

Cover tedesca
Insomma, L'amore in un giorno di pioggia è un romanzo ricco di emozioni forti e momenti in cui riflettere, un romanzo che sicuramente potrà toccare il cuore di molti per la difficile storia raccontata e per lo stile particolare dell'autrice... questo però non è avvenuto con me. Il mio voto non è basso, nonostante la mia delusione, proprio per quei momenti che vi ho descritto poco più sopra e per il finale che emoziona e fa sentire appagati e in pace. Un romanzo che, anche se non mi ha coinvolto, mi sento di consigliare a chi di voi ama le storie ricche di emozioni e le storie capaci di far piangere sia di felicità che di tristezza.

Parliamo di cover :)
La cover italiana è molto bella e secondo me riesce subito ad emozionare, ma ragazzi lasciatemelo dire, il modo in cui sono state progettate la cover originale e quella UK, secondo è perfetto. La cover originale mette subito in risalto la particolarità di questo libro di avere delle liste di 10 cose all'inizio di ogni capitolo, e secondo me è originalissima come cover. Mentre la cover UK è la mia preferita in assoluto, è perfetta, i colori il modo in cui è stata progettata, mi piace tutto un sacco. E poi c'è la cover tedesca, come stile molto più vicina a quella italiana, con l'intento di renderla più reale possibile, ma mi piace di più di quella italiana per il modo in cui è stato progettato il titolo. Non posso assolutamente che ritenermi molto soddisfatta per queste cover, tanto che farò molta fatica a fare una classifica.
Eccole in ordine: cover UK, cover originale, cover tedesca, cover italiana (ma a parte la prima le altre tre sono quasi a pari merito *_*)

Il mio voto per questo libro:


Ecco qui, spero di aver accontentato molti di voi, che erano curiosi di leggere il mio parere su questo romanzo. Di solito quando un libro non mi entusiasma molto cerco sempre di scambiarlo o venderlo, perché il post in casa mia non è molto e devo riuscire a far stare tutti i libri tra i pochi scaffali che possiedo, così faccio una cernita cercando di tenere solo quelli che mi hanno emozionato e mi sono piaciuti di più. Ecco il libro della Butler è ancora lì e non l'ho nemmeno messo in vendita, proprio perché avrei voglia di provare a rileggerlo per capire se davvero la narrazione è un po' fredda, oppure se sono io che in quel periodo non ero fatta per questa storia.
Voi cosa ne pensate? Lo avete letto, oppure è nella vostra wishlist? Fatemi sapere i vostri pareri, così capirò se è stato solo un problema mio o è una cosa più generale :)

giovedì 30 gennaio 2014

Chi ben comincia... #66

Buonsalve a tutti, sono già a metà delle mie ferie e mi sembra di essere stata a casa solo un giorno, oddio sono un caso perso, non ce la posso fare... Per riprendermi come si deve dovrei stare a casa un mese, a farmi gli affari miei senza costanti flussi di interruzione (questa frase è suggerita dalla mia migliore amica xD), ma sarebbe impossibile un sogno più che utopico, così lascio perdere e mi accontento della mia risicata settimana di ferie che se ne sta andando come una folata di vento *depressione mode on*
Ma, come sempre, per fortuna che ci sono i miei libricini a farmi compagnia con le loro splendide storie, anche se i cari libricini stanno prendendo il sopravvento e la mia libreria sembra uno schiamazzo da mercato, dove tutti i libri voglio la mia attenzione, ma io non riesco ad accontentare *depressione mode on parte 2*
Stooooooop, Alessia stai esagerando, ditemelo anche voi, che è così xD
Le poche regole della rubrica: 
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti


Tanto per tornare al casino che regna nella mia libreria, anche la scelta dell'incipit di oggi non è stata facile, dopo aver osservato i miei libri per qualche minuto, ho deciso di dire ad alta voce due titoli ed ho lasciato l'incombenza di scegliere sempre alla mia migliore amica di prima xD
Ovviamente ha scelto un libro che mi incuriosisce molto, di un autore che ormai sto arrivando a venerare e di cui vorrei ogni sua opera tradotta in Italia, prima o poi riuscirò in questo intento e in quel momento la mia libreria brulicherà di libri scritti da lui e in quel momento io sarò la bimba più felice di questo universo *___*


American Gods
di
Neil Gaiman

Parte prima
Le ombre

Era in prigione da tre anni, Shadow. E siccome era abbastanza grande e grosso e aveva sufficientemente l'aria di uno da cui è meglio stare alla larga, il suo problema era più che altro come ammazzare il tempo. Perciò faceva ginnastica per tenersi in forma, imparava i giochi di prestigio con le monete e pensava un sacco a sua moglie e a quanto la amava.
L'aspetto più positivo del fatto di essere in prigione, secondo lui - forse l'unico aspetto positivo - era una certa sensazione di sollievo. Sollievo all'idea di aver toccato il fondo. Non si doveva più preoccupare di essere preso, perché era già stato preso. Non aveva più paura di ciò che avrebbe potuto riservargli il futuro, perché il passato aveva già provveduto.
Non era importante, se si era davvero colpevoli del reato per cui ti avevano messo dentro. Gli uomini che aveva incontrato in quei tre anni non si davano pace: c'era sempre un particolare che le autorità avevano frainteso, pensavano, qualcosa che secondo loro avevi fatto mentre tu non l'avevi fatto per niente, oppure non esattamente nel modo in cui dicevano. La sola cosa importante era che ti avevano beccato.

❋ ❋ ❋
Cosa ne pensate ragazzi? So che alcuni di voi hanno già letto il libro e mi piacerebbe conoscere i vostri pensieri a riguardo.
Per chi, come me, si basa solo su trama e incipit cosa mi dite? Sicuramente è qualcosa di completamente diverso da quello che ho letto finora di Gaiman, ma sono curiosissima di scoprire cosa farà questo Shadow e i motivi per cui è finito in prigione. Inutile dire che, anche in questo caso, lo stile di Gaiman mi piace... E' semplice, ma c'è qualcosa che mi attira come una calamita verso i suoi libri.
Aspetto i vostri commentini e vi mando un bacione!!!

Paint your Books #4

Rubrica mensile a cura di Michy.
Presenterà la recensione di un libro associandolo ad un colore e ci parlerà in breve delle sue letture mensili.


Buondì carissimi accaniti lettori! Sono gioiosa di presentarvi la quarta puntata della mia rubrica, ci sono molto affezionata ormai e spero che anche per voi continui/inizi ad essere un piacere trovarmi qui! Gennaio è stato un mese lungo e infatti ho parecchio da raccontarvi.
Ma procediamo con ordine.
Non sono ancora sicurissima di quel che sto per fare perché non sarà semplice recensire il libro che ho scelto. Io ho ben chiaro in testa quel che penso, ma..bo.. ...insomma ce la metterò tutta per esprimermi al meglio.

Ho deciso di dedicare Paint Your Books #4 a Peccato Originale: L'innocenza, Il gioco, Il padrone di Tiffany Reisz.

Trama: Nora Sutherlin, famosa scrittrice di romanzi erotici, è una donna bellissima e un'esperta dominatrice. Gli uomini restano soggiogati dal suo fascino e dalla sua potente sensualità, ma lei è rimasta troppo scottata dalla storia d'amore con Soren, l'uomo più importante della sua vita, e non si sente ancora pronta ad abbandonarsi di nuovo ai sentimenti. Zachary Easton, il seducente editor che si occupa di rileggere il suo ultimo romanzo, e Wesley, un giovane studente con cui Nora divide l'appartamento, riescono però ad aprire una breccia nel suo cuore... Ma insieme alle emozioni tornano alla luce torbidi e pericolosi segreti sepolti da molto tempo.

Recensione: Questo bel mattoncino (si tratta di tre libri messi insieme, per un totale di più di 900 pagine) mi è stato regalato a Natale da un'amica, che non si è nemmeno accorta che fosse un romanzo erotico-sensuale. Sulle prime sono rimasta un po' così nel ricordo sfocato delle clamorose sfumature di grigiorossogialloverdeblu, poi però ho letto pensieri positivi e a quel punto la curiosità è aumentata, anche se comunque ancora non sapevo bene cosa aspettarmi (!!!).
Tutto inizia in modo piuttosto pacato, i personaggi, gli ambienti e le situazioni vengono presentati con semplicità e simpatia. Con questo atteggiamento la Reisz cattura l'attenzione e placa "la paura" che tutto sconfini nel volgare. Poi, dopo qualche capitolo la storia parte in quarta. La protagonista, Nora, ci fa subito capire di che pasta è fatta: schietta, sincera, dura.. e ovviamente bellissima e seducente - così come lo sono tutti i personaggi: lei è la donna che non deve chiedere mai, anzi chiede e ottiene tutto ciò che vuole, prima o poi. Eppure lei sta cercando di tornare ad una vita normale dopo anni e anni di sottomissione consensuale con Soren, l'uomo più potente e affascinante del mondo sommerso (così come viene chiamato nel libro l'insieme di circoli ricreativi e club privati dove si praticano tecniche sadomaso, kinky, ecc. senza limiti... ma consensuali!). E' un uomo misterioso, soprattutto nel primo libro della trilogia, che ricopre nella società un ruolo che fa a cazzotti con la sua seconda vita (ma grazie a questo suo immenso potere, ci persuade ad abbuonargli tutto); può sconcertare forse nella sua natura di Dominatore spietato che incute un timore reverenziale solo con la sua presenza, però offre una spiegazione per tutto, svelandoci il suo passato difficile, dimostrando con le parole e con i fatti che l'Amore è Amore, in qualunque forma sia vissuto e consumato.
Filo conduttore di tutta la trilogia è una sorta di gioco delle coppie, in cui la donna è sempre la fortunata Nora, mentre il ruolo maschile è più variabile (ahahah!). In questo continuo via vai, conosciamo uomini interessanti, frizzanti e simpatici, che si fanno volere bene e che diventeranno poi, ognuno a modo proprio, un punto fermo nella vita di Nora.

L'autrice ci apre le porte del luogo di perversione per eccellenza, ma ha il grande pregio di mostrare ciò che
sta all'origine di queste pratiche, dove dolore e piacere sono sulla stessa lunghezza d'onda, il dominatore non è il cattivo e il sottomesso non è la vittima indifesa. Non è facile entrare in quest'ottica ma non si può certo dire che non sia vera: c'è davvero una colpa se vengono soddisfatti dei desideri? Qualsiasi essi siano? Il sottomesso trae piacere da una sua libera scelta. Il fatto poi che questo gioco di ruolo non si limiti alle pratiche sessuali è un altro paio di maniche, ma la domanda mi sorge spontanea: è davvero così sbagliato e brutto appartenere totalmente anima e corpo alla persona che amiamo e che mi ama incondizionatamente? Chi siamo noi - o almeno io, i dolci e teneri addetti al sesso vanilla (termine adorabile, non trovate?), per screditare e condannare quel tipo di vita?
Con i tasti più scottanti della tastiera, vi confesso che, a mio avviso, le scene di sesso non sono squallide e sono diligentemente diluite fra tutte quelle pagine; non mi hanno infastidita, non mi hanno fatto alzare gli occhi al cielo per la noia e la ripetitività, non ho letto nulla di scioccante o maleducato. Certo non mancano pepe e peperoncino, ma sono ben dosati e ci stanno bene.

Ne L'innocenza mi è piaciuto un sacco Zach e l'inserimento di spezzoni del libro che sta scrivendo Nora, il continuo battibeccare nel loro rapporto cane-gatto.
Ne Il gioco ho adorato la storia d'amore inaspettata, così romantica nonostante tutto quel dolore fisico. Ne Il padrone ho apprezzato l'alternanza passato-presente-diversi pov, grazie alla quale la storia è notevolmente approfondita.

La cover non è granché, però meglio le piume delle manette XD.
Ciò che lascia molto a desiderare è il finale. Dopo aver letto quasi 1000 pagine ci si ritrova persi nel nulla, la fine non è la fine ma sembra quasi l'inizio con pochissimi segreti svelati. Il mistero più importante rimane un mistero. Tutto ciò perché (l'ho scoperto dopo aver finito il libro, leggermente innervosita, grr!!) Peccato Originale non è una trilogia, bensì una.. umm.. bè consta di 5 libri, di cui il quarto appena uscito in Italia (è inutile dirvi che deve essere mio al più presto!).

Il colore del libro: Per dare un tocco di colore a Peccato Originale ho pensato di prendere una polverina brillante, colorata di.....lussuria! Credo sia il centro focale di tutto il romanzo e per me questo peccato ha il colore dell'oro e la sua lucentezza. La solidità dell'oro mi da un'idea di forza, e qui ce n'è molta, mentre la sua rarità, e conseguentemente il suo valore, lo rendono simbolo di potenza e ricchezza. Non trovo niente di più perfetto che una mela dorata per rappresentare Peccato Originale.



Le altre letture del mese di gennaio:



Quattro etti d'amore, grazie di Chiara Gambarale, è stato bello vedere quanto sia facile immaginarsi la vita degli altri e quanto, ahimè, sia facile sbagliarsi! Carinissimo che le due protagoniste si spiino il carrello della spesa a vicenda e da lì inizino a fantasticare, raccontandoci la loro vita.

Shadowhunters - Il Codice di Cassandra Clare, bellissima cover e packaging (si dice così?), nel senso che è adorabile il fatto che ci siano le correzioni e i commenti dei nostri amati personaggi. Dare un'opinione su questo libro è un pochino difficile, perché è stato come tornare insieme a Clairy sui banchi di scuola per studiare storia. Molto interessante.. sembra proprio di leggere storia vera.

Il giardino segreto di F. H. Burnett, è una favola che mi è sempre piaciuta, c'era anche il cartone animato, che adoravo! Mi sono imbattuta nel film durante il periodo natalizio e ho voluto rivivere la bellissima storia di Mary e Colin che da piccola mi ha tanto incantata. E' una garanzia!

Dentro Jenna di Mary E. Pearson, lettura concitata che mi ha subito coinvolta davvero tanto, per poi scemare un pochino verso metà libro, ma con una ripresa sul finale che ha fatto alzare di molto il mio giudizio. Jenna è emozione e sensibilità. Dettagli e dubbi trovano tutti la propria location.


Come potete notare è stato un mese senza delusioni, quindi posso considerarmi soddisfatta! Ora sono alle prese con The Returned di Jason Mott del quale vi parlerò prossimamente, ma posso già esprimermi parzialmente in positivo.
Sono sempre curiosa di sapere cosa pensate delle mie chiacchiere, se avete già letto questi libri o se avete intenzione di farlo. Sarò contentissima di rispondere ai Vs. commenti per un interessante scambio di opinioni.

Arrivederci a presto e un bacio a tutti.

mercoledì 29 gennaio 2014

WWW... Wednesdays #77

Buongiorno a tutti, come state? Qui la neve che è caduta ieri si è sciolta tutta, ma questa mattina c'era un freddo polare e tutto era ghiacciato, le portiere della mia macchina non si aprivano °__° inoltre hanno messo neve di nuovo questa sera fino a domani pomeriggio, povera me.... per fortuna che sono in ferie e non devo andare troppo in giro con la macchina, se no sarebbe stato un vero dramma. Da voi è venuto giù qualche fiocco di neve, oppure siete stati più fortunati?

Prima di iniziare con le letture di questa settimana volevo parlarvi di un'idea che ha avuto una ragazza che mi ha contattato. Tutti voi sapete che esistono le biblioteche, finalmente qualcuno ha avuto l'idea di rendere la biblioteca più moderna, mettendo a disposizione libri online, quella di cui sto parlando si trova a Messina e si è creata un proprio sito dove potrete trovare tutti i libri disponibili, ed il bello è che vengono spediti in tutta Italia. Credo che in questo progetto ci voglia una grande dosa di fiducia, sia nei lettori che prendono in prestito un libro, sia nelle poste che si devono occupare delle spedizioni; infatti ho deciso di parlarvi di questo progetto perché credo sia qualcosa di molto coraggioso ed innovativo, che darà la possibilità a tutti di leggere senza spendere un soldo e soprattutto avere a che fare con persone disponibili e amanti della lettura come noi. Vi lascio il link in cui potete trovare già più di 1000 titoli disponibili, tenete conto che la biblioteca ha aperto da poco ed ha bisogno di crescere e soprattutto di visibilità. Fate un salto nel sito: La libreria, questo è il nome della biblioteca di cui vi ho parlato finora e se vi va fatemi sapere se avete trovato qualcosa di interessante e proverete il prestito, anche se siete a chilometri di distanza :)
Le regole della rubrica: 
- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?) 
- What did you recently finish reading? (Cos'hai appena finito di leggere?) 
- What do you think you'll read next? (Cosa pensi leggerai in seguito?)


Cosa stai leggendo?
Ho iniziato ieri sera e sono quasi già a metà Il figlio del cimitero di Neil Gaiman, vi avevo avvisato che in questo mese volevo leggere un altro suo libro e così l'ho fatto :)
Questo libro, so già mi farà impazzire di gioia, perché già dai primi capitoli ho ritrovato la grande immaginazione e fantasia dell'autore, la sua capacità di rendere le storie surreali come ambientazioni, ma di creare personaggi così vivi e vicini a noi che rende impossibile non affezionarsi e non provare emozioni forti.


Cosa hai appena finito di leggere?
Questa settimana, mi sono resa conto di essere andata leggermente a rilento con le letture, ma di poco. Ho finito di leggere La libreria del buon romanzo di Laurence Cossé, un libro molto strano, che racconta una storia semplice in modo molto approfondito, lo stile dell'autrice mi è piaciuto in alcuni punti, mentre in altri riusciva a crearmi solo confusione. Alla fine è impossibile non affezionarsi alla libreria e a quali saranno le sue sorti, ma molto spesso ho provato un po' di noia e soprattutto in alcune parti mi sembrava di essere semplicemente una spettatrice esterna, senza sentirmi minimamente coinvolta.
Mentre Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro mi è piaciuto davvero tanto. Lo stile dell'autore è estremamente colloquiale e scorrevole, il lettore si sente molto coinvolto perché sembra di leggere il diario personale della protagonista, fatto di una miriade di ricordi, alcuni più vivi e precisi, altri più sbiaditi e confusi; molto spesso i ricordi si accavallano fra di loro, proprio come succede nella mente di chiunque e così il lettore sembra perdersi, ma vi assicuro che ogni cosa va al suo posto, come se fossero tanti piccoli tasselli di un puzzle. Un libro che mi ha emozionato moltissimo e mi ha fatto riflettere su tante cose.


Cosa pensi leggerai in seguito?
Alloooooooooora, sono molto molto molto indecisa sulle letture che farò prossimamente, prima di tutto perché sto aspettando che inizi la nuova tappa della reading challenge di Serena, secondariamente perché ho troppi libri che vorrei leggere nello stesso momento e sto iniziando ad andare un po' in crisi. Comunque, io ci provo e spero di riuscire a rispettare questa piccola lista.
Ho deciso di provare a leggere Colpa delle stelle di John Green, un libro che finora credo sia piaciuto a tutti, infatti ho letto solo ed esclusivamente recensioni e pensieri positivi. Mi ispira molto, anche se so già che soffrirò come un cane a leggerlo, ma mi piacciono molto le storie che prendono il mio cuore e lo strapazzano (in senso positivo e negativo).
Oltre i limiti di Katie McGarry invece è quello che sono certa leggerò, negli ultimi giorni tra l'incipit che ho pubblicato e le varie opinioni super entusiaste, questo libro mi è entrato in testa e finché non lo leggo non sono contenta né tranquilla.
Ed infine, ecco uno di quei libri che non vedo l'ora di leggere, ma che non mi chiama a sé ancora troppo forte, ecco perché non so di preciso se leggerò Dust & Decay di Jonathan Maberry. Il primo libro della serie lo avevo adorato e ammetto che i due personaggi Benny e Tom mi mancano moltissimo, ho sentito qualche lettore un pochino deluso da questo secondo volume, ma spero non mi deluderà perché in esso ripongo grandi aspettative.


Eccoci arrivati alla fine, anche questa settimana è stato difficilissimo scegliere i libri da presentarvi come prossime letture, mamma mia, vi giuro che sono in crisi, ma proprio tanto tanto tanto!
Fatemi sapere cosa ne pensate dei libri che vi ho presentato e ricordatevi di dirmi quali sono le vostre letture, così possiamo scambiarci pareri e consigli *__*



martedì 28 gennaio 2014

Blog is Alive - Tour: quinta e ultima tappa


Buongiorno a tutti, inizio subito col dirvi che sono emozionata. Quando Monica mi ha chiesto se si poteva organizzare un blogtour prendendo spunto dal mio post di un po' di mesi fa, E se il vostro blog fosse un luogo fisico e reale... come sarebbe?, a me hanno iniziato a brillare gli occhi perché quel post è molto importante, perché vi ho aperto ancora di più il mio cuore, rendendo ancora più vivo questo blog. Avevo ben chiara l'immagine del mio blog, ma è stato comunque difficile parlarvene e aprirvi il mio cuore in modo diverso dal solito.
A questo tour hanno preso parte altre blogger che stimo e che ritengo grandi amiche e la mia felicità è stata ancora più forte per diversi motivi: ero curiosissima di scoprire come le mie amiche vivessero i loro blog e come li immaginassero; ed ero estremamente orgogliosa di poter condividere questo progetto con persone così importanti. Siamo arrivati alla fine e non mi sembra vero, avrei voluto continuare con questo tour per dei mesi, accogliendo ogni blogger a cui voglio bene ed ogni blogger che era interessata, ma ahimé anche le cose splendide prima o poi devono finire.

Oggi vi farò un sunto veloce di ogni tappa, dopo di che vi spiegherò in cosa consiste il giveaway che abbiamo pensato per voi follower interessati a questa iniziativa. Vi dico che potrete raggiungere ogni post pubblicato sia cliccando sull'immagine con cui accompagnerò il piccolo riassunto, sia cliccando sui vari link che lascerò :)

Il tour in ogni sua tappa:

Abbiamo iniziato il 14 gennaio con il bellissimo post di Monica sul suo splendido blog Books Land. Lei ci ha aperto il suo cuore e ci ha fatto capire come i sogni possano ampliarsi sempre di più, vedendo il suo blog come un luogo reale che lei sogna da tanti anni, un sogno in cui crede e che spero potrà realizzare, non dico presto, ma nel momento giusto. Il blog di Monica si trova in Francia, più precisamente in un paesino della Normandia, Etretat.


Poi abbiamo continuato il 16 gennaio con il post di Leda sul suo dolcissimo blog Dreaming Fantasy. Anche lei ci ha aperto il suo cuore e la sua immaginazione, spiegandoci come il suo blog riesce a cambiare insieme a lei e come questo cambiamento lei lo ha associato al mare, alcune volte calmo e liscio come l'olio, altre volte in burrasca e potente come un'onda che si infrange sulle coste. Inoltre ha arricchito il suo post con una playlist meravigliosa.


Il tour ha poi ripreso il suo corso il 21 gennaio con Daniela, nel suo blog speciale Un libro per amico. Daniela oltre che il suo cuore ci ha aperto le porte di casa sua. Infatti lei vede il suo blog come una parte della sua casa che è stata arredata con passione e amore, in particolar modo Dany vede il suo blog come fosse la sua cucina, dove spesso si ritrova con le amiche a chiacchierare e parlare di libri; oppure semplicemente dove si siede in solitudine ma in compagnia di un buon libro. Dany ci ha aperto le porte di casa sua e ci ha invitati tutti a prendere un té insieme a lei, un post estremamente personale che ho apprezzato molto.


Per concludere, la penultima tappa del 23 gennaio potete trovarla grazie a Denise e al suo appassionante blog Reading is Believing. Il suo blog sarebbe uno chalet in piena montagna completamente isolato dal resto del mondo; l'unica nostra compagnia sarebbero i libri e gli appassionati come noi di lettura... ma nel momento in cui avremo bisogno di prenderci una piccola pausa ecco che si aprirà di fronte a noi un mondo innevato e quasi irreale, in compagnia di una buona tazza di té fumante.


Il giveaway:

Ognuna di noi ha deciso di mettere in palio dei libri che provengono dai nostri scaffali, dunque se fate il conto in totale sono 5 libri che due di voi potranno vincere. Infatti abbiamo deciso di dare la possibilità solo a due di voi, in modo che la vincita sarà decisamente consistente. Il primo vincitore avrà la possibilità di scegliere tre libri tra quelli messi in palio, mentre il secondo vincitore si porterà a casa i restanti due.
Vi presento i libri in palio, dopo di che passeremo alle regole :)

I libri in palio:

Trama:
Summer è una maga del dessert ed è appena stata ingaggiata dal proprietario di una catena di alberghi di lusso, Blake Cochran, per creare un menu prestigioso per il ristorante di Filadelfia. Carlo ha appena finito di dedicarsi al suo ultimo libro di ricette e sta per intraprendere un viaggio per pubblicizzarlo insieme all’agente Juliet Trent. Una vera sfida, per Summer e Carlo, indovinare quale sia il piatto preferito delle persone che hanno appena rapito il loro cuore. Dopo, si tratterà solo di cucinarlo e apparecchiare per una cena a lume di candela. Due chef di grido che in cucina amano soprattutto il lato sensuale, la capacità di incantare e sciogliere gli animi grazie a semplici ingredienti mescolati con maestria. Due storie che si intrecciano tra profumi invitanti, nuovi sapori e ricette d'amore.
Messo in palio da Denise


Trama:
Meglio una verità che lascia senza speranza o continuare a credere nelle bugie? Sky non ha mai provato il vero amore: ogni volta che ha baciato qualcuno, ha solo sentito il desiderio di annullarsi, nessuna emozione, nessuna dolcezza. Ma quando Sky incontra Holder, ne è subito affascinata e spaventata insieme. C’è qualcosa in lui che fa riemergere quello che lei aveva spinto nel profondo della sua anima, il ricordo di un passato doloroso che torna a turbarla. Sebbene sia determinata a starne lontano, il modo in cui Holder riesce a toccare corde del suo cuore, corde che nessuno riesce neppure a sfiorare, fa crollare le difese di Sky. Il loro legame diventa sempre più intenso, ma anche Holder nasconde un segreto, che una volta rivelato cambierà la vita di Sky per sempre. Soltanto affrontando coraggiosamente la verità, senza rinunciare all’amore e alla fiducia che provano l’uno per l’altra, Holder e Sky possono sperare di curare le loro ferite emotive e vivere fino in fondo il loro rapporto. Un romanzo toccante e intenso come solo il primo amore può essere.
Messo in palio da Leda

Trama:
Una strada coperta di neve, un'auto che perde il controllo e va a sbattere. Alla guida il vecchio Ira, che ora è incastrato, ferito, intirizzito dal gelo, e così solo. Il dolore lo immobilizza e rimanere cosciente è uno sforzo indicibile, almeno fino a quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura, prima indistinta, poi dolcemente nitida: è l'immagine dell'amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere, lo tiene vivo raccontandogli le storie che li hanno uniti per più di cinquant'anni: i momenti belli e quelli tristi, le passioni e i rimpianti, e sempre l'amore infinito. Lui sa che Ruth non può essere lì, ma si aggrappa ai ricordi, alle emozioni, alle parole di loro due insieme. Poco distante da quella strada, la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L'università, l'ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke. Innamorarsi di lui è inevitabile, immaginare un futuro diverso diventa un sogno possibile. Un sogno che solo Luke può rendere reale. Purché il segreto che nasconde non lo distrugga. Ira e Ruth. Sophia e Luke. Due coppie che apparentemente non hanno nulla in comune, divise dagli anni e dalle esperienze, ma che il destino farà incontrare, nel più inaspettato ed emozionante dei modi. Ricordandoci che anche le decisioni più difficili possono essere l'inizio di un viaggio straordinario, perché i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili.
Messo in palio da Daniela

Trama:
A dodici anni, Settembre vive una vita normalissima nella fin troppo tranquilla cittadina di Omaha, in Nebraska. In realtà, da sempre sogna una vera avventura. Così, il giorno in cui un distinto signore bussa alla sua finestra e, presentatosi come il magico Vento Verde, le propone di partire per un fantastico viaggio fino a Fairyland, Settembre accetta senza esitazioni. Non lo avreste fatto anche voi? Dopo l'emozionante viaggio in sella a un leopardo che vola, Settembre si ritrova catapultata su Fairyland - sola, perché il magico Vento Verde non può mettere piede sull'isola, governata da una capricciosa e crudele Marchesa che tiranneggia i suoi sudditi. Soltanto Settembre può aiutare il popolo di Fairyland, ritrovando l'antico scrigno nascosto da qualche parte in una foresta incantata. Un compito tutt'altro che facile, denso di pericoli e di prove da superare, in cui però verrà aiutata dai molti nuovi amici che la sua generosità le ha procurato, in particolare da un drago alato con la passione per i libri e da un misterioso ragazzo di nome Sabato. E alla fine, dopo mille avventure, Settembre - che sognava di viverne una sola! - grazie al suo cuore grande, al coraggio e all'immaginazione riuscirà ad avere la meglio sulla cattiveria, l'avidità e la superbia che regnano a Fairyland, salvando così per tutù i bambini il mondo della Fantasia.
Messo in palio da Monica

Trama:
Nella New York di metà Ottocento, vivace e affollata, in piena industrializzazione, l’incredibile circo di Mr Swift richiama grandi folle, attratte dagli spettacoli che si annunciano selvaggi, esotici, temerari e misteriosi.
Uno dei numeri più originali è quello di Cordelia Preston, seguace della teoria del magnetismo, che ammalia gli spettatori con l’ipnosi. Sua figlia Gwenlliam, acrobata ed equilibrista, volteggia sotto gli occhi estasiati di un pubblico incredulo. Eppure madre e figlia nascondono un segreto che molti anni prima le aveva costrette ad abbandonare l’Inghilterra. A Londra, infatti, vive il vecchio duca Llannefydd, ossessionato dall’idea di ritrovare le due donne per vendicare la morte del figlio, di cui ritiene responsabile proprio Cordelia. Determinato a portare a termine il suo sanguinoso intento, affida a un giovane avvocato senza scrupoli l’incarico di partire per gli Stati Uniti, uccidere Cordelia e rapire Gwenlliam. Ma a minacciarle non sono solo le ombre del passato: in una New York sovrappopolata e malfamata, madre e figlia dovranno fare i conti anche con la brutale violenza delle bande di strada, che si scaglierà improvvisamente sullo stravagante gruppo dei circensi. Riusciranno le due donne a sfuggire alle trame ordite dal vecchio duca e a salvare il circo da una terribile fine?
Messo in palio da Alessia


Le regole per partecipare:
  • Essere follower di tutti i blog
  • Commentare tutte le tappe del tour
  • Rispondere alla domanda: come vi siete sentiti nel leggere le descrizioni dei nostri blog. La descrizione dovrà essere generale, non per ogni singolo post
  • Lasciare l'email per contattarvi in caso di vincita
Il giveaway terminerà il 4 febbraio, dopo di che tutte noi ci consulteremo per scegliere i due vincitori, infatti vi ricordo che in questo GA non ci sarà nessuna estrazione, ma decideremo noi in base ai vostri commenti.


Bene ragazzi, io vi ho detto tutto... mi piacerebbe trovare anche nel mio post (da cui è nato il tour) qualche commento di quelli che hanno partecipato, mi renderebbe felice, giusto per sapere cosa ne pensate e se vi piacerebbe passare qualche ora nel mio blog reale e fisico. Auguro in bocca al lupo a tutti voi e spero vi siate divertiti ed emozionati a passare questi giorni insieme a noi ed insieme ai nostri blog e alla nostra immaginazione.
Un bacione a tutti voi e grazie mille!!!

lunedì 27 gennaio 2014

Recensione: "La bugia di Natale" di Seth Grahame-Smith

Buongiorno e buon lunedì ragazzi.... esultate con me, vi prego, sono in ferie, sono ufficialmente in ferie... Vi giuro che questa mattina quando mi sono svegliata avevo le lacrime agli occhi dalla gioia, ne avevo così tanto bisogno che non mi sembra vero. Una settimana senza lavoro, non posso dire che starò in completo relax perché le cose da fare ci sono e sono tante, ma almeno eviterò di entrare dentro al Mc Donald per una settimana *___*

Veniamo a noi e a noi nostri libri. Oggi vi presento la recensione di un libro che ho letto da pochissimo, cosa strana per me, ma ci tenevo a pubblicarla subito, infatti non l'ho nemmeno aggiunta al sondaggio. Spero comunque sarete contenti di leggerla e che vi incuriosirà.
Sto parlando de "La bugia di Natale" di Seth Grahame-Smith, pubblicato in Italia dalla Multiplayer.it edizioni, il 4 novembre 2013, al prezzo di 14,90 euro per 336 pagine.

Trama:
Seth Grahame-Smith ci conduce nel primo secolo dopo Cristo quando il mondo è dominato dall'imperatore Cesare Augusto ed Erode il Grande, un re fantoccio corrotto e assassino, spadroneggia in Galilea. Ma il loro potere è messo in pericolo dal cinico e feroce Balthazar, che ha giurato vendetta contro tutti i romani diventando il leggendario "Fantasma di Antiochia", flagello dell'impero. Sfuggito all'ennesima condanna a morte, si ritrova davanti a una povera mangiatoia alle porte di Betlemme insieme a due improbabili compagni di viaggio. L'incontro con una giovane ragazza chiamata Maria, il suo devoto compagno Giuseppe e il loro figlio appena nato, cambierà per sempre il destino di Balthazar. E anche se il tempo delle grandi inondazioni e delle creature magiche è finito, la lotta fra il bene e il male continua. È l'inizio di un'avventura che li vedrà combattere contro eserciti nemici, scontrarsi con forze occulte, fronteggiare morti che si risvegliano e assistere a incredibili miracoli; nel tentativo di salvare un bambino davvero speciale e nella disperata speranza di ritrovare un pendente misteriosamente scomparso.

Il mio pensiero:
Questo libro mi è balzato subito agli occhi, all'inizio grazie ad alcune segnalazioni di altri blogger, la trama mi ispirava un sacco e la cover anche e sapere che l'autore questa volta aveva azzardato un "remake" della celebre storia della nascita di Gesù, beh cavolo, solo pensando questo, dicevo tra me e me che Seth Grahame-Smith è uno con le contropalle... Nel senso che lui ha già fatto altri libri che prendono spunto da storie famose, come ad esempio "Orgoglio Pregiudizio e zombie", ma addirittura arrivare a romanzare la storia della nascita di Gesù, mi è sembrato un azzardo enorme, che ovviamente mi ha attirato come una calamita. Poi un giorno l'ho visto per caso in libreria e mi sono perdutamente innamorata di questo libro, con il suo segnalibro di stoffa e la copertina morbida... insomma, i miei occhi hanno iniziato a brillare ed era un pensiero fisso... Fino a quando, con mia somma gioia e sorpresa, la casa editrice Multiplayer, ha accettato la mia richiesta di collaborazione, accontentandomi subito e inviandomi una copia di "La bugia di Natale".

Cover originale
Ho iniziato questo libro con la convinzione che sarebbe stata una specie di "cronaca" della storia della nascita di Gesù, mentre i miei pensieri erano completamente sbagliati. Questo libro è la storia di Balthazar, che nella storia originale è uno dei tre Re Magi, ma nel libro di Grahame-Smith diventa un ladro e abile spadaccino, un uomo dal cuore enorme e buono che però viene sopraffatto da un'infanzia difficile e da un'adolescenza ancora più tremenda. Per sopravvivere e far sopravvivere la sua famiglia, Balthazar inizia a rubare e diventa sempre più bravo, fino a meritarsi l'appellativo di "Fantasmia di Antiochia", un vero flagello per i Giudei, ma anche per i Romani. Balthazar è furbo e intelligente e dopo essere stato catturato dagli uomini di Erode, riesce a scappare ed è proprio mentre è in fuga che incontra Maria Giuseppe e il loro figlioletto. Balthazar non crede in Dio, non crede esista un'entità superiore in grado di guidarci e accompagnarci, ma nonostante questo, nonostante i due genitori del bambino gli raccontino la storia di come Maria sia rimasta incinta e di come Giuseppe abbia affrontato questa notizia, nonostante Balthazar arrivi quasi a ridergli in faccia e a prendere Giuseppe per un povero stupido, nonostante tutto Balthazar decide di aiutarli e lo fa cercando di proteggerli dall'esercito di Erode che è alla ricerca di questo bambino che nelle profezie viene chiamato Messia.


Non me la sento di raccontarvi oltre e sebbene nella storia di Grahame-Smith molti fatti rimangono immutati, altri rimangono simili e altri cambiano, non voglio aggiungere niente di più sulla trama e se pensate di sapere come prosegue la storia, beh mi dispiace dirvelo ma vi sbagliate.
Io non sono una persona particolarmente credente e di conseguenza non conosco neanche bene in tutti i minimi dettagli la storia della nascita di Gesù, io mi sono goduta questa lettura, come se fosse il racconto di un'avventura, una storia fantasy dove un cavaliere dal cuore buono aiuta i più deboli e lo fa affrontando eserciti e rischiando la propria vita.
Per i credenti più puri e convinti, forse "La bugia di Natale" non sarà adatta a voi, forse storcereste il naso a leggere di come l'autore ha reso protagonista Balthazar mettendo in secondo piano Gesù, ma credo anche che ogni tanto, soprattutto quando si legge un libro, bisognerebbe mettere da parte il perbenismo e le convinzioni assolute... dovremmo riuscire ad aprire la mente e goderci la lettura per quella che è: una storia in grado di appassionare e farci vivere una bella avventura. Ma non voglio fare discorsi che potrebbero portarmi addosso l'ira di Cristiani, e io non voglio assolutamente trasformare questa recensione come un "puntare il dito" contro persone che la pensano in modo diverso dal mio, il mondo è libero ed ognuno la pensa come vuole e crede in quello che vuole. Semplicemente vorrei che tutti voi provaste ad avvicinarvi a questo romanzo come fosse un qualsiasi altro libro, senza pensare a cosa realmente racconta e come la racconta.

Cover indonesiana
Io mi sono sentita vicina a Balthazar, ho adorato il suo personaggio e la storia che ha alle spalle, così come ho adorato le scelte che compie e il modo in cui riesce a cambiare e ricredersi su certe cose, non nascondo che più di una volta sono arrivata a commuovermi in certi punti della storia e questo personaggio ha la capacità di entrare sotto pelle, di farsi apprezzare fin da subito, nonostante possa sembrare una persona cattiva... in realtà con la sua simpatia e il suo modo pratico di vedere il mondo, riesce subito a dimostrarsi un personaggio interessante e molto ampio, in grado di donare al lettore una buona compagnia e tanti modi per riflettere insieme a lui.
Ho apprezzato moltissimo come l'autore abbia voluto dare a Maria pensieri forti e coraggiosi, come sia riuscita a renderla più attuale e vicina a noi, riesce a tenere la testa alta e a portare avanti le sue convinzioni, così come ha la capacità di chinare il capo di fronte ad uno sbaglio.

Seth Grahame-Smith è riuscito a fondere una storia vecchia di millenni, con un po' di fantasy puro, una bella avventura e un pizzico (ma proprio piccolo) di paranormale, credo abbia fatto un lavoro eccellente, creando una storia ricca di personaggi interessanti, con ambientazioni ben descritte, con una storia "di sfondo" ben consolidata. L'autore si è documentato bene e non ha cambiato certe cose a casaccio, l'ha fatto con cognizione di causa e secondo me non ha commesso nemmeno un errore. E' riuscito a rinnovare una storia, è riuscito a renderla più appassionante e coinvolgente.
Cover spagnola
Io consiglio assolutamente questo libro a tutti gli amanti dell'avventura, che voi siate credenti o meno, date una possibilità a questo libro, perché ha le carte in regola per piacervi e appassionarvi, dall'inizio alla fine... e per chi pensa che questo romanzo è adatto solo al periodo natalizio, ecco che vi sbagliate di nuovo, questa storia è perfetta per ogni giorno dell'anno, anche in estate potreste godervela nel modo migliore, proprio perché l'autore ha uno stile fluido, simpatico e scattante, ma che all'occorrenza può diventare dettagliato, serio e riflessivo.
Un romanzo completo che mi ha catturato dall'inizio alla fine e mi ha dato modo di affezionarmi ad un personaggio meraviglioso che si è preso un pezzettino del mio cuore.

E come sempre, eccoci a parlare di cover. La cover italiana mi piace moltissimo, così come in generale tutta l'editing del libro, è essenziale ma attira l'attenzione proprio per questo minimalismo.Questa volta le cover di cui parlare non sono moltissime perché in tante edizioni è stata mantenuta una cover praticamente identica a quella italiana, cambiando minuscoli particolare, soprattutto lo sfondo che in molte è azzurro, in altre proprio rosso e in altre ancora arancione. La cover originale mi piace molto perché rende protagonista proprio Balthazar e da piccoli particolari si capisce non sarà una storia semplice né dolce. La cover indonesiana riprende in modo stilizzato il disegno di quella originale, ma mi fa impazzire il titolo e il modo in cui la capanna di Gesù e la stella cometa sono stati inseriti in esso. Ed infine la cover spagnola, sempre nello stesso stile circa, ma molto meno elaborata, purtroppo non mi piace.
Ecco la mia classifica: cover indonesiana, cover italiana, cover originale e cover spagnola. Ammetto però che le prime tre potrebbero quasi trovarsi a pari merito.

Il mio voto per questo libro:


Aspetto tanti vostri commenti, spero davvero questa recensione vi colpirà perché come avrete capito ci tengo in modo particolare. Spero che il personaggio di Balthazar riuscirà a rubarvi già così un pezzo di cuore, in modo da convincervi a comprare il libro perché ne vale la pena, credetemi.
Mi piacerebbe sapere anche se c'è qualcuno di voi che lo ha già letto :)

domenica 26 gennaio 2014

Shopping Books #73 (Parte 2)

Buona domenica ragazzi, come state? State passando bene questo weekend? Spero proprio di sì, io sto facendo le ultime fatiche lavorative (questi ultimi 4 giorni sono stati massacranti) e poi finalmente una settimana di meritate ferie, che sicuramente finiranno troppo in fretta e che non riuscirò a godermi come vorrei.
Inoltre, sto cercando di organizzare un incontro con alcune amiche blogger/lettrici per sabato e se la neve o altri impegni/imprevisti non si mettono contro di noi, spero proprio riuscirò a vederle e incontrarle per la prima volta, già non vedo l'ora e vorrei saltare per casa ogni ora del giorno, ma in questi casi ho imparato a trattenermi, perché basta un niente per far saltare questi progetti -.-
Eccoci arrivati alla seconda parte di Shopping Books di questa settimana, spero davvero ma proprio tanto che la settimana prossima potrò fare una sola puntata, oppure che riuscirò a non pubblicare proprio niente, vorrebbe dire che sto cercando di recuperare un po' di arretrati e ne ho veramente bisogno... Dovrei riuscire a leggere un libro al giorno per 4 mesi per diminuire in modo considerevole la mia TBR.... °___° non avevo mai pensato in questi termini, aspettate un attimo che mi riprendo..... UN LIBRO AL GIORNO PER QUATTRO MESI???? Aiutooooooooooooooooo!
Anche in questo caso sono libri in ordine sparso, alcuni mi sono arrivati proprio questa settimana, altri in quelle precedenti, altri ancora prima di Natale. Per fortuna, dalla settimana prossima tornerà tutto alla normalità, nel senso che vi presenterò i libri che mi sono arrivati in quella settimana e se non saranno abbastanza (come spero accadrà) aspetterò di averne almeno quattro da presentarvi.

Ricevuto dalla casa editrice
Titolo: Oltre i limiti
Autore: Katie McGarry
Serie: Pushing the Limits #1
Editore: DeAgostini
Data di uscita: 21 gennaio 2014
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 432

Trama:
Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono operte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente e vuole solo ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins - il "bad boy" del quartiere - irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile tenerezza, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e che cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare?

Ricevuto dalla casa editrice
Titolo: Onyx
Autore: Jennifer L. Armentrout
Serie: Lux #2
Editore: Giunti Y
Data di uscita: 29 gennaio 2014
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 336

Trama:
Daemon Black ultimamente è cambiato: dolce, passionale, protettivo e addirittura geloso, sembra davvero prendere sul serio la relazione con Katy, che adesso è qualcosa di più di una bizzarra connessione aliena. E Katy? Ancora combattuta, non può più negare di esserne perdutamente innamorata. Però non è facile godersi una storia d’amore quando il pericolo è in agguato: una minacciosa presenza che viene da un altro mondo e nasconde segreti impensabili. Katy è sconvolta per aver appreso cose che non poteva lontanamente immaginare e l’improvvisa apparizione di qualcuno creduto morto non rende certo la situazione più semplice. Determinati a scoprire la verità sulla scomparsa di Dawson e della sua ragazza, Katy e Daemon si trovano ad affrontare una lotta di dimensioni cosmiche. Nessuno è ciò che sembra e i segreti nascosti per così tanto tempo reclameranno le loro vittime. A volte esistono nemici più forti dell’amore...

Ricevuto dalla casa editrice
Titolo: La bugia di Natale
Autore: Seth Grahame-Smith
Editore: Multiplayer.it
Data di uscita: 4 novembre 2013
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 336

Trama:
Seth Grahame-Smith ci conduce nel primo secolo dopo Cristo quando il mondo è dominato dall'imperatore Cesare Augusto ed Erode il Grande, un re fantoccio corrotto e assassino, spadroneggia in Galilea. Ma il loro potere è messo in pericolo dal cinico e feroce Balthazar, che ha giurato vendetta contro tutti i romani diventando il leggendario "Fantasma di Antiochia", flagello dell'impero. Sfuggito all'ennesima condanna a morte, si ritrova davanti a una povera mangiatoia alle porte di Betlemme insieme a due improbabili compagni di viaggio. L'incontro con una giovane ragazza chiamata Maria, il suo devoto compagno Giuseppe e il loro figlio appena nato, cambierà per sempre il destino di Balthazar. E anche se il tempo delle grandi inondazioni e delle creature magiche è finito, la lotta fra il bene e il male continua. È l'inizio di un'avventura che li vedrà combattere contro eserciti nemici, scontrarsi con forze occulte, fronteggiare morti che si risvegliano e assistere a incredibili miracoli; nel tentativo di salvare un bambino davvero speciale e nella disperata speranza di ritrovare un pendente misteriosamente scomparso.

Vinto al giveaway di Denise
Titolo: Per una volta nella vita
Autore: Rainbow Rowell
Editore: Piemme
Data di uscita: 1 ottobre 2013
Prezzo: 15,50 €
Pagine: 349

Trama:
Eleanor è appena arrivata in città. La chioma riccia rosso fuoco e l'abbigliamento improbabile, ha lo sguardo basso di chi, in pasto al mondo, fa fatica a sopravvivere. Park ha tratti orientali che ha preso dalla madre coreana e veste sempre di nero. La musica è il suo rifugio per tenersi fuori dai guai. La loro storia inizia una mattina, sul bus che li porta a scuola. Park è immerso nella lettura dei suoi fumetti e perso tra le note degli Smiths, Eleanor si siede accanto a lui. Nessun altro le ha fatto posto, perché è nuova e parecchio strana. Il loro amore nasce dai silenzi, dagli sguardi lanciati appena l'altro è distratto. E li coglie alla sprovvista, perché nessuno dei due è abituato a essere il centro della vita di qualcuno. Tra insicurezze e paure, Eleanor e Park si scambiano il regalo più grande: amare quello che l'altro odia di sé, perché è esattamente ciò che lo rende speciale. Sarà la loro forza, perché anche se Eleanor non sopporta quegli sfigati di Romeo e Giulietta, anche il loro legame deve fare i conti con un bel po' di ostacoli, primo fra tutti la famiglia di lei, dove il patrigno tiranneggia incontrastato. Riusciranno, per una volta nella vita, ad avere ciò che desiderano?

Ricevuto dalla casa editrice
Titolo: Volevo solo averti accanto
Autore: Ronald H. Balson
Editore: Garzanti
Data di uscita: 2 gennaio 2014
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 420

Trama:
È la sera della prima al grande teatro dell'Opera di Chicago. Morbide stole e sete frusciatiti si scostano per far largo al vecchio Elliot Rosenweig, il più ricco e importante mecenate della città. All'improvviso fra la folla appare un uomo anziano in uno smoking rattoppato. Tra le mani stringe convulsamente una pistola che punta alla testa di Rosenweig. La voce trema per la rabbia, ma lo sguardo è risoluto quando lo accusa di essere in realtà Otto Piatek, il macellaio di Zamosc, feroce criminale nazista. Ma nessuno sparo riecheggia tra i cristalli e gli specchi del sontuoso atrio. E Ben Solomon, un ebreo scampato ai campi di sterminio, viene atterrato dalla sicurezza e trascinato in prigione. Nessuno crede alle sue accuse, nessuno vuole ascoltarlo. Tranne Catherine Lockhart, una giovane avvocatessa alle prese con una scelta difficile della sua vita. Catherine conosce l'olocausto esclusivamente dai libri di scuola, eppure solo lei riesce a leggere la forza della verità negli occhi velati di Ben, solo lei è disposta ad ascoltare la sua storia. Una storia che la porta nella fredda e ventosa Polonia degli anni Trenta, a un bambino tedesco tremante e con le scarpe di cartone che viene accolto e curato come un figlio nella ricca casa della famiglia ebrea dei Solomon. Ma anche agli occhi ambrati di una ragazza coraggiosa e a una storia di amore, amicizia e gelosia che affonda le radici del suo segreto in un passato tragico.

❋ ❋ ❋

Stoooooooooop, finitooooooooo! A parte gli scherzi, sono contentissima di avere tutti questi libri e di presentarvelo ogni settimana, ma la parte seria e matura di me, sta urlando al disastro... Nell'arco di un mesetto circa ho accumulato tanti di quei libri da aver quasi paura, senza contare quelli che avevo già ad aspettarmi in precedenza. Non so davvero come farò a smaltirli, invece di fare 3 mesi di stop allo shopping dovrei passare tutto l'anno a non comprare niente °___°
Comunque, come sapete "La bugia di Natale" l'ho già letto e mi è piaciuto moltissimo, soprattutto il protagonista mi ha rapito il cuore. Per tutti gli altri ho una curiosità tremenda. Sono curiosa di leggere "Onyx" per sapere se realmente la serie migliorerà e se mi piacerà più del primo. "Oltre i limiti", da quando giovedì vi ho presentato l'incipit, continua a chiamarmi con voce sempre più forte e chiara, non so proprio se riuscirò a resistere ancora per molto. "Per una volta nella vita" mi ha sempre intrigato un casino, soprattutto dopo aver letto un paio di recensioni molto convincenti. Ed infine "Volevo solo averti accanto" dev'essere un libro devastante, quelli che ti lasciano l'eco di dolore ed emozione nel cuore, insomma uno di quei libri che potrei adorare.

Voi cosa ne pensate? Fatemi una classifica dai, da quello che vi ispira di più a quello che vi ispira di meno (anche se li avete già letti, è uguale), voglio proprio vedere cosa viene fuori e quale di questi libri avrà il trono di più "ispirevole" per voi follower xD