lunedì 20 luglio 2015

"Brilleremo tra un milione di soli" di Beth Revis

Buongiorno lettori, come state? Un'altro weekend è passato, un'altra settimana è iniziata...siamo già verso la fine di luglio e sinceramente quest'anno non vedo l'ora che l'estate finisca, sono allo stremo delle forze a causa di questo caldo che col pancione è mille volte peggio ç___ç
Per fortuna oggi sono riuscita a trovare tempo in mattinata per scrivere una recensione e per correre a pubblicarla qui sul blog, ma ovviamente ho già il mio federe compagno ventilatore qui a pochi metri da me che mi tiene compagnia.

Oggi vi parlo di un libro che ho aspettato tanto, che poi ho smesso di aspettare convincendomi a comprarlo in lingua, ma che magicamente alla fine è arrivato anche da noi in Italia. Vi parlo di Brilleremo tra un milione di soli di Beth Revis, secondo libro della serie Across the Universe.


Trama: Sono passati tre mesi da quando Amy è stata risvegliata dal suo sonno di ghiaccio: ormai sta dimenticando com'era vivere sulla Terra e ovunque guardi vede solo le pareti di metallo della nave spaziale Godspeed. Ma forse c'è una speranza: adesso è Elder ad avere il potere. II ragazzo che ormai ha imparato a conoscere, di cui si fida e per cui non può negare di provare una forte attrazione. Ed Elder è un capo molto diverso dai precedenti: non vuole più mentire agli abitanti della nave. Ci sono ancora molte verità, però, che lui per primo non conosce e che aspettano di essere dette: quanto monca davvero prima di atterrare su Terra-Centauri? E cosa è successo durante l'Epidemia che ha decimato gli abitanti della nave? Elder e Amy dovranno scoprire insieme il segreto che si nasconde tra le pareti della Godspeed. Mentre a ogni passo rischiano di accendersi focolai di rivolta sulla nave, e anche se il loro amore rischia di distrarli dai pericoli che li circondano...



Serie "Across the Universe":
#1 Io e te oltre le stelle (2015) - Across the Universe (2011)
#2 Brilleremo tra un milione di soli (2015) - A Million Suns (2012)
#3 Inedito - Shades of Earth (2013)

Rating:

Recensione:
Finalmente dopo tutto questo tempo ho potuto riprendere in mano la serie della Revis, la Piemme aveva pubblicato il primo volume (con una vesta grafica migliore) nel “lontano” 2012, la serie è poi stata abbandonata per essere ripresa adesso con la ripubblicazione del primo volume in una veste diversa e il continuo con il secondo volume, infatti sarebbe bellissimo che entro la fine dell'anno ci facessero arrivare anche l'ultimo volume, saremmo tutti molto più contenti. Mettendo da parte lamentele o considerazioni molto personali, sono felicissima di essere riuscita a riprendere la lettura di questa serie, infatti il primo volume mi aveva piacevolmente colpito e mi aveva lasciato entusiasta e ricca di curiosità per i suoi seguiti.

La Revis ha uno stile liscio e semplice che permette al libro di aprirsi agli occhi del lettore come un fiore, piano piano possiamo scoprire tutti i segreti della Godspeed (e sono tanti) insieme ad Amy e Elder e ritrovare questi due personaggi è stato molto interessante.
Questo libro appartiene al genere sci-fi, genere che mi incuriosisce ma di cui leggo pochissimo, probabilmente a causa di questa mia mancanza non ho potuto apprezzare a pieno ogni descrizione e scena sulla Godspeed. Infatti come mi era successo nel primo volume, l'unico scoglio che trovo nella lettura dei libri di questa autrice, sono alcune descrizioni di alcune scene. Quando ci sono dettagli di particolari scientifici o simili spesso mi perdo e non riesco a visualizzare quello che l'autrice vorrebbe, sicuramente sarà un problema mia, ma in una minuscola parte credo sia anche colpa della Revis che sicuramente non può pretendere che ogni suo lettore sia un genietto delle scienze o di materie simili :)
Questo è l'unico difetto del libro a mio parere, un difetto che mi fa abbassare un po' il voto, insieme alla protagonista Amy.
Brilleremo tra un milione di soli, come per il primo volume, è raccontato dal punto di vista dei due protagonisti: Amy ed Elder; questa scelta permette al lettore di entrare nella storia in modo molto più completo e di comprenderne ogni parte, sia per quanto riguarda Elder che è nato e cresciuto sulla Godspeed e dunque conosce solo questa realtà; sia per quanto riguarda Amy, che è invece stata ibernata e portata sulla Godspeed ma che è nata e vissuta sulla Terra e ne ha conosciuto i benefici e le differenze in confronto ad una navicella. Questa contrapposizione crea il giusto equilibrio tra i due protagonisti, i loro pensieri e le loro scelte, perché il lettore ha la possibilità di comprendere tutti e due in modo molto profondo, ovviamente grazie anche allo stile della Revis che riesce a scavare bene nei suoi personaggi e a dare al lettore un'ampia visuale.
Nel primo volume avevo apprezzato moltissimo Amy, in questo secondo volume (come avevo preannunciato qualche riga sopra) Amy mi ha creato qualche problema, soprattutto verso la fine in cui l'avrei presa per i capelli e lanciata nello spazio infinito. Lei ed Elder hanno due caratteri molto diversi, hanno esperienze di vita diverse, tutto in loro è quasi opposto, ma nonostante questo si trovano e si capiscono e intendono quasi a meraviglia. Lui compie una crescita in confronto al primo volume, mentre lei invece sembra regredire e sembra mostrare la parte peggiore di lei in questo secondo libro. Non che Elder sia perfetto, assolutamente sono due personaggi molto realistici con tutti i loro difetti e pregi, ma Amy sembra proprio tornare ad un livello di “bimbaminkia” che mi ha infastidito e non poco. Altri personaggi che mi sono piaciuti sono Bartie, che riesce a creare nella storia e anche nella mente del lettore quello scombussolamento necessario per comprendere meglio certe scelte e certe situazioni; ho apprezzato molto come Orion riesce ad essere presente e ad incuriosire il lettore e tenerlo sulle spine. Purtroppo quasi tutti gli altri personaggi che compaiono, non riescono a lasciare un segno abbastanza profondo, almeno a me non lo hanno lasciato. Alcuni avrei voluto poterli conoscere meglio, ma ci hanno abbandonato (la Revis ammazza personaggi abbastanza “facilmente”, vi avviso °__°) troppo presto, altri proprio non riescono a sfondare e a lasciare un'impronta abbastanza forte nella storia. Sicuramente sono molto molto curiosa di vedere come nel terzo volume l'autrice proseguirà la storia...avremo un terzo punto di vista per caso? Pensando a come finisce questo volume mi verrebbe da pensare di sì, ma staremo a vedere...

Per concludere, la Revis è riuscita a creare una storia emozionante e coinvolgente, che oltre ad essere un susseguirsi di eventi che non lasciano al lettore un attimo di tregua, è anche un susseguirsi di emozioni forti in cui si entra sempre di più nell'animo dei personaggi e si cerca di comprendere quanto la sopravvivenza può cambiare l'ottica di una persona. Il viaggio che si compie all'interno della Godspeed e dei suoi segreti, va di pari passo con il viaggio che si compie dentro al cuore e alla mente di Elder e Amy. Una serie davvero degna di nota e che penso possa essere l'ideale per iniziare i lettori ad un nuovo genere, proprio come è successo a me col primo volume; uno YA un po' fuori dagli schemi grazie ad un'ambientazione originale e ad una struttura di base molto ben costruita e solida, in cui l'amore non è il sovrano ma in cui i sentimenti in generale sono molto presenti e forti.

LE COVER:
Grandissima delusione per la cover italiana, di cui riesco ad apprezzare solo il colore. Non mi piace la traduzione quasi romantica sia del titolo che della cover, perché si capisce palesemente che è tutta un'operazione per poter vendere di più. La cover originale nella versione hardcover (la prima che vedete) è meravigliosa, amo i colori, l'immagine e il modo in cui si unisce alla storia creando un'immagine unica. La seconda cover che vedete è sempre quella originale, ma nella versione paperback, purtroppo questa non mi piace per niente, la trovo troppo scialba e con pochi riferimenti alla storia, non riesce proprio ad attirarmi. Ed infine l'ultima cover è quella tedesca, anche in questo caso hanno voluto puntare più sulla parte "romantica" del libro, ben poco presente, ma almeno lo hanno fatto in modo migliore e più inerente alla storia.
Classifica finale: cover originale hardcover, cover tedesca, cover originale paperback e cover italiana.

Chiedo scusa, mi sono dilungata un po' troppo xD me ne sono resa conto solo dopo aver finito di scrivere tutto. Diciamo che sentivo il bisogno di dare un po' più spazio a questo libro, sperando di attirare la vostra attenzione, sebbene sia il secondo libro della serie. Sono passati degli anni, ma ho deciso di lasciarvi il link ad Across the Universe, il primo volume della serie, così da poter avere un quadro più completo se davvero siete interessati. Non fate caso alla recensione, perché ero ancora abbastanza inesperta e intimorita xD
Aspetto qualche vostro commento sperando di essere riuscita ad attirare la vostra attenzione come volevo...e spero anche di trovare qualcuno che ha letto i libri con cui posso confrontarmi su pensieri e impressioni :)

7 commenti:

  1. Non conoscevo questa serie; so che ho visto questa copertina in giro, l’ho trovata terribile (titolo compreso, come hai giustamente detto anche tu) e l’ho immediatamente eliminata dai libri potenzialmente leggibili. Poi vengo qui, apprezzo la tua recensione e mi viene il dubbio che si tratti invece di qualcosa di interessante, mannaggia… mi sembra un’idea originale, la navicella spaziale, l’ibernazione… però mi frena un po’ la parte YA. Fosse un autoconclusivo lo proverei, ma così… non lo so, sono combattuta.

    RispondiElimina
  2. Uh, lo inizio a breve, non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  3. bella recensione alessia... il primo libro mi aveva incuriosito e quindi di sicuro leggerò il sequel!

    RispondiElimina
  4. Olèèèèèèèèèèèèèèèèèè, non sono l'unica che voleva massacrare Amy in questo secondo libro, sono arrivata ad odiarla mamma mia XD

    RispondiElimina
  5. Ho terminato il primo volume la settimana scorsa e mi è piaciuto molto! Anch'io ho avuto un po' si problemi con la descrizione della nave, soprattutto all'inizio..
    Amy a tratti mi è piaciuta, a tratti no..speravo in un miglioramento nel secondo, che leggerò a breve.

    RispondiElimina
  6. magari riesco a recuperare anche il primo, adesso che hanno pubblicato questo

    RispondiElimina
  7. peccato per i tempi epocali tra un libro e l'altro, e per la cover davvero deprecabile. Peccato perché appannano un libro e una storia belli

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥