sabato 28 febbraio 2015

Gruppo di Lettura: La linea sottile di Denise Aronica - #3 tappa


Ben ritrovati ragazzi, eccoci di nuovo insieme per parlare del libro della nostra Denise. Sono stata felicissima di leggere commenti così completi e entusiasti come quelli che avete lasciato e sono stata felice di vedere che quasi tutti di voi avete ammesso di non essere riusciti a fermarvi durante la lettura, non rispettando le tappe del GdL, io immaginavo sarebbe andata a finire così :)
Oggi sarà l'ultima tappa del tour, anche se avrei voluto durasse ancora tanto. Come per la puntata scorsa, parleremo insieme dei capitoli letti (e anche se avete finito di leggere questo libro ormai da una decina di giorni, spero verrete a commentare lo stesso) e Denise risponderà a tutte le domande che le avete lasciato tramite il form che ho postato nelle tappe precedenti.
Bene, non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo subito a parlare dei capitoli dal 13° fino all'epilogo :)


Come per la prima parte del libro, questa seconda parte mantiene un ritmo serrato e una scorrevolezza unici. Gli eventi si susseguono quasi senza lasciare respiro e in questa seconda parte i colpi di scena aumentano a dismisura, alcuni dei quali mi hanno lasciato a bocca aperta nonostante la mia fosse una rilettura.
Ora che la famiglia è riunita si potrebbe pensare di vivere un po' di pace, invece no. Beth e Joe hanno il pensiero fisso dell'estrattrice, hanno paura che possa succedere qualcosa e le loro paure verranno accontentate in quanto l'estrattrice farà una bella visitina a casa loro e si rivelerà essere un alter-ego della madre dei ragazzi, a cui la piccola Amy non riuscirà a resistere. E nel corso della storia scopriremo che Amy e questa "mamma alternativa" hanno stretto una specie di legame, che porta disastro invece che amore.
Ma la nostra Beth, non contenta della sua vita già abbastanza incasinata, cosa fa? Ovviamente in un attimo di debolezza decide di andare a vedere in una realtà alternativa come sarebbe se Peter fosse ancora vivo (e qui io e Deni vi avevamo fatto spoiler, ma in realtà è un bel colpo di scena secondo me xD), scopre questo Peter alternativo e ci esce insieme..... CI ESCE INSIEME!!!! Vanno al pub, si incontrano a casa di lui. Beth, porca miseria, ma cosa mi combini??? Ed altrettanto ovviamente, i Custodi si accorgono di queste continue incursioni di Beth, si accorgono che ha dei contatti ripetuti con una realtà alternativa e decidono di intervenire. Così "rapiscono" l'altro Peter (come lo chiama lei) e lasciano un messaggino sotto la porta di casa.
Ah, ma nel frattempo mi sono dimenticata di dirvi che la famiglia per cercare di sfuggire alla grinfie dell'Estrattrice decide di andare a stare per un po' nella realtà alternativa che Beth ha già visitato e dove il loro nonno è ancora vivo e vegeto. In questi momenti scopriremo un po' meglio la storia di Joe e vedremo una Amy sempre più arrabbiata e chiusa in sé stessa.
Tornando a noi, Beth trova il foglio e con l'aiuto dell'inestimabile Charlie decide di correre subito ad avvisare Joe per fare qualcosa, per salvare il suo nuovo Peter. Ah, ma c'è un altro "frattempo"... ecco il nostro Peter fantasma decide di andarsene, dopo aver dichiarato in modo struggente e strappalacrime il suo amore, svanisce e lascia Beth in una crisi isterica e noi con le lacrimucce agli occhi.
Bene, per concludere (e lo facciamo col botto, figurati se Denise si è rilassata un po' nel finale xD) Beth torna da Joe ed Amy, decidono di tornare nella loro realtà per risolvere la questione. E per farlo vogliono lasciare Amy con Charlie per poter essere liberi di agire. Peccato che la piccola Amy si è tenuta in contatto con la "mamma-alternativa" e in men che non si dica ritroviamo la nostra Charlie in un lago di sangue, ed Amy tra le braccia della mamma-bastarda che vuole portarla via attraverso lo specchio e chissà in quale realtà.
Il libro finisce con il funerale di Charlie e con la voglia giustificabile di Beth di riportarla in vita, proprio come fanno gli estrattori.
Cosa succederà dopo? Io ormai mi sto mangiando il fegato nell'attesa del volume conclusivo, dunque Denise in modo molto gentile ti dico: SBRIGATI xD

Mi sono dilungata di più che nella prima parte, e vi chiedo scusa, spero di non aver annoiato nessuno di voi, ma mi sono sentita di parlarvene così ed è venuto fuori un piccolo papiro. Sorry!!
Ora lascio la parola a voi e a Denise, con le vostre domande e le sue risposte :)
Ah, può essere che in molto piccolo (e tra parentesi) lascerò qualche mio commento alle domande fatte o alle risposte che da Denise xD


- Quando uscirà il seguito? (Potrei amare la persona che ha posto questa domanda)
Se tutto va come previsto, dovrei riuscire a pubblicare Oltre la linea entro la fine dell'anno, mi auguro per l'autunno, ma non faccio promesse. Entro il 2015 sarà vostro, di più non mi sbilancio. Intanto comunque pubblicherò un nuovo romanzo, sempre per ragazzi, ma di genere diverso, questa primavera. Dunque se avete un po' di fiducia nelle mie capacità, in attesa di Oltre la linea, potete ingannare il tempo leggendo quest'altro libro. (Deniseeeeeee e tu ci riveli l'uscita del tuo nuovo romanzo così, senza dirci altro? °___°)

- Mi piacerebbe farti qualche domanda sull'auto-pubblicazione. In realtà mi piacerebbe proprio sapere come si fa, quali siti si utilizzano, come funziona l'acquisto dell'immagine di copertina. Un po' tutto insomma. Mi rendo conto che ci vuole molto a raccontare tutto ma spero che, quando avrai tempo, potrai rispondere alla mia curiosità. Grazie mille, Roby.
Roby, grazie mille per questa domanda! Allora in realtà autopubblicarsi non è affatto difficile di per sé. Io personalmente con La linea sottile mi sono avvalsa del servizio offerto da Amazon, Kindle Direct Publishing e l'ho trovato molto facile e intuitivo da utilizzare. Una volta iscritti al sito, si possono inserire tutte le info relative al proprio romanzo e si possono caricare copertina ed ebook. Amazon provvede anche a fornire una breve guida riguardo all'impaginazione, dunque non ci si può sbagliare.
Per quanto riguarda invece l'acquisto delle immagini di copertina esistono dei siti di immagini stock (Shutterstock, Fotolia, etc) dove è possibile acquistarne a pochi euro. Se posso però, relativamente a questo discorso, mi permetto di dare un consiglio a tutti gli autori esordienti e non che scelgono questa strada: chiedete a dei grafici, loro sapranno cosa fare.
Roby detto questo, se hai altre curiosità, sentiti libera di contattarmi via mail e di farmi altre domande. (La disponibilità di Denise credo che sia meravigliosa, ora però non invadetele la mail con miliardi di domande xD. Se siete molto curiosi riguardo a questo argomento e avete consigli da chiedere, forse potrebbe accontentarvi tutti facendo un post sul suo blog di autrice dando consigli mirati, cosa ne dite? E cosa ne dici Denise, visto che questa idea mi è venuta così sul momento xD)

- Come ti è venuta l'ispirazione per questo romanzo?
L'ispirazione mi è venuta in parte guardando Supernatural. Stagione dopo stagione del telefilm, ho sempre pensato che sarebbe stato fantastico leggere dei libri che rispecchiassero l'atmosfera che c'era del romanzo, così ho iniziato a fantasticare su due amiche alla prese con indagini "paranormali". Non volevo però ricadere nel banale o ispirarmi troppo al telefilm e mandarle a caccia di demoni, vampiri eccetera, così quando un giorno alla tv per caso ho visto un documentario che parlava di universi paralleli, ho subito colto la palla al balzo e ho sviluppato trama e personaggi basandomi su una delle teorie riguardo il multiverso di cui avevo sentito parlare. Ho ancora gli appunti che presi guardando il documentario da qualche parte. (Deni, sai che sarebbe bellissimo vedere quegli appunti? Tipo cimelio *__*)

- Per quanto tempo hai scritto prima di pubblicare?
Non è per niente semplice rispondere a questa domanda, in quanto per me la stesura del romanzo è stata piuttosto ostica. Avevo iniziato a scrivere circa tre o quattro anni fa, poi però, non avendo le idee chiare, avevo messo da parte il progetto. Tuttavia, di tanto in tanto continuavo a pensarci e a non darmi pace perché desideravo tantissimo completarlo e portarlo a termine. Un giorno poi, un paio d'anni fa, ho scovato un forum - il Writer's dream - che si rivolgeva a tutti gli aspiranti scrittori e mi sono ritrovata a domandare consigli, sperando che qualcuno potesse illuminarmi. Lì c'è stata una persona che mi ha aperto gli occhi. Mi ha detto una cosa del genere "Ma se ti è chiaro il modo in cui la storia inizia, e il modo in cui finisce, allora dovresti essere tranquillamente in grado di capire come arrivare dal punto A al punto B". Al che ho deciso di creare una sorta di scaletta che mi facesse da guida per tutta la storia, dall'inizio alla fine, e sono riuscita a completare il romanzo e adesso utilizzo sempre questo metodo quando inizio a lavorare su una storia nuova. Direi comunque che, non tenendo conto del tempo in cui avevo messo tutto da parte, ho impiegato cinque mesi circa a completare la prima stesura, poi ovviamente ci sono state le varie revisioni, ma quello resta un po' un discorso a sé.

- Credi che sarebbe stato diverso "La linea sottile" se tu non avessi mai guardato "Supernatural"?
Come dicevo nella risposta alla domanda riguardo a cosa mi avesse ispirato nell'ideazione della storia, Supernatural ha di certo avuto il suo ruolo, però fondamentalmente a dare il contributo più grande è stato il documentario sugli universi paralleli. Immagino che se non fossi stata una fan del telefilm le cose sarebbero state sicuramente diverse, quanto diverse non sono capace di dirlo, mi piace pensare che la sostanza della storia sarebbe rimasta invariata, ma non potrei metterci la mano sul fuoco.(Questa era la mia domandina xD)

- Okay, forse questa è una domanda stupida e un po' personale ma sono curiosa. Hai mai avuto un amico immaginario a cui ti sei ispirata o è un'idea che non c'entra niente con la tua vita personale? Non devi rispondere per forza ovviamente.
Rispondo molto volentieri invece! Mi piacerebbe poter dire che sì, Peter è ispirato a un "vero" amico immaginario e mi piacerebbe poter raccontare storie su storie a riguardo, eppure non posso, perché purtroppo un amico immaginario non ce l'ho mai avuto. Ho ideato la figura di Peter essenzialmente perché ero molto attratta dall'idea di dar vita a un amore impossibile e senza speranza. (Domanda bellissima *__*)



Bene ragazzi direi che abbiamo finito *si asciuga una lacrimuccia*, anche se avrei voluto continuare ancora e ancora. Sono stata felicissima di questo GdL, perché sebbene corto è stato ricco e voi siete stati molto presenti e entusiasti e vi assicuro che per chi organizza è sempre meraviglioso e appagante e non oso immaginare la felicità di Denise nel vedere che, nonostante sia già passato un bel po' di tempo dalla pubblicazione, così tante persone sono state interessate alla lettura del suo romanzo.
Ora non ci resta che aspettare la pubblicazione di "Oltre la linea" e di seguire l'evolversi di questa nuova storia per ragazzi di cui Denise ci ha accennato.
Io ringrazio Denise per essere stata così disponibile, la adoro. E ringrazio ognuno di voi per la partecipazione, l'entusiasmo e la voglia di leggere, siete fantastici!

14 commenti:

  1. Ci tenevo anche io a ringraziare, oltre a te Ale che hai ospitato il tutto e diretto le cose benissimo, tutte le persone che hanno partecipato al gruppo di lettura! Grazie davvero di cuore per aver deciso di darmi questa possibilità ♥ ho letto tutti i vostri commenti ed è stato proprio un piacere sentire le vostre opinioni nel dettaglio! Vi mando un abbraccio virtuale :)

    RispondiElimina
  2. Quest'ultima parte è stata fantastica! E mi ha fatta anche soffrire a causa dei "due Peter" che ho adorato (io sono fan del Peter fantasma) :) Anche se quello vivo è...come dire mooolto reale :)
    Il libro mi è piaicuto tantissimo e non vedo l'ora di leggere il seguito e soprattutto la nuova opera di Denise che uscirà questa primavera!
    Devo dire che nonostante esca fuori solo negli ultimi capitoli, sono rimasta davvero incuriosita da questo Xander...che ruolo avrà nel prossimo libro? Sarà un personaggio importante?
    Sono davvero felice che Denise sia riuscita a realizzare il suo sogno di scrivere e creare storie, è una cosa bellissima *__* Davvero brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Eliza :D sono contenta che Xander ti abbia incuriosita perché sarà un personaggio molto importante nel seguito :)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Confermo tutto quello che ho detto nella prima tappa del gdl :) Questo libro mi è piaciuto molto.. il finale mi ha shockata D: Non mi aspettavo Charlie facesse questa fine! E ho paura di come Beth reagirà nel prossimo libro... non vedo l'ora di leggerlo! Molto probabilmente leggerò anche il nuovo libro di Denise ^^ Perché mi piace molto il modo semplice e scorrevole in cui scrive, e anche come ha descritto i legami tra i personaggi che sembrano reali :) Davvero complimenti!
    Se volete saperne di più sul mio parere ho anche scritto una recensione ;-)
    PS. grazie di aver risposto alla mia domanda sull'amico immaginario, non me l'aspettavo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pamy, sono andata a leggere e commentare :) sei stata carinissima!

      Elimina
  5. Ho amato molto questa seconda parte del libro, davvero piena di colpi di scena e di adrenalina!
    Non vedo l'ora di leggere il seguito per scoprire il destino di tutti i protagonisti visto che mi dispiace molto in particolare per Charlie e spero che in qualche modo Beth riesca a farla tornare, non vorrei veramente che per lei finisse così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giorgia! Non temere, avrete modo di rivedere Charlie :) come non lo svelo, ma non è troppo difficile da ipotizzare :D

      Elimina
  6. Vado un po' controcorrente ma questa seconda parte l'ho trovata troppo piena di colpi di scena. Erano così tanti che non si aveva il tempo di realizzare cosa succedeva che subito accadeva qualcos'altro. Questo ha reso la lettura estremamente adrenalinica e scorrevole però, forse, bisognava aumentare un po' le pagine per poter spiegare meglio i fatti. Non so, ho avuto questa sensazione di "troppo", del tipo "fermiamoci un attimo e capiamo cosa sta succedendo".

    Una cosa che mi ha proprio fatto innervosire è il fatto che il Peter fantasma, a un certo punto, prende e se ne va. Così, per non far soffrire Beth. Cioè non mi è sembrato il momento adatto con tutti i casini che stavano succedendo nella vita di questa poveretta, poteva almeno aiutarla e poi alla fine andarsene, o no? Mannaggia Peter!!
    La parte in cui lei andava dall'altro Peter mi è piaciuta molto, immaginavo lo avesse fatto. Insomma se si possiede un potere del genere anch'io me ne infischierei dei Custodi!
    Il finale mi ha spiazzata. Della serie "ma va non è morta davvero ora la portano all'ospedale!" e invece!! Charlie era un ottimo personaggio che poteva dare tanto alla storia, eppure sono convinta che tornerà sotto forma di fantasma o che comunque la incontreremo ancora in realtà alternative^^

    In conclusione, La linea sottile è un ottimo romanzo d'esordio. Non è perfetto ma si legge volentieri e tutto d'un fiato. La storia è piacevole e i personaggi sono originali ma andrebbero scoperti un po' più a fondo per poterli apprezzare appieno. Per far emergere i loro sentimenti con potenza e sopraffare il lettore.

    E auguro a Denise di continuare per questa strada, inseguire sempre i propri sogni e crederci, crescere e migliorarsi, accettare i consigli e sopportare le critiche ma soprattutto di rimanere se stessa. In costante ricerca ma ancorata alla propria essenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Laura, sia per il tuo parere, sia per i consigli - di cui sicuramente farò tesoro - che per il sostegno e i buoni auguri :)

      Elimina
  7. Eccomi anche me :-D voglio rinnovare i mie complimenti a Denise per questo romanzo d'esordio davvero ben scritto e coinvolgente. Quando è morta Charlie ci sono rimasta malissimo, avrei voluto avere tempo per conoscerla meglio perché, se la simpatia nel confronti di Beth era scattata subito, per apprezzare Charlie mi ci era voluto un po' di più... e proprio quando cominciava a piacermi ha fatto quella brutta fine :-( comunque anch'io come Laura spero di ritrovarla in qualche modo nel seguito, che non vedo l'ora di leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi assicuro che in qualche modo ritroverete Charlie :)
      Grazie mille per i complimenti Nadia :D sono contenta che ti sia piaciuto!

      Elimina
  8. Eccomi, ci sono anche io!!! Ho finito di leggere il libro da poco e anche io non vedo l'ora di sapere come finirà! Per ora mi è piaciuto molto, pieno di colpi di scena e soprattutto scorrevolissimo! davvero brava Denise!!! Peccato però che hai scelto di far morire Charlie! Nel secondo libro spero di saperne di più su Joe che non mi convince molto... e anche su Amy che invece ho trovato molto interessante! Vedremo! Un abbraccio a tutti! Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Joe potrete saperne di più quando metterò online la novella - disponibile solo nelle versioni cartacee speciali che si potevano acquistare all'uscita del romanzo - che lo riguarda :)
      Un abbraccio a te e grazie del supporto, son contenta di sentire che il libro è piaciuto anche a te!

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥