lunedì 25 maggio 2015

"Resta anche domani" di Gayle Forman

Buongiorno splendori e buon lunedì. Come avete passato il weekend? Spero nel migliore dei modi. Io mi sono rilassata e ho cazzeggiato un po' (ormai faccio solo questo xD). Oggi per iniziare la settimana ho deciso di pubblicarvi una delle innumerevoli recensioni in arretrato che continuano a tenere in ostaggio il mio computer ç___ç
Vi parlo di Resta anche domani di Gayle Forman, primo libro della duologia, che ho letto verso metà aprile del 2014. Come vedete dalla cover, ho deciso di presentarvi l'edizione che ho io, cioè la prima portata in Italia dalla Mondadori, poi ripubblicata con una nuova veste in onore del film tratto dal romanzo.

Trama: Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?




Serie "If I Stay":
#1 Resta anche domani (2009) - If I Stay (2009)
#2 Resta sempre qui (2014) - Where she went (2011)

Rating:

Recensione:
Possiedo questo libro davvero da tanto tempo, sinceramente non ricordo neanche più quando ho deciso di comprarlo. Ne ho sempre sentito parlare bene e la storia mi incuriosiva... come molti di voi ormai sapranno, sono una grande amante delle storie drammatiche e "strappalacrime" e questo libro non faceva differenza, mi attirava a sé in modo molto forte. Poi sempre per i soliti motivi sconosciuti, ho lasciato che prendesse polvere nella mia libreria, fino a quando non ho sentito il bisogno e la voglia di leggerlo.
Resta anche domani parla della vita di Mia, una ragazza con una grande passione per la musica, più precisamente per il violoncello. Una ragazza con una famiglia meravigliosa, anche se completamente diversa da lei. Una ragazza che si sente amata da un ragazzo che non avrebbe mai pensato potesse considerarla. Una ragazza con una migliore amica che tutti hanno sempre considerato tale, anche se le due all'inizio non potevano vedersi né sopportarsi. Una ragazza con un futuro promettente, con tutto quello che potrebbe desiderare chiunque. Amore, affetto, passione, rispetto e obiettivi.
Ma come sappiamo bene, anche le persone più fortunate possono trovarsi di fronte ad un destino crudele e quello che colpisce Mia improvvisamente è uno dei più crudeli in assoluto. A causa di un incidente in macchina perde i suoi genitori e il suo amato fratellino e lei si ritrova ad assistere "esternamente" alla sua lotta per la vita o per la morte.

Questo è un libro molto semplice, ma proprio per questo ricco di sentimenti forti e comprensibili per chiunque. L'autrice è stata bravissima a rendere tutta la storia realistica, scorrevole e coinvolgente. E' riuscita a farci conoscere un personaggio molto simile a chiunque di noi; perché nonostante Mia possa considerarsi fortunata, ha sempre un sentore strano, quello di sentirsi fuori posto, di sentirsi incompresa e inadeguata... e a chi di noi non è capitato di vivere una situazione simile?
Attraverso l'incidente di Mia, noi lettori impariamo a conoscere la sua vita, il suo passato, i suoi desideri e tutto quello che la circonda. Impariamo ad affezionarci a lei, ai suoi "pazzi" genitori, al suo dolcissimo e frizzante fratellino, alla sua forte e intraprendente migliore amica, al suo incredibile e innamorato fidanzato. Ognuno di loro entra a far parte del nostro cuore e ci scatena fortissime emozioni.
Lo stile scorrevole rende questo libro realmente adatto agli adolescenti, perché affronta temi difficili in modo molto reale e semplice; ma è in grado di sconvolgere anche un adulto (come me) proprio per la semplicità e onestà dei sentimenti che riesce ad accendere nel cuore dei lettori di tutte le età.
Ho sofferto, ho sorriso, ho sperato, mi sono arrabbiata, ho pianto, ho gridato silenziosamente... tutte queste cose me le ha provocate il racconto di Mia, della sua vita, della sua lotta, del suo sentirsi fragile, della sua voglia di poter scegliere senza condannare nessuno ad una tristezza infinita.
Sono rimasta piacevolmente colpita dal modo in cui l'autrice ci ha presentato i vari rapporti tra i personaggi, come è riuscita a renderli sempre più profondi e delineati; potrebbero sembrare rapporti banali, in realtà secondo me, rispecchiano alla perfezione la vita reale, il modo in cui abbiamo di rapportarci ai nostri amici, alla nostra famiglia e ai nostri amori; sempre ovviamente vestendo i panni di un adolescente.
Resta anche domani mi ha sconvolta, ma è stata un'avventura meravigliosa che mi porterò nel cuore, un libro semplice che racconta momenti complicati; un libro in grado di emozionare in modo reale e onesto senza l'ausilio di fronzoli o intrighi particolari. Ci mette su carta emozioni, sensazioni e realtà, anche se raccontate attraverso una storia inventata.

COVER

Per questo romanzo ci sono tantissime edizioni con tante cover diverse, io ne ho scelte 4 altrimenti non avrei più finito di parlarvene :)
La prima cover che vedete in alto è quella della prima edizione italiana e anche della prima edizione originale, che non mi dispiace, ma che non riesce a attrarmi nel modo che vorrei, è delicata è vero, ma niente di più.
Poi in ordine, appena qui sopra, ho messo la seconda edizione della cover originale, molto più adatta e di impatto, a mio parere. Subito dopo la seconda edizione della cover italiana (utilizzata anche per altre edizioni straniere)  usata proprio in onore dell'uscita del film, la cover mi piace e mi piace il modo in cui quei riquadri parlano del libro ancora prima di aprirlo. Poi potete vedere la cover tedesca, che come colori mi piace da morire, ma che in realtà non mi stramette molto altro. Ed infine la cover dell'edizione ceca che decide di puntare sulla passione della protagonista, la trovo delicata e adatta, ma ha qualcosa nella sua realizzazione che non mi convince.
Classifica finale: cover originale, cover seconda edizione italiana, cover ceca, cover tedesca, cover prima edizione italiana.


Ed ora tocca a voi. So che lo avete letto in molti e so che i pareri sono decisamente contrastanti su questo romanzo. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Io non sono ancora riuscita a leggere il secondo volume, anche se lo vorrei tanto e soprattutto non ho nemmeno guardato il film (chissà se riuscirò mai).
Spero la recensione vi sia piaciuta e spero avrete tanti spunti per i vostri commenti.
Vi lascio un bacione e ci rileggiamo domani con la nostra Lega dei Lettori *_*

16 commenti:

  1. Ecco, questo è uno di quei libri che non riuscirei a leggere credo… anche se mi hai trasmesso molto bene gli aspetti per i quali dovrei dargli una possibilità io proprio ho un blocco verso le storie così struggenti. È un brutto limite ma per ora è così :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh Nadia, i limiti sono fatti per essere sorpassati, magari un giorno ti sentirai pronta ad accogliere nella tua vita di lettrice anche libri più drammatici e struggenti, di certo se ora il tuo cuore e il tuo istinto ti dicono di lasciar perdere, è meglio dargli ascolto :)

      Elimina
  2. Sono contenta che tu l'abbia apprezzato! A me purtroppo non è piaciuto gran che :/ l'ho trovato troppo breve e troppo freddo, non mi ha praticamente emozionato :c un vero peccato... invece il film l'ho trovato davvero molto carino, mi ha dato tutto quello che il libro non era riuscito a trasmettermi :)
    Per le cover la mia preferita resta quella con la capoccia della tizia piegata :D mi piace troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che peccato, non ricordavo non ti fosse piaciuto, mi dispiace. E cavolo, che brutto che non sei riuscita ad emozionarmi, io per fortuna non ho avuto di questi problemi, ma so bene com'è come sensazione e quanto delude :/
      Beh, siete in tanti a dire che il film è meglio, chissà se prima o poi riuscirò a vederlo xD

      Elimina
  3. Ho preferito di gran lunga il film :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu Ceci? Sì, iniziate ad essere un bel po' ad avere questo stesso pensiero. Dovrò proprio decidermi a vedere anche il film :)

      Elimina
  4. la seconda cover originale è uguale a quella utilizzata per l'edizione italiana de “La ragazza della pioggia“... o.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Franzes, purtroppo le scopiazzature sono all'ordine del giorno (o quasi) tra editori. Purtroppo la Nord ha preso questa cover e l'ha piazzata praticamente identica su un altro libro con una storia completamente diversa.... Che nervoso -.-

      Elimina
  5. Ciao Ale, buona settimana! Io sono tra quelli che ancora non l'hanno letto, le storie strappalacrime non mi sono propriamente congeniali ^^ questo romanzo mi attirava per l'altro argomento portante la musica.
    Una violoncellista e una famiglia di ex punkettoni è piuttosto originale! A parte gli scherzi, non ho visto neanche il film, però la storia mi incuriosisce ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Babi, io sono in stra-ritardo con le risposte, ma posso augurarti buon weekend visto che siamo a venerdì xD
      Sì l'elemento musica è sicuramente trattato in maniera originale e come te, quando nei libri compare la musica in modo più o meno evidente, io ne rimango sempre affascinata.

      Elimina
  6. Anch'io amo le storie drammatiche e sono sempre contenta di trovare qualcuno come me ahaha in ogni caso, non avevo ancora sentito parlare di questo libro.. ma mi hai incuriosito tantissimo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ci sono alcuni momenti della mia vita in cui i libri drammatici diventano la mia droga... infatti alcune volte ci rifletto sopra e mi sembra di essere quasi un'autolesionista sotto questo punto di vista xD
      Sono felice di averti incuriosito verso questo romanzo e spero avrai modo di leggerlo presto :)

      Elimina
  7. non ho ancora letto il libro ma ho l'ebook pronto e, come per altro, sto aspettando il momento giusto. Sono contenta che nonostante tutto sia molto semplice e che ti sia piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Chiara, anche se è una storia dura e drammatica, il tutto viene "alleggerito" dallo stile dell'autrice. A me è piaciuto molto, anche se tanti hanno vissuto questo stile in modo un po' troppo freddo :(

      Elimina
  8. Ho visto il film, che ho adorato, ora devo solo farmi forza e aprire il Kindle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, allora è deciso: deve vedere questo benedetto film xD
      Sentendo le voci degli altri lettori, ho paura che rimarrai delusa dal libro visto che in tanti hanno preferito di gran lunga il film... ma spero di no ovviamente :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥