martedì 30 settembre 2014

Own & Wish #8

Buongiorno ragazzi, domani inizia ottobre, mio dio... siamo già ad ottobre °___° se l'estate è passata in fretta, il mese di settembre è volato via in un soffio, nonostante tutti i piccoli eventi che hanno accompagnato questo mese, a me sembra solo l'altro ieri che tornavo dalle ferie fatte alla fine di agosto :(
Ma, non sono poi così depressa, spero che sarà un autunno come piace a me: colorato, piovoso ma non troppo, freddo ma non troppo e spesso grigio, quel grigio che ti fa venire voglia di stare chiusa in casa e rintanarti sul divano o sul letto a leggere un bel libro *___*


Rubrica mensile creata da me. Alla fine di ogni mese farò una sorta di recap
dei libri ricevuti e messi in wishlist nell'arco di quel mese.


OWN

Anche questo mese è stato decisamente proficuo, tra regali, acquisti e omaggi dalle case editrici e dagli autori, anche a settembre il mio bottino conta, in totale, 16 libri... AIUTOOO! Per fortuna alcuni di questi li ho già letti, mentre altri li leggerò nei prossimi giorni, ed ovviamente alcuni dovranno aspettare :)


Iniziamo con questo primo gruppo. Sono i libri che ho comprato in un giorno di "shopping" con una mia amica. Sono tutti libri che avevo in wishlist e che desideravo da tanto tempo.
Il superstite, E liberaci dal padre e La fuga li ho presi alla libreria Giunti ed ho sfruttato lo sconto del 15% che avevo grazie ad un'iniziativa a cui avevo partecipato un paio di mesi prima, il libro della George è nella nuova edizione TEA e mi piace un sacco, mentre invece non mi piace molto il formato del libro di Dashner, ma pazienza :)
Mentre La corona di mezzanotte l'ho comprata alla Mondadori ed anche questo l'ho preso con lo sconto del 25% che c'era sui libri per ragazzi della Mondadori. Ho quasi litigato con il libraio, che voleva fare il saputello con me, ma questi sono dettagli insignificanti xD
Vorrei leggere il libro della Maas e quello di Dashner entro la fine di ottobre, spero riuscirò :)






domenica 28 settembre 2014

Weekly Books #6

Buongiorno, anzi dovrei dire buon pomeriggio, anche se ormai è praticamente sera, dunque buonasera xD Ho preparato il post stamattina ma l'ho programmato in modo che si pubblicasse oggi pomeriggio, mentre io sono a lavorare, ecco perché ci ho infilato anche un "buongiorno" ;)
Alla fine ce l'ho fatta, sono riuscita a trovare del tempo e a fare la sesta puntata della mia rubrichetta *_*
Le letture questa settimana sono andate leggermente più a rilento in confronto alle settimane precedenti, ma è dipeso tutto dal poco tempo. Mentre, spero che la TBR che mi sono prefissata per i prossimi giorni possa piacervi :)

Rubrica settimanale ideata da me, pubblicata ogni domenica.
Vi parlerò brevemente delle letture settimanali e vi presenterò una piccola TBR per la settimana dopo.


Weekly Readings:

Dopo di Koethi Zan
♣♣♣
Questo voto è abbastanza tirato e può anche essere che con il passare del tempo deciderò di abbassarlo di mezzo voto.
Dopo sarebbe stato un bel libro, una lettura coinvolgente se l'autrice avesse raccontato in modo diverso. Ho trovato troppe scene descritte veramente poco e in una storia di questo tipo ogni particolare è necessario. E scene poco coinvolgenti che non mi hanno permesso di sentirmi in "sintonia" con i personaggi. Tutta la storia è molto forte, ma tutta la sua forza viene smorzata dalla freddezza della narrazione.
Niente è come te di Sara Rattaro
♣♣♣♣
La Rattaro torna a coinvolgermi come solo lei riesce a fare. Ha la capacità di raccontare storie vere e potenti, ma di farlo in punta di piedi, con la giusta dose di dolcezza e di realtà. Non è mai insistente o pesante, tutt'altro, riesce ad emozionare e a far aprire gli occhi sempre con il suo tocco leggero e i suoi sussurri. E' successo ancora con questo romanzo, ed è successo con quelli precedenti. L'unica piccola pecca è che avrei voluto avere modo di conoscere e capire meglio le motivazioni e le scelte di uno dei personaggi.




Weekly TBR:


Questa settimana ho deciso di darmi come obiettivo solo due libri, infatti sono alle prese con Infinito di Alessia Esse e visto che ho letto giusto un centinaio di pagine, mi sembrava azzardato cercare di infilare una terza lettura. Ho lasciato entrare la tempesta di Hannah Kent me lo "trascino" dalla settimana scorsa, infatti dovevo leggere questo ma appena ho ricevuto "Infinito" ho voluto dare la precedenza a lui perché non potevo resistere oltre :)
Mentre per La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami, nonostante sia un volume abbastanza corto, credo mi richiederà tempo per tanti motivi, la storia particolare, la narrazione particolare e la mia prima esperienza con questo autore.


Ed ecco qua le mie letture appena concluse e le mie prossime letture... cosa ne dite? Vorrei sapere se avete già letto alcuni di questi romanzi, oppure se siete anche voi in procinto di iniziarli... insomma scambiamoci le nostre idee come facciamo sempre.
E prometto (ho le dita dei piedi e delle mani incrociate xD) che recupero tutti i vostri commenti, piano piano, so che non ha molto senso che io vi risponda dopo giorni e giorni, ma purtroppo il tempo è ristretto e ci sono cose che preferisco fare prima, perdonatemiiiiiiiiiiii!!!!

sabato 27 settembre 2014

Recensione: "Requiem" di Lauren Oliver

Buongiorno a tutti ragazzi, sono viva! Perdonatemi se sono scomparsa praticamente per una settimana, ma come avevo scritto domenica sapevo che avrei fatto un'enorme fatica a farmi vedere qui sul blog. Tra gli impegni della ripresa della scuola e di altre attività di mia figlia, con il mio lavoro e il mio compagno in ferie, diciamo che non ho avuto molto tempo libero e quel poco che avevo preferivo dedicarlo alla lettura. Posso dire che in questa settimana sono riuscita ad entrare su blogger un paio di volte, infatti sono indietro con le risposte ai vostri commenti e mi sono persa un sacco di post sui blog che seguo, mi dispiace tantissimo e spero che nei prossimi giorni potrò recuperare. Domani non so se riuscirò a postare "Weekly Books", io spero di sì, ma intanto oggi ho trovato una mezz'oretta per lasciarvi un nuovo post.

Oggi ho deciso di pubblicare la recensione di un libro che ho letto all'inizio dell'anno :( sono sempre più indietro con le recensioni e vorrei riuscire almeno a finire di pubblicare quelle scritte a gennaio e febbraio, ma non so se ce la farò, perché per le prossime che pubblicherò (a parte Cuore Nero della Giusti) sono tutti libri letti recentemente... Vedremo dai... intanto oggi vi parlo di Requiem di Lauren Oliver e vi avviso subito che sarà una recensione lunga, avevo tanto da dire e non potevo proprio risparmiarmi, dunque spero non vi annoierò.



Trama:
Lena è ormai parte integrante della resistenza contro chi vuol eliminare l’amore dalla faccia della terra, ma non è più la stessa ragazza di un tempo. Dopo aver salvato Julian dalla morte, Lena ha trovato rifugio nelle Terre Selvagge, dove ha anche reincontrato Alex, il primo amore che pensava morto… Ormai, però, nemmeno le Terre Selvagge sono un luogo sicuro: il governo non può più negare l’esistenza degli Invalidi e i Regolatori sono in viaggio per abbattere i ribelli. È scoppiata una vera e propria rivoluzione. Nel frattempo, Hana vive una vita tranquilla e senza amore a Portland, fidanzata al sindaco della città. Inaspettatamente le strade delle due amiche si incroceranno ancora una volta, prima che la lotta abbia fine.






Rating:

Serie "Delirium":
#1 Delirium (2011)
#2 Chaos (2014)
#3 Requiem (2014

domenica 21 settembre 2014

Weekly Books #5

Buonasera buonasera, come ve la passate? Mio dio, mi sono resa conto che siamo già al 21 settembre, praticamente tra poco inizierò ad avere l'ossessione e la paura della neve e se vi ricordate dall'anno scorso, tutti voi dovrete sopportarmi xD
No dai, spero con tutta me stessa che questo inverno non sarà troppo traumatico e difficile, se no io andrò nel panico... ma intanto è meglio che penso all'autunno, dunque essendo oggi il primo giorno di autunno...
Benvenuto autunno, con i tuoi splendidi colori e odori, adoro questa stagione e adoro iniziare a tirare fuori coperte pesanti e abiti pesanti *_*


Con l'introduzione di questa immagine splendida, iniziamo a parlare di libri, che è una delle cose che so fare meglio xD E così smetto di corrodere la vostra pazienza a causa delle mie chiacchiere :)
Ah, ma fermi, mi sono dimenticata una cosa importantissima: mi si è rotto di nuovo il pc e questa volta è una cosa più seria, che richiederà più tempo per sistemarlo. Per fortuna ho il pc portatile, anche se non ho tutti i miei file e le mie cartelle, sopravvivrò... Volevo solo avvisarvi e rendervi partecipi xD
Stop alle chiacchiereeeeeeee!

Rubrica settimanale ideata da me, pubblicata ogni domenica.
Vi parlerò brevemente delle letture settimanali e vi presenterò una piccola TBR per la settimana dopo.


Weekly Readings:

Il canto della rivolta di Suzanne Collins
♣♣♣
Il canto della rivolta mi ha deluso, nonostante le mie aspettive non fossero molto alte, è riuscito comunque a deludermi. Katniss mi ha rotto le scatole, non la sopportavo più, non mi è piaciuto il fatto che l'attenzione del lettore fosse catturata dai suoi costanti dubbi, piuttosto che su cose molto più importanti. Doveva essere un libro ricco di avvenimenti, e ovviamente ci sono stati, ma erano appannati dalla visione di Katniss. Vorrei dire molto di più, ma spero verrete a leggere la recensione quando la pubblicherò.


Underworld di Samantha M. Swatt
♣♣♣½
Ero curiosissima di leggere questo libro, e nonostante il voto, sono rimasta soddisfatta.
Non ho dato un voto più alto perché ho trovato un po' di cliché per quanto riguarda le situazioni in cui si trovano i personaggi e sempre per i personaggi non ho apprezzato molto le descrizioni un po' "schematiche". Ma la storia è intrigante, mi è piaciuta molto e di potenziale per migliorare ce n'è tantissimo. Infatti ho comprato anche la novella prequel e credo la leggerò subito *_*
La prima cosa bella di Dante B.
♣♣♣♣½
Questo romanzo è geniale, Bianca è geniale. Ho amato tutto, ma non ho mai avuto dubbi a riguardo.
Amo lo stile narrativo dell'autrice, ho amato ogni personaggio perché perfettamente caratterizzato. La storia è molto realistica e si percepisce in ogni riga quanto l'autrice sia affezionata ad ogni momento e passaggio. E' stato scritto con il cuore e si sente.
Ho sorriso tanto e mi sono emozionata ancora di più. Una storia leggera che colpisce dritto al cuore del lettore, rubando tutta la sua attenzione.




Weekly TBR:


Questa settimana torno a presentarvi tre libri nella TBR, ma non ho la più pallida idea se riuscirò a leggerli. Ho sempre i soliti impegni quotidiani, in più Marco è in ferie per una settimana ed ovviamente dovrò dedicare più tempo a lui... di conseguenza non credo proprio riuscirò a leggerli tutti e tre, ma io ci provo, perché se sono libri che scorrono bene non dovrei avere problemi, vedremo come andrà :)
Sono tre libri che mi ispirano moltissimo e Dopo di Koethi Zan è quello su cui ho le aspettative leggermente più basse, le tante recensioni negative mi hanno un po' demoralizzato, ma la curiosità è sempre tanta ed è giunta l'ora di provare a leggerlo. Ho lasciato entrare la tempesta di Hannah Kent possiamo dire che è stato il protagonista del blog questa settimana, l'ho appena ricevuto ma mi ispira così tanto che ho deciso di leggerlo subito, almeno metterò a tacere la mia "ossessione" xD E per finire Niente è come te, della mia adorata Sara Rattaro; ho aspettative stratosferiche per questo romanzo, adoro l'autrice e finora ho amato tutti i suoi libri che ho letto, la storia mi ispira e sono convinta potrà toccare tante corde del mio cuore.


Se seguite il mio blog con attenzione e assiduamente vi sarete accorti che una lettura di cui vi avevo parlato della puntata precedente, non compare in questa. Infatti dopo una cinquantina di pagine ho deciso di abbandonare la lettura di "La ragazza meccanica" di Paolo Bacigalupi, il libro mi ispirava ma ho fatto una fatica immensa a leggere quelle cinquanta pagine, il ritmo lento e la narrazione così ricca di dettagli a me sconosciuti hanno reso la lettura pesantissima, noiosa e astrusa... così ho preferito abbandonarlo e dedicarmi a qualcosa che avrebbe potuto prendermi di più. Non so se proverò a rileggerlo più avanti, fatto sta che ora non mi andava proprio di sprecare il mio tempo dietro un libro che non riusciva a prendere neanche una minima parte della mia attenzione.
Ragazzi, fatemi sapere quali sono state le vostre letture di questa settimana, spero siano state buone e non deludenti... ed ovviamente aspetto qualche pensiero sulle letture che vi ho proposto oggi :)
Un bacione enorme a tutti!

venerdì 19 settembre 2014

Recensione: "Will ti presento Will" di J. Green e D. Levithan

Buon pomeriggio ragazzi, per fortuna anche oggi riesco a pubblicare qualcosa sul blog... credo che d'ora in avanti lo vedrete più attivo nella seconda parte della settimana perché ho un pelo di tempo libero in più.
Oggi vi parlo di un libro che ho letto poco tempo fa, ma che ho deciso di recensire subito per ringraziare la casa editrice che me ne ha mandata una copia gratuita. Oggi vi parlo di "Will ti presento Will" di John Green e David Levithan.





Trama:
Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull'amicizia, l'amore e su loro stessi.












Rating:

giovedì 18 settembre 2014

Chi ben comincia... #74

Buonasera lettori, finalmente riesco a farmi viva dopo un po' di giorni massacranti.
Mia figlia ha riniziato la scuola e i primi giorni sono stati il delirio, inoltre ha riniziato anche ad andare a kick-boxing e così gli impegni si sono moltiplicati, se poi ci aggiungiamo che lunedì si è rotto il computer e non riuscivo più a fare niente... capirete benissimo il mio stato d'animo di quei giorni xD
Finalmente il computer è a posto e finalmente ho il mio tanto adorato giorno libero, avrei voluto pubblicare qualcosa ad un orario più "consono", ma oggi pomeriggio mi sono dedicata al relax, ho dormito e ho cercato di recuperare un po' della stanchezza accumulata.

Stasera avevo voglia di pubblicare qualcosa, ma non sapevo di preciso cosa, così ho deciso di fare una puntata della mia rubrica, che poverina è stata messa un po' in disparte. Chi ben comincia, la rubrica ideata da me e dedicata agli incipit dei libri, una rubrica che non avrei mai voluto rendere casuale, ma le mie esigenze personali mi hanno portato a fare questa scelta per forza. L'ultima puntata risale alla prima settimana di luglio e spero oggi di proporvi qualcosa che vi incuriosirà abbastanza da lasciare tanti bei commenti :)

Le poche regole della rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

In questi ultimi mesi ho accumulato un sacco di libri che mi ispirano da morire e di cui vorrei lasciarvi l'incipit, ma ovviamente ho dovuto decidere a chi dedicare la puntata di oggi.
All'inizio avevo pensato di parlarvi di un libro famoso, poi ho cambiato idea perché ho immaginato che sicuramente qualcuno con questa rubrica aveva già pensato di intrattenervi con quell'incipit. Così i miei occhi sono caduti su un libro che vi ho presentato pochissimi giorni fa e che ha attirato la vostra attenzione, così come la mia... e a questo punto la scelta è stata semplicissima.

Cliccate sulla cover per la trama
Ho lasciato entrare la tempesta
di
Hannah Kent

Prologo

Dicono ch'io debbo morire. Dicono che ho sottratto il respiro agli uomini, e che adesso debbo subire la stessa sorte. E allora immagino che siamo tutti come fiammelle di candele accese, scintillanti, tremule nell'oscurità, e poi immagino l'ululato del vento, e nel silenzio della stanza sento dei passi, passi che si avvicinano minacciosi, che vengono a soffiare su di me e a ridurre la mia vita a un refolo di fumo grigio. Mi dissolverò nell'aria e nella notte. Ci spegneranno tutti, uno a uno, finché non rimarrà altro che la loro luce, e solo quella vedranno. E dove sarò, allora?
Talvolta penso di vederla ancora, la fattoria, che arde nelle tenebre. Talvolta sento ancora la stretta dolorosa dell'inverno sul petto, e penso di vedere le fiamme riflesse nell'oceano, l'acqua così strana, screziata di luce. C'è stato un momento, quella notte, in cui mi sono guardata indietro. Mi sono guardata indietro per contemplare l'incendio, e la mia pelle sa ancora di sale. E di fumo.
Ma non è sempre stato così freddo.
Sento dei passi.


Ho deciso di trascrivere per voi il prologo, perché credo sia già molto suggestivo e perché dopo di questo non inizia subito il primo capitolo e così l'ho preferito.
Cosa ne pensate? A me questo prologo mi fa impazzire, ho già voglia di scoprire perché la fattoria in fiamme continua a tornare nei pensieri del narratore. Per non parlare poi della prima parte in cui viene fatto il paragone della vita con le fiammelle di candele, lo trovo molto suggestivo, per l'appunto, e ha quell'alone "magico" che mi fa impazzire nei libri.
Spero questa lettura, quando la farò, potrà piacermi e intrigarmi almeno quanto mi aspetto... e ammetto che dopo aver letto queste prime righe le aspettative si sono alzate ancora.
Aspetto i vostri commenti con quello che pensate del libro che vi ho proposto :)

lunedì 15 settembre 2014

Anteprime di settembre (almeno alcune di esse xD)

Buongiorno ragazzi, ho deciso di iniziare questa terza settimana di settembre parlando di libri.... in che altro modo se no? Ahahahah, parlerei di libri 24 ore al giorno, sette giorni su sette, 365 giorni all'anno e per fortuna ho il blog per sfogarmi.
E' da qualche giorno che penso di fare questo post con delle anteprime e cercando in giro ho trovato un bel po' di libri da presentarvi, dunque preparatevi, mettetevi comodi e nel caso iniziate a fare qualche conticino delle vostre finanze xD
Spero di non annoiarvi presentandovi troppi libri tutti insieme. Ce ne sono un po' per tutti i gusti e così spero di incuriosire il maggior numero di voi :)


Titolo: La vita in ogni respiro
Autore: Blanca Busquets
Editore: Piemme
Data di uscita: 2 settembre 2014
Prezzo: 15,50 €
Pagine: 266

Trama:
A volte la musica è quel filo invisibile in grado di unire i cuori di tutti. L’unica lingua con cui si può spezzare il silenzio. Sono passati dieci anni dalla morte di Karl T., grandissimo direttore d’orchestra. Il figlio Mark, anch’egli musicista, decide di omaggiarlo organizzando un concerto a Berlino, città natale del padre. Per l’occasione, chiama in Germania le tre donne che Karl ha amato di più: Maria, Anna e Teresa. Tre donne che hanno intessuto negli anni rapporti diversi ma ugualmente intensi con Karl, ai tempi in cui la sua casa di Barcellona era aperta a tutti e sempre inondata di musica. Tre donne unite, oltre che dalla passione per la musica, anche da un prezioso oggetto che apparteneva a Karl e che è finito ora nelle mani di Anna: un violino Stainer, che nel concerto commemorativo Anna suonerà in un assolo, chiudendo il cerchio dei ricordi. Ma non tutto andrà come dovrebbe, e il violino si rivelerà essere di qualcun altro...

Titolo: Ho lasciato entrare la tempesta
Autore: Hannah Kent
Editore: Piemme
Data di uscita: 16 settembre 2014
Prezzo: 17,50 €
Pagine: 350

Trama:
Strega, seduttrice, colpevole, assassina: Agnes Magnusdottir è accusata di molte cose. Perché nell’Islanda del primo spicchio di Ottocento – immersa in una nebbia perpetua come in mille  superstizioni – lei, con la sua bellezza, il suo animo ribelle, la sua intelligenza troppo vivace, è una donna diversa da tutte le altre. Diversa anche per l’uomo che lei stessa si è scelta: Natan Ketillson, un uomo più vicino ai diavoli dell’inferno che agli angeli del paradiso, come mormorano nel villaggio, un mago capace di risuscitare i morti con le sue pozioni a base di erbe conosciute solo da lui. E ora che Natan è morto, ucciso da diciotto coltellate, e Agnes è rimasta l’unica a piangerlo, il villaggio decide che la colpevole dell’efferato omicidio non può che essere lei. E mentre attende la morte per decapitazione, Agnes racconta la sua versione della storia, facendoci scoprire pian piano la verità. La racconta agli unici amici che il destino le concede nei suoi ultimi giorni: la moglie del suo carceriere, e il giovane e inesperto confessore che si è scelta, Toti. E anche se la morte sarà la fine inevitabile, per Agnes la vita continua altrove: nei pensieri, nei sogni, nelle letture. Le cose che nessuno potrà toglierle.

Titolo: Scommessa d'amore
Autore: Katie McGarry
Serie: Pushing the Limits #2
Editore: DeAgostini
Data di uscita: 16 settembre 2014
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 512

Trama:
Beth Risk non è abituata a farsi mettere i piedi in testa da nessuno, ma stavolta non ha scelta: deve tornare a vivere nella sua città natale insieme allo zio Scott, altrimenti lui rivelerà alla polizia il segreto di sua madre. E se la verità saltasse fuori, la donna finirebbe in prigione. Perciò Beth è costretta a cedere al ricatto, anche se questo significa sacrificare la propria felicità e abbandonare i suoi due migliori amici, Noah e Isaiah.
Ryan Stone è una promessa del baseball e un brillante scrittore. La sua “perfetta” famiglia, però, nasconde un segreto, qualcosa che non ha mai rivelato a nessuno, nemmeno al gruppo di amici con cui è solito divertirsi giocando a sfidarsi alle imprese più pazze. L’ultima scommessa riguarda la bellissima e scostante studentessa che si aggira come un pesce fuor d’acqua nei corridoi della scuola. A Ryan non piace perdere e ce la mette tutta per riuscire nell’impresa di portarla fuori... ma ciò che nasce per gioco si trasforma ben presto in un’attrazione a cui né lui né Beth sapranno resistere.

domenica 14 settembre 2014

Weekly Books #4

Buonasera a tutti voi, ed eccoci con la quarta puntata di questa rubrica che ho notato non piace come la "vecchia" WWW Wednesdays, ma che spero potrà iniziare ad interessarvi di più con il tempo. Se avete consigli su come vorreste vederla o cosa potrei cambiare ditemelo pure e non fatevi nessun problema :)
Rubrica settimanale ideata da me, pubblicata ogni domenica.
Vi parlerò brevemente delle letture settimanali e vi presenterò una piccola TBR per la settimana dopo.


Weekly Readings:


Un regalo per Miss Grey di Kristan Higgins
♣♣♣♣
Anche questo libro della Higgins si è rivelato una lettura piacevolissima, leggermente sottotono rispetto agli altri due che ho già letto, è come se in questo romanzo mancasse quella punta di brio che contraddistingue le opere della Higgins.
Rimane il fatto che è una lettura divertente, rilassante, leggera ed emozionante.
Quando ho bisogno di risollevarmi il morale la Higgins non sbaglia un colpo.
The Trap di Andrew Fukuda
♣♣♣♣♣
Ultimo libro della trilogia, e che finale che ha deciso di dare Fukuda. Sono rimasta spiazzata e completamente soddisfatta dal libro.
The Trap è complesso, coinvolgente ed emozionante. Il lettore non ha un secondo di respiro, ogni evento è un susseguirsi di colpi di scena, di panico e ansia, di estrema curiosità e di emozioni. Gene e Sissy si sono rivelati essere due protagonisti degni di questo nome, con tante sfaccettature e sempre più reali nei pensieri, nei dubbi, nelle scelte e nelle emozioni.



Hollow City di Ransom Riggs
♣♣♣
Ho finito da pochissimo di leggere questo libro e ci sto ancora ragionando, forse aggiungerò mezzo punto al mio voto, ma ancora non so. Posso dirvi, però, che Riggs mi ha deluso, mi aspettavo di più dalla storia, mentre invece mi sono sentita poco coinvolta e poco emozionata. Ho trovato situazioni e personaggi assurdi e surreali che Riggs non riesce a gestire nel modo giusto e così risultano ridicoli e paradossali. Il libro come sempre si riesce a divorare grazie a splendide immagini e alla narrazione fluida, ma manca tantissimo di quello che avevo trovato nel primo volume della serie.



Weekly TBR:


Questa settimana, come potete vedere, ho deciso di mettere solo due libri nella mia TBR per la prossima settimana e le spiegazioni sono due: ho letto pochissimo de "La ragazza meccanica" di Paola Bacigalupi (di cui vi avevo parlato nella puntata precedente di Weekly Books) ed è un libro abbastanza lungo e che credo sarà un po' complesso e dunque mi prenderà tempo. Seconda cosa, mia figlia riprende la scuola e sicuramente sarò un po' più impegnata.
Così ho preferito diminuire la TBR a due, se poi riuscirò a leggerne un altro, ancora meglio, ve ne parlerò comunque nella prossima puntata.
La mia scelta è ricaduta su due autrici italiane autopubblicate, uno in ebook l'altro in cartaceo. Leggerò esattamente in questa sequenza La prima cosa bella di Dante B. e subito dopo Underworld di Samantha M. Swatt. Ho aspettative stratosferiche su tutti e due e spero proprio non mi deluderanno, ma sono così curiosa ed entusiasta già ora che credo sia impossibile rimanere delusi *_*

sabato 13 settembre 2014

Recensione: "ExtraUnione e la fortezza di Nugari" di Michele Raniero

Buon pomeriggio ragazzi, eccoci in un nuovo weekend, io oggi sono estremamente rilassata e molto contenta, perché finalmente ieri sono riuscita ad andare a fare un giro con una mia amica in libreria, avevo bisogno di svagarmi un po' di staccare la spina, ed ovviamente questo giro in libreria non è finito a vuoto. Ho comprato dei libri che desideravo tanto e sono molto contenta degli acquisti, anche perché con sconti di qui e sconti di là ho risparmiato un po' :)
Nella puntata di fine mese di "Own & Wish" vi presenterò anche questi acquisti e non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate.

Ma oggi la giornata è dedicata alla recensione di un altro libro che ho letto da poco. ExtraUnione e la fortezza di Nugari, di Michele Raniero è il secondo libro della serie ExtraUnione iniziata lo scorso maggio.


Trama:
Il vice-generale Met Gresten e il fedele amico Sam Douson non hanno fallito la missione: l’inaspettata quanto improbabile alleanza fra Unione e la Società degli Uomini Morti è stata stretta, ed è quindi giunto il tempo di mettere da parte gli antichi dissapori e combattere fianco a fianco. Gli invasori neutoniani hanno ormai in pugno oltre metà del pianeta e, spintisi fino alle porte della Fortezza di Nugari, progettano la conquista dei territori di ExtraUnione.
< Met farà tutto ciò che è in suo potere per impedirlo e per difendere la città degli Uomini Morti dall’assalto dell’esercito del Primarca, leader di Neuton.
Sarà in grado di convincere gli Uomini Morti a combattere al suo comando? Di trovare le parole giuste per persuaderli che, al di là delle diverse decisioni e delle divise indossate, il fine perseguito è lo stesso?





Rating:

Serie "ExtraUnione":
#1 ExtraUnione e la società degli uomini morti (2013)
#2 ExtraUnione e la fortezza di Nugari (2014)
#3 Inedito (2015)

giovedì 11 settembre 2014

Recensione: "Losing It" di Cora Carmack

Buongiorno lettori, come state? Qui stanotte ha fatto un bel temporale, secondo ha anche grandinato, e stamattina c'è un freddo che sembra di essere già a dicembre °__° Ma ormai sappiamo che quest'estate ci ha riservato ben poco caldo e sole ed ovviamente figurati se non finisce allo stesso modo -.-

Sicuramente in molti vi sarete accorti che da quando sono tornata dalle ferie non metto più il sondaggio per farvi scegliere la recensione... volevo farvi sapere che sarà una cosa momentanea. Infatti ho troppe recensioni arretrate che devo assolutamente recuperare e inoltre necessito di pubblicare certe recensioni in determinati momenti. So che il sondaggio vi piaceva molto a quasi tutti voi e vi chiedo solo di avere un po' di pazienza.

Oggi, tanto per farvi capire in che disastro mi ritrovo, pubblicherò la recensione di un libro che ho letto a dicembre dell'anno scorso. Aiutoooooooo!
Vi parlerò di Losing It di Cora Carmack, primo libro della serie omonima, da quello che ho capito tra poco dovrebbe uscire il secondo di questa serie sempre per Edizioni Anordest, ecco perché ho deciso di "sbarazzarmi" di questa recensione e pubblicarla proprio oggi :)

Trama:
Bliss Edwards ha ventidue anni e le manca solo un semestre per finire il college. È intelligente e carina, ma tremendamente timida e insicura. Questa sua insicurezza la rende goffa e in particolare con i ragazzi non sa davvero come comportarsi. In più c’è un problema: è l’unica tra le sue amiche ad essere ancora vergine. Anzi, per lei non è esattamente un problema, però quando lo confessa a Kelsey, la sua migliore amica, questa non le lascia scelta: la situazione dev’essere risolta a tutti i costi. E il modo più veloce e semplice per perdere la verginità è l’avventura di una notte. Ma il suo piano si rivela tutt’altro che semplice. Quella sera Bliss incontra Garrick, un ragazzo stupendo con cui scatta subito una forte attrazione, ma arrivata al dunque, Bliss scappa via con una scusa a dir poco strampalata. Come se la cosa non fosse stata già abbastanza imbarazzante, il giorno dopo, a lezione, scopre che in realtà Garrick è Mr. Taylor, il suo nuovo professore di teatro…



Rating:


Serie "Losing It":
#1 Losing It (2013)
#2 Faking It (Ottobre 2014)
#3 Finding It (Inedito in Italia)

martedì 9 settembre 2014

TAG: 10 Questions about Summer

Buongiorno a tutti, oggi ho deciso di dedicare la giornata ad un bel tag, creato da Il libro incantato, è una sorta di "recap" delle letture estive, un tirare le somme di quest'estate, ecco perché ho deciso di farlo prima di un altro in cui sono stata taggata precedentemente.

Ringrazio Marta di The Booklover Nargles per avermi taggato, cominciamo subito :)


Il miglior romanzo letto nell'estate 2014
Non ci sono dubbi su questo, appena ho letto la domanda mi è subito venuto in mente "I luminari" di Eleanor Catton, un libro completo meraviglioso e ricco di vicende. Ma anche ricco di intrighi e tanti personaggi. Insomma un romanzo che non lascia annoiare il lettore, nonostante le tante pagine e le mille descrizioni.
E direi che è uno dei migliori romanzi che ho letto in assoluto :)
Ci tenevo a citare anche "Gray" di Francesco Falconi e "Pyramisia" di Dean Lucas, questi tre sono gli unici che si sono meritati le 5 stelle.



Il peggior romanzo letto nell'estate 2014
Anche qui non ho avuto dubbi, sebbene ci siano state un bel po' di letture così così, "Doll Bones" di Holly Black vince il premio di peggiore. Una storia quasi inconsistente, che non mi ha mai coinvolto. I personaggi sembrano viaggiare tra le pagine senza una meta, e la parte dark che tanto avrei voluto vedere non è mai comparsa. Una vera delusione dato che la Black mi aveva piacevolmente colpito con un altro libro "I segreti di Coldtown". Ecco l'unico libro a cui quest'estate ho dato 2 stelle.




Un bel romanzo letto a giugno
Qui si parla di giugno e non di estate che io intendo dal 21 giugno. E così non potevo proprio evitare di citare "La corsa delle onde" di Maggie Stiefvater, letto all'inizio di giugno, è il miglior libro letto in questo mese. Uno dei libri più belli in assoluto. Ormai la Stiefvater è una garanzia, finora ogni suo libro mi è piaciuto, ma questo è in assoluto il migliore. Intenso, pittorico, ricco, non ho trovato difetti a "La corsa delle onde".





Un bel romanzo letto a luglio
Luglio è il mese in cui ho letto "I luminari", ma non volevo essere ripetitiva e così cito "Buona fortuna" di Barbara Fiorio, un libro che ho aspettato tantissimo per leggere, ma che mi ha lasciato tante emozioni e una bella sensazione. Sono stata contenta di aver aspettato, perché forse se lo avessi letto appena comprato non mi sarebbe piaciuto così tanto.
So che in alcuni sono rimasti delusi, ma per me è tutto il contrario, sono rimasta incantata dalla scrittura della Fiorio.




Un bel romanzo letto ad agosto
E' vero, l'ho citato prima, ma non ho messo la cover  xD Così ve ne parlo ora. "Gray" di Francesco Falconi mi ha stregata completamente. E' un romanzo introspettivo, ricco di riflessioni e sentimenti. Con personaggi complessi e difficili da capire, ma che riescono a rubarti il cuore e l'anima. Falconi ha fatto uno splendido lavoro nel raccontare la storia conosciutissima di Dorian Gray, rendendola sua e originale.





Un romanzo letto e/o terminato sotto l'ombrellone
Qui mi tocca barare un po', per il semplice fatto che in spiaggia non riuscivo a leggere praticamente mai. Però "Con te sarà diverso" di Jessica Sorensen è l'unico libro che sono riuscita a leggere un pochino sotto l'ombrellone, concludendolo poi comodamente sdraiata sul letto dei miei nonni (ero sempre al mare) xD
La mia prima esperienza con la Sorensen che mi ha piacevolmente colpito, mi è arrivato pochi giorni fa il secondo volume della serie e sono curiosissima di leggerlo.



Un romanzo che fa parte di una saga o di una serie
Riguardando su Goodreads, mi sono resa conto che quest'estate non ho letto molti libri che fanno parte di serie, ma tra questi ne spicca uno "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" di Colleen Hoover, anche in questo caso è la mia prima esperienza con quest'autrice. Gli altri suoi libri non mi ispirano molto, ma questo mi ha sempre colpita. Infatti l'ho adorato, peccato che la Rizzoli non voglia più pubblicare i seguiti, quando l'ho saputo mi sono quasi disperata.





Un romanzo classico
Su questo non poteva esserci alcuna ombra di dubbio. Infatti ho letto solo "La signora delle camelie" di Dumas come classico. Sapete i miei problemi con questo genere, sapete che ne ho letti pochissimi e che pochissimi mi attirano realmente. Beh questa è stata una lettura azzeccatissima, l'ho amato dall'inizio alla fine e non ho nemmeno faticato a leggerlo e credetemi, non è cosa da poco per una che non è abituata a leggere questo tipo di libri.





Un "colpo di fulmine" estivo: un libro scoperto quest'estate
Qua è stata dura, per il semplice fatto che non ho letto libri scoperti in questa estate e così ho deciso di citare un libro che mi è molto caro e che ho letto nel bel mezzo dell'estate. "La linea sottile" di Denise Aronica, il suo esordio autopubblicato. Un grande esordio che ho seguito fin dall'inizio e che mi ha emozionato e intrigato. Leggerlo è stata una splendida avventura e il secondo volume vorrei fosse già tra le mie mani per potermi immergere di nuovo nella storia.




Una lettura "leggera"
L'estate non è ancora finita e così cito il libro che sto leggendo in questi giorni "Un regalo per Miss Grey" di Kristan Higgins, quelle poche letture leggere che ho fatto le ho già citate e dunque mi sono trovata in difficoltà. Ma vi assicuro che non esiste niente (o quasi) più "frivolo", simpatico e rilassante dei libri di Kristan Higgins, anche lei ormai è una garanzia per me. Quando voglio risollevarmi il morale, quando voglio divertirmi e emozionarmi, lei è perfetta.






Bene ragazzi, abbiamo finito. Spero che questo resoconto delle mie letture estive vi sia piaciuto.
Ora devo taggare qualche blog e per fortuna questa volta ne ho in mente qualcuno.
Ho cercato di taggare blog che mi sembrava non fossero stati ancora nominati da altri, spero di non aver sbagliato. Sono curiosa di leggere le vostre risposte ragazze, dunque mettetevi all'opera xD

Ovviamente tutti voi che commentate potete farmi sapere cosa ne pensate delle mie letture e potete anche rispondere alle domande, sapete quanto sono curiosa :)