venerdì 17 aprile 2015

"Champion" di Marie Lu

Buongiorno ragazzi e ben ritrovati, ieri sera ho trovato del tempo e sono riuscita a rispondere a tutti i commenti che avevate lasciato, vedo che la rubrica Shopping Books continua ad essere quella più apprezzata e quella che riceve più commenti, spero di riuscire a raggiungere questi livelli anche con altre rubriche o con le recensioni :)
Detto questo, oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha spezzato il cuore ma che ho amato. Champion di Marie Lu, il libro conclusivo della splendida trilogia di Legend. Sarà una recensione difficile, lunga e instabile, vi ho avvisato!


Trama: Per il bene della Repubblica, June e Day hanno rinunciato all'amore che provano. In cambio, June è tornata nelle grazie dell'elite, mentre Day ha raggiunto i vertici della gerarchia militare. Purtroppo è esattamente per il bene della Repubblica che sono chiamati di nuovo a lavorare fianco a fianco. Ma le richieste del nuovo governo non si limitano a questo. June dovrà convincere l'unica persona che ama a sacrificare tutto quello a cui tiene per salvare migliaia di vite sconosciute. Il che significa usare il proprio fascino, non dire tutto, fingere una convinzione che non ha e, quel che è peggio, sapere che Day non saprà rinunciare a fare la cosa giusta, costi quel che costi. Fra colpi di scena e suspense, la trilogia distopica ambientata in un'America divisa fra Colonie e Repubblica arriva al suo gran finale.





Serie "Legend":
#1 Legend (2013) - Legend (2011)
#2 Prodigy (2014) - Prodigy (2013)
#3 Champion (2015) - Champion(2013)

Rating:

Recensione:
Cover spagnola
Come posso parlarvi di questo libro senza lasciarmi andare totalmente alle emozioni? Come posso essere calma e riflessiva nello scrivere una recensione di un libro che mi ha sconvolto e straziato il cuore?
Potrei dirvi che proverò ad essere fredda e “imparziale”, ma so già che non succederà questo. La recensione di Champion dovete prenderla semplicemente come un mio sfogo che tenterà di essere razionale e almeno in parte distaccato.

Ho iniziato la serie della Lu piena di aspettative, ho amato moltissimo i primi due volumi della serie e avevo paura e desiderio per questo capitolo conclusivo. Come sempre c'era quel misto di “non voglio che finisca” e “non vedo l'ora di sapere cosa succede”; oppure “cosa avrà combinato l'autrice, mi farà soffrire? Ho paura” e “devo sapere ogni cosa a costo di piangere e disperarmi”.... ecco, questo è stato il mio stato d'animo per tutti questi mesi che ho aspettato l'uscita di Champion, poi una volta iniziato ogni attenzione e emozione è stata catturata dalle pagine stampate.

Se lo stile dell'autrice era leggermente freddo nel primo volume della serie, qui ci troviamo di fronte a qualcosa di estremamente passionale e straziante, con la capacità di entrare nelle ossa e devastare il lettore. La Lu è maturata, ha dato il meglio di sé e si percepisce in ogni riga del libro. Lo stile è sempre stato molto fluido e coinvolgente, ma in Champion ogni momento sembra essere perfetto. Dalle scene descrittive delle ambientazioni, molto particolareggiate e originali, alle scene di azione, scattanti e veloci; dalle scene riflessive ed emotive, straziano il cuore per la loro profondità e per la miriade di sensazioni in grado di scatenare, ai dialoghi che sono splendidi, molto realistici e sempre in linea con tutti i personaggi. Insomma non posso assolutamente dire niente, l'unico minuscolo difetto (che poi difetto non è) che mi ha leggermente infastidito, sono state le tante parti messe tra parentesi, che sarebbero poi alcuni pensieri di June, sono davvero troppe e capisco che il suo cervello deve analizzare, ma queste analisi potevano essere benissimo messe nell'interno contesto senza usare le parentesi.

Cover tedesca
Che dire dei personaggi principali? MERAVIGLIOSI. Ho amato Day, è un personaggio così complesso, così ricco di sfaccettature, che ogni pagina è una scoperta sempre più interessante. La sua forza, il suo rimorso, i suoi sensi di colpa, la sua amarezza, le sue responsabilità, la sua passione... ogni cosa di questo personaggio è ben bilanciata, creando così uno dei migliori personaggi maschili YA, a mio parere. Ci sono state alcune scene in cui mi sarei strappata il cuore per donarlo a lui, la sua purezza insieme alla sua determinazione sono un qualcosa di unico ed estremamente coinvolgente. Il personaggio di Day è in grado di avvolgere il lettore e di penetrargli piano piano sottopelle.
Passiamo alla parte femminile, ovvero June. Anche lei ho continuato ad adorarla, mi piace il modo in cui rimane fedele a sé stessa ma allo stesso tempo ha i tipici dubbi da ragazza che sta maturando, perché prima di ogni cosa June è una ragazza di 17 anni. Questo equilibrio tra eroina e ragazza “normale” crea un mix strepitoso. June è onesta e leale, sempre. E' coraggiosa, ma è anche piena di paure. Prova sentimenti molto forti che si contrappongono ai suoi dubbi e ai suoi sensi di colpa. Anche lei è uno di quei personaggi in grado di farsi amare piano piano, mostrando tante piccole parti di sé che appassioneranno il lettore fino alla fine.
L'ultimo personaggio principale è Anden. Ho amato anche lui, molto meno di Day (non ci posso fare niente, mi ha rubato il cuore), ma è un personaggio riuscitissimo. Riesce a trasmettere tutto il peso che ha sulle proprie spalle, tantissime volte mi sentivo così presa da lui che mi sembrava di poter guardare nei suoi occhi così coraggiosi, terrorizzati, forti, paurosi, passionali, educati, sopraffatti e terrorizzati. Anche Anden, come Day e June, è un personaggio da scoprire piano piano, che si mostrerà a piccole dosi, ma in grado di rubare il cuore proprio come gli altri due.
Menzione d'onore per il piccolo, dolcissimo Eden. Mi ha fatto tanta pena in tanti momenti, nonostante mostri più volte la sua forza, così come la sua fragilità di bambino, ma l'ho trovato un personaggio molto riuscito e il rapporto tra lui e Day è riportato in modo molto realistico, sincero e profondo. Ci sono alcune scene tra loro due che emozionano fino alle lacrime.
Cover polacca
Ma il rapporto tra June e Day è imbattibile. Credo sia una delle coppie che più adoro di tutti i libri che ho letto. Il loro amore è così sofferto, così difficile. Se il sentimento che li unisce è puro, intorno a loro c'è tanta sporcizia che rischia di intaccare il loro amore. Il modo in cui loro vivono questo sentimento è straziante, perché anche in questo caso si contrappongono la forza e la purezza del sentimento con l'esterno complicato, difficile e corrotto. Ho amato ogni loro momento insieme, mi hanno emozionato all'inverosimile, mi hanno fatto piangere e sorridere. Mi hanno fatto provare speranza e mi ha portato quasi ad arrendermi. Un rapporto sincero, complesso, genuino, MERAVIGLIOSO.

Le ambientazioni sono splendide. Ho sempre amato molto la Repubblica, la sua parte ricca e i suoi vicoli poveri. In Prodigy abbiamo avuto la possibilità di conoscere le Colonie, mentre in Champion l'autrice ci porta a fare un viaggio nella super-tecnologica Antartide. L'ho trovata un'ambientazione così originale sia nell'aspetto che nella vera e propria costruzione e modo di vivere, che la vedrei benissimo come la protagonista di un altro libro. Credo sarebbe un'ambientazione adattissima per un distopico mozzafiato.

Marie Lu si è superata, ha creato questo finale strappalacrime, che distrugge e strazia e poi riempie di speranza. Ma in generale, tutto il libro è assolutamente da leggere. Questa trilogia è stata una delle letture più originali degli ultimi anni ed è migliorata di libro in libro. Non oso immaginare cosa potrebbe creare la Lu se continua a scrivere storie così splendide. Infatti vorrei poter leggere ogni suo libro, perché mi ha davvero soddisfatto in ogni sua parte.
Cover indonesiana
Purtroppo questa recensione non è sintetica e non sono nemmeno molto contenta, perché avrei voluto scrivere miliardi di altre cose, ma come mi capita spesso, quando un libro mi entra nel cuore è lì che rimane ed è difficilissimo riuscire a parlarne riuscendo a farmi capire e a parlare di tutto quello che vorrei.
Mi dispiace, rimane il fatto che ognuno di voi dovrebbe leggere Champion, anzi dovreste leggere tutta la trilogia di Marie Lu.

Cover: La copertina italiana è come quella originale, niente è stato cambiato, per fortuna. E non si può assolutamente dire niente, in linea con lo stile delle altre due, è perfetta. Non saprei immaginarmi questi libri con altre cover se non queste. Per tantissime edizioni è rimasta la cover originale, le poche che hanno cambiato le trovate tutte qui, davvero poche.
La cover spagnola è ORRENDA. A parte i colori non riesco a salvare niente, sia il ragazzo che sembra lì per caso e sembra non c'entri niente, sia il simbolo che brilla nel cielo, manco dovessimo chiamare Batman -.-
Anche la cover tedesca proprio non mi soddisfa. E' già più guardabile dell'altra,ma di pochissimo. Quel viola con l'oro sono un pugno in un occhio, inoltre lo sfondo sembra una carta da parati vecchia e orribile e non capisco perché mettono più in grosso il titolo della trilogia, invece che il titolo del libro.
La cover polacca mi piace molto di più, mi piace come abbiano preso il fiore della cover originale e lo abbiano usato come meglio credevano, il risultato è davvero carino e attira gli sguardi.
Ed infine la cover indonesiana, un'accozzaglia di elementi a mio parere, a parte i bellissimi colori usati, del resto non mi convince niente. E' vero che hanno voluto riprendere la storia usando quello sfondo, ma non ci siamo proprio. Credo si potesse lavorare molto meglio su tutti gli elementi che compongono questa cover per riuscire a renderla almeno guardabile ed equilibrata.
Classifica finale: cover originale/italiana, cover polacca, cover tedesca, cover spagnola, cover indonesiana.



Per gradire e mantenere le aspettative, mi sono dilungata a parlarvi anche delle cover, come se la recensione non fosse già abbastanza chilometrica. A parte tutto, mi scuso sul serio, vorrei riuscire ad essere più breve, ma quando parlo di libri del genere proprio non ce la faccio.
Ora smetto di scrivere tanto ormai a questo punto non ci è arrivato nessuno di voi. Spero solo di ricevere un po' di commenti per potermi confrontare con voi, sia con chi lo ha letto (se fate spoiler nei commenti segnalatelo per favore), sia con chi vuole leggerlo e ancora non è riuscito.

15 commenti:

  1. Ciao! Ti ho nominato nella LIEBSTER BLOG AWARD!
    ecco qui il link :
    http://alealisssia.blogspot.it/2015/04/liebster-blog-award.html
    Spero ti faccia piacere :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già venuta a ringraziarti sul blog e lo faccio anche qui.
      Sei stata carinissima, grazie ^_^

      Elimina
  2. Come sai anche io l'ho amato tanto. Non ero particolarmente convinta dei primi due libri, mi avevano lasciata un po' fredda e indifferente, ma questo finale mi è piaciuto tantissimo. SPOILER: Se nel primo libro l'autrice aveva affrettato troppo le cose, facendo quasi innamorare questi due personaggi che neanche si conoscevano, alla fine li ha lasciati crescere, maturare, cambiare.. se ripenso a quelle ultime 20 pagine mi sento ancora male ç_ç che ansia!
    Anche io ho apprezzato l'ambientazione e anche i colori che questi libri trasmettono.. se penso alla festa per Anden ancora immagino June di rosso vestita.. meravigliosa.. Bello bello, un'ottima trilogia che non si perde tra le pagine, ma cresce insieme ai suoi protagonisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sono piaciuti tutti molto, ma credo che ci sia stato un continuo crescendo, fino ad arrivare a Champion che è praticamente perfetto, almeno per me.
      Sì è vero, il colpo di fulmine era una cosa abbastanza banale e scontata, ma si è sicuramente ripresa riuscendo a creare una storia d'amore molto realistica e sempre più profonda ed emozionante.
      Hai ragione, hanno scene e ambientazioni descritte in modo molto vivido.

      Elimina
  3. Io lo sto leggendo adesso e mi si è spezzato il cuore solo al pensiero che questo è l'ultimo libro e che non leggerò più nuove avventure su June & Day :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Jessica, ti capisco benissimo. Io sono così coinvolta da questa storia che ogni tanto mi fermo a pensare che potrei comprare la graphic novel, giusto per poter godere ancora della storia anche se in modo diverso.

      Elimina
  4. Stai tranquilla Ale, a noi piacciono le tue recensioni kilometriche! Come sai ancora non ho letto Champion ma conto di farlo prossimamente, adesso che ho letto la tua recensione credo che passerà davanti a tanti altri :-p Per quanto riguarda le cover, sono assolutamente d’accordo con te stavolta: quella spagnola e quella indonesiana sono tremende anche ai miei occhi :-) p.s: faccio un micro weekendino fuori porta, ci rileggiamo lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nadia tesoro, per fortuna che ci sei tu a rassicurarmi xD Non credo le recensioni chilometriche siano il massimo, però non posso proprio farci niente... già non sono svelta nelle mie solite recensioni, figurati quando ci sono queste situazioni °_°
      Non vedo l'ora di scoprire cosa ne pensi di Champion, fai bene a leggerlo subito, perché non puoi proprio perderti questa storia meravigliosa.
      Tesoro, sono felicissima di sapere che hai fatto il weekendino fuori porta, come vedi, io sono arrivata tardi nella risposta e ormai sarai già bella che tornata xD

      Elimina
  5. Niente male la cover spagnola!
    Ho adorato questa trilogia, ma quel finale.. non ce la faccio, non mi è piaciuto :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frannie, sul serio non ti è piaciuto il finale? Come mai? Ti aspettavi qualcosa di diverso, oppure proprio non è riuscito a emozionarti?

      Elimina
  6. Ciao Aleee!!! Ho pauraaaa per questo libro!!! Ancora di più dopo aver letto questa tua frase introduttiva: "oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha spezzato il cuore ma che ho amato." E qui mi sono fermata, senza leggere neanche una riga della recensione.. Ho ordinato il libro l'altro giorno e ormai dovrebbe arrivarmi lunedì ma ho davvero paura di iniziarlo. Allo stesso tempo però non vedo l'ora! I primi due mi erano piaciuti moltissimo. Secondo te dovrei rileggermi Prodigy prima? Ci sto ragionando già da un po' e sono ancora molto indecisa se passare direttamente a questo o se rileggere prima l'altro (che ho letto esattamente un anno fa) e scriverci anche la recensione che non avevo avuto cuore di buttar giù =/ Te che dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, fai proprio bene ad aver paura. Secondo me la Lu si è realmente superata, ma la storia è straziante nonostante sia stupenda. Preparati!
      Guarda, io non ho avuto grossi problemi a ritrovarmi subito nella storia, se ricordo bene ho letto Prodigy un po' dopo di te, ma non credo avrai problemi a ricordarti tutto.
      Però se non hai scritto la recensione potresti davvero leggerli uno di seguito all'altro, così prendi due piccioni con una fava ;)

      Elimina
  7. E' difficile commentare Champion, soprattutto senza fare spoiler.
    Sarà perché ho letto la trilogia in una settimana, ma arrivata alla fine ne volevo ancora e ancora. Un finale perfetto per questa storia, molto giusto... anche se una parte di me vorrebbe fare i capricci come una bambina per la mancata soddisfazione totale di quello che desideravo (anche se un finale diverso forse l'avrei detestato, ho trovato la sua scelta forse un po' troppo facile).
    Comunque, finale combattuto e qualche ingenuità qui e là (magari fatta anche per semplificare), ho adorato questa serie e certamente resterà nel mio cuore per molto tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco bene la tua parte capricciosa, ci troviamo nella stessa situazione. Una piccola parte di me avrebbe voluto un finale tutto rose e fiori, poi ripensando a tutta la storia e a quello che hanno passato i due protagonisti, credo che questo finale sia giusto per loro e per le loro speranze.

      Elimina
  8. Questo tuo papiro in pratica è la versione "allungata" di quello che ho scritto io, perché la penso esattamente così, parola per parola e punto per punto.
    Credo che la faccenda Metias/Thomas sia una delle cose più cattive che io abbia mai letto in vita mia e a cui un autore potesse mai pensare. c.c Non mi riprenderò mai e poi mai. MAI.

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥