mercoledì 28 gennaio 2015

"Ogni giorno" di David Levithan

Buonsalve amici lettori, come sta trascorrendo la vostra settimana?
Io finalmente sono libera dalle nausee, almeno così sembra, diciamo che non voglio parlare troppo presto xD
Il problema che continua è il mal di schiena, ci sono giorni che fatico a stare in piedi o anche a sedere e non è il massimo dato che sono solo all'inizio della gravidanza, ho sempre una minuscola speranza che passi entro qualche settimana, ma ormai sono quasi certa me lo porterò dietro per tutti i 9 mesi e anche oltre :(

Basta parlare di dolori e gravidanze xD Siamo qui per ciarlare di libri ed oggi vi propongo l'ultima recensione del mese di gennaio, direi che ne ho recuperate un bel po', anche se la luce alla fine del tunnel è ancora moooolto lontana purtroppo. Oggi vi parlerò di Ogni giorno di David Levithan, libro che ho letto agli inizi del mese di aprile (oh signore, come sono indietro ancora °_°)


Trama: Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattr'ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s'innamora a sua volta dell'anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge...


Rating:

Recensione:
Cover UK
Inutile dire che questo libro mi ha ispirato subito per la sua originalità, l'idea avuta dall'autore mi incuriosiva da impazzire, poi però ho aspettato un bel po' prima di leggerlo, non so neanch'io il motivo preciso.
Ogni giorno racconta la storia di A, un ragazzo che cambia corpo ogni giorno. Ogni mattina si risveglia nel corpo di qualcun altro, sono tutti ragazzi della sua età e sono sempre più o meno vicino al luogo in cui si trova. Ma A non ha mai conosciuto i suoi genitori, ha sempre vissuto una vita così particolare che è difficile comprenderla.
Ogni volta che cambia corpo si attiene a precise regole che si è autoimposto dopo aver commesso degli errori. Ogni giorno conosce genitori nuovi, conoscenti e amici nuovi. Ogni giorno cambia aspetto, può essere maschio o femmina, grasso o magro, bianco o nero; ed ogni mattina al risveglio nella mente automaticamente gli appaiono il nome del corpo in cui si trova e alcune caratteristiche, lo stile di vita e il carattere, ma per capire meglio il suo corpo deve viaggiare nella mente di chi lo ospita, per evitare di commettere errori, perché in un solo giorno può sconvolgere la vita di chi lo ospita. Tutto procede come sempre fino a quando non incontra Rihannon.

Questo libro è veramente uno Young Adult, in tutto e per tutto. E' un libro fatto per gli adolescenti e si capisce da ogni pagina. E' sicuramente originale, ma allo stesso tempo credo sia un'idea difficile da portare avanti nel modo giusto e più chiaro possibile.
Lo stile è molto scorrevole e "colloquiale", sembra quasi che l'autore tramite A, chiacchieri con il lettore che si trova di fronte alle pagine del libro in quel momento.
Il personaggio di A è approfondito in ogni suo aspetto, e il "meccanismo di cambio corpo" piano piano diventa semplice da comprendere e accettare, il lettore si ritrova così , in una vita diversa ogni volta, a contatto con situazioni quotidiane opposte e caratteri differenti, con passato e presente diversi, con scelte giuste o sbagliate.
Cover spagnola
Ma piano piano il protagonista diventa l'amore/ossessione di A verso Rihannon. La prima cosa che non mi è piaciuta è la facilità e velocità con cui lui decide di amare lei, credo di non aver mai letto un colpo di fulmine più fulmineo di questo (scusate il gioco di parole), e questa è una cosa che non ho apprezzato molto, perché anche mettendo in conto la situazione particolare di A, non credo sia possibile innamorarsi così profondamente in modo così veloce e semplice. Ricordo bene i miei "amori" adolescenziali e non erano mai così profondi e totali. In questo credo che l'autore abbia un po' esagerato, creando così un rapporto che sfiora l'assurdo.

Inoltre non ho apprezzato per niente i continui messaggi che l'autore, tramite A, vuole dare al lettore; ecco perché ho detto che questo è un vero e proprio YA, uno YA che non credo sia adatto ad una persona adulta (o per lo meno non ad una quasi trentenne). Qualche consiglio di vita ci sta nei libri, li apprezzo e spesso mi ritrovo a pensare che nonostante l'età adulta, io stessa non seguo questi preziosi consigli; ma in Ogni giorno questi consigli e messaggi sono così continui, esagerati e forzati che dopo un po' mi hanno annoiato a morte. Sono arrivata a pensare che l'autore avrebbe fatto prima a scrivere un "manuale per l'adolescenza", invece che un romanzo. E parlo come accanita lettrice di YA, mi piace molto come genere, ma questo proprio non è riuscito ad emozionarmi.
La storia in sé è interessante e riesce a coinvolgere, ma la mia lettura veniva continuamente interrotta da questi consigli di vita, questo modo di inculcare "frasi fatte" nel lettore mi ha infastidita moltissimo, ecco perché alla fine il mio voto ne ha risentito un bel po'.
Se l'autore si fosse limitato a raccontare la storia di A e Rihannon, il loro amore (seppur esageratamente veloce) e la loro vita particolare, credo che questo romanzo mi sarebbe piaciuto di più; ma con questo continuo voler consigliare e lanciare messaggi tutta la storia ha subito uno stop abbastanza brusco, almeno ai miei occhi.

Cover francese
Un libro che consiglio solo ed esclusivamente agli adolescenti. Riconosco l'originalità dell'idea, lo stile scorrevole e coinvolgente ma non è assolutamente il libro adatto a me, così come non credo sia adatto a qualsiasi altro adulto (e con adulto non intendo solo l'età). Forse non l'ho vissuta molto bene questa lettura perché le mie esperienze me le sono fatte, per le mie esperienze posso considerarmi una quarantenne e questo libro io lo consiglierei massimo ad un ventenne.

Le cover: La cover italiana è praticamente identica a quella originale, cambiano solo i colori ed ovviamente il titolo che per fortuna è stato tradotto in modo fedelissimo. Sicuramente come cover colpisce perché gli elementi sono ben bilanciati e i colori a me piacciono molto. Personalmente preferisco di poco i colori della cover originale che non vi metto come immagine proprio perché è quasi identica.
Mentre la cover UK punta su tutt'altro e riesce alla grande in questo. Bei colori, bel modo di presentare la storia con le figure - suppongo - di A e Rihannon create con le scritte, mi piace moltissimo.
A mio parere anche la cover spagnola è molto bella, in cui vengono rappresentati i molteplici A in diverse forme, ma con quel grande cuore.
Ed infine la cover francese che ancora una volta è inguardabile. Dico ancora una volta perché mi capita spessissimo di trovare cover francesi orrende quando vado alla ricerca delle diverse versioni dei libri. Una cover che con grande fatica poteva anche essere accettabile se non fosse stato per quell'enorme A che stona con tutto il resto.
Classifica finale: cover UK, cover spagnola, cover originale/italiana e cover francese. Ci tengo a precisare che tra la cover originale/italiana e quella francese ci passa un fiume, anzi un oceano.



Bene, anche per oggi abbiamo finito :) Fatemi sapere cosa ne pensate del libro, sicuramente lo avrete letto in tantissimi e fatemi sapere anche i vostri pensieri su recensione e cover, sapete che ci tengo :)
So di essere una voce abbastanza fuori dal coro, perché Ogni giorno è piaciuto a tantissima gente, ecco perché vorrei potermi confrontare in modo sincero con tutti voi :)
Aspetto i commenti, baci e abbracci a tutti *_*

14 commenti:

  1. Capisco quello che intendi. Io l'ho letto appena uscito - quanto avevo, diciott'anni? - e non mi aveva convinto troppo per qualcosa che non so dirti. Forse il finale, boh. Però il tema è bellissimo e alcune riflessioni sull'universalità dell'amore - alcune frasi, ogni tanto, le rileggo - me le ricordo ancora. Delicato, fin troppo, ma perfetto per i giovanissimi, che meritano libri semplici, ma non stupidi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il tema è bello e anche il modo in cui voleva essere affrontato, peccato che secondo me Levithan ha esagerato troppo in un senso. Esatto, è perfetto per i giovani giovani, sicuramente non è stupido anche se troppo "manuale" secondo me xD

      Elimina
  2. Ciao! Io ho letto questo libro qualche mese fa, come te ho trovato la trama originale ma non ho apprezzato il fatto che l'autore si sia intromesso in continuazione con "messaggi di vita", che tra l'altro ho trovato in alcuni casi piuttosto discutibili. Insomma, mi riconosco nella tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, mi fa piacere che ci troviamo d'accordo su come l'autore ha voluto affrontare il suo romanzo. Il mio credo sia un problema proprio con il modo di scrivere di Levithan, perché anche un altro suo libro non mi è piaciuto...

      Elimina
  3. Ciao bella, non conoscevo questo libro o forse ne avevo sentito parlare ma devo averlo rimosso… però anch’io ho decisamente superato l’età per questo genere di libri, e soprattutto se al suo interno ci sono diversi messaggi e consigli forzati credo non avrebbe fatto per me neanche da adolescente ehehehe :-) Ma lo sai che a me la cover francese stavolta non dispiace? -* Si abbassa appena in tempo prima di ricevere un libro in testa da Ale*- :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, ecco anche Ogni giorno è uno di quei libri da cui devi stare alla larga, non è assolutamente per te, lo lanceresti dalla finestra xD
      No, non ti tiro libri in testa, ma in effetti non capisco cosa ti piaccia di quella cover ahahahahah
      Spiegamelo please xD

      Elimina
    2. Mi piacevano i due omini centrali, li trovavo teneri in quel mondo di ombre/altre identità/gente che popola il mondo... va beh, mi ritiro nel mio angolino :-D

      Elimina
  4. Mmm dopo la tua recensione penso che non lo leggerò.. in realtà un po' di tempo fa avevo letto Will ti presento Will e la parte scritta da lui proprio non mi era piaciuta quindi diciamo che già l'avevo un po' scartato come autore. Vediamo, se magari lo trovo usato gli darò una chance ma nuovo no.
    P.S. per il mal di schiena prova a fare un po' di movimento, ad esempio camminate, un po' di nuoto, qualche esercizio yoga.. se no te lo porti fino alla fine della gravidanza.. In bocca al lupo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Laura ci troviamo d'accordo anche su Will ti presento Will, ho pubblicato la recensione qualche mese fa e dopo aver scoperto che parte aveva scritto Levithan ho capito perché il libro mi era piaciuto per metà. Non so, ha un modo troppo pesante per affrontare l'adolescenza, è come se si promuovesse a grande consigliere -.-

      PS: Grazie del consiglio, yoga non fa proprio per me, ma le camminate le faccio ogni giorno portando a spasso il cagnolino :)

      Elimina
  5. Peccato che il libro non ti abbai convinta del tutto >.< io ricordo che l'avevo davvero adorato, finale un po' incerto a parte :3 prima o poi lo rileggerò di sicuro U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Deni, secondo me potrebbe essere uno di quei libri che se lo rileggi troppo adulta potresti non apprezzarlo... ed è un po' la stessa cosa che ho iniziato a pensare dei libri di Green. Credo che si arrivi ad un punto in cui i libri sull'adolescenza fanno fatica a convincere ed entrare nel cuore di noi lettori.

      Elimina
  6. Lo sto leggendo e sono adolescente ma lo sto letteralmente odiando. Posso riconoscere l'originalità della trama e anche il modo di scrivere scorrevole ma non mi sta coinvolgendo per niente. La storia non è bella come la immaginavo e sono rimasta abbastanza delusa. Non lo vendo solo perché è un regalo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, mi fa piacere avere il parere proprio di un'adolescente su questo libro. Anch'io come te ho trovato il tutto molto originale, ma mancava davvero qualcosa.
      Comprerai il nuovo dell'autore?

      Elimina
  7. Lo sto leggendo e sono adolescente ma lo sto letteralmente odiando. Posso riconoscere l'originalità della trama e anche il modo di scrivere scorrevole ma non mi sta coinvolgendo per niente. La storia non è bella come la immaginavo e sono rimasta abbastanza delusa. Non lo vendo solo perché è un regalo.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥